Lunga vita ai rododendri

Orticolario ha salvato dall’eliminazione cento rododendri e li ha donati al parco storico di Villa Erba. Sono stati messi a dimora per abbellire e qualificare uno dei viali di accesso al polo espositivo. Un piccolo gesto che contribuisce alla valorizzazione del parco come bene territoriale

Cernobbio (CO), 9 luglio 2018Quando si dice una buona novella. Un gesto semplice che può passare inosservato, ma che rappresenta un segnale positivo di valorizzazione del territorio. Un piccolo passo per fare cultura del verde, concreta e verace. Orticolario ha recuperato cento esemplari di Rhododendrondestinati all’eliminazione e li ha donati a Villa Erbaper qualificare e abbellire ulteriormente il parco storico: contraddistinta da un’ampia varietà di colori, la collezione è stata messa a dimora lungo uno dei viali di accesso al polo espositivo. Un atto di sensibilità che contribuisce allavalorizzazione del parco storico di Villa Erba come bene territoriale. Un fatto che mette in evidenza il doppio valore di Orticolario, ambientale e sociale(ricordiamo infatti che lo scopo dell’evento è raccogliere fondi per associazioni del territorio impegnate nel sociale, i cui volontari collaborano attivamente alla buona riuscita della manifestazione). Un gesto di generosità nei confronti del Parco di Villa Erba, normalmente poco colorato, con l’intenzione di stimolo ad avviare un percorso di arricchimento botanico.

Se, come si legge dalle intenzioni dell’attuale presidenza, è auspicabile una maggiore fruibilità del parco da parte del pubblico, bisognerà arricchirne l’offerta di colori e profumi – commentaMoritz Mantero, presidente di Orticolario– Orticolario vuole contagiare bellezza, creare atmosfera nel rispetto di chi, in quella villa e in quel parco, voleva ritornare ogni estate. Siamo positivi nel pensare che, nel tempo, una maggiore attrattiva del parco farà bene a Villa Erba, per avviare nuovi progetti”.

Insomma, nella celebrazione della decima edizione di Orticolario l’amicizia e la collaborazione con Villa Erba fanno fiorire il parco. Una donazione vegetale per confermare le radici comuni.

La collaborazione con Orticolario si inserisce perfettamente nel nuovo piano di sviluppo di Villa Erba– interviene Filippo Arcioni, presidente di Villa Erba – La donazione dei rododendri è un gesto nobile che aiuta a rendere ancora più variegato e attraente il nostro parco. Uno degli obiettivi che ci siamo posti nel breve termine è infatti quello di aprire e rendere maggiormente fruibile l’intero compendio di Villa Erba (Villa Storica, parco e galoppatoio) al pubblico, anche con uno spazio alla bellezza e alla cultura. Abbellire il parco storico è, senza alcun dubbio, un segnale forte di attenzione e di valorizzazione del nostro territorio”.

Annunci

La spettacolare conca dei rododendri

Un weekend del Primo maggio all’aria aperta nella natura dell’Oasi Zegna, il parco naturale di Trivero (BI) dove i visitatori potranno ammirare in fiore la meravigliosa la Conca dei Rododendri, che trasforma il paesaggio in una tavolozza di colori di straordinaria bellezza. Voluta da Ermenegildo Zegna che mise a dimora azalee, dalie, ortensie e centinaia di rododendri, la Conca dei Rododendri ha assunto la fisionomia attuale grazie al grande architetto paesaggista Pietro Porcinai e al recente intervento dell’architetto Paolo Pejrone.
Inoltre, in occasione della fioritura dei rododendri che raggiunge il massimo dello splendore alla metà del mese di maggio, Oasi Zegna organizza due eventi per il pubblico. Il primo è la mostra “Flower Landscapes: Tessuti. Fiori. Ricette”, dedicata ai fiori impressi nei tessuti del fondo Heberlein, parte preziosa dall’archivio Zegna, e alla fioritura delle piante acidofile che colorano il paesaggio dell’Oasi. L’esposizione si terrà dal 16 maggio al 28 giugno. Per informazioni e prezzi fai clic qui.
Il secondo appuntamento è la passeggiata con una guida naturalistica nella conca dei rododendri che si terrà domenica 17 maggio alle ore 10.30, con partenza dal Centro Zegna Zegna

OASI ZEGNA
L’Oasi Zegna, nata nel 1993 come progetto di valorizzazione ambientale su un’ampia area montana nelle Alpi Biellesi (100km2), oggi è diventata un toponimo. Attraversata dalla strada statale Panoramica Zegna, da Trivero (mt 800 di altitudine, sede ancora oggi del Lanificio Ermenegildo Zegna) alla Valle Cervo offre una spettacolare balconata sulla Pianura Padana e suggestivi scorci sull’Alta Val Sessera.
Oasi Zegna fa parte del network Grandi Giardini Italiani – che riunisce i più bei giardini visitabili – e aderisce al progetto “100 Giardini per EXPO 2015”, un itinerario progettato da Grandi Giardini Italiani in occasione di EXPO Milano 2015, che guiderà i visitatori alla scoperta dei più bei giardini visitabili d’Italia e Canton Ticino con orti, vigneti e frutteti.
Per ulteriori informazioni: www.grandigiardini.it

I prossimi appuntamenti
Dall’1 al 3 maggio Oasi Zegna sarà presente alla ”Tre giorni per il Giardino” del Castello di Masino –FAI con laboratori didattici sul tema dell’orto per i bambini, una conferenza sul Forest Bathing e lezioni sull’impiego dei fiori in cucina. Ulteriori dettagli fai clic qui.
Il 9 e 10 maggio 2015 Oasi Zegna organizza un “Trekking fotografico”, due giorni e una notte di fotografia a Bielmonte, su una delle più spettacolari balconate naturali che si affacciano sulla Pianura Padana, per imparare le tecniche della fotografia naturalistica, paesaggistica e notturna.

GRANDI GIARDINI ITALIANI
Grandi Giardini Italiani è la rete di giardini d’eccellenza fondata nel 1997 da Judith Wade, inglese di nascita ma italiana d’adozione.
Grandi Giardini Italiani, di cui fanno parte ben 122 giardini in 11 Regioni italiane, si pone come riferimento per il cosiddetto Horticultural Tourism, un settore in costante espansione grazie all’interesse culturale crescente di Italiani e stranieri verso il patrimonio pubblico e privato costituito dagli splendidi giardini all’italiana di cui il nostro Paese è ricco. Un trend ormai inarrestabile, che nel 2014 ha registrato oltre 8 milioni di visitatori solo nei giardini della rete.
Grandi Giardini Italiani è un marchio di qualità e, grazie agli elevati standard di manutenzione e gestione richiesti ai giardini per entrare a far parte del network, è anche sinonimo di eccellenza e sensibilità alla cultura del verde.