La fine dei tulipani

È arrivato il loro momento. La loro stagione è finita.

Ma benché così decadente possa sembrare inizialmente questo post – per non parlare delle foto in bianco e nero!!! – questa loro fine è il loro inizio. Semplicemente un ciclo.

E nel mio orto sono piantati ormai da una ventina d’anni.

Perdono i petali, si afflosciano le foglie, si seccano gli steli.

E a proposito di steli e foglie non siate troppo frettolosi nel toglierli, per paura che quest’immagine dei tulipani senza fiori possa in qualche modo abbruttire il vostro giardino. La luce che prendono le foglie servirà ai bulbi, il prossimo anno, per darvi tanti altri splendidi tulipani! Quindi lasciateli lì, lasciate che ogni cosa faccia il suo corso, e non cercate di velocizzare quello che deve andare lento.

tulipano
tulips

Il bulbo ha bisogno di riprendere tutte le energie che ha speso per regalarvi i bellissimo fiori. E a proposito di bulbi… potrei non consigliarveli? Piantatene qualcuno in un piccolo spazio di terra – ai primi freddi, s’intende. Vi regalerà bellissimi fiori e soprattutto non avrete bisogno di chissà quali cure e trattamenti.

Fa tutto lui. Ha solo bisogno di un vostro pensiero e di una vostra azione: cioè che lo sotterriate. Sorgerà lui quando sarà tempo…

Tulipano

Tulipani

Aprile sarà il mese dei tulipani.

Nel mio orto escono un pò timidi dal terreno e si nascondono tra le loro grandi foglie.

Fiori per definizione olandesi. I bulbi li ho presi in Olanda, qualche decennio fa. Ma ancora fioriscono, ogni anno, tra la metà e la fine di aprile.

Sono belli e delicati. I fiori non durano molto, ma meritano di decorare un giardino. Potete creare delle piccole isole di tulipani ad un colore o a vari colori, e potete coltivarli anche in vaso. Sono facili da coltivare e non hanno particolari malattie o avversità a cui prestare troppa attenzione.

In Olanda li trovi dappertutto, anche in metropolitana. È una delle cose che più mi aveva colpito: scendere in metropolitana e ritrovarmi dei tulipani!

tulipano
Questo diventerà un tulipano rosso
tulipano
Ho creato delle piccole aiuole solo con tulipani. Non ricordo più i colori, perché questo inverno ho spostato i bulbi.

Bulbi… per la primavera

La primavera sembra ancora lontana, ma prova a immaginare il tuo giardino o il tuo balcone… I bulbi da fiore non possono certo mancare. Questo è il momento giusto per piantarli. Mescolando diverse varietà di bulbi otterrai un effetto strepitoso. Dai libero sfogo alla tua fantasia e in primavera potrai godere del meraviglioso spettacolo offerto dal tuo mix unico di bulbi.

Scegli i tuoi colori preferiti

Mescolare diversi tipi di bulbi ti consente di dare sfogo alla creatività, ad esempio sperimentando con i colori. Se hai un carattere focoso puoi optare per le accese tinte arancione, rosso e giallo. Ti piace un effetto variopinto? Abbina colori contrastanti, come giallo e blu oppure viola e arancione. Se invece prediligi un’atmosfera tranquilla e armoniosa, allora le tinte pastello sono adatte a te. Oppure puoi orientarti su un solo colore, ad esempio il rosa, in tutte le sue sfumature, dal rosa chiaro al rosa scuro. Le possibilità sono infinite, a te la scelta.

Sbizzarrisciti

Quando scegli un mix di bulbi, presta attenzione alla forma dei fiori e alla lunghezza degli steli. Per una composizione floreale bassa puoi optare, ad esempio, per un mix di iris nano (Iris reticulata), colombina solida (Corydalis solida), croco di Tommasini (Crocus tommassinianus) e giacinto a grappolo (Muscari). Se vuoi giocare con le altezze, puoi piantare l’aglio gigante (Allium giganteum) che domina sul tulipano (Tulipa). Oppure puoi abbinare la corona imperiale (Fritillaria imperialis) e il tulipano; anche se hanno lo stesso colore, entrambi i fiori risaltano grazie alle loro forme completamente diverse. Infine puoi creare un mix di bulbi che fioriscono in momenti diversi, per godere di un ambiente fiorito durante tutta la primavera.

Mescolare, spargere, piantare

Per ottenere un effetto spontaneo, mescola dapprima i bulbi in un recipiente, ad esempio un secchio. Quindi spargi i bulbi sul terreno in modo casuale. Infine pianta i bulbi nei punti in cui sono caduti. La profondità varia a seconda del tipo di bulbo ed è indicata sulla confezione. In generale vale questa regola: i bulbi vanno piantati a una profondità pari a tre volte la loro altezza. Pertanto un bulbo alto 3 cm deve essere interrato a una profondità di 9 cm. I bulbi devono essere collocati nel terreno con la punta rivolta verso l’alto, tranne nel caso dei bulbi più piccoli. Non aspettare: mischia adesso e godi dello spettacolo in primavera!

