Festival del Verde e del paesaggio a Roma

Dal 18 al 20 maggio i 20.000 mq quadrati del parco Pensile dell’Auditorium Parco della Musica di Roma vengono invasi da fiori, giardini, paesaggi, incontri, lezioni, moda, musica e teatro.
Cacciatori di piante, collezionisti del mondo vegetale, apostoli del giardinaggio e della vita all’aria aperta, esploratori di paesaggi e amanti del design si danno appuntamento al Festival del Verde e del Paesaggio. Un’esperienza immersiva con una identità forte, sorprendente, divertente e colta.

Sperimentazione, cultura, natura, condivisione, interazione. Sono queste le parole che ispirano il Festival che ogni anno torna a sorprendere e far discutere a riprova che il paesaggio è ricerca, dialogo e inclusione.

La collaborazione tra Altri paesaggi e Fondazione Musica per Roma, da vita al più innovativo evento nazionale capace di richiamare oltre 20.000 visitatori insieme ai massimi esperti e professionisti del settore. Un ibrido della sua specie, con portamento divulgativo, estetico, esperienziale ed esplorativo. I motivi del grande successo sono da ricercare nella formula che fonde il sapere scientifico, l’innovazione, design, vivaismo e paesaggismo in un appuntamento culturalmente e commercialmente vitale.

festival-verde-01

Gli espositori del Festival s’ispirano a criteri di avanguardia, sperimentazione e rispetto dell’ambiente in ogni campo di attività: progettazione, vivaismo, arredamento, mobilità, materiali, tecnologia, cibo, turismo per rispondere alle richieste di un pubblico sempre più esigente, preparato e consapevole, contribuendo all’affermarsi di una nuova coscienza ecologica, sociale, economica ed ambientale.

Anticipazioni

Botanica

Vi lascerete travolgere dall’ondata ultraviolet dei nostri vivai: le lavande profumate, i gerani odorosi dell’Inghilterra vittoriana, i garofani e i pelargoni rari, le ortensie antiche e i frutti di bosco, le iris barbate e le fidate tradescantie, il glicine vigoroso e i magnifici agapanthus.

Giardini

Il cambiamento climatico ha reso il giardinaggio un’arte estrema mettendo in discussione regole antiche. Potrete scegliere le bromelie per i giardini piovosi, epifite e tillandsie – le piante che bevono dalle nuvole – per quelli asciutti; le aizoaceae sono ideali per i giardini aridi con piogge intense, i cactus per quelli aridi ma con la nebbia.

In mostra tre importanti allestimenti di giardini estremi.

Il giardino mediterraneo invade le gradinate d’ingresso come a Babilonia. Con i profumi di essenze capaci di fiorire anche in condizioni di forte caldo, vento e salsedine.

Il giardino di tillandsie è pronto a stravolgere per la sua bellezza e leggerezza con nuvole fluttuanti di epifite dalle tonalità che vanno dal grigio al verde squillante e texture affascinanti.

Il giardino di cactus, la pianta più cool del momento protagonista di un pezzo di deserto portato al centro di Roma, esemplari maestosi e rari dai nomi bizzarri e spesso impronunciabili, conquistano con le loro forme architettoniche e fioriture spettacolari.

festival-verde-02

Paesaggio

Avventure creative – carpet garden – concorso di progettazione di giardini. Il giardino diventa un tappeto, un micro paradiso portatile capace di narrare un racconto intenso e coinvolgente, capace di evocare ricordi o suggerire comportamenti.

Balconi per Roma – concorso di progettazione under 30. Divertenti e provocatorie le realizzazioni di questa edizione, i balconi interpretano in modo dinamico e critico l’evoluzione del paesaggio urbano ed il violento processo di consumo di città e territorio, si riempiono di verde e trasformano i nostri orizzonti.

 

Lifestyle

Il Festival è il posto ideale per trovare le ultime tendenze per trasformare il balcone in un piccolo giardino, riempire il terrazzo con poltrone, tappeti, cucine di design o invadere il salotto con micro giardini, terrari e kokedama. I cactus entrano in casa, le foglie creano paradisi esotici sul muro e ombre misteriose in giardino, il bouquet di fiori si trasferisce su abiti e gioielli.

