Primavera sul balcone con i bulbi

Non hai un giardino? Crea il tuo giardino in miniatura con i bulbi di fiore, per immergerti in un’atmosfera accogliente e variopinta in primavera.

Luogo ideale

Non è necessario avere un giardino per potersi circondare di fiori meravigliosi. I bulbi di fiore crescono rigogliosi anche nei vasi e nelle fioriere che trovano posto sul balcone. I bulbi vanno piantati in autunno; volendo puoi utilizzare gli stessi vasi per sistemarvi alcune viole del pensiero. Al sopraggiungere della primavera le prime punte verdi fanno capolino e ha inizio la straordinaria metamorfosi da bulbo a fiore. È affascinante osservare la natura che fa il suo corso.

Varietà adatte

Tutti i bulbi di fiore crescono bene nei vasi e nelle fioriere. Dai libero sfogo alla tua fantasia! Tulipani, giacinti, narcisi, giacinti a grappolo e crochi sono i forieri della primavera per eccellenza. Altre varietà molto attraenti sono il giacinto a stella, la gloria della neve e il giacinto tubolare. Se il balcone è esposto al vento puoi optare per varietà più basse, in modo che gli steli non si pieghino in caso di forte vento.

In strati

Per prolungare il periodo di fioritura dei bulbi sul balcone, adotta il metodo di piantagione “a lasagna”. Questo metodo consiste nel piantare i bulbi di fiore sistemandoli in diversi strati, proprio come in una teglia di lasagne. I bulbi che compongono i vari strati fioriscono in momenti distinti, pertanto quelli a fioritura precoce, come i crochi, sbocciano per primi. Seguiranno quindi i bulbi con fioriture successive.

Suggerimenti utili

Accertati che sia presente un foro sul fondo del vaso, per consentire la fuoriuscita dell’acqua in eccesso. Cospargi il fondo con uno strato di cocci, per favorire il drenaggio dell’acqua e far sì che il foro non si ostruisca. Per ottenere un effetto sorprendente, pianta i bulbi il più possibile gli uni vicini agli altri, ma avendo cura che non si tocchino. Assicurati che il terreno sia sufficientemente umido nel periodo in cui si verificano le gelate, per evitare che i bulbi secchino per congelamento.

Per maggiori informazioni sui bulbi di fiore, visita il sito www.bulbidifiore.it,

Bulbi di fiore per balcone
Pubblicità

Che soddisfazione raccogliere i fiori del proprio giardino!

I fiori del proprio giardino regalano una grande soddisfazione unita a una sensazione di felicità, di cui puoi godere già in primavera. Grazie ai bulbi di fiore puoi raccogliere felicità per molte settimane, ancora prima che inizi l’estate.

Bulbi a fioritura precoce

Sei in trepidante attesa dell’estate e del momento in cui potrai finalmente abbellire la tavola con un vaso di fiori raccolti nel tuo giardino? Non devi più aspettare, puoi farlo già in primavera. I bulbi di fiore sono particolarmente adatti a questo scopo. Infatti resistono facilmente al freddo e sono tra i primi a fiorire. Puoi iniziare a raccogliere i fiori in febbraio, anticipando così la stagione della felicità.

Varietà

Grazie all’enorme ventaglio di forme, colori e profumi, con i bulbi di fiore hai solo l’imbarazzo della scelta. Il bulbo di fiore più conosciuto è il tulipano. I tulipani sono disponibili nei più svariati colori, forme e dimensioni. Inoltre hanno periodi di fioritura diversi, quindi puoi raccoglierli per molte settimane. Oltre ai tulipani esistono altri bulbi a fioritura primaverile ideali per essere recisi, come ad esempio i giacinti e i narcisi. Questi fiori creano una piacevole atmosfera primaverile.

Fiori del proprio giardino

Come?

Puoi realizzare un giardino di fiori da recidere in diversi modi. È importante piantare i bulbi di fiore prima che sopraggiunga il gelo. Sistema i bulbi nelle bordure, in ampie fioriere o in un angolo dell’orto. I bulbi vanno piantati a una profondità pari a tre volte la loro altezza. È consigliabile piantare una grande quantità di bulbi, per avere tanti fiori da raccogliere. Pianta i bulbi gli uni vicini agli altri, ma avendo cura che non si tocchino.

