Bulbi da fiori su balconi e terrazze

Non hai un giardino? Con i bulbi di fiore puoi creare uno spazio accogliente anche se non disponi di un’oasi verde. Pianta i bulbi nei vasi e trasforma il balcone o la terrazza in un ambiente naturale e invitante.

Colore

A causa della pandemia siamo sempre più dipendenti dall’ambiente in cui viviamo. Desideriamo trarre il massimo beneficio dal tempo che siamo costretti a trascorrere in casa. Una delle tendenze più recenti è il giardinaggio, che è possibile praticare anche se non si dispone di un giardino. Infatti il balcone e la terrazza sono luoghi ideali per circondarsi di verde. Piantando i bulbi di fiore in autunno nei vasi e nelle fioriere, il balcone e la terrazza si tingono di colori vivaci fin dall’inizio della primavera.


Luogo accogliente

Puoi ravvivare il balcone o la terrazza con allegri forieri della primavera quali giacinti a grappolo (Muscari), giacinti (Hyacinthus), narcisi (Narcissus) e tulipani (Tulipa). A tale scopo, colloca diversi vasi e fioriere sul balcone o sulla terrazza. Non occorre che siano posizionati tutti a terra. Anzi, proprio utilizzando fioriere sopraelevate e sistemando i vasi su tavolini puoi ottenere effetti giocosi nel tuo spazio esterno e creare angoli molto accoglienti.

A sinistra: Muscari, Tulipa – A destra: Giacinti, Muscari, Tulipa

Come piantare i bulbi

I bulbi di fiore vanno piantati in autunno, prima che sopraggiunga il gelo. I bulbi hanno infatti bisogno del freddo invernale per mostrarsi in tutto il loro splendore in primavera. È importante accertarsi che i vasi e/o le fioriere siano provvisti di fori sul fondo, per consentire la fuoriuscita dell’acqua in eccesso.

  1. Cospargi il fondo del vaso con uno strato di cocci, idrogranuli o ghiaia, per consentire un efficace drenaggio dell’acqua.
  2. Aggiungi uno spesso strato di terriccio sullo strato di cocci, idrogranuli o ghiaia.
  3. Pianta i bulbi nel terriccio. Per ottenere un effetto spettacolare, colloca i bulbi gli uni vicino agli altri.
  4. Ricopri i bulbi con un ulteriore strato di terriccio pressandolo con forza.
  5. Infine annaffia i bulbi.
  6. Quando i bulbi iniziano a crescere in primavera, non lasciare che si secchino. Una giusta quantità di acqua favorisce lo sviluppo e la fioritura.
Nelle foto: Giacinti e Tulipani

Cose interessanti da sapere:

  • I vasi e le fioriere si prestano per la piantagione a lasagna, un metodo che consiste nel piantare i bulbi a strati. La fioritura successiva di uno strato dopo l’altro consente di ottenere un balcone o una terrazza fioriti per molte settimane.
  • Se i vasi o le fioriere sono esposti al vento, è consigliabile scegliere varietà a stelo corto, quali crochi (Crocus), giacinti a stella (Scilla), gloria della neve (Chionodoxa), giacinti a grappolo (Muscari) e narcisi di piccola taglia (Narcissus). Dato che rimangono piuttosto bassi, i fiori non vengono abbattuti dal vento.

Per maggiori informazioni sui bulbi di fiore, visita il sito www.bulbidifiore.it.

Bulbi per terrazze
A sinistra: Tulipani – A destra: Giacinti

Un giardino di bulbi fioriti

Per avere un giardino accogliente, profumato e colorato fin dall’inizio della primavera, pianta i bulbi di fiore in autunno. Piantando una grande quantità di bulbi un po’ dappertutto puoi creare un giardino meraviglioso che ti regalerà molte soddisfazioni.

Agire d’anticipo

La primavera è ancora lontana ma, per godere di un giardino variopinto fin dall’inizio della stagione, è necessario piantare i bulbi di fiore in autunno. Per creare una magnifica esplosione di colore, è consigliabile piantare bulbi in abbondanza. Il periodo ideale va da metà settembre a metà dicembre, quando la temperatura scende sotto i 10 gradi. È tuttavia importante che i bulbi siano interrati prima che si verifichino le prime gelate.

Biodiversità

I bulbi di fiore colorano il giardino diffondendo energia e vitalità. Gli insetti, come le api e le farfalle, hanno bisogno di nettare e di polline per vivere. Ma purtroppo all’inizio della primavera non ne trovano a sufficienza. Piantando i bulbi a fioritura primaverile accresci la quantità di fiori disponibili. Le piante bulbose che fioriscono per prime producono nettare e polline a partire da gennaio. 

Dove piantare in giardino

I bulbi di fiore non sono particolarmente esigenti, sebbene la maggior parte prediliga una posizione parzialmente soleggiata. Leggi le informazioni riportate sulla confezione per sapere qual è la posizione ideale in giardino. È possibile piantare i bulbi sotto gli alberi, tra gli arbusti e le piante perenni, nelle bordure e persino nel prato. La parola d’ordine è “abbondanza”: maggiore è la quantità di bulbi di fiore, più l’impatto visivo sarà spettacolare. 

