Torna il Ninfeamus a Villa Litta…

In occasione della 9a edizione della manifestazione dedicata alla cultura della natura e paesaggio nel parco Storico di Villa Litta a Lainate

12-13 giugno | IN VILLA LITTA TORNA ‘NINFEAMUS’ 
CON IL MERCATO DELLE MERAVIGLIE

Con un unico biglietto si potrà accedere a Mercato, Musica, Visite, Food&Drinks, Mostre e Laboratori

È tutto pronto per entrare nel vivo della stagione di Villa Litta. E subito sfoderiamo il nostro asso migliore! L’annuale appuntamento dedicato alla promozione della cultura della natura e del paesaggio, organizzata da Paola Ferrario, conservatore del Museo Il Ninfeo di Lainate, con la collaborazione del Comune di Lainate e dell’Associazione ‘Amici di Villa Litta’, torna ad animarsi del mercato della creatività. 

Sarà una edizione speciale dove saluteremo il tanto atteso ritorno alla socialità, un appuntamento dall’importante valore simbolico, un evento dedicato al rifiorire ed al ritorno della bellezza, studiato e preparato per garantire al pubblico massima sicurezza.

Dopo mesi di ‘sospensione’, ma di duro lavoro dietro le quinte, Wunder Mrkt – continuando una tradizione di eventi di successo in uno dei luoghi più affascinanti d’Italia grazie alla sua cornice dall’atmosfera magica – tornerà per la quarta volta nel parco storico di Villa Litta con Il Mercato delle Meraviglie, un momento di riscoperta del bello, delle relazioni, del divertimento. Un modo nuovo, e rivisitato in versione post covid, distanziati e rilassati, tutto da godere. 

Ninfeamus

“Dopo un anno di stop forzato, con grande entusiasmo e fiducia vogliamo tornare a far sognare i visitatori – interviene Paola Ferrario – accompagnandoli in un posto magico come Villa Litta con il suo vasto parco storico. Abbiamo tutti voglia di stare all’aperto, riprenderci i nostri spazi e le nostre relazioni, di sorridere e ritagliarci momenti di spensieratezza. Credo che con grande lungimiranza Ninfeamus, nato per valorizzare natura e paesaggio, possa rappresentare ancor più oggi il luogo della ripartenza e della cura di sé e dell’ambiente che ci circonda, una buona occasione da non perdere, a pochi chilometri da Milano”.

“Celebrando il primo Wunder Mrkt del 2021, vi invitiamo a due giorni nei quali cultura, shopping, artigianato si incontrano nella spettacolare cornice del parco premiato come il più bello d’Italia – dicono gli organizzatori di  Wunder Mrkt – Vi mostreremo le sue serre liberty, la Villa settecentesca ed il suo celebre Ninfeo del 1500 con i suoi incredibili giochi d’acqua ed appena rinnovato con il restauro di uno dei suoi ambienti più iconici. Vi porteremo in un universo parallelo popolato di edifici spettacolari, di fiori, di statue, di affreschi, di fontane e di verde, visiterete un tesoro del patrimonio culturale italiano alternando la scoperta della Villa ad oggetti rari, vintage, buon cibo, musica e shopping”.

Villa Litta

Wunder Mrkt è ricerca, socializzazione, divertimento, scoperta, un appuntamento che annualmente si ripete presso Villa Litta. “Wunder” come la meraviglia nello scoprire cose sempre nuove, incontrare persone, gustare assieme buon cibo e bevande, ascoltare musica, partecipare alle visite guidate. “Market” come il luogo dove poter acquistare pezzi unici, creazioni artigianali, oggetti da collezione, vintage, piante, opere d’arte e di design. Oltre 100 espositori accuratamente selezionati vi attendono pieni di sorprese stupefacenti.

La novità di quest’anno sarà il biglietto unico: un solo ticket per la manifestazione con cui si potrà accedere liberamente anche al Ninfeo, alle antiche Serre e per ammirare gli allestimenti a base di cactacee, una collezione allestita di cactus e succulente di diverse varietà, alcune rare provenienti dal continente Americano, in particolar modo dall’America centrale, Stati Uniti (California) e Messico.

