Come potare il melograno

Con questo post spero di riuscire a comunicare il giusto modo di potare un melograno affiché possa produrre frutti. La vedo come un’impresa difficile, forse più facile a fare che a spiegare, vuoi perché ogni albero merita una cura personalizzata, vuoi perché altri fattori contribuiscono alla crescita e alla fruttificazione di un melograno – temperatura, esposizione alla luce, terreno ben drenato, ecc. Tuttavia ci provo e ringrazio già adesso chi vorrà commentare questo post con ulteriori consigli che posso aver dimenticato. Cominciamo.

Forma e funzione
Lo scopo della potatura è quello di permettere alla pianta di fruttificare e di dargli una forma desiderata, che permetta un buon raccolto. La luce solare deve raggiungere tutti i frutti così da portarli a maturazione – tagliare in questo caso i rami che sfregano tra loro e non lasciano passare abbastanza luce.

Quando potare?
La potatura va eseguita prima della ripresa vegetativa. Mesi come ottobre o novembre sono i più indicati.

Come potare?
La potatura non deve essere nè scarsa, nè eccessiva. Nel primo caso si produrrebbe un’eccessiva fruttificazione, stancando l’albero. Inoltre si corre il rischio che alcuni rami, dato l’eccessivo peso dei frutti, si spezzino. Nel caso di una potatura eccessiva, il risultato è una crescita vegetativa vigorosa a discapito della produzione di frutti. State nella via di mezzo – come dicono i saggi.

Cosa potare?
Scegliete alcuni rami principali che costituiranno la struttura portante della vostra pianta. Andate poi a togliere quei rami secchi o che non hanno dato frutto, quelli che si incrociano sfregandosi tra di loro, quelli che crescono verso l’alto. Andranno tagliati anche quei rametti che hanno fruttificato. Tenete presente che i fiori e poi i frutti del melograno si formano proprio sui rametti corti delle ramificazioni laterali. Se quindi avete un ramo dritto e lungo potatelo un po’, così da limitarne lo sviluppo in altezza e fare in modo che nascano ramificazioni laterali dalle quali spunteranno fiori e frutti.
La potatura va fatta con un angolo di taglio di circa 45°.
Se tagliate un ramo grosso con una sega non danneggiate lo sperone di corteccia o il collare.

I polloni ai piedi della pianta
Il melograno è un albero che può assumere anche fore di arbusto. Ai piedi della pianta crescono numerosi polloni che, se lasciati crescere, daranno alla pianta una forma ad arbusto. Se volete che il vostro melograno abbia una forma ad albero è necessario tagliarli. Questa operazione darà anche più vigore per la crescita della pianta nel periodo vegetativo.

Ecco alcuni esempi visivi per la potatura. Le linee rosse indicano il punto del taglio.

———————————————————————————-

———————————————————————————-

Annunci

73 thoughts on “Come potare il melograno

  1. Grazie per queste informazioni che giungono …come si dice…a fagiolo!!!
    E’ il primo anno che possiedo un melograno e ho raccolto solo 4 frutti.
    Cercherò, seguendo i tuoi chiarissimi consigli, di riuscire a potarlo al meglio.
    A presto

  2. Grazie Silvana per i “chiarissimi consigli”.
    Spero che il prossimo anno la tua punica granatum ti regali tanti bei frutti.
    A presto,
    Davide

  3. @ semola
    se lo potavi a caso ma fruttificava comunque significa che nella tua casualità c’è un’intuizione positiva che ti porta comunque a potarlo nella maniera corretta. 😉
    A presto,
    Davide

  4. Grazie per le preziose informazioni.Ho rilevato un orto abbandonato da anni nel quale è presente un melograno.Che dire? Tentar non nuoce.
    A presto.
    Vittorio.