Gusto personale

I bulbi a fioritura primaverile offrono un ampio ventaglio di possibilità. Grazie alle forme, ai colori e alle altezze differenti, le opzioni di accostamento sono praticamente infinite. Desideri creare un effetto sobrio e armonico utilizzando una sola tonalità o una varietà particolare, oppure preferisci ricorrere a un mix variopinto per ottenere un’esplosione di colore? Scegli secondo il tuo gusto per godere al massimo del tuo mix personalizzato.

Scelta

I bulbi di fiore più noti sono tulipani (Tulipa), narcisi (Narcissus) e giacinti (Hyacinthus). Ma l’elenco è lungo e offre innumerevoli possibilità di scelta. Giacinti a grappolo (Muscari), crochi (Crocus), bucaneve (Galanthus), aglio ornamentale (Allium), fiorestella (Ipheion), corona imperiale (Fritillaria imperialis), per citarne alcuni.

Look

Dopo avere scelto i bulbi di fiore e le rispettive posizioni, è il momento di piantarli. Per ottenere un look naturale, mescola le diverse varietà in un secchio o in un cesto e spargili sul terreno in modo casuale. Pianta quindi i bulbi nei punti in cui sono caduti. Se desideri piantare i bulbi in modo raggruppato, scava una buca piuttosto grande. Se invece preferisci piantarli singolarmente, scava più buche distinte.
Per piantare i bulbi, segui questi passaggi:

  1. Scava una buca di dimensioni adeguate per piantare un gruppo di bulbi oppure scava più buche per piantare i bulbi singolarmente. La profondità di piantagione dipende dalle dimensioni del bulbo. I bulbi grandi (5 cm e oltre) vanno piantati a una profondità di 15 centimetri, mentre i bulbi piccoli (2,5-5 cm) a una profondità compresa fra 7 e 10 centimetri.
  2. Elimina le erbacce e i sassolini, quindi mescola un po’ di terriccio al terreno per renderlo più drenante.
  3. Colloca delicatamente i bulbi nel terreno con la punta rivolta verso l’alto. Non esercitare una pressione eccessiva sui bulbi per evitare di danneggiarli. I bulbi di grandi dimensioni vanno posizionati a una distanza compresa fra 7 e 20 centimetri gli uni dagli altri, mentre i bulbi piccoli a una distanza compresa fra 3 e 7 centimetri.
  4. Copri i bulbi con la terra precedentemente rimossa.
  5. Se il terreno è secco, annaffia moderatamente.

Per maggiori informazioni visita il sito www.bulbidifiore.it.

bulbi fioriti

Bulbi per fiori da recidere in primavera

Hai una vera passione per i fiori? Creando un giardino di fiori da recidere puoi avere in casa fiori freschi di giornata. Non solo in estate, ma già dalla primavera puoi cogliere i fiori da bulbo e comporre bouquet meravigliosi.

Fioritura precoce

Quando la primavera è alle porte, i bulbi a fioritura primaverile ti fanno l’occhiolino. Puoi usare questi bulbi per creare il tuo personale giardino di fiori da recidere. Rispetto ad altre piante, le bulbose offrono il vantaggio di fiorire già ai primi accenni di primavera. Piantando i bulbi di fiore in giardino puoi prolungare il periodo di raccolta. Sono disponibili diverse varietà di bulbi di fiore dotate di steli robusti, che durano a lungo in vaso. Inoltre, con un giardino da cui attingere direttamente, puoi scegliere i tuoi fiori preferiti.


Bulbose con fiori ideali da recidere

I fiori prodotti dalle piante bulbose sono particolarmente indicati come fiori da recidere, poiché molti di essi sono robusti e sgargianti. Tra le varietà più adatte ve ne sono sia a stelo lungo che a stelo corto. Alcune varietà a stelo lungo sono: iris (Iris), candela del deserto (Eremurus), narciso (Narcissus), tulipano (Tulipa), giglio persiano (Fritillaria persica) e aglio ornamentale (Allium). Varietà a stelo corto sono: giacinto a grappolo (Muscari), giacinto (Hyacinthus) e giacinto spagnolo (Hyacinthoides).

bulbi da fiore
A sinistra: Tulipa ´Leen van den Mark´ – Al centro: Tulipa ´Prinses Irene´ – A destra: Narcissus ´Big Love´

Suggerimenti:

  • Nel folto gruppo dei tulipani, la varietà Triumph si presta ottimamente come fiore reciso. Oltre ai fiori dalla caratteristica forma a calice, gli steli vigorosi costituiscono un ulteriore pregio e ti permettono di godere più a lungo di questi gioielli della natura. Alcuni esempi sono i tulipani “Prinses Irene” e “Leen van der Mark”.
  • Tenendo conto dei diversi periodi di fioritura, potrai cogliere i fiori per diversi mesi.
bulbi da fiore
A sinistra: Allium ´Purple Sensation´ – Al centro: Eremurus – A destra: Iris

Come piantare i bulbi

Per cogliere i fiori in primavera e comporre vivaci bouquet, è necessario piantare i bulbi in autunno. I bulbi devono essere piantati a una profondità pari a tre volte la loro altezza. È consigliabile scegliere bulbi di altezze diverse e collocare quelli più piccoli sul davanti e quelli più grandi sul retro. La regola d’oro è una piantagione fitta. Riempiendo bene la bordura, i bulbi si sostengono vicendevolmente e producono una grande quantità di fiori da recidere.