TICKETS*

Prevendite online: www.villalittalainate.it

Il biglietto d’ingresso al Wunder Mrkt garantirà l’accesso e la visita alla Villa, al Parco Storico, al Ninfeo e alle Serre. Per evitare assembramenti, garantire la sicurezza del pubblico e una fruizione confortevole abbiamo diviso la giornata in slot orari da 3 ore.

*Evento confermato anche in caso di maltempo all’interno delle sale della Villa e nel giardino.

PROGRAMMA

Market:

Sabato dalle 10:00 alle 22:00

Domenica dalle 10:00 alle 22:00

Musica:

Sabato concerti e musica dalle 12:00 alle 20:30

Domenica concerti e musica dalle 12:00 alle 20:30

INGRESSO

Largo Vittorio Veneto 12

PARCHEGGI

Ex Podere Toselli, accesso da via Mengato 18

Su strada

Villa Litta

I bulbi estivi stimolano il buonumore

A volte ti senti giù di corda? I fiori ti fanno stare meglio poiché trasmettono buonumore. L’effetto non è temporaneo, ma dura tutta la giornata.

Miracolo della natura

La natura fa miracoli, molti dei quali sono ancora a noi sconosciuti. Degli studi rivelano che i fiori sono fonte di benessere. Contribuiscono a ridurre l’ansia e lo stress e, di conseguenza, aiutano a migliorare la qualità del sonno. Inoltre rafforzano l’empatia che proviamo nei confronti degli altri. Niente male per un mazzolino di fiori.

Tipici bulbi estivi

Naturalmente l’estate è la stagione ideale per i bulbi a fioritura estiva. Questi fiori arricchiscono il periodo estivo di sensazioni meravigliose. Chi non ne trarrebbe giovamento? Gladioli, calle, dalie e gigli sono tipici bulbi estivi, poiché, se piantati all’esterno, crescono solo in questa stagione. Vengono coltivati con amore per farti sorridere.

Bulbi estivi
A sinistra: Dahlia ´Café au Lait´, ´Preference´, ´Jowey Winnie´, Lilium ´Willeke Alberti´, Calla ´Auckland´, Amarine ´Belladiva Paris´ – A destra: Gladiolus ´Milka´, Dahlia ´Lilac Time´, ´Blue Boy´, Lilium ´Indiana´

Tendenze

La tendenza floreale del momento è variopinta senza essere chiassosa. Accosta fiori dai colori contrastanti e sistemali in vasi dalle forme geometriche, creando una composizione giocosa che ti invita ad ammirare i fiori da prospettive diverse. L’uso di più vasi aiuta a realizzare un effetto dinamico giocando con altezze differenti.

Per maggiori informazioni visita il sito www.ilsysays.com.

bulbi estivi

Perugia e Firenze Flower Show

Riparte la stagione 2021 dei Flower Show: le mostre mercato di piante rare e inconsuete ripartono a giugno con l’edizione di Perugia e quella di Firenze.

Il “Flower Show”, circuito nazionale di mostre-mercato di piante rare e inconsuete, torna anche quest’anno in primavera e in autunno a colorare diverse location italiane portando in ogni città che lo ospita la cultura e la conoscenza della botanica e del giardinaggio di qualità. 

Nato nel 2008 con “Perugia Flower Show”, questo format di successo, giovane e dinamico non ha mai smesso di crescere e dopo la creazione dell’edizione autunnale sempre nel capoluogo umbro si è spostato nel corso degli anni in altre città quali Ancona, Arezzo, Modica e Firenze.    

In ogni sua edizione il “Flower Show” ospita i migliori collezionisti e produttori nazionali di varietà botaniche rare e inconsuete, collezioni di piante introvabili se non in questo tipo di appuntamenti: dalle specie di rose meno conosciute alle piante perenni, ortensie,  orchidee botaniche, camelie, azalee, collezioni di agrumi, piante cactacee e succulente, esemplari secolari di bonsai, piante acquatiche, pelargoni, mediterranee, bulbi, carnivore, tillandsie, piante aromatiche e tanto altro ancora.

Non ci sono solo meraviglie botaniche, il fascino dell’esposizione è completato da una sezione dedicata all’arredamento da esterno e da internouniti all’artigianato di altissima qualità e ancora attrezzature da giardinaggio professionali ma anche eccellenze enogastronomiche e prodotti per il benessere, insomma tutto ciò che è indissolubilmente legato al mondo della natura e del vivere outdoor.  

