Gigli per il balcone e la casa

Il giglio (Lilium) si contraddistingue per gli accesi colori estivi che gli conferiscono un aspetto vigoroso. Con i gigli in vaso puoi dare una carica di energia al giardino, alla terrazza o al balcone, in modo facile e veloce. Cosa aspetti?

Ode all’estate

Dal bianco puro al rosa brillante, dall’arancione vivace al rosso intenso. La scelta di colori del giglio in vaso è molto estiva e variegata e sono disponibili numerose varietà, adatte a soddisfare ogni gusto. Sulla terrazza o sul balcone puoi anche abbinare colori forti, come ad esempio il giallo acceso e l’arancione carico, che sprigionano una grande energia. L’effetto viene ulteriormente amplificato dalla forma imponente dei fiori del giglio.

Un soffio di giglio

Oltre ad avere un aspetto stupendo e maestoso derivante dai colori e dalle forme, molti gigli emanano un profumo dolce e speziato. Mentre ti rilassi seduta sulla terrazza o sul balcone (o distesa sull’amaca), ogni tanto percepisci un soffio di profumo di giglio che ti accarezza. È l’estate in tutto il suo splendore.

Festa in giardino = festa di fiori

Vuoi organizzare una festa in giardino? Allora puoi sbizzarrirti con i fiori, tanti fiori! Scegli innanzitutto uno o due colori salienti. Il rosa produce sempre un bell’effetto sullo sfondo verde del giardino, ma in realtà è adatto ogni colore. Lasciati ispirare dalla natura in questo periodo dell’anno. Con i gigli in vaso puoi addobbare il giardino o il luogo della festa con largo anticipo, in quanto i fiori conservano a lungo la loro bellezza. Il giorno della festa cogli un fiore da infilare tra i capelli.

gigli-01

Poca cura, moltissimi fiori

Il giglio (Lilium) e altri bulbi a fioritura estiva in vaso, come la calla (Zantedeschia) e la begonia, non richiedono cure particolari. Colloca le piante in un luogo soleggiato e innaffiale regolarmente. Rimuovi subito i fiori appassiti. In questo modo l’energia della pianta viene rivolta ai boccioli nuovi, così potrai godere di un variopinto tappeto di fiori fino alla fine dell’estate. Se pianti i bulbi in vaso, accertati che sia presente un foro sul fondo (per consentire la fuoriuscita di acqua in eccesso). Buona estate!

Suggerimenti

  • La fioritura dei gigli è molto abbondante, quindi puoi tranquillamente cogliere un fiore ogni tanto. Farà un bell’effetto in un vaso all’interno della casa.
  • Vuoi aggiungere una vistosa macchia di colore al giardino, alla terrazza o al balcone? Usa un grande vaso di un colore vivace contenente gigli della stessa tinta, ad esempio rosa shocking, per creare un effetto davvero sgargiante.
  • I gigli in vaso sono perfetti anche come idea regalo, ad esempio se partecipi a una festa in giardino o in qualsiasi altra occasione. Accompagnali con un biglietto recante una bella citazione o un augurio personalizzato. Lasciati ispirare dalla ricca simbologia legata al giglio. Il giglio simboleggia tra l’altro l’amore, la crescita e la prosperità, ma anche la femminilità e la purezza (in particolare il giglio bianco).

Già svegli?

Siamo quasi a metà di febbraio, e nell’orto c’è ancora chi dorme e chi sta per svegliarsi. I bulbi gettano le prime foglie, e si svegliano dal lungo letargo invernale. Il problema è che quest’inverno non è stato così freddo, né così… inverno.

Il 2017 è  stato il secondo anno in cui la termperatua dell’aria è stata di 1,6 gradi maggiore ripetto al periodo 2001/2010. E non solo l’aria. Nel mare di Barents e in quello dei Ciukci, le temperature ad agosto sono risultate maggiori di 4 gradi rispetto alla media. E se per noi 4 gradi non sono poi così tanti, per la nostra Terra è una cifra significativa.