Per maggiori informazioni sui bulbi di fiore, visita il sito www.bulbidifiore.it

bulbi da fiore
A sinistra: Hyacinthus ´Jan Bos´, ´Carnegie´ – Al centro: Fritillaria persica – A destra: Muscari armeniacum
bulbi da fiori
A sinistra: Tulipa ´Prinses Irene´ – A destra: Hyacinthoides

Amaryllis

Il vento soffia forte e la pioggia batte contro le finestre… è il momento di rifugiarsi nel calore di casa propria. Gli Amaryllis sono perfetti per rendere gli spazi interni ancora più accoglienti.

Rifugio sicuro

In autunno sentiamo spesso il bisogno di rifugiarci in casa, dove ci sentiamo al sicuro. Tale sensazione può essere accentuata da un’atmosfera calda e accogliente, che aiuta a prendere le distanze dal mondo esterno. Grazie alla crescita straordinaria e ai fiori grandi e maestosi, gli Amaryllis riempiono di incanto la tua dimora, in modo naturale e affascinante.


Effetto sorpresa

Un bulbo di Amaryllis è già di per sé uno spettacolo e, date le dimensioni importanti, suscita grandi aspettative. Bisogna dire che in questo caso l’abito fa il monaco… Infatti la crescita del lungo stelo di questo glorioso bulbo è un’esperienza strabiliante, che culmina con la comparsa dei magnifici fiori.


Splendore

Il termine Amaryllis deriva dal greco antico “amarusso”, che significa “risplendo”. Niente di più vero. Esistono più di settanta varietà di Amaryllis. Il colore più diffuso è il rosso, ma sono disponibili anche le tonalità bianco, arancione, rosa e panna. Talvolta il fiore è gigantesco, talaltra sottile ed elegante, ma la metamorfosi da bulbo a fiore è sempre un’esperienza coinvolgente e affascinante.


Cura

Vuoi godere dello spettacolo offerto dagli Amaryllis il più a lungo possibile? Leggi questi suggerimenti:

  • Affinché possa iniziare a crescere, il bulbo di amaryllis deve essere prima “risvegliato”. Collocare il bulbo in un recipiente con acqua tiepida per un’ora, in modo da favorire la formazione delle radici.
  • È possibile piantare i bulbi di amaryllis in un vaso riempito con terriccio, adagiarli semplicemente in un piatto o sistemarli in acqua.
  • Gli amaryllis amano il caldo; una temperatura ambiente compresa tra i 20 e i 24 gradi è ottimale.
  • La luce è importante. Se l’ambiente è troppo buio, gli steli diventano eccessivamente lunghi e devono essere sostenuti.

Curiosità

  • Il periodo migliore per acquistare gli Amaryllis è quello compreso tra novembre e aprile.
  • Su uno stelo crescono da quattro a sei fiori di grandi dimensioni. Più il bulbo è grande, maggiore è il numero di fiori.
  • Il nome ufficiale dell’Amaryllis è Hippeastrum.

Per maggiori informazioni sui bulbi di fiore, visita il sito www.bulbidifiore.it.

Amaryllis

Un tappeto colorato

In confronto ai tulipani e ai narcisi, la gloria della neve è una bulbosa ancora piuttosto sconosciuta. È arrivato il momento di accendere i riflettori su questo piccolo grande fiore.

Tappeto naturale

La gloria della neve cresce spontaneamente sui monti della Turchia. I fiori variopinti creano splendide macchie di colore nel manto nevoso. Lo dice anche il nome botanico Chionodoxa: la parola greca “chiōn” significa neve, mentre “doxa” (δόξα) significa gloria o lustro. Questa piccola bulbosa dal carattere forte, ancora poco conosciuta, merita maggiore attenzione, poiché la sua fioritura offre uno spettacolo assai gratificante.


Inarrestabile

Anche se fuori gela o se il terreno è coperto di neve, da febbraio la gloria della neve inizia a fiorire abbondantemente. Nonostante il freddo, la crescita e la fioritura proseguono inarrestabili. I piccoli fiori vigorosi sono composti da sei petali saldati tra loro. Solitamente sono di colore blu, ma possono essere anche rosa o bianchi. Crescono raggruppati in grandi quantità, formando tappeti colorati nel giardino.


Moltiplicazione

La gloria della neve è ideale per l’inselvatichimento, che praticità! Questo non avviene attraverso il bulbo, bensì tramite i semi dei fiori appassiti. Le escrescenze dei semi contengono una sostanza zuccherina di cui le formiche sono ghiotte. Questi insetti trasportano i semi altrove, per gustare la prelibatezza. Essendo amaro, il seme non viene mangiato e rimane sul terreno. Da esso l’anno successivo la gloria della neve rinasce e fiorisce.