Il Flower Show non è solo questo, punto di forza e marchio distintivo della manifestazione è l’attenzione all’aspetto culturale, alla divulgazione della cultura del verde nella città che lo ospita: incontri con i massimi esperti del settore, corsi di giardinaggio tenuti dagli stessi espositori, divertenti attività didattiche per i bambini, seminari e laboratori scientifici. La formazione del pubblico risulta in ogni edizione molto importante perché l’utenza a cui la manifestazione si rivolge è molto vasta: da chi non ha mai approfondito le tematiche del florovivaismo e della botanica, curiosi, nuovi appassionati a chi invece è più esperto e cerca in questo tipo di manifestazione l’occasione per consolidare le proprie basi e l’occasione per incontrare i nomi più rinomati del settore. 

Date e location dei prossimi Flower Show:Perugia Flower Show – 19 e 20 giugno 2021 – Giardini di Santa Giuliana;Firenze Flower Show – 26 e 27 giugno 2021 – Giardino Corsini;

SITO UFFICIALE: 
www.flowershow.it

Flower Show

Nello sfarzo dei gigli…

Ami il lusso e l’eleganza? I gigli sono perfetti per creare un’atmosfera sfarzosa e ti regalano inoltre una sensazione di benessere.

Splendore

Il giglio è il fiore dalla bellezza sontuosa per eccellenza. Grazie agli steli lunghi e vigorosi si mostra in tutto il suo splendore e crea un’atmosfera sfarzosa con i suoi fiori, grandi e colorati. Adori i fiori e l’audacia non ti manca? Allora non esitare ad acquistare i gigli.

Sensazione di felicità

Naturalmente i gigli sono apprezzati per la loro bellezza, ma hanno anche la capacità di infondere allegria. La ricerca dimostra infatti che i fiori influiscono sullo stato d’animo in modo naturale, poiché esercitano un impatto positivo immediato sull’umore.

Scelta

Esistono diverse varietà di gigli: il giglio asiatico, il giglio Longiflorum, il giglio orientale e innumerevoli altre varianti. La scelta diventa sempre più ampia. Ad esempio, sono disponibili gigli a fiore doppio, gigli inodori e gigli privi di polline. Grazie al vasto assortimento, tutti possono godere di questo capolavoro della natura portatore di benessere.

Lilium
Lilium ´Marlon´, ´Cogoleto´, ´Dark Secret´

Cura

Se acquisti o ricevi dei gigli vorrai naturalmente goderne il più a lungo possibile. Per creare un’atmosfera elegante e sfarzosa, puoi collocare i gigli in vasi o in piatti da portata colorati. Procedi nel modo seguente:

  1. Elimina le foglie dal gambo, in modo che non rimangano immerse nell’acqua.
  2. Rimuovi circa 5 centimetri di stelo praticando un taglio obliquo all’estremità inferiore.
  3. Colloca i gigli in un vaso, in vasetti più piccoli o in un piatto da portata, con abbondante acqua tiepida, e aggiungi nutrimento per fiori recisi.
  4. Sistema i gigli in una posizione parzialmente soleggiata.

Per maggiori informazioni sui fiori da bulbo, visita il sito www.ilsysays.com.

Lilium marlon
Lilium ´Marlon´
Lilium

Hilton Molino Stucky ha riaperto le sue porte

Dopo un inverno di incertezze e di chiusure arriva finalmente il momento di ricominciare una vita normale in cui – sempre nel rispetto delle precauzioni inevitabili in questo momento storico – riscoprire i piaceri della vita, primi tra tutti il viaggio, il divertimento, la cultura e il relax.

Il Molino Stucky, dopo alcuni mesi di chiusura, ha riaperto i battenti in una Venezia che si risveglia e accoglie nuovamente i viaggiatori desiderosi di vivere la Serenissima in sicurezza e tranquillità, alla scoperta della storia, dell’arte e delle esperienze più vere.

La città si anima di iniziative, dalla Biennale di Architettura al Festival del Cinema, dal Salone Nautico alla Festa del Redentore, e le calli tornano ad essere vissute da italiani e stranieri.