L’outdoor di Ethimo rappresenta il più puro, sofisticato e pregiato italian style, quello che fa star bene chi lo abita. Firmato dai maggiori interior designes internazionali, Ethimo porta il giardino in casa e il salotto in terrazza, dentro e fuori si mescolano e si confondono per ricreare, tutto l’anno, atmosfere mediterranee, grazie ai colori alle texture, ai nuovi materiali e al design.

festival-verde-03

Sfila al Festival la capsule collection di 15 capi di haute couture di Alberta Florence, omaggio all’architettura delle serre e delle limonaie tipiche dei giardini italiani fra ‘700 ed ‘800. Gli abiti celebrano questi luoghi di delizia rigogliosi e ricolmi di colori e profumi, spazi sospesi dove si intrecciano fiori e ninfe.

Una lezione di giardinaggio, uno spettacolo teatrale, una riflessione sulla vita. L’ultima proposta di Lorenza Zambon racconta con leggerezza e ironia del suo giardino, perenne luogo di scoperte e sorprese.

festival-verde-05

Il Festival dei bambini. Botanica, ecologia, paesaggio, natura, biodiversità: sono queste le parole chiave della sezione dedicata ai giovanissimi visitatori del Festival, dove l’approccio scientifico e ludico li accompagnerà alla scoperta di mondi nuovi ed affascinanti.

festival-verde-04

Scuola di giardinaggio. Scegliere le piante, fare le liste dei desideri, ascoltare il genius loci, osservare la luce ed i colori ma anche rispettare budget e tempistiche. E’ questo l’approccio delle lezioni dedicate a chi desidera imparare, sperimentare, approfondire tutto sulle piante, sui giardini e sui giardinieri.

 

 

INFORMAZIONI

18 19 20 maggio: Auditorium Parco della Musica

Giardino pensile. Orario: 10.00 – 20.30

biglietto intero € 10.00 – prevendita € 8.00

Annunci

Leggi la musica dell’orto, by Hortus Urbis

Siamo lieti di invitarvi, Domenica 29 MAGGIO alle 11.00, alle attività primaverili all’aria aperta per grandi e piccini all’Hortus Urbis, l’orto antico romano nel Parco dell’Appia Antica.

Alle 11.00 – LEGGI LA MUSICA DELL’ORTO | Laboratorio per bambini, a cura di A&A Music
Leggere le note giocando, in armonia tutti insieme. Non è necessario avere precedenti conoscenze o abilità musicali … basterà farsi guidare dai colori. Immersi tra i fiori avvicinarsi alla musica, grandi e piccoli, esperti e semplici amatori!

– Dai 4 anni
– Durata: circa 60 minuti
– Registrazione 15 minuti prima dell’inizio del laboratorio
– Iscrizioni online entro le ore 13 di venerdì 27 Maggio con una email a hortus.zappataromana@gmail.com oppure sul posto fino ad esaurimento delle disponibilità
– Quota di partecipazione:
8 euro a bambino con pagamento anticipato online (6 euro con la Carta amici del Parco)
10 euro a bambino con pagamento sul posto(8 euro con la Carta amici del Parco)
Il pagamento anticipato non sarà restituito, salvo che il laboratorio sia annullato per motivi meteo o altri motivi particolari. In tal caso il pagamento effettuato può essere utilizzato in uno dei prossimi laboratori in programma effettuando la prenotazione e segnalando il pagamento annullato in precedenza.

Vedi la locandina e i dettagli del programma completo: www.hortusurbis.it

Si ricorda che l’area è dotata di zona pic nic per coloro che volessero trattenersi anche per il pranzo.

musica-in-orto

Università green all’Hortus Urbis

L’orto come palcoscenico … dove imparare, condividere saperi, divertirsi

A febbraio, in attesa dell’arrivo della primavera, all’Hortus Urbis ci si sporca le mani nella natura con un intenso calendario di appuntamenti per condividere i saperi sul giardinaggio e la coltivazione.

