Tulips end. La fine dei tulipani

Il tempo dei tulipani

Il tempo dei tulipani è agli sgoccioli.

I petali si rattrappiscono, cadono. Rimangono solo gli steli, lunghi e solitari.

Le foglie verdi non vanno tagliate subito. Servono al bulbo per raccogliere le sostanze nutritive e le energie per risbocciare la prossima primavera.

tulips-end-01

Quest’anno nel mio orto c’erano circa 30 tulipani. I bulbi li comprai più di dieci anni fa, nei mercatini di fiori olandesi.

Al giorno d’oggi, nella società globale, andare in Olanda per acquistare bulbi di tulipani suona come un accordo dissonante. Non è più semplice acquistarli, magari, su internet? Forse, ma perdi tutta la ritualità del viaggio, oltre al fatto di incontrarti a tu per tu con una bellissima e nuova terra, e un popolo diverso dagli italiani. Anche loro hanno le stesse nostre cose: intendo le catene di negozi internazionali, tutti uguali, che tu sia in Italia, in Olanda, in Spagna. Per non cadere in una sterile omologazione preferisco cercare le piccole differenze di tutti i giorni.

Quando ritornerò in Olanda – se un giorno ci ritornerò – comprerò altri bulbi di tulipano per arricchire il mio orto, o forse per regalarli a qualche persona o amica, ché tanto nel mio orto 30 tulipani bastano e avanzano…

tulips-end-02

Annunci

Tulipani rossi

Venticinque tulipani sbocciano regolarmente ad Aprile nel mio orticello.

Nonostante il freddo arrivato in ritardo, è bastato un po’ di sole… ed ecco che loro aprono i loro petali e fanno sbocciare un fuoco rosso.

Le bulbose sono le piante da me più amate. Richiedono davvero pochissime cure. Certo, un po’ di manutenzione del terreno, una leggera arieggiatura. Ma poi fanno tutto da soli i tulipani. Ecco, quando sono sfioriti, lasciate le foglie verdi a prendere il sole. Così i bulbi recuperano tutte le energie, aiutati dal sole. Un felice aprile a tutti voi… e tanti bellissimi tulipani.

tulipani

Slow gardening

Ogni bulbo che viene piantato in autunno racchiude al suo interno tutto ciò di cui ha bisogno per produrre un fiore stupendo. Che meraviglia! Dopo la piantagione bisogna avere solo un po’ di pazienza: slow gardening. Fin dall’inizio della primavera potrai godere pienamente di colori vivaci e profumi freschi e dolci.

Mescolare si può!

In natura i fiori non crescono ordinatamente suddivisi per tipo né tanto meno disposti in file… È un grande miscuglio, assolutamente irresistibile. Se desideri assaporare la bellezza della natura nel tuo giardino, puoi optare per una miscela di varietà, colori e forme. Assegna il ruolo da protagonista a varietà dai fiori piccoli che conferiscono al giardino un aspetto spontaneo, come ad esempio il narciso di taglia piccola (Narcissus), il bossolo dei dadi (Fritillaria meleagris) e i tulipani botanici (piccoli tulipani selvatici con steli corti). Se ricorda un ambiente naturale, il giardino diventa un luogo perfetto in cui ritirarsi e ritrovare la pace dei sensi.

tulipani-christmas-dream
Tulipani “Christmas Dream”

Facile e selvatico

Molti bulbi primaverili sono adatti all’inselvatichimento. I cosiddetti bulbi da inselvatichimento si propagano autonomamente nel terreno; più facile di così non si può! Alcuni bellissimi bulbi da inselvatichimento sono ad esempio il croco (Crocus), il giacinto a stella (Scilla), la Camassia e l’Ipheion. I bulbi da inselvatichimento vanno piantati in punti in cui il terreno non viene lavorato (vangato o scavato). Questi bulbi si prestano perfettamente ad essere piantati, ad esempio, sotto alberi e arbusti che in primavera sono ancora spogli e nel prato.

Api felici

Anche le api approfittano con piacere dello slow gardening nel tuo giardino. Non appena inizia la primavera le api vanno in cerca di cibo, che trovano tra l’altro nei bulbi fioriti, quali i bucaneve (Galanthus), i crochi (Crocus) e i muscari blu (Muscari). Quanta vita nel tuo giardino! Piantando numerose varietà diverse di bulbi, dai anche un contributo positivo alla biodiversità. Un metodo alternativo consiste nello sparpagliamento. Acquista diversi tipi di bulbi da fiore, mescolali tutti insieme e sparpagliali sul prato o in una bordura in modo casuale. Pianta i bulbi (utilizzando un’apposita paletta) nel punto in cui sono caduti. A questo punto non ti resta altro che aspettare. La primavera seguente potrai ammirare il risultato!

tulipani-shirley
Tulipani “Shirley”

 

Suggerimenti

  • Crea il tuo proprio giardino di fiori da recidere con bulbi a fioritura primaverile, come i tulipani, i muscari blu e l’aglio ornamentale. Per un bell’effetto decorativo puoi collocarli in vaso insieme ad alcuni tralci fioriti.
  • Abbina i bulbi da fiore a piante perenni e annuali per ottenere un meraviglioso effetto naturale. Fai crescere l’aglio ornamentale tra i gerani e combina i muscari blu con i nontiscordardimé (Myosotis). Consulta un giardiniere o un progettista per studiare una soluzione per il tuo giardino e chiedi di includere anche bulbi a fioritura primaverile.
  • Per altre idee e suggerimenti sull’uso dei bulbi, visita il sito www.bulb.com.
muscari-baby-breath
Tulipani “Baby breath”

Tulipani…

Quest’anno nel mio orto giardino i tulipani si sono dati un gran daffare a far nascere tanti boccioli. Il segreto? Non lo so, ma lasciate che vi dia un’indicazione.

Il bulbo del tulipano se ne sta sempre sottoterra, giusto?

Quando spuntano le prime foglie queste assimilano dal sole le energie per la fotosintesi, e per dar forza e vigore al bulbo in primis, e poi al fiore. Quando il fiore sboccia e poi cadono – ahimè – i petali… non toglietegli le foglie.

Lo so che magari vedere quelle verdi foglie diventare gialle fino a seccarsi non è una bella visione. Ma è funzionale all’accumulo di energia per il bulbo. Così che fiorisca la prossima stagione. Vi mostrerò una foto delle foglie dei miei giacinti, che adesso, mentre sto scrivendo, vedo vicine alla finestra… ormai quasi secche. Non sarà un bello spettacolo, ma per i bulbi vuol dire tanto. Quindi, per concludere, lasciate che le foglie dei tulipani diventino secche. Cadranno da sole. Lasciate che la Natura faccia il suo corso. E il prossimo anno avrete dei bellissimi tulipani.

Gruppo di tulipani

48 tulipani

Ne ho contati 48 nel mio orto giardino.
Bulbi che ormai avranno una quindicina d’anni… forse di più. Piantati un giorno nel mio orto, spostati una volta, lasciati là. E loro ogni anno mi regalano tanti rossi delicati che primeggiano sull’orto quasi vuoto di aprile, e mi danno l’energia per iniziare a piantare qualcos’altro e affrettarmi nei lavori.
Peccato che i tulipani durano poco. Ma la bellezza della Natura sta anche in questo, nel distruggere le nostre certezze, perché la fine di questi tulipano è il loro nuovo inizio.

tulipani