Accostamenti

I toni blu della gloria della neve creano splendidi contrasti con i narcisi gialli e bianchi e con i piccoli tulipani rossi a fioritura precoce. La varietà bianca e rosa si accosta magnificamente ai narcisi gialli e al bossolo dei dadi. La gloria della neve trova una collocazione perfetta accanto alle piante e agli arbusti caducifogli. Inoltre può essere piantata nel prato, proprio come i crochi e i bucaneve.

Gloria della neve
Chionodoxa forbesii ´Pink Giant´
Chionodoxa luciliae

Cose interessanti da sapere sulla gloria della neve:

  • Se desideri ottenere un tappeto colorato in giardino non lesinare in termini di quantità. Utilizza almeno cinquanta bulbi per un metro quadrato.
  • La gloria della neve cresce quasi dappertutto e non è molto esigente. Bastano un terreno ben drenato, uno spazio aperto esposto al sole o parzialmente ombreggiato e un po’ di gelo.
  • I bulbi hanno bisogno del freddo invernale per crescere, ma sono talmente forti da sopportare con vivacità persino una primavera secca e un’estate torrida.
  • La gloria della neve resiste persino all’aria salmastra, quindi cresce rigogliosa anche vicino al mare.
  • Molti tipi di fiori si chiudono quando non splende il sole. Invece i fiori a forma di stella della gloria della neve rimangono sempre aperti, anche in assenza di luce solare.

Per maggiori informazioni sui bulbi di fiore, visita il sito www.bulbidifiore.it.

Gloria della neve

Come piantare i bulbi da fiore

Le bulbose a fioritura primaverile, come i tulipani, i narcisi e i crochi, portano allegria nel giardino. Già ai primi accenni di primavera i fiori colorano gli spazi esterni, oltre a salvaguardare la biodiversità. Ma come si piantano i bulbi di fiore?

Periodo

I bulbi di fiore vanno piantati in autunno, da metà settembre in poi. È importante che siano interrati prima che si verifichino le prime gelate. I bulbi devono essere piantati in autunno poiché hanno bisogno del freddo invernale per poter fiorire in primavera.


Passaggi

Per piantare i bulbi di fiore bastano pochi semplici passaggi. Una volta che hai imparato come fare non lo scordi più.

  1. Allentare il terreno con una pala nel punto in cui si desidera piantare i bulbi. In questo modo sarà più facile lavorare il terreno.
  2. Se i bulbi vengono piantati in una bordura già esistente, aggiungere eventualmente del concime organico, ad esempio del compost.
  3. Scavare una buca utilizzando una pala o un pianta-bulbi, quindi collocarvi i bulbi con la punta rivolta verso l’alto e il lato bombato rivolto verso il basso.
  4. I bulbi vanno piantati a una profondità pari a tre volte la loro altezza. Un narciso di 5 cm deve quindi essere piantato a una profondità di 15 cm.
  5. Riempire la buca con la terra precedentemente rimossa, pressandola.
  6. Se il terreno non è umido annaffiare i bulbi subito dopo averli piantati, per stimolare lo sviluppo immediato delle radici.

È talmente facile che è impossibile sbagliare. Anche se vengono accidentalmente piantati con la punta rivolta verso il basso, i bulbi trovano il modo di svilupparsi verso l’alto, in direzione della luce.

piantare bulbi da fiore

Posizione

Le informazioni riportate sulla confezione indicano se i bulbi prediligono il sole o l’ombra. Puoi piantare i bulbi dove preferisci, secondo il tuo gusto personale, dando libero sfogo alla tua fantasia. Non riesci a deciderti? Leggi i seguenti suggerimenti:

  • Colloca i bulbi di fiore a stelo corto, come i giacinti, davanti ai bulbi a stelo lungo, come i tulipani.
  • Per ottenere un effetto di grande impatto, pianta i bulbi di fiore in gruppi.
  • Se desideri conferire al giardino un aspetto naturale, pianta i bulbi a fioritura precoce, come i crochi, i bucaneve o la gloria della neve, nel prato.

Per maggiori informazioni sui bulbi di fiore, visita il sito www.bulbidifiore.it.

Per un giardino fiorito… la prossima primavera

Tutti amano i fiori primaverili, che per primi portano allegria nel giardino. I bulbi di fiore hanno una capacità ineguagliabile di diffondere vibrazioni positive, mentre il resto del giardino è ancora immerso nel sonno invernale. L’autunno è il momento giusto per piantare i bulbi.

Preparazione

L’inverno è alle porte e cresce la voglia di rintanarsi in casa. Tuttavia è piacevole concludere la bella stagione allestendo il giardino, la terrazza o il balcone per i mesi invernali, un’attività che include anche i preparativi in vista della primavera. Piantando i bulbi in questo periodo potrai infatti godere degli incantevoli fiori primaverili fin dai primi mesi dell’anno. Praticamente ti fai un regalo ora per trarne il massimo beneficio in primavera. Non è un’idea meravigliosa?