Per maggiori informazioni sui bulbi di fiore, visita il sito www.bulbidifiore.it.

Fiori del giardino

Bulbi di fiore per api e bombi

Sapevi che le prime api e i primi bombi escono già a febbraio? Si risvegliano dal sonno invernale e vanno subito in cerca di cibo. Piantando adesso i bulbi di fiore potrai aiutare questi insetti preziosi. 

Fiori aperti

Con i bulbi di fiore potrai godere del piacevole ronzio e frullio d’ali degli insetti fin dall’inizio della primavera. Ma quali sono i bulbi più indicati? Non tutti i bulbi di fiore producono la stessa quantità di cibo per le api. Inoltre, il polline di determinati fiori è più accessibile di quello di altri. Per tale motivo, si consiglia di scegliere bulbi che producono fiori aperti ricchi di polline e con periodi di fioritura differenti, in modo da offrire nutrimento alle api per molti mesi. I bulbi di fiore elencati di seguito sono noti per la loro capacità di produrre grandi quantità di nettare e polline.

  1. Giacinto a grappolo (Muscari)
  2. Anemone dei boschi (Anemone nemorosa)
  3. Giacinto selvatico (Hyacinthoides non-scripta)
  4. Tulipano botanico (Tulipa)
  5. Aglio ornamentale bulgaro (Nectaroscordum siculum)
  6. Latte di gallina (Ornithogalum umbellatum)
  7. Croco (Crocus), botanico e a fiori grandi
  8. Anemone orientale (Anemone blanda)
  9. Aglio ornamentale (Allium giganteum, moly e sphaerocephalon)
  10. Bucaneve (Galanthus)
  11. Gloria della neve (Chionodoxa luciliae e sardensis)
  12. Giacinto a stella (Scilla bifolia e siberica)
  13. Piè di gallo (Eranthis)
  14. Campanella maggiore (Leucojum aestivum)

Posizione

Hai scelto i bulbi di fiore e sei pronto per piantarli? Scegli la collocazione giusta in giardino, in un terreno ricco di humus e in posizione parzialmente soleggiata. Fanno eccezione i tulipani botanici che prediligono zone in pieno sole. Il sole favorisce la produzione di polline e nettare. I fiori che crescono al sole emanano un profumo più intenso, che attira le api e i bombi. Le aree descritte dalla proiezione della chioma degli alberi a terra e le zone che in inverno rimangono coperte dalle foglie sono collocazioni ideali, poiché l’umidità stimola la produzione di nuovi semi.

Nettare

Le api e i bombi si nutrono di nettare dall’inizio della primavera fino all’autunno inoltrato. Il nettare è un liquido dolce, sciropposo e ricco di zucchero situato all’interno o all’esterno del fiore. Assomiglia all’acqua, ma è piuttosto appiccicoso. Gli zuccheri contenuti nel nettare fanno sì che gli insetti rimangano attivi. Oltre agli zuccheri, il nettare contiene proteine e vitamine. Le api da miele raccolgono il nettare ma lo utilizzano per produrre il miele, che costituisce un’importante fonte di cibo per la popolazione di api.


Polline

Le api da miele, le api selvatiche e i bombi raccolgono dai fiori non solo il nettare ma anche il polline, che costituisce una fonte di cibo per le larve. Il polline proviene dalle cellule germinali maschili dei fiori e si presenta come una polvere fine. Il colore del polline può variare a seconda del fiore: da giallo a rosso, nonché viola, bianco e marrone. Indipendentemente dal colore, tutti i pollini contengono proteine, grassi e vitamine. Mentre raccolgono il polline, le api si occupano dell’impollinazione dei fiori.


Curiosità:

  • Il nettare non è facilmente accessibile? I bombi possiedono un’arma in più! Con il loro peso scuotono i fiori per farli aprire.
  • Alcuni tipi di bombo, come ad esempio il bombo terrestre, praticano un forellino sul lato del fiore per accedere al nettare.
  • Le api e i bombi prediligono i fiori bianchi, gialli e blu.
  • Molte varietà di fiori presentano macchie e strisce. Queste fungono da segnale per gli insetti, poiché indicano la presenza di nettare.
  • Le api e i bombi sono provvisti di speciali cestelle del polline, poste sulle zampe posteriori, che consentono loro di trasportare il polline.
  • La quantità di nettare che una pianta produce varia nell’arco della giornata, a seconda del grado di umidità e di luce solare.