Adesso, uscendo dal mio piccolo orticello – che un po’ è il centro caldo del mondo intorno al quale tutto ruota – dicevo, uscendo dal mio orticello, vedo che non ce la passiamo poi così bene. E a parte le crisi economiche, le guerre sempre in atto anche se non dette, le nefandezze che si leggono sulla cronaca dei giornali e che ci possono fare pensare ai tempi più bui del Medioevo, rispetto a tutto questo, la situazione del nostro pianeta sembra mutare, non si sa bene con quale spirito.

E pensare che per molti il riscaldamento globale è solo frutto della propaganda!

Il record del ghiaccio artico che perde superficie è stato confermato anche per il 2017. Le misurazioni del ghiaccio artico, per dovere di cronaca, sono iniziate nel 1979. Da quella data ad oggi si registrano alcuni dati (la fonte è l’ultimo rapporto Arctic report card, pubblicazione annuale della NOAA (National Oceanic and Atmospheric Administration, l’amministrazione americana per gli oceani e l’atmosfera).

Ecco spiegato brevemente il meccanismo che fa aumentare le temperature. La minore copertura nevosa nell’artico innesca una retroazione (feedback) che porta all’aumento della temperatura: questo perché i raggi solari non vengono riflessi dalla superficie ghiacciata, ma arrivano direttamente sulla superficie terrestre – acque incluse. Questo determina anche una crescita del fitoplancton e delle piante marine nei mari artici con uno scioglimento progressivo del perma-frost.

Il termine inglese permafrost ( composto di perma(nent), “permanente”, e frost, “gelato”), designa un terreno tipico delle regioni dell’estremo Nordeuropa dove il suolo è perennemente ghiacciato (non necessariamente con presenza di masse di acqua congelata).

Ritornando al mio orticello, questa mattina trovo una coccinella sopra alla foglia di un crisantemo. Già sveglia? Le chiedo. Non è ancora troppo freddo per te?

Non mi risponde perché è ancora mezza addormentata. Si limita a girarmi le spalle e a spostarsi di qualche millimetro sulla foglia.

gs1173-coccinella

Flower Show 2018

Il viaggio più green d’Italia riparte con i Flower Show 2018!

Il “Flower Show”, circuito nazionale di mostre-mercato di piante rare e inconsuete, torna anche quest’anno in primavera a colorare diverse location italiane portando in ogni città che lo ospita la cultura e la conoscenza della botanica e del giardinaggio di qualità.

Nato nel 2008 con “Perugia Flower Show”, questo format di successo, giovane e dinamico non ha mai smesso di crescere e dopo la creazione dell’edizione autunnale sempre nel capoluogo umbro si è spostato nel corso degli anni in altre città quali Ancona e Arezzo.

In ogni sua edizione il “Flower Show” ospita i migliori collezionisti e produttori nazionali di varietà botaniche rare e inconsuete, collezioni di piante introvabili se non in questo tipo di appuntamenti: dalle specie di rose meno conosciute alle piante perenni, ortensie, orchidee botaniche, camelie, azalee, collezioni di agrumi, piante cactacee e succulente, esemplari secolari di bonsai, piante acquatiche, pelargoni, mediterranee, bulbi, carnivore, tillandsie, piante aromatiche e tanto altro ancora.

Non ci sono solo meraviglie botaniche, il fascino dell’esposizione è completato da una sezione dedicata dall’arredamento da esterno e da interno, uniti all’artigianato di altissima qualità e ancora attrezzature da giardinaggio professionali ma anche eccellenze enogastronomiche e prodotti per il benessere, insomma tutto ciò che è indissolubilmente legato al mondo della natura e del vivere outdoor.