  5. grazie x i consigli io ho fatto come semola un po a caso e quest’anno mi ha fatto un sacco di frutti. 🙂

  6. @ Nerella: buon per te, vuol dire che oltre al caso hai usato l’intuito e hai tagliato i rami giusti 😉
    A presto,
    Davide

  7. …vivo in provincia di Eboli e nel giardino di casa, da alcuni anni è stato piantato un melograno che è cresciuto tanto in altezza,e facendo tanti fiori nei mesi di maggio e giugno, però dopo un certo periodo di tempo questi cadono e non resta più nulla…quindi niente frutti nel periodo giusto. Ora ho preso la decisione di prendermi cura personalmente di questa pianta nella speranza di vedere nascere e crescere qualche frutto. Appunto a seguito di questa decisione ho cercato su internet qualche consiglio sulla cura della pianta e ho trovato questo sito, così penso di seguire questi consigli sulla potatura e poi le farò sapere cosa succederà in futuro. Grazie per i consigli.

  8. Ciao Roberto, grazie per la visita e benvenuto.
    Per il melograno la potatura è essenziale per avere buoni frutti.
    Controlla però che quando il tuo melograno fa i fiori non ci siano degli afidi, che possono compromettere il frutto.
    Io quest’anno ho perso un buon numero di fiori a causa degli afidi.
    Spero comunque che con le tue cure tu possa avere da questa bellissima pianta dei grossi e saporiti frutti.
    A presto,
    Davide

  9. …grazie per aver risposto al mio quesito, purtroppo degli afidi ce n’erano parecchi un po’ su tutte le piante presenti nel giardino, sia sugli alberelli (limone, arancio e alloro) sia nelle piante aromatiche nei vasi sia sulle piante del mio orticello amatoriale. Ho usato un prodotto che mi è stato fornito da una persona che segue le piantagioni frutticole dei proprietari della casa e della terra dove io vivo, però non ho avuto una grande risposta positiva. Vedremo il prossimo anno se le cose andranno meglio…..Sperem…!!!

  10. Grazie Roberto, è un piacere. Non sei il solo a lottare contro gli afidi, e quest’anno molti fiori del mio melograno son caduti per colpa loro – e sua volta per colpa della mancanza di pioggia – che in estate ci vuole ogni tanto. Sperem per il prossimo anno 😉
    A presto,
    Davide

  11. Buongiorno Davide, ho ricavato un alberello tagliando un rametto alla base della pianta (melograno), dopo 2 anni non ha ancora fatto i fiori.. dovrei potarlo.. il tronco e piccolo ma, e alto circa 2,5Mt, posso tagliare la punta? a che punto? tengo a precisare che vivo in un paese a 550 mt di altitudine (Giaveno To) grazie
    Lorenzo

  12. Salve Lorenzo. Due anni non sono pochi, tuttavia il melograno impiega un poco ad acclimatarsi.
    Se non fa fiori nemmeno il prossimo maggio, prova secondo me a trapiantarlo, così aumenti l’ossigeno nel terreno.
    Non usare letame, ma un po’ di concime e poi metti nel terreno dei sassolini di pietra pomice, che fanno arieggiare il terreno.
    Potalo pure. Taglia i rametti nuovi e tieni i vecchi (a meno che non sono secchi). Su quelli vecchi nasceranno i nuovi. E speriamo ti regalino tanti fiori.
    A presto,
    Davide

  13. Ciao Davide,
    ho una pianta di melograno che ha circa trenta anni alla quale praticamente non è mai stata fatta alcuna potatura se non occasionalmente togiere i fittoni che la pianta produce. Ha una forma a V con in più due rami centrali delle dimensioni di 20 – 30 cm di diametro. La pianta è alta circa 4 – 5 mt, produce tantissimi fiori ma praticamente non produce frutti. E’ possibile praticarle una potatura “forte”, magari lasciando un solo ramo centrale come tronco? Per produrre frutti ha bisogno di una compagna?
    Luca

  14. @ Luca: Ciao Luca, il melograno non ha bisogno di una pianta femmina per fruttificare (come ad esempio il kiwi). Per fruttificare il melograno ha bisogno di trovare un equilibrio fisiologico – possono passare anche 5-6 anni per trovarlo – ma nel tuo caso la pianta ha già una lunga esistenza.
    Quello che potresti fare è: a) una potatura; b) un intervento sul terreno – che deve essere ben drenato, senza ristagni d’acqua.
    L’altra cosa che mi viene in mente – e sono quasi sicuro che sia questa la ragione per cui non ti dà frutti – è che il tuo melograno è nato da seme, dunque è selvatico. Ad avvalorare questa ipotesi la constatazione che solitamente un melograno da frutto non supera mai i 7 metri d’altezza. In questo caso trova un melograno che faccia frutti, ne prendi alcuni ramoscelli e li innesti sul tuo melograno: quindi, visto che il tuo melograno è molto grande, pota i rami principali e fai più innesti. Il periodo per farlo va da febbraio ad aprile (dipende dalla zona climatica). Se non sei esperto di innesti rivolgiti a chi ne sa fare. Vedrai che il tuo melograno fruttificherà! Auguri e a presto,
    Davide

