I giacinti sbocciano

Sono cresciuti e adesso sbocciano.

In casa regalano colore e profumo. La loro è una presenza discreta e piacevole, che ogni anno si rinnova, e mi regala il piacere del tempo naturale, quello scandito dal mondo vegetale co le sue fioriture, e il suo ciclo di vita. È un’ottimo toccasana, fisico e mentale, quello che fiori e piante d’appartamento ci regalano. Avere un po’ di verde in casa aiuta a sopportare le amarezze della vita, o ad essere ancora più felici di quello che ci succede quotidianamente.

Eliminate delle app e aggiungete dei fiori alla vostra vita…

gs1172-giacinti

Annunci

Il giacinto cresce – post del dopo Natale

Il tempo passa… e i giacinti crescono. Si allungano giorno dopo giorno. E tu non te ne accorgi subito.

Lo stelo che piano piano cresce e il tempo che passa. Altri piccoli giacinti, che se ne stavano nascosti nel piccolo vaso, eccoli risvegliati dal calore della casa.

Il tempo per i fiori scorre senza lancette. È come l’acqua di un fiume, di un torrente, di un piccolo ruscello. Scorre, e basta. Tu la guardi, ti lasci incantare per qualche minuto da quest’acqua sempre uguale e sempre diversa. Ti piace sentire il suono dell’acqua, quando accarezza un sasso e fa un vortice, o quando trova un piccolo dislivello e fa una piccola cascata. E gorgoglia, sembra voglia dirti qualcosa. Ti dice: il tempo non esiste. È una tua invenzione. Un’invenzione per dare senso alla tua vita, ma un po’ il senso te lo toglie. A volte ti senti così vuoto a vedere le lancette dell’orologio che scorrono senza mai fermarsi. E sempre uguali. Non sono come l’acqua del torrente, o come il giacinto che cresce. I secondi, i minuti, le ore, sono tutte uguali, e dopo un pò che guardi lo scorrere del tempo degli orologi, perdi il senso che credevi di aver creato. Invece se guardi un ruscello, un torrente, un fiume, un giacinto che cresce…

gs1171-giacinti-crescono

Giacinto // idee regalo per Natale

Un fiore è sempre un fiore, ed è un bellissimo regalo. Tra l’altro ecologico ed eco sostenibile.

I miei bulbi di giacinto si stanno risvegliando. Li ho portati nel caldo delle mura domestiche, gli ho aggiunto un po’ di terra, cambiato il vaso, e dato loro un po’ d’acqua.

Un bulbo, credetemi, è un bellissimo regalo. Che ti dura anche parecchi anni. E tu non devi far altro che dargli un po’ d’acqua. Lui ti ricompenserà con bellissimi fiori e gradevole profumo. Se quindi siete indecisi su cosa regalare a Natale… un fiore è sempre un dolce pensiero.

bulbo di giacinto

 

Assaggi di primavera

Come si fa a creare un ambiente primaverile in casa? Facilissimo! Con giacinti in acqua e bulbi rivestiti di cera.

Giacinti in acqua

I bulbi di giacinto in acqua mostrano orgogliosamente la loro trasformazione da bulbo a fiore e rendono la casa più accogliente. Occorrente: un bulbo di giacinto, una caraffa per giacinti e un po’ d’acqua. La caraffa per giacinti è un piccolo vaso in vetro dal collo stretto. Questi vasi sono disponibili in una vasta gamma di forme e colori. Riempite la caraffa con acqua e posizionate il bulbo di giacinto nella parte superiore. Accertatevi che solo le radici del bulbo, e non il bulbo stesso, siano a contatto con l’acqua, in modo che possano svilupparsi al suo interno. Successivamente collocate il giacinto in un luogo freddo e buio, come ad esempio la cantina, il garage o il frigorifero. Dopo alcune settimane, quando il fiore è visibile, è possibile collocarlo in casa. Quindi non vi resta altro che godere della presenza di questo foriero di primavera!