E il luogo ideale per una vacanza da sogno in tutta sicurezza alla scoperta della Venezia più vera è proprio il  Molino Stucky, gioiello dell’architettura industriale nel cuore della Giudecca, luogo appartato ma a pochi minuti dal centro storico. Ideale per le famiglie e per un city break in coppia o con gli amici, sa alternare sapientemente l’arte antica, la creatività contemporanea, le esperienze ludiche e la scoperta degli artigiani, moderni interpreti di tradizione e bellezza.

Collocato nell’isola più vera di Venezia, ancora abitata dai veneziani e sede di un circuito vivacissimo di gallerie d’arte contemporanea, il Molino Stucky permette di assaporare tutto il piacere di una visita ad una città d’arte, abbinandola alle nuove tendenze e alle esperienze più divertenti. Non solo San Marco e la gita in gondola, dunque, ma una serie di attività entusiasmanti, inusuali e autentiche.

Hilton Molino Stucky Venice
Hilton Venice; ph: Andrea Sarti

L’albergo, infatti, sa consigliare ai suoi ospiti le più belle esperienze veneziane, in alcuni luoghi speciali legati ad esso dal fil rouge della sua stessa identità: come la visita al Guggenheim Museum, che svela la Collezione Peggy Guggenheim alla scoperta dei capolavori dell’arte europea e americana del secolo scorso. Oppure Palazzo Grassi – un tempo dimora di Giovanni Stucky, fondatore dell’omonimo Molino che adesso ospita l’hotel – istituzione culturale dalle mostre sempre sorprendenti. Per chi, invece, desidera mettere alla prova la propria maestria, il Molino Stucky accompagna i suoi ospiti in un’esperienza straordinaria, alla scoperta dei segreti della fornace della Vetreria Venier. Un mastro artigiano non solo svelerà come si lavora il vetro, ma guiderà gli ospiti anche nella realizzazione di un oggetto interamente fatto da loro, da portare a casa come souvenir d’eccezione di una meravigliosa vacanza. Ma Venezia vuol dire anche molteplicità di isole, laguna e natura, e come non farsi sorprendere dalla pittoresca Burano, antica isola di pescatori, o da una gita in bragozzo per scoprire l’isola di Sant’Erasmo, i suoi orti e il suo verde, o farsi affascinare dal leggendario Lido e il suo sapore vintage da scoprire in bicicletta.

Molto più di un albergo a cinque stelle, il Molino Stucky sa anche rendere unico ogni momento trascorso in hotel: il relax a bordo della piscina panoramica – collocata sul rooftop più alto di Venezia – l’allegria dei momenti trascorsi allo Skyline Bar – tempio della mixology contemporanea – o ancor la cura di sé all’Eforea Spa – con i suoi trattamenti d’avanguardia  – per un benessere perfetto, che solo una vacanza in questo luogo speciale saprà regalare.

Hilton Molino Stucky Venice
?????

Weekend all’Hortus Urbis

I weekend all’orto sono appuntamenti nell’ambito della Primavera Estate 2021 al Parco dell’Appia Antica.
Il 29 maggio 2021 siamo lieti di invitarvi a 2 appunamenti primaverili

LE ERBACCE DELL’APPIA ANTICA – Riconoscimento sul campo delle specie commestibili – 29 maggio 2021

Riscopriamo il piacere di andare in cerca di erbe alimentari spontanee, stare in contatto con la natura, fare salutari passeggiate e variare la dieta scoprendo nuovi sapori e alimenti che spesso possiedono anche composti importanti per il nostro organismo e per la nostra salute.

Si propone un percorso didattico che consentirà ai partecipanti di imparare non solo a riconoscere le piante spontanee di interesse alimentare della Campagna romana, ma anche a raccoglierle nel modo e nel periodo giusto.

Lezione su campo tenuta da Enrico Iannuzzi, botanico, conoscitore del’Appia Antica e amico di Hortus Urbis.