  15. Volevo chiedere , ma molti lo sanno che ci sono i melograni da fiore, hai voglia di aspettare i
    frutti , io personalmente in giardino ne ho 2,uno da fiore e uno da frutto, se avete in giardino
    quello da fiore ,non vi aspettate che vi facciano i frutti,
    saluti, Ivano

  16. Io vi consiglierei quando scrivete i vostri post di specificare la zona dalla quale scrivete ma anche se il vostro melograno è esposto al sole oppure il vostro orto è in una zona ombrosa e se il vostro terreno è vulcanico o che so argilloso. Queste info sono importantissime per capire e risolvere i problemi del vostro melograno. Per quanto riguarda gli afidi sui fiori io, che ho una decina di melograni, utilizzo la poltiglia bordolese cioè mescolo il cosidetto ramato (base per acqua ramata) e calce in polvere e lo spruzzo sui fiori e sul tronco dell’albero e ho centinaia di frutti. Adesso va molto di moda irrigarlo anche l’estate ma questo lo fanno i grandi produttori perchè hanno bisogno di tanti frutti e giganteschi ma l’acqua dopo il quarto anno di vita stressa la pianta e così muore o diventa infruttifera dopo una decina di anni. Non usate concime. Anticamente il melograno veniva messo nella zona più arida e maledetta della vigna o dell’orto e produceva un’esagerazione di frutti e l’unico trattamento richiesto era quelllo che vi ho detto e una moderata potatura. Tutto qui? Tutto qui. Tutto il resto è…

  17. Grazie Roberto del tuo commento. In effetti, hai ragione, il terreno è importante, ed è uno dei fattori che contribuiscono, insieme alla potatura, alla fruttificazione della pianta. Nemmeno io lo annaffio in estate, non ho necessità di avere frutti grandissimi, ma comunque il mio melograno le li regala lo stesso 😉
    Grazie ancora del tuo commento e a presto,
    Davide

  18. SALVE DAVIDE, HO LETTO TUTTI GLI INTERVENTI MOLTO INTERESSANTI. SONO STATO A MEJIUGORIA, NON SO SE SI SCRIVE COSI’, COMUNQUE HO ACQUISTATO UNA PIANTINA DI MELOGRANO DI CUI LA ZONA ABBONDA; L’HO PORTATO A CASA E CE L’HO IN UN VASO. STA ANCHE FACENDO QUALCHE FIORE. LA DOMANDA E’ QUESTA: IL MELOGRANO HA BISOGNO DI ORTO O GIARDINO O SI PUO’ COLTIVARE IN VASO? LA PIANTA E’ MOLTO VIGOROSA, ESSENDO QUESTA GIOVANE NON SO SE SEGUIRE LA TECNICA DELLA POTATURA DI CUI HO SEGUITO DI VARI COMMENTI POSITIVI DEI TUOI INSEGNAMENTI. TI RINGRAZIO ANTICIPATAMENTE CON UN CARO SALUTO ENNIO

  19. Salve Ennio,
    il melograno si può coltivare in vaso. Io, ad esempio, dal mio grande melograno ne ho ottenuto un altro che tengo in vaso. Se il tuo melograno è da frutto, e hai spazio in giardino, ti consiglio di piantarlo, così ti farà tanti frutti e crescerà che sarà una meraviglia. Se è un melograno da fiore puoi tenerlo anche in vaso.
    Grazie della tua visita.
    A presto,
    Davide