Il Flower Show non è solo questo, punto di forza e marchio distintivo della manifestazione è l’attenzione all’aspetto culturale, alla divulgazione della cultura del verde nella città che lo ospita: incontri con i massimi esperti del settore, corsi di giardinaggio tenuti dagli stessi espositori, divertenti attività didattiche per i bambini, seminari e laboratori scientifici. La formazione del pubblico risulta in ogni edizione molto importante perché l’utenza a cui la manifestazione si rivolge è molto vasta: da chi non ha mai approfondito le tematiche del florovivaismo e della botanica, curiosi, nuovi appassionati a chi invece è più esperto e cerca in questo tipo di manifestazione l’occasione per consolidare le proprie basi e l’occasione per incontrare i nomi più rinomati del settore.

Il viaggio più green d’Italia parte dalle Marche con “Ancona Flower Show” che si terrà nella consueta Mole Vanvitelliana di Ancona dal 24 al 25 Marzo 2018 per poi approdare in Toscana e precisamente ad Arezzo con “Arezzo Flower Show” all’interno dell’incantevole Villa Severi dal 21 al 22 Aprile 2018. Appuntamento poi a Perugia, dove i meravigliosi Giardini del Frontone tornano anche quest’anno ad accogliere la magia di “Perugia Flower Show” dal 4 al 6 Maggio 2018.

Calendario pieno per tutti gli amanti del verde, vi aspettiamo per imparare insieme a creare il proprio “flower show” nel vostro giardino o più semplicemente nel vostro terrazzo!

SITO UFFICIALE: www.flowershow.it

Siti ufficiali di ogni edizione: www.anconaflowershow.com

www.arezzoflowershow.com / www.perugiaflowershow.com

Flower Show 2018

AgruMI

Torna nel centro di Milano la due giorni dedicata ai simboli dell’agricoltura mediterranea.

Conferenze, incontri, dimostrazioni culinarie e una mostra mercato di prodotti selezionati:

dai limoni di Sorrento alle marmellate del Giardino della Kolymbethra

Villa Necchi Campiglio – Via Mozart 14, Milano

Sabato 17 e domenica 18 febbraio 2018

AgruMi-a-Villa-Necchi-Photo-Maurizio-Maniscalco

Sabato 17, dalle ore 12 alle 19, e domenica 18 febbraio 2018, dalle ore 10 alle 18, Villa Necchi Campiglio, Bene del FAI – Fondo Ambiente Italiano a Milano, ospiterà la settima edizione di AgruMI, realizzata con la consulenza scientifica di Giuseppe Barbera, docente di Colture Arboree all’Università di Palermo: due giorni dedicati ai frutti simbolo dell’agricoltura mediterranea con conferenze a cura di esperti, incontri con i coltivatori che dalla Sicilia e dalla Campania porteranno le loro storie, dimostrazioni di glassatura organizzate dalla storica confetteria Pietro Romanengo e la mostra mercato di prodotti selezionati, dai limoni di Sorrento alle marmellate del Giardino della Kolymbethra, Bene del FAI nella Valle dei Templi, Agrigento.

Piante, frutti, mieli, sale aromatizzato, profumi, cosmetici e gioielli realizzati con foglie di agrumi, saranno protagonisti di una ricca esposizione, allestita tra il giardino e il campo da tennis coperto, che permetterà ai visitatori di acquistare prodotti e manufatti scelti per la loro qualità.

Tra le curiosità in mostra, una collezione straordinaria di piante di agrumi raccolte negli anni dal vivaista Davide Chiaravalli, tra le più complete delle diverse varietà esistenti.

Dalla Valle dei Templi, in particolare dal Giardino della Kolymbethra, giungeranno esemplari di frutti ormai rarissimi che interesseranno gli appassionati. E, ancora, si potranno conoscere le realizzazioni tessili di Orange Fiber, create con il rivoluzionario filato ottenuto dalla lavorazione degli scarti delle arance.

Arricchirà l’evento una tavola rotonda sul tema del commercio degli agrumi, moderata dal professor Barbera, occasione, da una parte, per discutere sulla difficoltà che i prodotti nazionali hanno sul mercato rispetto alla concorrenza transoceanica e, dall’altra, per riflettere sui temi della difesa del paesaggio e della biodiversità.