  • Si consiglia di portare una bottiglietta di acqua e scarpe comode e adatte al clima.
  • Sede: Hortus Urbis, via Appia Antica 42/50, Roma
  • Costo: donazione suggerita di 35,00 euro a persona
  • Potrai fare sul posto la tessere gratuita dell’Hortus Urbis o partecipare con la Tessere Amici del Parco dell’Appia
  • Posti limitati nel rispetto delle norme antiCovid
  • Sabato 29 maggio 2021, dalle 15 alle 17
  • Prenotazione obbligatoria: hortus.zappataromana@gmail.com

Si consiglia di portare una bottiglietta di acqua e scarpe comode e adatte al clima.

Riconoscere le erbacce

DISEGNI E ACQUERELLI NELL’ORTO (Adulti) – 29 maggio 2021

Questo sabato per ritrovare equilibrio e armonia nella pratica del disegno e dell’acquerello naturalistico.
 
Gli incontri sono tenuti dall’illustratrice e pittrice Gioia Marchegiani.
 
Per chi vuole partecipare:
 
– NON sono richieste particolari attitudini al disegno
– Per info: hortus.zappataromana@gmail.com
– Prenotazione obbligatoria, riceverete una email di conferma
– Sabato 29 maggio 2021 – dalle 10 alle 12
– Pagamento sul posto (20 € a persona) direttamente a Gioia MArchegiani
– Portare i materiali per dipingere e una piccola sedia
– Numero limitato di partecipanti

In caso di pioggia l’ncontro non si terrà.

Disegni e acquerelli in orto

Gigli… felicità immediata

I gigli fanno molto di più che rallegrare i tuoi spazi interni. I fiori rendono la tua dimora più calda e accogliente. Regalano una piacevole sensazione che ti avvolge non appena varchi la soglia di casa. Felicità immediata!

Colori vivaci

I gigli sono disponibili in innumerevoli colori, dalle delicate tinte pastello fino ai colori più brillanti. Indipendentemente dal colore scelto, un mazzo di gigli esalta e anima gli ambienti. Uno a uno i boccioli si schiudono, rendendo i tuoi spazi interni sempre più colorati.


Casa felice, persone felici

Com’è bello vedere i fiori quando si torna a casa, quando ci si sveglia al mattino, quando si entra in una stanza… I gigli sono fiori imponenti che saltano subito all’occhio. In particolare i gigli dai colori accesi e vivaci infondono nuova energia, che si traduce in una sensazione gradevole. Osserva un giglio un po’ più a lungo, lasciati sorprendere dalla forma e dall’eleganza straordinaria e assapora l’effetto calmante esercitato dai fiori.


Styling di interni con i fiori

Il divertimento inizia con la scelta di un mazzo di gigli, infatti le possibilità sono infinite. A casa sistema il bouquet in un bel vaso. Puoi optare per un vaso piuttosto vistoso, che si abbina bene alla forma imponente dei gigli. Lascia gli steli lunghi oppure tagliali molto corti, per dare maggiore risalto alla forma dei fiori. Svolgere attività con i fiori mette allegria. Per idee di styling e spunti interessanti per decorare gli spazi interni con i fiori, visita il sito www.ilsysays.com.

Lilium
A sinistra e al centro: Lilium ´Zelmira´ – A destra: Lilium ‘Roselily Samantha’

Cose interessanti da sapere:

I gigli sono fiori rigogliosi che offrono un piacere prolungato. Aggiungi nutrimento per fiori recisi all’acqua del vaso, per favorire l’apertura dei boccioli. In questo modo anche le foglie rimangono verdi e rigogliose a lungo.

I gigli sono ricchi di significati simbolici. Questi fiori simboleggiano la femminilità e l’amore. I gigli bianchi sono simbolo di purezza. Scegli in base alle tue esigenze.

Lilium
A sinistra e al centro: Lilium ´Bellville´, ´Willeke Alberti´ – A destra: Lilium ´Zelmira´

Bordura di campanule

Vi avevo detto che avevo ripulito la bordura delle campanule – Platycodon Grandiflorus – dalle erbacce.

Ecco il risultato! Metà maggio e la bordura è sbocciata. È vero, mancano ancora delle parti, ma sviluppandosi rapidamente spero di ripristinare l’intera bordura in tutta la sua lunghezza.

Se volete invece coltivarla in vaso, ricordatevi di utilizzare vasi profondi piuttosto che lunghi, perché le radici della campanula si sviluppano in verticale. Utilizzate un pò di ghiaia sul fondo per prevenire il ristagno d’acqua.