Le attività iniziano sabato 6 con i lavori di giardinaggio aperti a tutti (grandi e piccoli, esperti e neofiti, singoli, famiglie e gruppi) per collaborare nei lavori stagionali dell’orto al fine di rendere l’Hortus Urbis più accogliente e bello. Si tratta dell’appuntamento per i volontari che donano un po’ del loro tempo alla manutenzione dell’orto.

Le attività proseguono sabato 13 febbraio con un corso di cesteria “dal ramo al cesto” in cui, sotto la guida di un esperto etnobotanico, ognuno realizzerà nell’arco della giornata un cesto in vimini con le proprie mani da portarsi a casa.

Sabato 20 febbraio si avvierà il corso di giardinaggio pratico con un esperto agronomo. Il corso, giunto alla sesta edizione metterà i partecipanti nelle condizioni di potersi prendere cura di un orto giardino grazie ai saperi pratici e teorici acquisiti sul terreno, la pianta e la loro gestione, le consociazioni, le semine, i trapianti, l’irrigazione antica prima degli impianti di irrigazione moderni, la difesa delle piante da malattie e parassiti.

Per la partecipazione al corso di giardinaggio vi saranno dei posti gratuiti riservati ad insegnanti delle scuole romane per sensibilizzare sul tema degli orti la scuola , ritenuta una priorità anche a livello internazionale.

Sabato 27 febbraio vi sarà un corso sulle potature e la cura degli alberi da frutto e sabato 5 marzo un corso sulle potature e sul significato delle rose alla presenza degli esperti tecnici dell’Orto botanico e del Roseto comunale.

Domenica 20 marzo, in occasione della festa di avvio dei laboratori didattici per i bambini della stagione, si svolgerà un appuntamento cittadino per lo scambio di semi e piante aperto a tutta la cittadinanza e l’inaugurazione di una biblioteca mobile dell’orto con libri di divulgazione e specialistici sul tema del giardinaggio ed una sezione per l’infanzia.

Hortus Urbis

L’Hortus Urbis è un progetto sperimentale sullo spazio pubblico e la biodiversità gestito dall’associazione Zappata Romana in collaborazione con il Parco dell’Appia Antica. E’ nato nel 2012 a Roma in un’area verde non utilizzata nella cornice del Parco dell’Appia Antica destinandola a spazio condiviso e ad orto a vocazione didattica con piante utilizzate ai tempi dell’antica Roma selezionate fra quelle scoperte negli scavi di Pompei o citate da Columella, Plinio il Vecchio, Catone, Virgilio.

Le finalità del progetto riguardano tanto gli aspetti naturali quanto quelli culturali. Si tratta di un progetto di educazione al rispetto e alla tutela del patrimonio storico-artistico e più in generale dell’ambiente.

Presso l’Hortus Urbis si tengono tutte le domeniche primaverili laboratori per bambini che hanno come fulcro centrale la natura e la cultura. Sono previsti moduli educativi in collaborazione con associazioni e gruppi attivi sul territorio che riguardano il giardinaggio, la cucina, la pittura, la musica. Durante la settimana vengono ospitate le scuole del territorio. Sono inoltre previsti corsi per adulti non solo di giardinaggio, ma anche di conoscenza delle piante spontanee, recupero di antichi saperi, cucina, e acquerelli.

Per maggiori informazioni: www.hortusurbis.it

Hortus Urbis

Festival del Verde e del Paesaggio: la Scuola

gs987-festival-verde-e-paesaggio

Il giardinaggio è un’arte, una scienza, un gioco: è questo l’approccio delle lezioni a cura del Festival del Verde e del Paesaggio con esperti vivaisti, giardinieri professionisti, architetti del paesaggio e docenti di altissimo livello.

Un incantevole giardino segreto ai piedi del Gianicolo, nel cuore di Roma, per chi desidera imparare o approfondire tutto sulle piante, sui giardini e non solo.