Per maggiori informazioni sui bulbi di fiore, visita il sito www.bulbidifiore.it.

Bulbi di fiore, ti fanno fiorire

È giunto il momento di piantare i bulbi di fiore

Per godere di un giardino variopinto in primavera, l’autunno è il periodo giusto per piantare i bulbi di fiore. Puoi assaporare il piacere della primavera già mentre pianti i bulbi in giardino.

Radici robuste

L’idea di piantare i bulbi di fiore in autunno può sembrare strana, poiché la stagione in cui si vive appieno il giardino volge al termine. Tuttavia, se desideri godere al massimo dei bulbi di fiore in primavera, questo è il momento giusto per piantarli. Il lungo periodo che intercorre tra la piantagione e la fioritura permette ai bulbi di sviluppare le radici. Prima crescono, più le radici saranno robuste. Inoltre piantare i bulbi è un’attività molto piacevole, dunque non ti resta che metterti all’opera

Momenti da ricordare

Il piacere non è dato solo dai fiori, ma anche l’intero processo dalla piantagione alla fioritura è entusiasmante. Puoi svolgere questa attività allegramente, in compagnia del tuo partner o dei bambini o, meditativamente, di te stesso. Scoprirai che i momenti passati a scegliere, acquistare e piantare i bulbi di fiore si trasformeranno in ricordi preziosi. L’emozione aumenterà non appena le prime punte verdi faranno capolino dal terreno. Quando i fiori si mostreranno in tutto il loro splendore in giardino, proverai una gioia incontenibile.

Tulipano nero

Il bulbo di fiore più conosciuto e amato è il tulipano. Le diverse varietà di tulipano sono suddivise in 15 gruppi. L’appartenenza a un gruppo specifico dipende dalla forma, dalla provenienza e dal periodo di fioritura di ogni tulipano. Il tulipano più famoso, denominato Queen of Night, appartiene al gruppo dei “tulipani singoli tardivi”. Tale notorietà deriva dall’eterna ricerca del tulipano nero, che a oggi non è ancora stato trovato. Ma il Queen of Night è di un viola talmente intenso che si avvicina molto al nero.

Varietà di bulbi di fiore

Sapevi che i primi fiori che colorano il giardino in primavera sono quelli che nascono dai bulbi? I primi a sbocciare sono bucaneve, crochi e narcisi. Oltre al celebre tulipano esistono molti altri allegri forieri della primavera che ravvivano il giardino, come narcisi, giacinti, crochi, giacinti a grappolo e iris. Ma anche le varietà meno conosciute, quali aglio ornamentale, gloria della neve, fiorestella, bossolo dei dadi e giacinto tubolare, creano un’atmosfera festosa in giardino.

Suggerimenti:

  • Colloca un bastoncino nel punto in cui pianti i bulbi di fiore, in tal modo saprai esattamente dove cresceranno. Non è meraviglioso poter ammirare la natura così da vicino?
  • Pianta i bulbi a una profondità tre volte maggiore alla loro altezza. In questo modo la quantità di terra che ricopre i bulbi è ottimale per favorirne la crescita.
  • I bulbi di fiore hanno bisogno del freddo per crescere bene. I bulbi sono in grado di autoproteggersi dal gelo e a tale scopo trasformano l’amido in zuccheri. Fortuna vuole che i bulbi di fiore contengano quantità molto elevate di amido.
  • I bulbi a fioritura primaverile possono essere piantati da settembre fino a dicembre. È importante che siano interrati prima che si verifichino le prime gelate.
  • Evitare i luoghi in cui l’acqua piovana non viene assorbita facilmente dal terreno, ad esempio ai piedi di un dosso o al di sotto di uno scolo. Se rimangono a lungo in acqua, i bulbi rischiano di soffocare a causa della mancanza di ossigeno.

Per maggiori informazioni sui bulbi di fiore, visita il sito www.bulbidifiore.it

tulipani neri