Bulbi estivi

Suggerimenti

  1. Regala un mix di bulbi personalizzato a una persona cara, così in primavera si ricorderà di te.
  2. In commercio sono disponibili mix di bulbi già pronti.
  3. I mix di bulbi sono adatti anche a vasi e fioriere.
  4. Per maggiori informazioni sui bulbi da fiore e spunti interessanti, visita il sito www.bulbidifiore.it.

bulbi-estivi-2
Da sinistra a destra: Hyacinthus ´Pink Pearl´, ´White Pearl´, Muscari ´White Magic´, Tulipa ´Foxtrot´, ‘Santander’, ‘Tom Pouce’ – Narcissus ‘Hawera’, Tulipa bakeri ‘Lilac Wonder’, Muscari azureum – Tulipa ´China Town´, Muscari ´Valerie Finnis´

Bulbi da fiori per dar vita al giardino

Stranamente nei giardini ci sono sempre meno fiori e piante, una situazione che disorienta la natura. Se vuoi godere di uno spettacolo meraviglioso e allo stesso tempo tutelare la natura, quest’autunno pianta bulbi da fiore.

In armonia con la natura

Il giardino non esiste solo per te. La tua oasi verde, infatti, si prende cura anche di uccelli, ricci, farfalle, api e numerosi altri animali e insetti che non possono fare a meno del verde poiché è ciò di cui si nutrono. Insomma, tanto verde è sinonimo di tanta vita in giardino, un fenomeno meraviglioso. I bulbi da fiore sono un elemento importante per creare un giardino pieno di vita. Se i bulbi vengono piantati in autunno, le farfalle e le api possono nutrirsi dei fiori già all’inizio della primavera. Vedrai come il tuo giardino si trasforma in un luogo bellissimo.

Piccoli cambiamenti

Creare più vita in giardino non è affatto complicato. Ad esempio puoi sostituire un paio di mattonelle con i bulbi da fiore, piantare alcuni gruppetti di bulbi tra gli arbusti che all’inizio della primavera sono ancora spogli o piantare diverse varietà di bulbi da fiore in una fioriera. Potrebbe sembrare insignificante, ma in realtà bastano alcuni piccoli cambiamenti come questi per stimolare la crescita di un ecosistema. Infatti i fiori che si sviluppano dai bulbi nutrono gli insetti, gli insetti nutrono gli uccelli e questi ultimi nutrono a loro volta altri animali.

Prelibatezze

Puoi scegliere tra numerose varietà di bulbi. Ad esempio i bulbi che producono fiori dagli steli lunghi, come l’aglio ornamentale (Allium), il tulipano (Tulipa), il narciso (Narcissus) e il giacinto (Hyacinthus). Oppure i bulbi che producono fiori a gambo corto, come i muscari blu (Muscari), l’anemone orientale (Anemone blanda) e i crochi (Crocus). Per le api tutti i fiori da bulbo sono una vera prelibatezza. Le farfalle prediligono invece in assoluto l’aglio ornamentale. Per informazioni su tutte le varietà di bulbi da fiore disponibili, visita il sito bulb.com. Qui trovi la descrizione di 30 diverse varietà di bulbi da fiore.

bulbi-da-fiori

Piantiamo i bulbi

Vi ho parlato dei gigli, ma ottobre (e anche novembre, leggete sul retro della confezione) è il mese più adatto per piantare le bulbose che a primavera ci regaleranno tanti colori e profumi nel nostro giardino. Tra le tante bulbose vi ricordo: bucaneve, tulipani, giacinti, muscari, narcisi. Potete anche piantarli in vaso o in cassetta.

Rispetto alla piantagione in piena terra, potete disporre i bulbi più vicini tra loro, evitando però il contatto tra un bulbo e l’altro che potrebbe causare umidità e marciume. Lasciate il vaso o la cassetta fuori casa, al freddo. Appena terminato il periodo di freddo, o appena vedete spuntare i primi germogli, portare le piante in casa.

Aprile… il mese dei tulipani

Di origine turca, il tulipano è una bellissima pianta, a cui spesso si associa l’Olanda – il nome “tulipano” deriva dal turco «tullband» che significa copricapo, turbante, per la sua forma. È proprio in Olanda che ho preso i bulbi molti anni fa e li ho piantati nel mio orto giardino.

Adesso sono nel periodo della loro fioritura, ed è davvero bello vedere questa nota di rosso tra il verde dell’orto – che, nota dolente, ancora non ho cominciato seriamente a fare.

Una volta che il fiore ha terminato il suo ciclo e i petali saranno caduti a terra, lasciate le foglie verdi prendere ancora un po’ di sole, e non abbiate fretta di tagliarle. Questo aiuterà il bulbo a prendere, grazie alla fotosintesi, tutte le sostanze di cui ha bisogno per stare in buona salute e regalarvi ancora tanti tulipani rossi la prossima primavera.

tulipani