Obiettivo dei nuovi corsi in partenza dal 30 Gennaio 2016 è dare una formazione completa con attenzione sia alla parte teorica che pratica: sarà infatti possibile piantare e veder crescere un vero orto, un giardino, allestire un terrazzo o un balcone, conoscere i segreti di singole varietà botaniche, studiare con importanti garden designers.

Il palinsesto didattico:
A lezione dai vivaisti – Inizio incontri 30 Gennaio 2016
Sei appuntamenti dedicati alla conoscenza di alcune tra le piante più amate tenute da importanti vivaisti e produttori italiani.

Terrazzi e Balconi a cura di Blu Mambor – Inizio corso 9 Febbraio 2016
Le piante, i vasi, le luci, la copertura, l’arredamento, l’impianto d’irrigazione, in otto lezioni il corso fornisce gli elementi di botanica, progettazione e composizione per poter creare un giardino sul nostro terrazzo o balcone.

Il Giardino Mediterraneo a cura di Blu Mambor – Inizio corso 9 Febbraio 2016
Come progettare un giardino mediterraneo, fioriture ricche e prolungate, colori e profumi inconfondibili: le piante del bacino mediterraneo sono ideali per creare un giardino di facile manutenzione e di grandissimo fascino.

Garden design a cura di Carlo Contesso – Inizio corso 8 Febbraio 2016
Imparare a progettare e realizzare il proprio spazio verde attraverso le liste dei desideri, il genius loci, la scelta dei materiali e quella delle piante.

Planting design a cura di Carlo Contesso – Inizio corso 8 Febbraio 2016
Per progettare con le piante c’è bisogno di valutazioni estetiche, conoscenze compositive, colturali ed ecologiche, tutte necessarie al successo del nostro progetto assicurandoci le condizioni ideali in cui le piante crescono.

Giardinaggio a cura di Federico Barbariol – Inizio corso 11 Febbraio 2016
Il corso in otto lezioni insegnerà a riconoscere le piante, le loro necessità, lo sviluppo, la riproduzione e le principali patologie.

Giardinaggio avanzato a cura di Federico Barbariol – Inizio corso 11 Febbraio 2016
Il corso teorico e pratico si rivolge a chi vuole approfondire argomenti e tecniche di giardinaggio ed ha una buona conoscenza delle piante e della loro coltivazione.

Verde verticale a cura di Monica Sgandurra – Inizio corso 10 Febbraio 2016
Il corso vuole esplorare le diverse tipologie del verde verticale fino all’ultima innovazione, il muro vegetale.

Disegno botanico a cura di Marta Materni – Inizio corso 3 Febbraio 2016
Il corso permetterà a chi muove i primi passi nell’ambito del disegno di acquisire i fondamenti tecnici necessari per arrivare a riprodurre correttamente un’immagine tridimensionale su carta.

Acquerello botanico a cura di Marta Materni – Inizio corso 3 Febbraio 2016
Rivolto a chi già possiede la capacità di costruire un’immagine tridimensionale su carta, il corso intende fornire nozioni di base sul modo migliore di sfruttare questa tecnica, sicuramente la più nota, in funzione delle esigenze specifiche dell’illustrazione botanica.

Per maggiori informazioni: www.festivaldelverdeedelpaesaggio.it/la-scuola

Tre passi nella botanica…

Erbacce del Parco dell’Appia Antica: 19 aprile, 26 aprile e 3 maggio

gs840-3passi-nella-botanica-A

Corso pratico e teorico di botanica per imparare a riconoscere le specie vegetali del Parco dell’Appia Antica, esplorando prati e boschi parlando degli usi in cucina, in medicina e nell’artigianato delle specie osservate.

Si imparerà ad utilizzare le guide e speciali chiavi botaniche per poter determinare autonomamente le specie vegetali e scoprire l’importanza e l’utilità dei nomi scientifici delle piante.

Il corso permetterà inoltre di approfondire le tecniche di riproduzione e moltiplicazione delle piante, realizzando una aiuola dedicata alle piante spontanee viste e raccolte durante le escursioni, scelte fra quelle già utilizzate in antichità.