assaggi-primavera-02

Bulbi rivestiti di cera

Sapevate che esistono bulbi che fioriscono senza avere bisogno di acqua? I bulbi rivestiti di cera sono bulbi di Amaryllis appositamente selezionati che dispongono di energia sufficiente per fiorire da soli. È possibile acquistarli a partire dalla fine di settembre. Il bulbo è ricoperto da un sottile strato di cera a scopo protettivo. La parte inferiore del bulbo presenta una base realizzata in fil di ferro che consente all’Amaryllis di rimanere dritto. A casa il bulbo inizia subito a crescere e dopo un periodo di 3-6 settimane sboccia un fiore meraviglioso. Più facile di così non si può, mentre la bellezza non ha limiti. Gli involucri di cera sono disponibili in tutti i colori dell’arcobaleno, in tinte metallizzate e persino con brillantini.

assaggi-primavera-01

Quando nasce un nuovo giacinto

Non mi era mai capitato prima, ma evidentemente c’è sempre una prima volta. Dal bulbo del giacinto già fiorito – che attualmente si sta seccando – ne è nato uno nuovo. Tanto meglio. Altro profumo che si espanderà dentro le mura di casa, dandomi l’impressione di essere dentro ad un giardino.

Il giacinto è un fiore che può essere cresciuto dentro e fuori le mura domestiche. Di facile manutenzione, necessita però di alcuni piccoli accorgimenti se vogliamo che il bulbo fiorisca bene anche l’anno successivo.
Per prima cosa lasciate che le foglie si secchino da sole. Non toglietele dal bulbo. In questa maniera date la possibilità al bulbo di approvvigionare riserve per la prossima fioritura. Al momento della fioritura si può aggiungere uno specifico concime per bulbi.

Se invece avete i giacinti in giardino, noterete che dopo qualche anno la fioritura non sarà bella come la prima volta. In questo caso togliete i bulbi dal terreno – solo quando le foglie sono completamente ingiallite e facendo attenzione a non ferire il bulbo con attrezzi. Lasciate il bulbo per in un luogo secco, in modo da eliminare l’umidità che ha preso dal terreno. Togliete gli eventuali bulbilli nati dal bulbo principale, e riponete il bulbo in un sacchetto di carta, in un luogo secco e buio. Lo rimetterete a dimora tra settembre e dicembre… e buona fioritura!

Giacinto

Avanti un altro

La tentazione è stata forte, e così… ecco dei nuovi giacinti, a profumare la casa e a inondarla di colori primaverili. Siamo in inverno, anche se non sembra. Le temperature dovrebbero scendere, almeno consultando i vari meteo e le chiacchiere degli amici.

Un consiglio per chi poi lo metterà a dimora in piena terra – il giacinto, non l’inverno mi raccomando. Una concimazione con concime ternario – che è quel concime che contiene i tre macro elementi fondamentali per tutte le piante, azoto, fosforo e potassio – lo aiuterà a regalarvi una fioritura abbondante!

giacinto

Conserviamo i bulbi del giacinto

Ritorno a parlare del giacinto perché è uno dei miei fiori preferiti, così come le bulbose sono piante che amo. Quello che mi affascina in loro è la capacità di stare assopite nel bulbo per poi esplodere in una sinfonia di colori e di profumi.

Appartenente alla famiglia delle Liliacee il giacinto è un ottimo fiore da tenere in casa nella fredda stagione. Il profumatissimo grappolo di fiorellini profumati porta felicità nelle fredde giornate invernali – è vero, il giacinto è pianta primaverile, ma sapete bene che con la forzatura possiamo farlo sbocciare anche in inverno.

Detto questo, premessa d’obbligo, andiamo sul concreto: cosa fare quando la pianta ha esaurito la sua fioritura? Si tagliano le foglie nastriformi, si tolgono i bulbi dal vaso, li si pulisce un poco, alla buona… e poi? Solitamente li conservavo in sacchetti di carta, ma alcune volte me li ritrovavo poi secchi. La soluzione migliore è quella di interrarli in piena terra. Meglio se il terreno è leggero e un poco sabbioso – ricordatevi che dal bulbo sottoterra il fiore deve crescere, attraversare quei pochi centimetri di terreno e uscire all’aria aperta. Con un terreno tenero lo aiutiamo nel suo sforzo.

Se non avete uno spazio di terreno all’aperto potete lasciarli a dimora con torba o paglia. E poi, la prossima primavera, come per magia, ecco che sboccerà nuovamente…

bulbi giacinto