Il caldo, il sole, l’orto

Trentadue gradi all’esterno. Ventisette dentro a casa.

È luglio, e non me ne stupisco. Anzi ringrazio. E l’orto ringrazia con me. Con il lockdown dei mesi scorsi non ho seminato o piantato come avrei voluto. Ma la terra mi ha fatto dei regali. Tanti pomodoro. Quando son nate le prime piantine, un po’ qui un po’ là, senza un ordine prestabilito, non sapevo che tipo di pomodoro fossero, ma adesso che i primi frutti sono nati li riconosco. Bellissimi pomodoro ciliegio, ancora verdi, ma dei bei grappoli che penzolano dai robusti steli della pianta.

Pomodoro cieligino

Il segreto perché i pomodoro nascano spontanei? Semplice. Lasciateli cadere, quei pochi che nn raccogliete. Poi la natura fa il resto. L’unico inconveniente e che non potete immaginare il posto esatto dove nasceranno. Così nel mio orto uno è cresciuto pericolosamente vicino al filo dove si stende il bucato – e le foglie del pomodoro macchiano, attenzione! Altre son cresciute sotto alle melanzane, che queste sì ho comperato al consorzio agrari. Un altro ancora è cresciuto accanto ai gigli, ma poco male, lo spazio c’é.

Con il caldo anche qualche cetriolo sta maturando e le zucche sono due. Piccoline ma belle. Chissà se ne matureranno altre…

Raccomandazioni? Annaffiare, alla sera, così il caldo non fa evaporare l’acqua. Sia la zucca che il cetriolo sto colture che necessitano di acqua. Il pomodoro resiste anche se non lo annaffiate, ma un po’ d’acqua anche a lui, per non fare torti nell’orto 😉

Cetriolo
Zucca

Gli ultimi pomodori

«Che spettacolo deprimente» qualcuno potrebbe dire nel vederli così svuotati dai moscerini. Senza più una foglia verde. Appesi al ramoscello che è diventato di un marrone scuro, rinsecchito, quasi per miracolo, pronti a cadere al suolo o a scomparire nelle nebbie dell’autunno.

Eppure è un processo normale e necessario. Ritornerà la prossima estate il pomodoro ciliegino, tutto rosso e rotondo, vispo e allegro, a cantare nelle giornate di sole.

[…]

pomodoro ciliegino

I primi pomodorini

Ma che ritardo ragazzi! Ieri ne ho mangiati 3 (tre di numero!) con l’insalata e la mozzarella. Ma adesso che ci hanno preso gusto a maturare, mi farò dei pranzi più ricchi. Quest’anno, come dicevo con Liliana, è andata così. Le piogge continue, il sole in ritardo, e in ritardo anch’io a seminare.

L’orto è rimasto povero di colture, ma mi accontento comunque. E poi per piantare c’è sempre tempo… pensavo a qualche coltura per l’autunno. Godiamoci intanto questa estate ritardataria!

gs720_pomodoro-ciliegino

Raccolti sostanziosi

Ecco che Luglio porta tanti frutti nell’orto, tutti da raccogliere e consumare.
Cetrioli, zucchine, melanzane, cappucci, pomodori datterino e pomodori ciliegino.
Verdura ogni giorno, ma è buona. Ed è anche buono nutrirsi con prodotti di stagione.
Da quanto non mangio carne? Due, anche tre settimane. Meglio così.

Con il caldo la carne fa caldo! Perché pensate che i musulmani non mangiano carne di maiale? Sì, per motivi religiosi. Ma le norme religiose sono anche (inizialmente) norme igieniche (l’antropologia insegna). Provate voi a mangiarvi uno stinco di maiale nel deserto, con temperature intorno ai quaranta gradi!

Meglio una limonata.
😉

h474_prodotti_luglio