Le lezioni saranno tenute da Giovanni Salerno, botanico, amico di Hortus Urbis.

Il corso completo è articolato in tre incontri, dalla mattina alla sera, che si terranno il 19 aprile, il 26 aprile e il 3 maggio, prevedendo di lezioni sul campo di approfondimento e laboratori OPEN.

Oltre a partecipare al corso completo vi è la possibilità di partecipare alle singole lezioni OPEN.

Primo passo – 19 aprile

10 – 13 Lezione su campo e in sede per imparare a determinare le specie vegetali utilizzando le guide botaniche e le chiavi analitiche.

14 – 17 OPEN Ri-Conoscere le piante dei prati, dei boschi e dei cespuglieti. Laboratorio pratico e lezione sul campo nel Parco dell’Appia Antica.

Secondo passo – 26 aprile

10 – 13 Lezione su campo e in sede per imparare a riconoscere le caratteristiche delle principali famiglie botaniche della flora italiana.

14 – 17 OPEN: Le specie spontanee e i loro usi in cucina, in medicina e nell’artigianato. Laboratorio pratico e lezione sul campo di etnobotanica nel Parco dell’Appia Antica.

Terzo passo – 3 maggio

10 – 13 Laboratorio pratico per approfondire le tecniche di riproduzione e moltiplicazione delle piante e per acquisire nozioni e curiosità sul mondo vegetale.

14 – 17 OPEN: Alla scoperta di specie rare o curiose e per osservare i sorprendenti adattamenti delle piante all’ambiente. Lezione sul campo nel Parco dell’Appia Antica.

Partecipare al corso completo

Il corso è a numero chiuso: 10/15 partecipanti.
Costo del corso completo, comprensivo di eventi “OPEN”: 60 € + 5 € Carta Amici
Per informazioni e per iscriversi: hortus.zappataromana@gmail.com
Partecipare alla singola lezione OPEN

Gli eventi OPEN saranno aperti ad altre persone interessate fino a max 25 partecipanti complessivi.
Costo di ciascun evento OPEN: 20 € + 5 € Carta Amici
Per informazioni e per iscriversi: hortus.zappataromana@gmail.com
Vedi la locandina e i dettagli del programma completo: www.hortusurbis.it

gs840-3passi-nella-botanica-B

Il quaderno delle mie storie all’Hortus Urbis

Siamo lieti di invitarvi alle attività autunnali all’aria aperta per grandi e piccini dell’Ottobrata Romana all’Hortus Urbis, l’orto antico romano nel Parco dell’Appia Antica.

Domenica 19 ottobre alle 11,00 vi sarà il laboratorio IL QUADERNO DELLE MIE STORIE, a cura dell’Associazione “Ersilia M.”.

Giannino (Stoppani) e Colomba (Toscani) sono i protagonisti di due grandi romanzi per ragazzi, scritti in epoche diverse e con stili diversi.

Giannino e Colomba affidano alle pagine di un quaderno i loro pensieri più segreti, le riflessioni, i sogni a occhi aperti. Sulle pagine di un quaderno si possono racchiudere piccoli oggetti che evocano belle avventure, semi e foglie, ritagli di giornale, biglietti, disegni, e tanto altro. Un quaderno è come uno scrigno, dove appuntare pensieri e desideri e dove conservare piccoli ricordi.

Dopo aver ascoltato alcune delle storie di Giannino e Colomba, costruiremo i nostri quaderni.

Facciamolo insieme, ognuno con il proprio gusto e colori, Giannino (Stoppani) e Colomba (Toscani) ci aiuteranno…

Da 5 anni in poi
Alle 10.45 registrazione
Quota di partecipazione: 8 euro a persona (max 1 adulto per bambino)
Durata: circa 90 minuti
Prenotazioni: entro le 18 di venerdì 17 Ottobre (o iscrizioni sul posto fino ad esaurimento dei posti): hortus.zappataromana@gmail.com

In caso di pioggia le attività saranno spostato ad altra data.
Vedi la locandina e i dettagli del programma completo: www.hortusurbis.it
Si ricorda che l’area è dotato di zona pic nic per coloro che volessero trattenersi anche per il pranzo.