I migliori bulbi a fioritura primaverile

Esistono decine di bulbose a fioritura primaverile, disponibili in un’ampia varietà di forme, colori e dimensioni. Abbiamo selezionato cinque bulbi primaverili che spiccano in modo particolare e che, grazie ai colori vivaci e ai fiori grandi, ti regalano una sensazione di benessere. Si tratta di: tulipano (Tulipa), narciso (Narcissus), giacinto (Hyacinthus), croco (Crocus) e corona imperiale (Fritillaria imperialis).


Tulipano

Il tulipano, famoso in tutto il mondo per la sua bellezza, è portatore di allegria. Non appena sboccia, questo fiore primaverile emana un fascino irresistibile. La varietà è enorme: sapevi che ne esistono ben quindici gruppi distinti? Ce n’è per tutti i gusti.

Narciso

Il narciso è un autentico foriero di primavera e, come il tulipano, è molto variegato; ne esistono infatti dodici gruppi distinti. Una caratteristica interessante del narciso è che i bulbi possono rimanere nel terreno per rifiorire ogni anno in primavera. Sono dunque particolarmente adatti all’inselvatichimento.


Giacinto

Se desideri avere un giardino profumato, oltre che colorato, i giacinti sono la scelta giusta. Gli innumerevoli fiorellini creano un tripudio di colori strepitoso. Le tonalità più diffuse sono bianco, rosa e blu. Inoltre i giacinti emanano una fragranza deliziosa, infatti vengono utilizzati anche per la produzione di profumi.


Croco

Questo bulbo a fioritura precoce è simbolo di primavera e di gioia. Ai primi raggi di sole primaverili i boccioli si schiudono. Sapevi che le api vanno matte per i crochi? Non appena i fiori fanno capolino, sopraggiungono numerose per cibarsi del delizioso nettare.


Corona imperiale

La maestosa corona imperiale fa sfoggio di sé nel giardino con i suoi fiori stupendi. Questi emanano una fragranza muschiata, che tiene lontani talpe, topi e arvicole. Inoltre producono grandi gocce di nettare molto apprezzato da api e farfalle.

Ti è venuta voglia di piantare dei bulbi? Scegli i tuoi fiori primaverili preferiti e mettiti subito all’opera. Per maggiori informazioni sull’assortimento e sulla piantagione dei bulbi di fiore, visita il sito www.bulbidifiore.it.

bulbi per la primavera
A sinistra: Narcissus ´Dutch Master´ – Al centro: Hyacinthus – A destra: Fritillaria Imperialis

Favorire la biodiversità con i bulbi da fiore

Gli insetti non possono vivere senza nettare e senza polline, due sostanze molto importanti prodotte dai fiori. Piantando i bulbi nei giardini, sulle terrazze e sui balconi aiutiamo gli insetti a trovare quantità sufficienti di nettare e polline.

Festa

Con i loro colori brillanti, le piante bulbose a fioritura primaverile impreziosiscono il giardino. Quando il giardino si risveglia dal sonno invernale, i primi fiori portano una nota di allegria che diffonde buonumore. Si tratta di un rituale primaverile che si ripete ogni anno e che aspettiamo (inconsapevolmente) con impazienza. Ma questo rituale non è una festa solo per noi; per gli insetti, infatti, è un cerimoniale irrinunciabile.

Carenza

Gli insetti, come le api e le farfalle, hanno bisogno di nettare e di polline per vivere. Ma purtroppo all’inizio della primavera non ne trovano a sufficienza, poiché la fioritura del poco verde che ancora ci circonda è troppo scarsa. Esistono tuttavia bulbose a fioritura primaverile che, in confronto ad altre piante da giardino, producono grandi quantità di nettare e polline.

Soluzione

A causa della carenza di polline e di nettare, la popolazione di insetti sta drasticamente calando, in termini sia di specie che di numero. Se tutti coloro che hanno un giardino, un balcone o una terrazza entrano in azione, collettivamente possiamo contribuire a frenare questa tendenza. Partecipa anche tu piantando i bulbi primaverili, per accrescere la quantità di fiori capaci di offrire nutrimento a queste importanti creature.

Nutrimento

Le piante bulbose che fioriscono per prime producono nettare e polline a partire dal mese di gennaio. Vuoi sapere quali bulbi di fiore offrono nutrimento agli insetti contribuendo a migliorare la biodiversità? Di seguito sono elencate le 10 varietà più importanti.

1. Anemone (Anemone blanda)

L’anemone fiorisce nei mesi di marzo e aprile. I fiori delicati hanno un colore caratteristico che sfuma dal blu al malva. Questa bulbosa fornisce soprattutto polline alle api selvatiche e alle api da miele.

2. Giacinto a grappolo (Muscari)

Il giacinto a grappolo è un richiamo irresistibile per le api. Il suo polline grigio è molto apprezzato da bombi, api selvatiche (del genere Andrena), api da miele e farfalle.