Anche in questo caso la potatura è importante per favorire lo sviluppo dei nuovi fiori. Quindi tagliate i fiori secchi e, nel caso di potatura di contenimento, le foglie che tendonoo ad uscire dal vaso.

Buona bordura a tutti!

Campanule
le
Campanule
Campanule
anule

Asteriscus

Avete presente quelle pubblicità che trovate sui giornali o che sentite anche per radio quando, accanto al roboante, imperativo e sintetico messaggio pubblicitario trovate un asterisco? Che vi rimanda a fine pagine, con un testo carattere 7, fitto fitto, che non si legge quasi mai ma che sarebbe importante leggere perché ci sono tutta una serie di clausole…

Ebbene, ho pensato: piuttosto dell’asterisco… meglio un Asteriscus!

Un bellissimo fiore giallo, molto semplice, simile alla margherita. Pianta perenne – Asteriscus marittimus il nome – che non ha bisogno di molte cure, ma che dà ai giardini un punto di colore al quale non si puà che guardare con felicità e soddisfazione. Come tante perenni, i fiori sono duraturi e resistenti, anche al freddo.

Non teme il caldo afoso e va posto in zone ben soleggiate per una buona e abbondante fioritura. Terreno ben drenato – anche misto a torba – e innaffiature non abbondanti, anche nel periodo estivo.

Per adesso l’ho messo alla base delle scale.

Un gioioso invito a chi viene a trovarmi!

Workshop di falegnameria – 1° livello

Un corso per imparare a lavorare il legno ed operare come un falegname per portare a termine con competenza e abilità tutte le fasi lavorative in una giornata, dal progetto alla costruzione e assemblaggio, arrivando a realizzare un oggetto con l’ausilio degli strumenti tradizionali, ma anche con gli elettroutensili e le macchine cosiddette “On site”.

Hortus Urbis, nel Parco dell’Appia Antica, propone un percorso teorico-pratico base:

-nel corso si apprenderanno i primi rudimenti teorici: per la conoscenza del legno, la progettazione di un manufatto e il calcolo dei pezzi in base alle misure fornite dai fornitori per le essenze da usare.

– realizzeremo un vero manufatto usando gran parte degli utensili che verranno presentati. Sarà spiegato come e quando usarli, ci occuperemo di progettazione, preparazione, assemblaggio e rifinitura di una sedia Mari, un importante designer italiano.

Il corso è tenuto da Francesco Zangari, falegname appassionato ed esperto proveniente da una stirpe di falegnami e amico dell’Hortus Urbis,

– Sede: Hortus Urbis, via Appia Antica 42/50, Roma
– Costo: donazione suggerita di € 35 euro a persona
– Posti limitati
– Iscrizioni: entro le ore 12 di venerdì 21 maggio fino ad esaurimento posti. Per iscriversi mandare una email a hortus.zappataromana@gmail.com, attendere una conferma e le istruzioni per le iscrizioni

Calendario:
– Venerdì 21 maggio 2021 alle 18.00, lezione teorica on line
– Sabato 22 maggio 2021 dalle 9.30 alle 18.00, lezione teorico pratica all’Hortus Urbis

Informazioni supplementari:
– Portare abiti da lavoro (o un grembiule) e guanti da lavoro
– Un pranzo al sacco
– Disponibilità ad imparare a scoprire  la propria manualità e precisione

Poiché il corso si svolge all’aperto, le attività potranno subire variazioni in relazione alle condizioni climatiche.

PER INFORMAZIONI E ISCRIZIONI: hortus.zappataromana@gmail.com – www.hortusurbis.it

A maggio fioriscono… le rose

Non solo le rose, certo. Ma vorrei porre la vostra attenzione su questo fiore, che proprio a maggio sboccia.

In particolare, qual’è il segreto per una bella e abbondante fioritura? Come vedrete dalle foto più sotto, anche quest’anno le mie rose rosse sono state generose nel regalarmi il loro gentile colore.

Il segreto sta essenzialmente nella potatura. Non preoccupatevi di tagliare la pianta, essa vi ringrazierà semmai, perché al termine della stagione calda, e per prepararsi al rigore dell’inverno, le rose hanno bisogno di mantenere intatte le loro energie. Tagliando i rami che sono fioriti, riuscirete a dare alla pianta la forza per risbocciare la prossima primavera.