  20. TI RINGRAZIO, DAVIDE, DEL RISCONTRO. NON SO DISTINGUERE SE E’ DI FIORI O DI FRUTTI. MI PUOI DARE QUALCHE INDICAZIONE IN MERITO? SI SONO EVIDENZIATI DUE TRE GERMOGLI,ROSSO PORPORA,NON SO COSA VERRA’ FUORI.
    IN ULTIMO NON HO GIARDINO, MA UN BEL TERRAZZO MOLTO ASSOLATO DATO IL BEL CLIMA DEL NOSTRO MERIDIONE.
    TI RINGRAZIO DELLA TUA GENTILE DISPONIBILITA’.
    T’INVIO UN CORDISLE SALUTO, ENNIO

  21. Ciao Ennio, bella domanda… ma mi cogli impreparato! Posso solo dirti di aspettare e … vedi se fa frutti – un po’ misera come risposta, lo so 😉
    A presto,
    Davide

  22. Ciao A tutti sono Elisa,ho un problemino con il mio , arriva da una pianta di 40 anni che da splendidi frutti, ma il mio non ne vuole sapere , ha 5 anni da 3 l’ho piantato in giardino, solamente l’anno dopo in cui l’ho piantato mi ha donato 2 fiori ovviamente caduti, e da li in poi piu’ nulla!!!!! è cresciuto tanto è bello è verde…… ma non ne vuole sapere di far fiori e frutti sapete dirmi il xkè
    ?? c’è qualkosa che posso fare x lui§§? grazie mille

  23. Due anni fa, ho piantato un melograno che non ho mai potato.Quest’anno ha messo dei fiori che però sono tutti caduti. Ancor prima di aggiornarmi, mi sono resa conto che i rami sono troppo lunghi e fragili. Il prossimo ottobre proverò a seguire le tue “dritte” e poi ti farò sapere.
    Aurora.

  24. Mio marito ha portato a casa una piantina di melograno, altezza circa 50 – cm circa fuori terra, con tante foglioline (alcune verdi alcune gialle) in vaso. Era stata abbandonata nel vaso di plastica in un giardino di edificio sgomberato da qualche mese. Siccome questa estate si stava seccando mio marito ogni tanto le dava da bere ( l’edificio non è cintato), ed è tornata verde. Visto che però stava lì e senza cure… non pensa sarebbe sopravvisuta ancora lungamente,e l’ha adottata. Adesso è nel nostro giardino e questo pomeriggio la metteremo in terra vera, non più nel vaso. Però , siccome è ancora piccola …..e in vaso….non sappiamo se è un melograno melograno, o un melograno nano. Come facciamo a distinguerli? va bene trapiantarla adesso, come preferiremmo o bisogna aspettare primavera? Abito in Nord Italia, ma in zona non freddissima essendo zona lago.

  25. @ Barbara: ciao Barbara, il melograno nano fa piccoli fiori e piccoli frutti. Nel caso non li abbia fatti non è un melograno nano. Se avete spazio conviene piantarlo a terra, con una buona concimata (anche con stallatico a fine inverno) e terreno ben drenato. L’autunno è un buon periodo per piantarlo a terra.
    A presto e speriamo sia un melograno da frutto! 😉
    A presto,
    Davide

  26. Ciao!: Grazie mille della risposta….Sì scusa… ma essendo così piccolo (cioè.. oggi l’ho misurato per bene con il metro ed è alto 63 cm) ma soprattutto in cattive condizioni ..quest’anno i fiorellini non li ha fatti. Forse non li ha fatti proprio perchè malridotto. Che è poi il motivo per cui è stato adottato da noi e portato nel nostro giardino. Credevo ci fosse modo di capire che melograno è dalle dimensioni dele foglie o qualcosa di simile. Comunque ti ringrazio dei consigli. Lo piantiamo a terra, il terreno non è un granchè, non drena molto di suo, è argilloso e in parte di risulta anche. Però lì vicino crescono un susino e un ulivo che fanno susine e olive senza problemi e poco distante un acero rosso che ormai ha parecchi anni e problemi nessuna di queste tre altre piante ne ha mai avuti. Più distante ma sempre stesso tipo di terreno abbiamo anche un fico che in fatto di frutti è generosissimo. So che il melograno è piuttosto rustico e spero che se la caverà nonostante il terreno non bellissimo. La posizione è buona, rivolto a sud e soleggiato. Vedremo con il tempo…se farà fiori.. e frutti. Sperem. .