Sabato la villa resterà aperta straordinariamente fino alle ore 19 per consentire agli ospiti di concludere la visita gustando un aperitivo a base di agrumi. Nel corso di entrambe le giornate sono in programma conferenze a tema e divertenti attività didattiche per intrattenere i più piccoli.

Gli espositori sono stati selezionati in collaborazione con l’associazione Gusto di Campagna, SOI – Società di Ortoflorofrutticoltura Italiana e Terre e Sapori d’Alto Garda.

Foto-Luciano-Monti_2017

I giacinti sbocciano

Sono cresciuti e adesso sbocciano.

In casa regalano colore e profumo. La loro è una presenza discreta e piacevole, che ogni anno si rinnova, e mi regala il piacere del tempo naturale, quello scandito dal mondo vegetale co le sue fioriture, e il suo ciclo di vita. È un’ottimo toccasana, fisico e mentale, quello che fiori e piante d’appartamento ci regalano. Avere un po’ di verde in casa aiuta a sopportare le amarezze della vita, o ad essere ancora più felici di quello che ci succede quotidianamente.

Eliminate delle app e aggiungete dei fiori alla vostra vita…

gs1172-giacinti

Gustiamoci il verde

Le 3 B del verde: Bello, Buono, Bonus! 6° Convegno nazionale Centri Giardinaggio

Palazzo di Varignana – Castel San Pietro Terme (BO) – 17 e 18 gennaio 2018

È “Gustiamoci il verde. Le 3 B del verde: Bello, Buono, Bonus!” il titolo del sesto Convegno nazionale di AICG (Associazione Italiana Garden Center), uno degli appuntamenti più attesi del settore, che si terrà a Palazzo di Varignana – Castel San Pietro Terme (BO) il 17 e il 18 gennaio 2018.

Un titolo che riassume e mette in evidenza gli argomenti di maggiore attualità e i trend legati al mondo del verde e delle piante:

  • il Bonus Verde, lo sgravio fiscale del 36% per chi effettua spese per la sistemazione delle aree verdi, recentemente approvato dal Parlamento, per la cui gestione saranno fornite indicazioni operative utili alle imprese di settore;
  • la riqualificazione estetica, poiché il verde conferisce bellezza all’ambiente circostante, contribuendo a migliorare la qualità di vita e non ultimo il valore economico stesso degli immobili;
  • il benessere che creano le piante sull’ambiente e sulla salute delle persone, grazie alla capacità di trattenere gli agenti atmosferici inquinanti e visto il ruolo determinante che rivestono i vegetali di produzione agricola alla base della nostra catena alimentare. Trovando ospitalità nella regione Emilia Romagna quest’anno i temi del Convegno saranno fortemente collegati al food, ai sapori e alle tradizioni del territorio.

Insomma, il valore del verde a 360°!

Saranno moltissimi i relatori e gli ospiti che interverranno al Convegno, e altrettanti gli argomenti affrontati, ciascuno con un taglio o un punto di vista differente, con l’obiettivo di fornire sempre nuovi stimoli e spunti di riflessione. Gli orizzonti mentali verranno ampliati attraverso storie di successo provenienti anche da altri settori e mercati, che possono essere di ispirazione per un’applicazione nel mondo del green. Determinanti gli interventi di coach, motivatori e mental trainer.

LOCANDINA-Convegno-AICG-2018

La partecipazione al convegno è gratuita.