3. Croco (Crocus)

I crochi contribuiscono ad accrescere la biodiversità poiché, grazie ai fiori aperti, il polline e il nettare sono facilmente accessibili per le api e le farfalle precoci.

4. Narciso (Narcissus)

Gli insetti dotati di una lingua lunga sono ghiotti del nettare e del polline prodotti dai narcisi. Il narciso (selvatico) è la fonte di nutrimento prediletta di vespe e mosche.

5. Fiorestella (Ipheion)

I fiorellini a forma di stella, di colore rosa, lilla, blu o bianco, attirano numerose specie di insetti.

6. Aglio ornamentale (Allium)

Grazie alla forma sferica, più insetti possono attingere a questo fiore contemporaneamente. Infatti intorno all’aglio ornamentale si nota spesso un brulichio di insetti.

7. Bucaneve (Galanthus)

Da dicembre ad aprile i delicati bucaneve bianchi producono grandi quantità di nettare e polline per le api selvatiche, le api da miele e le farfalle precoci.

 

8. Gloria della neve (Chionodoxa)

La gloria della neve fiorisce all’inizio della primavera ed è un’importante fonte di polline e nettare per diversi insetti.

9. Piè di gallo (Eranthis)

Il piè di gallo è una fra le prime tuberose a fiorire. I vivaci tappeti di fiori gialli aperti sono un’ottima fonte di cibo per i bombi.

10. Campanella maggiore (Leucojum aestivum)

La campanella maggiore, ancora poco diffusa ma molto amata dagli insetti, cresce bene nei luoghi umidi, come ai bordi di un fosso o di uno stagno.

Cose interessanti da sapere

  • La quantità di nettare che una pianta produce varia nell’arco della giornata a seconda del grado di umidità e della quantità di luce solare.
  • I tre principali impollinatori di fiori sono le api selvatiche, i sirfidi e le farfalle.
  • Le conseguenze della carenza di nettare e polline, da cui deriva il calo del numero di insetti, si riflettono nella catena alimentare animale. Diminuisce infatti la quantità di cibo disponibile per gli uccelli e per i piccoli mammiferi.
  • Il nettare è un fluido sciropposo ricco di zucchero, contenente glucosio, fruttosio e saccarosio. Le piante secernono questa sostanza attraverso gli organi nettariferi.
  • Il polline proviene dalle cellule germinali maschili dei fiori, più precisamente dagli stami.
  • Già nel mese di febbraio numerose farfalle si svegliano dal sonno invernale e vanno in cerca di luoghi soleggiati per riscaldarsi e deporre le uova.
  • Le api e le mosche si risvegliano quando la temperatura raggiunge i 6-7 gradi centigradi e iniziano subito a cercare il cibo per nutrire le larve.
  • Per racimolare un chilo di polline, un’ape deve riempire le cestelle del polline da 50.000 a 100.000 volte.

Per maggiori informazioni sui bulbi di fiore, visita il sito www.bulbidifiore.it.

Riscoprire le vecchie tradizioni

Aumentano l’amore, l’attenzione e l’apprezzamento per le antiche conoscenze sulla natura e si accendono i riflettori sulle varietà di bulbi classiche.

Antico “know-how”

In contrapposizione ai rapidi cambiamenti, soprattutto in ambito tecnologico, è sempre più diffuso il desiderio di riscoprire tradizioni e rituali antichi. Nel giardino questo si traduce nella presenza di varietà di fiori tradizionali e nostalgiche. L’uso di bulbi di fiore è una scelta logica. Infatti i primi tulipani hanno fatto il loro ingresso in Olanda nel lontano 1593. Più nostalgici di così…

Protezione

Oltre alla nostalgia, cerchiamo e troviamo sempre più spesso protezione nel giardino. Il nostro spazio verde ci offre calore e sicurezza. Proviamo la sensazione di essere nel soggiorno di casa, ma circondati dalla natura. Un mix di tulipani, disponibili a fioritura sia precoce che tardiva, aiuta a rafforzare questa sensazione piacevole. In tal modo è possibile godere dei fiori durante tutta la primavera.

Tulipani
A sinistra: Tulipa, Narcissus – Al centro: Tulipa ‘Prinses Irene’, ‘Double You’ – A destra: Tulipa

Varietà antiche

Trovarle potrebbe richiedere del tempo, ma le varietà antiche di bulbi di fiore sono ancora reperibili. Cerca le perle più affascinanti e abbina, ad esempio, i tulipani storici a narcisi e fritillaria di altri tempi:

  • Fritillaria pallidiflora
  • Fritillaria persica “Ivory Bells”
  • Fritillaria persica
  • Narcissus poeticus “Recurves”
  • Narcissus “Thalia”
  • Tulipa “Ballade”
  • Tulipa “Estella Rijnveld”
  • Tulipa greigii “Cape Cod”
  • Tulipa “Uncle Tom”
  • Tulipa “White Triumphator”

Accosta questi bulbi ad altre piante particolari, come le rose rampicanti o alcune specie di alberi da frutto, per un risultato straordinario e gratificante.

Per maggiori informazioni sui bulbi di fiore, visita il sito www.bulbidifiore.it.