  27. Al mio melograno ho lasciato crescere un pollone che è arrivato (da maggio a settembre) all’altezza di due metri.
    L’intenzione era quella di trapiantarlo nel giardibo di mia madre.
    Qualcuno dice che devo tagliarlo con un pezzo di radice dell’albero da cui è nato.
    Quanto deve essere grande questo “pezzo di radice” per non danneggiare l’albero madre?
    E’ questa la procedura giusta per moltiplicarlo?

    Grazie.

  28. Ciao Silvestro, un po’ troppo alto! Prendi un pollone con ramo più basso, così riesci a toglierlo anche con qualche radice (che si svilupperà anche in seguito). Siccome sei di Foggia, e probabile che sia più caldo rispetto qui al nord, prova anche a fare una talea con un rametto del melograno. Tentar non nuoce 🙂
    A presto,
    Davide

  29. Grazie, ci provo. Ah, il pollone di due metri quindi lo “faccio fuori” 🙂

    P.S. per le temperature:, sabato e domenica scorsi si stava ancora al mare.
    Temp. max appen asotto i 30.

  30. @ Silvestro: taglialo alla base, oppure, tentar non nuoce, vedi se riesci a togliere anche un po’ di radice, trapiantalo e poi tra un mese lo poti.
    P.S. = anche qui si sta al mare… ma con la felpa!!!
    A presto,
    Davide

  31. Ciao, posseggo un melograno a forma di cespuglio con 5 rami che ha circa 3 anni. il primo anno ha fatto due piccoli melograni che successivamente sono caduti. quest’anno non ho visto neanche l’ombra di un fiore e quindi neanche frutti. sarà perchè l’ho potato un pò drasticamente ? cosa mi consigli di fare in previsione del prossimo anno ? E’ meglio lasciare un solo fusto oppure posso tenerli tutti e 5 ? La pianta è bella e vigorosa e alta circa 1.50 mt.. grazie se vorrai darmi un consiglio.

  32. Ciao Ettore, i fiori potrebbero essere caduti per gli attacchi di afidi. Sicuramente pota i rami che hanno fruttificato. Non tagliare tutto il ramo ma solo vicino a dove ha fatto il frutto in modo che dal prossimo anno ricresca e fruttifichi ancora. Non capisco se il tuo melograno, come scrivi, ha 5 fusti o 5 rami. Dovresti avere un tronco dal quale si dipartono i rami. Quelli che crescono – diciamo così – dalla terra, dovrebbero essere polloni e li puoi togliere. Prova a dare un’occhiata al PDF che ho preparato su Giardinaggio Semplice dal titolo “Sulla potatura…” (ecco il link: http://www.giardinaggiosemplice.com/ebook.html). Forse con delle figure riusciamo a capirci meglio.
    Spero di esserti stato utile.
    A presto,
    Davide

  33. Ciao Davide grazie per la tua pronta risposta che mi è stata molto utile. il mio melograno ha 5 fusti che formano un cespuglio alti oltre 1.50 mt. come ti avevo detto quest’anno non ha fatto alcun fiore. volevo mandartene una foto ma non sò come fare. se lo potessi fare per posta elettronica mi scrivi, per favore, il tuo sito ? grazie ancora per la tua gentilezza e cortesia.

  34. Ciao Davide, io abito in Canavese, zona a nord di Torino, ho 2 melograni uno comprato in vivaio a cespuglio. Il primo anno che l’ho messo a dimora l’ha gelato, dal ceppo l’anno dopo ha rimesso sù parecchi getti e ora dopo 2 anni è un bel cespuglio di circa 1,5m di diametro e di altezza. Quest’anno ha fatto una trentina di fiori ma sono caduti quasi tutti, 2 hanno “legato” e hanno iniziato a ingrossarsi ma anche questi dopo 2 settimane sono caduti. Può essere un problema di afidi?
    Il secondo è nato da solo 4-5 anni fa ed è sempre stata una pianticella tranquilla (non sapevo neanche fosse un melograno, era carina e la lasciavo li). Quest’anno ha iniziato a fare 3-4 fiori e ho visto che erano gli stessi fiori del melogano ma il problema è che ha fatto tanti rami nuovi che superano i 2 metri, è il caso di fargli una potatura abbastanza vigorosa? Cosa mi consigli?
    Grazie . Ciao