Per informazioni: AICG Associazione Italiana Centri Giardinaggio

www.aicg.itsegreteria@aicg.it – tel. 0458241903 oppure 0458241907

 

PROGRAMMA CONVEGNO NAZIONALE AICG

17 e 18 Gennaio 2018

GUSTIAMOCI IL VERDE

LE 3B DEL VERDE

BELLO, BUONO, BONUS

Mercoledì 17 gennaio 2018

9:00 Welcome coffee Soci e Sostenitori;

10:00-12:30 Assemblea Soci e Sostenitori;

13:00-14:00 Pranzo a buffet;

14:00 Welcome registrazione dei Partecipanti al Convegno;

14:30 INIZIO CONVEGNO

14:30-15:00 Benvenuto ai Partecipanti: Saluti Presidente ed Autorità;

Dott. Carlo Gherardi, Presidente ed Amministratore Delegato di CRIF – Centrale Rischi Finanziari e del Varignana Resort;

Dott. Giorgio Tabellini, Presidente della Camera di Commercio di Bologna;

Dott.ssa Simona Caselli, Assessore Regionale all’Agricoltura dell’Emilia Romagna;

Dott. Alberto Manzo, Funzionario del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali;

Silvano Girelli, Presidente AICG;

15:00-15:20 Presentazione Attività 2018 AICG a cura del Direttivo;

15:20-15:30 Presentazione del Programma Congresso Internazionale Garden Center 2018, Praga 16-21 Settembre, a cura del Segretario ICGA Mr. Ferenchic;

15:30-15:45 Dott.ssa Rita Baraldi, Ricercatrice al Cnr di Bologna – L’energia delle piante per il benessere dell’ambiente e della salute;

15:45-16:00 Dott.ssa Nada Forbici, Presidente di Assofloro Lombardia e Esperto della Consulta del Presidente della Commissione Finanze della Camera dei Deputati – Bonus Verde, una nuova prospettiva per il settore: ecco come!;

16:00-16:20 Dott. Guido Zaccarelli, Professore di Informatica all’Università di Modena – La conoscenza condivisa – la persona al centro dell’impresa;

16:20-16:40 Dott. Roberto Zanoni, Direttore Generale di Ecor Natura Sì SpA e Presidente di Assobio, Associazione che riunisce i principali produttori di biologico italiani – I valori di successo;

16:40-17:10 Coffee break;

17:10-17:40 Dott. Fabrizio Rotta, Consulente Human Resources per Very Personal Consulting di cui è CEO e Fondatore – Il Talent Management;

17:40-18:20 Dott. Gianluca Pellegrinelli, Esperto di vendite online, Curatore del sito e-commerce https://www.glooke.com eBay adotta l’Aquila;

18:20-18:50 Dott. Andrea Pontremoli, attuale Amministratore Delegato della Dallara SpA, nota Azienda costruttrice di autovetture da competizione dalla F3, alla IndyCar, ai telai di Formula1 Impresa possibile: la voglia di fare la differenza;

18:50-19:30 Dott. Leonardo Milani, Mental Trainer – Il Leader 4.0;

20:30 Cena di Gala presso Palazzo Varignana, intrattenimento a cura di Duilio Pizzocchi, comico di Zelig, ed altre piacevoli sorprese…

Giovedì 18 gennaio 2018

9:00-9:30 Harry Bijl di INRetail.nl, Autore olandese del libro “Hurrà! Ho un Negozio” – I trend della vendita al dettaglio, focus su ciò in cui si eccelle;

9:30-10:15 Sue Allen, ex Presidente dell’International Garden Center Association e dell’English Garden Center Association, in collaborazione con il Dott. Sandro RottinHere We Are Again! Breve relazione delle visite di Inspection 2017 svolte su un campione di Centri Giardinaggio Italiani, per valutare la qualità dei servizi e dell’offerta di prodotto;

10:15-10:45 Dott. Nicola Bertinelli, Presidente del Consorzio del Parmigiano Reggiano – Una doppia storia di Successo;

10:45-11:15 Coffee break;

11:15-11:35 Dott. Jörg Greimel, CEO di Kölle, Gruppo tedesco di Garden Center – Uno sguardo al mercato tedesco, l’importanza delle analisi del target;

11:35-12:50 Tavola rotonda – Testimonianze ed eccellenze, gli attori della filiera – Confrontiamoci per Crescere