Tulipani
A sinistra: Narcissus ‘ Thalia’ – Al centro: Narcissus poeticus ‘Recurves’ – A destra: Tulipa ‘Uncle Tom’
Tulipani
A sinistra: Fritillaria persica – Al centro: Tulipa greigii ‘Cape Cod’ – A destra: Tulipa ‘Estella Rijnveld’

L’aglio ornamentale bulgaro

L’aglio ornamentale bulgaro produce fiorellini delicati e incantevoli ed è perfetto per dare un tocco di preziosità al giardino. Si accosta splendidamente alle altre piante e attira un gran numero di api e bombi.

Origine

L’aglio ornamentale bulgaro (Nectaroscordum siculum) è noto anche come aglio di miele siciliano. Questi bulbi di fiore provengono originariamente dalla parte asiatica della Turchia, ma ormai crescono anche in altre regioni, come in Sicilia e nel sud della Francia. Riempiono il giardino di colore e vitalità, e tutto ciò di cui hanno bisogno è un terreno permeabile.

Campanelle

L’aglio ornamentale bulgaro fiorisce nei mesi di maggio e giugno. I numerosi fiorellini crescono dapprima dritti e raggruppati, con le punte rivolte verso l’alto. Quindi si aprono a forma di campanelle cadenti, simili a una giostra volante che ruota intorno a uno stelo alto 90 cm. Le campanelle si presentano di color panna con striature porpora e verdi, sia all’interno che all’esterno. Queste tinte si abbinano meravigliosamente con i colori di altri fiori.

Biodiversità

L’aglio ornamentale bulgaro contiene grandi quantità di nettare e polline, sostanze nutritive indispensabili per gli insetti. Le api e i bombi adorano i fiori di questo aglio e sopraggiungono numerosi a cibarsi del suo nettare. Anche le farfalle sono ghiotte di nettare. Mentre ronzano e svolazzano di fiore in fiore, gli insetti svolgono l’importante ruolo di impollinatori.

Come piantare i bulbi

Come nel caso di altri bulbi a fioritura primaverile, l’aglio ornamentale bulgaro va piantato in autunno. La posizione ottimale è in pieno sole o parzialmente in ombra. La profondità alla quale vengono piantati i bulbi, così come la distanza tra un bulbo e l’altro, deve essere compresa tra i 15 e i 20 centimetri. Questi bulbi sono resistenti al freddo, pertanto possono rimanere nel terreno durante l’inverno per rifiorire l’anno successivo.

Cose interessanti da sapere:

  • L’aglio ornamentale bulgaro possiede diversi nomi scientifici. Uno di essi è Nectaroscordum siculum subsp. bulgaricum, da cui deriva il nome comune di questa pianta.
  • L’aglio ornamentale bulgaro si accompagna bene con i tulipani a fioritura tardiva.
  • Al termine della fioritura, le capsule che racchiudono i semi sono molto decorative.
  • Per maggiori informazioni sui bulbi di fiore, visita il sito www.bulbidifiore.it.
aglio ornamentale bulgaro

Momenti spensierati in giardino

Cerchiamo legami più profondi con gli altri e vogliamo andare oltre noi stessi. La natura può svolgere un ruolo molto importante.

Effetto rilassante

Dopo il periodo estenuante che abbiamo vissuto, sentiamo fortemente il bisogno di svagarci senza preoccupazioni. Quale posto migliore se non il giardino? La natura infatti esercita su di noi un effetto benefico e rilassante. Trai il massimo vantaggio dalla tua oasi verde e riempila di fiori, in modo da avere la sensazione di essere in vacanza ogni giorno.

Felicità verde

Per ottenere un’atmosfera allegra e rilassata in giardino, puoi optare per bordure caratterizzate da attraenti tinte pastello. Con i bulbi a fioritura primaverile, disponibili in numerosi colori vivaci, puoi creare facilmente un ambiente carico di energia positiva. I mix di bulbi fantasiosi regalano un’esplosione di colore che suscita contentezza. Per impreziosire il giardino, aggiungi accessori festosi.

Bulbi da fiore
A sinistra: Tulipa ‘Artic Flame’, Muscari ‘Ocean Magic’, Hyacinthus ‘Pink Pearl’, Narcissus ‘Barenwyn’, Fritillaria meleagris
Al centro: Tulipa ‘Pretty Princess’, ‘Prinses Irene’, ‘Split’, ‘Canasta’, ‘Artic Flame’
A destra: Tulipa ‘Artic Flame’, Muscari ‘Ocean Magic’, Hyacinthus ‘Pink Pearl’

Giardino di fiori da recidere

I tulipani sono disponibili in innumerevoli colori, mentre i narcisi conferiscono una nota di allegria. Hai mai pensato di creare un tuo personale giardino di fiori da recidere? È semplicissimo: basta utilizzare una bordura o sfruttare gli spazi liberi dell’orto. In questo modo puoi godere della gratificante bellezza dei fiori sia in giardino che in casa con i meravigliosi mazzi composti da te. Il buonumore è assicurato.