  35. Ciao Marino, può benissimo essere un problema di afidi. Io, lo scorso anno, che ha fatto molto caldo, ho avuto lo stesso problema, ma per fortuna me ne sono accorto in tempo e tolto gli afidi (a mano, con un panno, poi con un rimedio da spruzzare a base di peperoncino.
    Per l’altro melograno io gli darei sì una potatura vigorosa. Ricordati di eliminare i polloni che escono dal terreno, quelli se ci sono, possono indebolire la pianta principale.
    A presto,
    Davide

  36. Leggendo uno degli ultimi post ho ripensato un momento ai fiori.
    Il mio melograno ne fa diverse decine ogni primavera, di questi una metà circa
    la ritrovo al suolo e, successivamente, anche quelli già panciuti (diciamo da
    uno a due cm. di diametro) cadono ma in numero di meno di una decina, gli altri restano su e fruttificano.
    Mi chiedevo, appunto, se la caduta della metà circa dei fiori fosse normale.
    Ricordo che abito a Foggia che oltre ad essere una delle città più calde è
    anche una delle zone più ventose d’Italia.
    Grazie.

    Silvestro

  37. ciao davide, un sentito ringraziamento per il tuo suggerimento, che mi è stato molto utile, circa la modalità di trattamento che mi hai dato a seguito dell’invio tramite e-mail e successiva tua visione della foto del mio melograno. oggi ho provveduto ad effettuare gli adempimenti che mi hai suggerito e penso che sia venuto un bel lavoro. ancora grazie di tutto e complimenti per la tua preparazione.

  38. Ciao Silvestro,
    dubito che il vento possa farti cadere la metà dei fiori del melograno. È più probabile che la caduta sia dovuta agli afidi – se vedi formiche che percorrono i rami del melograno è un segno della presenza degli afidi, di cui le formiche sono ghiotte del loro “sugo” (melata). Le formiche proteggono gli afidi anche dalle coccinelle – nel film Microcosmos, se non ricordo male, c’è una scena di una lotta tra formiche e una coccinella.
    La prossima primavera controlla vicino ai fiori se ce ne sono. In caso affermativo puoi toglierli con le mani oppure preparare un composto da spruzzare naturale o un preparato che trovi nei garden.
    Lo scorso anno mi è successo la stessa cosa. Sono intervenuto eliminando gli afidi e gli altri fiori hanno resistito e fruttificato.
    A presto,
    Davide

  39. Grazie Davide,
    a dire il vero non mi pare di aver visto afidi ma, probabilmente, non ci ho fatto nemmeno caso visto che non sapevo di questa possibilità; la prossima primavera ci starò attento.
    Oggi ho tirato giù un pò di frutti, non sapendo qual’è il segnale per distinguere i frutti maturi, mi sono limitato a prelevare quelli che si erano aperti e quelli dal colore che tendeva al rosso o all’arancio.
    Per prova ne ho preso anche uno giallo/verde, l’ho assaggiato e devo dire che mi sembrava comunque buono.
    La settimana prossima magari preleverò il resto dei frutti, per la potatura aspetterò un altro paio di settimane poichè qui, oggi, alle 14, c’erano 28 gradi e si prevede bel tempo per tutta la settimana prossima.
    Molti melograni hanno fruttificato a due a due e la cosa strana è che ci sono frutti grandi maturi e frutti grandi ancora di color verde ma anche frutti piccoli già rossi e frutti piccoli di color verde.
    Per farla breve mi serve qualche indicazione per sapere se il colore esterno del frutto può servire a sapere se lo stesso sia maturo o meno o se a una certo momento i frutti vanno colti tutti assieme.
    Ti ringrazio anticipatamente.