Tagli netti e decisi dal basso. Nelle rose giovani accorciate i rami, in quelle più vecchie togliete senza remora i rami improduttivi e quelli vecchi. Taglio diagonale, meglio. E prima del taglio una veloce disinfettata – con dell’alcool – alle vostre cesoie: questo per impedire che in via accidentale le rose possano essere infettate da germi e batteri.

Altra cosa importante da sapere. Le rose fanno i semi. Vedrete che dopo la fioritura cresceranno al posto dei fiori una sorta di palline rosse, che tendono a diventare sempre più grandi – un po’ più piccole di una noce, per capirci. Lì dentro ci sono i semi. A meno che non vogliate riprodurre per seme le vostre rose, tagliate i cinorrodi (le palline rosse, si chiamano così). Per produrre questi semi la rosa ha bisogno di un grande dispendio di energia, che può andare a discapito della prossima fioritura.

Rose rosse

Parassiti

Ovvero afidi. Gli alleati degli afidi sono le formiche. Che li curano in ogni modo, e addirittura fanno singolar tenzone con le coccinelle – ghiotte delle larve di afide. 

Nel mio giardino le rose dimorano sotto al melograno. Sotto al melograno trovo sempre un formicaio, chissà come mai… Ma perché gli afidi, una volta terminata la fioritura delle rose, si trasferiscono ai piani alti, per intaccare i fiori di melograno. E le formiche dietro, a proteggerli e ad allevarli con cura, perché sono ghiotte di melata, un liquido gelatinoso e zuccherino. Pensate che addirittura, durante il periodo freddo, gli afidi nascondono le loro uova proprio nel formicaio. Hanno una solida alleanza con le formiche.

Che rimedi prendere in questi casi?

Ne esistono diversi, ma io personalmente uso un prodotto biologico della Naturen che si spruzza sui rami e sui boccioli delle rose attaccati dagli afidi. Lo uso da qualche anno e mi trovo benissimo.

Naturen, insetticida, acaricida

Infine ricordatevi che la potatura non serve solamente per lo sviluppo dei fiori, ma anche per migliorarne la forma e il portamento. Quindi, mi raccomando, mettetevi un appunto di potare le rose dopo la fine della fioritura, e prima della ripresa vegetativa.

Rose rosse
Rose rosse
Rosa, primissimo piano

Risolutezza con i fiori

In casa i fiori dai colori vistosi e contrastanti che si presentano in modo giocoso riflettono i tuoi ideali. Scegli i fiori vivaci che meglio ti rappresentano.

Esaltazione del colore

Nel mondo in rapido cambiamento in cui viviamo, ognuno ha i propri ideali. Desideriamo essere notati e ascoltati. Tale esigenza si riflette nella tendenza “Recentered Stage”. Questa tendenza ti permette di esprimere i tuoi punti di vista, attraverso l’esaltazione del colore. E quale modo migliore se non con i fiori? La presenza di fiori nei tuoi spazi interni dimostra la tua risolutezza.


Piedistallo

Esprimi il tuo punto di vista con i fiori estivi dai colori decisi. Particolarmente indicati sono i gigli e le dalie a fiori grandi, abbinati a gladioli e nerine. Accosta colori contrastanti. Il ventaglio di colori comprende delicate tinte pastello inframmezzate da note di colori accesi, quali giallo, terracotta, blu e viola. Colloca i fiori in vasi o su piatti da portata, oppure su un piedistallo secondo uno stile giocoso, come se fossero su un palcoscenico. Crea effetti accattivanti con forme geometriche, arcuate e scalettate.

Per maggiori informazioni sui fiori da bulbo, visita il sito www.ilsysays.com.

Art & Food: assaporare l’arte

Città dell’Altra Economia si animerà per un giorno con Art&Food – Assaporare l’arte, un evento immersivo e coinvolgente in cui arte e cibo saranno protagonisti assoluti.