Per maggiori informazioni sui bulbi di fiore, visita il sito www.bulbidifiore.it.

Tulipano Triumph

Ogni anno i commercianti olandesi di bulbi di fiore eleggono il “Bulbo dell’anno”. Questa volta il titolo va al tulipano Triumph. Un tulipano vigoroso dalla forma caratteristica, perfetto per rallegrare il giardino.

Forma tipica del tulipano

Il tulipano è indubbiamente il bulbo di fiore più conosciuto e più popolare. I fiori dai colori brillanti conferiscono al giardino un aspetto festoso. Esistono più di 8.000 varietà registrate, e ogni anno se ne aggiungono di nuove. Il tulipano Triumph è stato designato Bulbo dell’anno. I fiori presentano la forma tipica del tulipano, che inizialmente è simile a un cono e, dopo l’apertura, si trasforma in un ovale.


Pregio

Il tulipano Triumph è il risultato di un incrocio fra tulipani a fiore singolo precoci e tardivi. Oltre ai magnifici fiori, che in primavera dipingono il giardino di mille colori, presenta steli vigorosi che costituiscono un ulteriore pregio, poiché rendono questi tulipani meno vulnerabili e dunque più duraturi, così da poter godere a lungo della loro bellezza. Raggiungono un’altezza compresa tra i 25 e i 50 centimetri. Le foglie sono di colore verde sfumato di blu, talvolta verdi sfumate di giallo o screziate.


Cose interessanti da sapere

  • Sapevi che esistono tulipani Triumph che emanano un profumo delicato? Alcuni esempi sono le varietà “Tulipa Brown Sugar” e “Tulipa Shirley”.
  • Il tulipano Triumph appartiene a uno dei quindici gruppi di tulipani. Questi bulbi sono raggruppati in base al periodo di fioritura e alla forma dei fiori.
  • I Paesi Bassi esportano complessivamente 2,5 miliardi di bulbi di tulipano. Le 23 varietà principali rappresentano il 40% della produzione totale di bulbi di tulipano. Questi vengono venduti nei centri di giardinaggio o utilizzati per la produzione di fiori. La varietà di gran lunga più popolare è il tulipano giallo “Strong Gold”, appartenente al gruppo dei tulipani Triumph.
  • Per maggiori informazioni sui bulbi di fiore e su come vanno piantati, visita il sito www.bulbidifiore.it.
Tulipano Triumph
A sinistra: Tulipa ´Leen van der Mark´ – A destra: Tulipa ´Holland Queen´

I bulbi da fiore da piantare in autunno

Desideri godere di un giardino variopinto fin dai primi mesi dell’anno? La stagione ideale per piantare i bulbi di fiore è proprio l’autunno. I bulbi di fiore sono sinonimo di allegria!

Forieri della primavera

La primavera non è completa senza i bulbi, i cui fiori meravigliosi annunciano l’arrivo della bella stagione. Se pianti adesso i bulbi di fiore il giardino ti riserverà momenti di autentica allegria. Al sopraggiungere della primavera, lo spettacolo offerto dalla crescita e aaaaadalla fioritura dei bulbi ti regalerà una sensazione di grande benessere. I colori rallegrano il giardino creando un’atmosfera festosa.


Ampia scelta

Molte persone associano l’inizio della primavera alla fioritura dei primi bulbi. Esistono innumerevoli varietà, ognuna disponibile in un ampio ventaglio di forme e colori. Grazie ai diversi periodi di fioritura, è possibile godere a lungo di un giardino allegro e variopinto. Questo è il momento giusto per dedicare tempo e attenzione ai bulbi.


Varietà più e meno note

I bulbi di fiore più conosciuti sono tulipani, narcisi, giacinti, giacinti a grappolo, crochi, agli ornamentali e bucaneve. Tuttavia esistono numerose altre varietà con altrettanti colori, forme e periodi di fioritura. Gloria della neve, mughetto, giacinto tubolare, giacinto a stella, giglio della prateria, giacinto selvatico, latte di gallina, anemone orientale, bossolo dei dadi e fiorestella, per citarne alcune. Non c’è che l’imbarazzo della scelta!

Bulbi da piantare in autunno
A sinistra: Tulipa ´Apricot Parrot´ – Al centro: Narcissu ´Accent´ – A destra: Muscari

Come piantare i bulbi

Dopo avere acquistato i bulbi di fiore, è necessario piantarli. Niente di più facile! I bulbi di fiore vanno piantati con la punta rivolta verso l’alto, a una profondità pari a due o tre volte la loro altezza. I bulbi più piccoli, come ad esempio i bucaneve, vanno sistemati a una distanza di circa 5 centimetri gli uni dagli altri. Quelli più grandi, quali narcisi e tulipani, a una distanza di circa 10 centimetri.

Per maggiori informazioni sui bulbi di fiore, visita il sito www.bulbidifiore.it.

Bulbi da fiore da. piantare in autunno
A sinistra: Ipheion ‘Alberto Castillo’ – Al centro: Scilla siberica ´Spring Beauty´ – A destra: Chionodoxa