  40. ciao Davide, scusa per il ritardo!
    grazie dei consigli, per la potatura penso di aspettare ancora una quindicina di giorni che metta giù le foglie perchè sono ancora tutte verdi.
    Il prossimo anno spero di poter raccogliere i primi melograni,
    ciao e grazie ancora
    Marino

  41. Ciao Marino, anch’io aspetto un po’ per potarlo. Le foglie del melograno che cambiano colore sono uno spettacolo davvero imperdibile.
    A presto,
    Davide

  42. @ Silvestro: ciao Silvestro, sono capitati anche a me melograni doppio, uno grande, l’altro piccolo. Ma anche era piccolo e giallo, i chicchi rossi c’erano eccome. Credo che puoi tirarli tutti giù dall’albero… e buona scorpacciata. Il colore non è un indicatore affidabile. Quelli che si rompono e quelli rossi sono sicuramente pronti. Forse quelli verde potrebbero non essere del tutto maturi, ma quelli gialli, sì son maturi anche quelli. Io ne ho presi di gialli e piccoli e dentro tanti chicchi rossi. Squisiti.
    A presto,
    Davide

  43. Ciao a tutti
    Sono del Puglia e i miei melograni stanno perdendo le foglie!! Sta arrivando l’inverno 😦
    Quest’anno dopo anni i miei melograni hanno fruttificato ,(prima invece no forse perché li tengo in vaso sulla veranda con poco concime!?).
    Comunque volevo un consiglio se questo è il periodo giusto per sfoltire gli alberelli dalle foglie e rami secchi.
    Grazie

  44. @ Cristina: ciao Cristina, sì questo è il periodo giusto per potarlo! Se lo metti a terra vedrai che diventerà grande e ti darà molti più frutti.
    A presto,
    Davide

  45. Ciao atutti
    sono a mantova ed ho un melograno da più di6 anni, è enorme, tutti gli anni fa un mare di fiori che si traducono in piccoli frutti, ma subito dopo regolarmente li perde tutti.
    Seguo i consigli per la potatura,lo concimo tutti gli anni,cerco di innafiarlo il meno possibile,
    Aiuto non sò più come trattarlo.
    Grazie Lina

  46. Ciao Lina,
    grazie del tuo commento, ma non so proprio come aiutarti. La cosa che mi viene in mente è – per la prossima primavera, di fare attenzione agli afidi. Potrebbero essere la causa della perdita dei frutti. Altra cosa che mi viene in mente è: elimina i polloni se ci sono. Meglio il fusto unico. I polloni che crescono tolgono risorse alla pianta intera. Che altro dirti? …
    Fammi sapere tu se hai novità per il prossimo anno. È davvero un peccato avere un melograno e non poterne assaporare i frutti! 😦
    A presto, con la speranza che il prossimo anno il tuo melograno sia ricco di chicchi rossi.
    Davide

  47. il mio “giardiniere” che e’ un signore del condominio non capisco perche’ tutti gli anni raccoglie in questo periodo i frutti ma sono tutti spaccati e di colore giallo tendente al rosa

  48. @ marino: salve Marino, per il colore va bene il giallo tendente al rosa, per la raccolta, anche se sono spaccati sono buoni lo stesso, altrimenti può raccoglierli un po’ prima del solito, quando ancora sono integri. Faccia la prova con uno per constatarne la giusta maturazione, ma le assicuro che sono comunque buoni.
    Grazie del suo commento e a presto,
    Davide

  49. io ho una pianta non troppo grande in un vaso altra circa 60-70 cm . abito vicino a torino in campagna, la zona in cui lo metterei nella terra è molto soleggiata ma anche esposta, per via dei campi attorno a casa. la mi a domanda è: posso già metterlo nella terra in questa stagione?

  50. @ Salve Roberto: il fatto che la tua pianta è in vaso ti aiuta molto. La porti direttamente a domara in piena terra con radici e terra. Questo, fino ad inizio primavera, è il periodo giusto (riposo vegetativo).
    Buona lavoro e a presto,
    Davide

  51. ho un melograno a cespuglio a primavera fà tanti fiori ma non nè porta nessuno a frutto,
    che mi consiglia per ottenere il frutto?
    Grazie
    Palmiro

  52. Buongiorno Palmiro, parto dal presupposto che il suo sia un melograno da frutto (ci sono anche quelli solo da fiore). Detto questo le consiglio: 1) di stare attento agli afidi quando la pianta fiorisce; 2) eliminare i polloni inutili, che tolgono energie alla pianta; 3) una concimazione ad inizio primavera.
    Spero che questi piccoli consigli possano sortire a qualche effetto.
    A presto,
    Davide

  53. Ho potato il melograno nel mese di febbraio, ieri ho verificato che sui rami cominciano a comparire le prime gemme. Fin qui sembra andare tutto bene. Nell’ispezionare i rami, ho trovato un foro del diametro di circa 6-7 mm dal quale vanno e vengono formiche dalla testa rossa. Che prodotto devo usare per scacciarle?
    Grazie.