Segnaliamo che è attiva una convenzione tra Hortus Urbis e Teatro di Roma per i partecipanti ai laboratori dell’Hortus Urbis, che da luogo a facilitazioni per gli spettacoli del Teatro dei ragazzi in scena al Teatro India.

gs756_locandina-19-ottobre-2014

Riprendono le attività all’Hortus Urbis

Torna la grande bellezza di stare in mezzo alla storia e alla natura con l’arrivo della primavera all’Hortus Urbis, l’orto didattico antico romano nato dal progetto sperimentale sullo spazio pubblico e la biodiversità di Zappata Romana e del Parco dell’Appia Antica dedicato ai bambini romani e non solo.

L’Hortus Urbis è un orto-giardino lungo l’antico Almone a due passi dalla via Appia Antica, la Regina Viarum. Il progetto è inedito non solo per il tema scelto, l’orto antico romano con vocazione didattica, ma anche per la modalità di realizzazione che ha visto il contributo corale e generoso di tante realtà che hanno in comune l’essersi “rimboccate le maniche” per recuperare aree abbandonate a Roma per restituirle all’uso di tutta la cittadinanza.

Riprendono il 23 marzo le attività al pubblico con i laboratori domenicali all’aria aperta per bambini, che proseguiranno per tutta la stagione. La FESTA DI PRIMAVERA DEL 23 MARZO 2014 sarà occasione anche per festeggiare il secondo compleanno dell’orto con attività per grandi e piccini: baratto di piante e semi; laboratori di giardinaggio, pic nic, laboratori di narrazione e la presenza di una bici-biblioteca.

Le novità per il 2014 sono molte per un Hortus Urbis come meta romana privilegiata in vista dell’EXPO 2015:

Sabato 29 marzo si avvierà il Corso per adulti “Giardinaggio e orticultura: dalla teoria alla pratica”, tenuto da un esperto di orticoltura naturale e verde ornamentale articolato in 4 appuntamenti,ognuno con una parte sia teorica che pratica. Le attività per gli adulti proseguiranno nei mesi di aprile, maggio e giugno con corsi di acquerello nell’orto, cucina, potature, treeclimbing, fitolimurgia, riconoscimento di piante spontanee.

proposte di attività all’aria aperta per un posto privilegiato per i bambini con: giardinaggio, laboratori per dipingere con la terra e con le piante tintorie; di teatro, storytelling, lettura e scrittura; di acquarello, riciclo, compostaggio, disegno, creatività, bicicletta. biodiversità; di cucina o del gusto; o semplicemente per arrampicarsi sugli alberi;

attività delle scuole che consentirà loro di sostenere e partecipare al progetto Hortus Urbis attraverso diverse formule che vanno da visite guidate, ai laboratori tematici o all’adozione di aiuole o piante antiche;

Scambiate la giacca con una zappa!”:l’orto e le attività di giardinaggio sono il teatro per lo sviluppo del lavoro di squadra per le aziende che vogliono partecipare al progetto Hortus Urbis e attivarsi concretamente nella salvaguardia del territorio;

forno popolare di quartiere”: apertura del forno in terra cruda dell’orto per tutti coloro che vogliano utilizzarlo per cuocere il proprio pane e altri alimenti di propria produzione;

attività collettive il primo sabato di ogni mese di lavoro all’orto aperte a tutti, esperti o meno, che hanno voglia di sporcarsi le mani, imparare facendo e conoscere altre persone;

in assenza di sovvenzioni pubbliche quest’anno è stata avviata una raccolta di fondi per accrescere e migliorare le attività e il numero di piante attraverso il sito www.hortusurbis.it.

Tenetevi liberi, il 23 marzo si festeggia presso l’ex Cartiera Latina a via Appia Antica 42/50. Un appuntamento da non mancare nella giornata ecologica del Comune di Roma che prevede il blocco del traffico. Venite a piedi, in bicicletta o con l’autobus!

logohortusurbis