Siedono al tavolo:

  • Prof. Bartolomeo Dichio, Segretario Aicg, Professore Universitario presso il Dipartimento di Scienze dei Sistemi Colturali, Forestali e dell’Ambiente dell’Università degli Studi della Basilicata;

  • Dott. Dario Bavicchi, Responsabile Comunicazione del Gruppo d’acquisto Giardinia;

  • Dott. Andrea Santambrogio, Responsabile Commerciale del Gruppo d’acquisto Garden Team;

  • Avv. Federica Drago di Giardineria Drago, a testimonianza del suo stage all’estero presso diversi Garden Center europei;

  • Dott. Francesco Tozzi, Direttore della rivista Green Up;
  • Dott. Paolo Milani, in qualità di Direttore Generale di Promogiardinaggio che ha commissionato la Ricerca di Mercato del settore Garden in Italia realizzata da Nielsen.

Con la preziosa partecipazione dei maggiori esperti italiani di settore:

  • Dott. Lucio Brioschi di Green House Italia;
  • Dott. Paolo Montagnini di Studio Montagnini;
  • Prof. Severino Sandrini di Mc Sinergie;

12:50-13:00 Chiusura del Convegno, saluti e ringraziamenti

13:30 Partenza per FICO (tempo di trasferimento 30 minuti circa);

14:00 Presentazione del Progetto FICO (Il parco agroalimentare più grande del Mondo) www.eatlyword.it e aperitivo/lunch gentilmente offerto da Flora Toscana;

14:30 visita guidata a FICO Eatly World;

16:30 Partenza per Garden Bulzaga Faenza, Via Firenze (tempo trasferimento 1 h. circa);

17:30 Aperitivo di Benvenuto http://gardenbulzaga.com

Presentazione della Collezione Bulzaga, Novità Primavera-Estate 2018;

19:15 Partenza per Casa Spadoni (Ristorante), sito vicino al Casello Autostradale Faenza;

19:30 Cena www.casaspadoni.it, Ristorante ispirato dalla cucina di Pellegrino Artusi.

(€ 20,00 a persona pagati direttamente al ristorante).

Le adesioni verranno raccolte alla Reception del Convegno.

(Locale molto caratteristico, ricavato all’interno di un’antica seteria, spazio di contaminazioni culturali, che unisce la buona cucina di importanti chef ospiti, la tradizione di una birreria di fine ‘800, concerti, spettacoli. Sede degli Artisti Faentini)

Aicg_Convegno-nazionale

Contadini o agricoltori?

È il linguaggio che struttura la realtà, diceva – grosso modo – Noam Chomsky. E del linguaggio mi è sempre piaciuta la capacità di costruire categorie e di modificare la percezione del reale – del resto, lavorando nel campo dell’immagine e della pubblicità… è pane quotidiano.

Vi vorrei sottoporre questo bellissimo e interessante articolo di Alfonso Pascale, uscito online su OlioOfficina Magazine, dal titolo Contadini o Agricoltori?. Per leggerlo fate clic qui. Buona lettura.

Alfonso Pascale è presidente del CeSLAM (Centro Sviluppo Locale in Ambiti Metropolitani). Vicepresidente nazionale della Confederazione Italiana Agricoltori dal 1992 al 2002, ha promosso nel 2005 l’associazione “Rete Fattorie Sociali” di cui è stato presidente fino al 2011. È autore di diversi volumi, tra i quali “Partire dal territorio. Agricoltura, rappresentanza e politica nell’Italia che cambia” (Rce, 2002), “Il ’68 delle campagne” (Rce, 2004), “Radici & Gemme. La società civile delle campagne dall’Unità ad oggi” (Cavinato, 2013), “Educarci all’agricoltura sociale. Prove di terziario civile innovativo” (GAL Capo di Leuca, 2015), “La casa comune è casa di tutti” (con M. Campli, Informat, 2016).