  54. Ciao Silvestro: le soluzioni sono due. O vai in un garden center o in un consorzio agrario a comperare un non troppo forte pesticida (i frutti il melograno li farà tra molti mesi, quindi dovrebbe esserci tutto il tempo necessario per smaltire il veleno). Oppure ricorri a qualche soluzione naturale come: borotalco, olii essenziali o macerati dagli odori forti (che le formiche non amano) come aglio, canfora, chiodi di garofano, cannella. Quello che però mi lascia perplesso è quel buco dal quale le formiche escono ed entrano… se non è un ramo importante io – dopo aver provato con i rimedi naturali – proverei a tagliarlo. Non vorrei che avesse prodotto qualche muffa. Qui nel Veneto il mese di febbraio è stato particolarmente umido e ricco di precipitazioni piovoso, tanto che io ho aspettato a potare per non incorrere nel rischio di muffe o altri parassiti sulla pianta – che possono nascere con climi particolarmente umidi.
    A presto,
    Davide

  55. buongiorno Davide ho un melograno da fiore in vaso ha tanti rami sottili alti circa 130 cm
    non l ho mai potato , ho tolto solo i rami secchi …. devo comunque potarlo ? di quanto ?
    in questi giorni a fatto già qualche fiori ma dopo qlc giorno sono seccati e caduti … come mai ?
    grazie Ramona

  56. Buongiorno Ramona,
    solitamente i melograni da frutto iniziano a fruttificare dopo 5/6 anni. Ti posso consigliare di concimarlo e di guardare se nei fiori ci sono afidi. Potrebbe essere la causa della caduta dei fiori. Per la potatura, sì, io la farei, non esagerata, ma solo per dargli una forma. Fa in modo che non ci siano troppi incroci di rami, così la pianta respira meglio. Spero di esserti stato d’aiuto.
    Grazie per il tuo commento e a presto,
    Davide

  57. sono una cittadina che ha da poco preso una piccola casetta con un enorme giardino e grandi alberi. il melograno (sempre grande!) è il mio preferito. Mai fatto niente e dà frutti lo stesso. Ma quest’anno voglio curarlo. Volevo solo ringraziarti per il tempo che dedichi agli imbranati alle prime armi come me senza chiedere nulla in cambio.

  58. @ Fiorella: grazie tante fiorella, il tuo commento è un grande complimento per me. Ti ringrazio ancora e… tanti buoni frutti per la prossina estate! 😉
    A presto,
    Davide

  59. Pingback: Agricoltura Web |
  60. Ciao Davide, il mio melograno finalmente ha cominciato a fruttificare con frutti molto belli e rossi e anche abbastanza grossi. Quando li posso raccogliere tenendo presente che ce ne sono ancora alcuni che devono maturare ed altri che sono ancora piccoli ? Quando potrò effettuare la potatura. Grazie come sempre della tua risposta.

  61. Ciao Ettore e scusami per il ritardo nella risposta. Intanto mi fa piacere che il tuo melograno ti regali tanti bei frutti. Quando sono rossi puoi pure raccoglierli. Anche quelli ancora gialli possono essere raccolti in questa stagione, almeno fino a fine mese. L’importante è che i chicchi interni siano rossi – quindi maturi e non acerbi. Per la potatura il mese di febbraio, prima della ripresa vegetativa, è ideale. Tuttavia se trovi rami secchi, o altri particolarmente lunghi puoi tagliarli anche in questo periodo, ma non esagerare. Tra le altre cose, i colori che via via assumono le foglie del melograno in autunno sono bellissimi – quindi perché privarti anche di questo piacere estetico? 😉
    A presto e grazie del tuo commento,
    Davide

  62. Grazie infinite Davide; sei sempre molto gentile, cordiale e pronto nelle tue risposte che ritengo essere sempre molto esaustive. ciao

  63. Grazie per le spiegazioni io ho un melo grano che fa frutti dai sette etti al chilo è passa l’uno per cui ho sempre paura di sbagliare il taglio per non rovinarlo però non riesco mai a farli maturare bene e si scoppiano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...