Roma, Città dell’Altra Economia26 Maggio 2021 ore 18.00

L’evento, con il Patrocinio della Regione Lazio e del Municipio Roma I Centro, si pone come obiettivo quello di dimostrare quanto la cucina e l’arte siano due discipline molto vicine tra loro, e di come l’una può essere fonte d’ispirazione per l’altra. In un percorso sensoriale lungo il quale la vista e il gusto vivranno emozioni parallele gli ospiti potranno scoprire la narrazione che si cela dietro la creatività di artisti e chef, sollecitati dalla bellezza delle opere pittoriche e dalla squisitezza del cibo. 

L’evento si articola in due momenti distinti: un’area espositiva e un’area live show. Nel primo momento ci sarà l’esposizione di opere d’arte contemporanea, create da Alice Colacione, Silvia Struglia, Dominga Pascali e Andrea Mulas, alle quali verrà abbinato uno specifico finger-food inspirato all’opera stessa, al fine di condurre l’ospite in un’esperienza sensoriale a 360°. I finger food saranno ideati dagli chef: Michele Pidone, Marco Lucentini, Federico Montecchiani e Andrea Del Villano e realizzati dal Collettivo Gastronomico Testaccio.

Al termine del percorso espositivo-sensoriale Mauro Pallotta, in arte MAUPAL, artista freelance di street art, e Dario Nuti, Executive Pastry Chef presso Rome Cavalieri, A Waldorf Astoria Hotel, daranno vita ad un live show estemporaneo, realizzando contemporaneamente due creazioni legate da una tematica comune.  

Mauro Pallotta, in arte MAUPAL, è un famoso Street Artist romano, classe ’72 che ha fatto della satira politica e dell’ironia i cardini della sua arte rendendo le sue opere intrise di significato sociale e umanitario. Molto noto il suo “Super Pope”, famoso graffito raffigurante Papa Francesco nelle vesti di un supereroe. 

Dario Nuti è un Pastry Chef di origini toscane, creativo e all’avanguardia, divenuto famoso per i suoi dessert innovativi. Nel 2008 entra a far parte del Four Season come sous chef di cucina e successivamente diventa Assistant Pastry Chef al fianco di Domenico Di Clemente. Dopo tre anni, passa all’hotel Hassler di Roma, al fianco di Francesco Apreda fino ad approdare al Rome Cavalieri come Executive Pastry Chef.

Il coinvolgimento di artisti, nonché della presenza di due ospiti d’eccezione, del territorio romano, è prerogativa di Art&Food – Assaporare l’arte, per l’esaltazione di talenti locali e della loro centralità nel panorama nazionale e internazionale.

Le materie prime utilizzate per la produzione del finger-food derivano da produzioni locali e a Km 0; ingredienti di altissima qualità lavorati da professionisti del settore con tecniche tradizionali ma con un tocco di innovazione.

Sarà presente al nostro evento, l’Associazione Hairam Onlusun’associazione che intende offrire pari opportunità di benessere e crescita personale alle persone con disagio psicologico, disabilità e svantaggio attraverso laboratori di arteterapia e un centro di psicologia-psicoterapia.

Art&Food – Assaporare l’arte è sponsorizzato da IED, Arredamenti Benedetti, Fratelli Ceccarelli, Caffè Hungaria, Collettivo Gatronomico Testaccio, Texclusive, Farmacia De Angelis, Maimeri, Ato.moPlast, Cartongraf, Industrie Grafiche Inprinting, Derby Blue, Parsec Agricultura, L’Orto di ClaPi, Salumeria Volpetti, Il Re del Baccalà e dello Stoccafisso, Acqua Panna e S. Pellegrino.

Grande attesa, dunque, per la prima edizione di Art&Food – Assaporare l’arte, un evento pieno di emozioni e di gustose scoperte e che per il suo debutto abbraccerà l’arte pittorica.

A picture shows a street art mural showing Pope Francis as a superman, flying through the air with his white papal cloak billowing out behind him and holding a bag bearing the word “Values”, by Italian street artist Maupal in downtown Rome near the Vatican on January 29, 2014. The image, created by Italian street artist Maupal, was tweeted yesterday by the Vatican communication twitter account ( @PCCS_VA ). Flying forward with his fist raised, the heroic pontiff — crucifix swinging in the wind — carries his trademark black bag, with the word “values” written across it in white. AFP PHOTO / TIZIANA FABI (Photo credit should read TIZIANA FABI/AFP/Getty Images)