Orticolario… apre la biglietteria online!

È aperta la biglietteria online di Orticolario, dove è possibile acquistare entro la mezzanotte del 25 settembre 2016 il biglietto di ingresso alla tariffa scontata di 15,00 euro. Successivamente il costo del biglietto alle casse e online sarà di 17,00 euro.

Qui la prevendita online dei biglietti

orticolario-2

L’ottava edizione di Orticolario, l’evento dedicato alla passione per il giardino e alle sue capacità di …trasmettere emozioni… esprimendo bellezza ed eleganza si terrà dal 30 settembre al 2 ottobre 2016. A Villa Erba (Cernobbio, Lago di Como), ci si farà guidare dal sesto senso. Titolo di quest’anno: “Il risveglio”.

Il fiore di questa ottava edizione è l’Anemone, il fiore del vento.

Quest’anno il Premio “Per un giardinaggio evoluto” verrà consegnato al paesaggista spagnolo Fernando Caruncho “Per l’armonia che sa infondere ai suoi progetti di paesaggio, nei contesti più diversi, trovando sempre stimolanti punti di contatto fra filosofia e arte dei giardini, storia e botanica, cultura e natura”.

orticolario-3

Come sempre Orticolario si aprirà alle contaminazioni tra arte, design, spazi creativi, moda e molto altro…

Orticolario dedica una speciale attenzione alla solidarietà. Da sempre, i contributi raccolti nel corso della manifestazione sono destinati a finalità benefiche a favore di associazioni del territorio che si occupano di persone disagiate.

ORARI DI APERTURA AL PUBBLICO
Venerdì 30 settembre e sabato 1 ottobre: 9.00 – 19.30
Domenica 2 ottobre: 9.00 – 19.00

INGRESSO
Alle biglietterie: Euro 17,00 intero – ridotto Euro 14
Online: Euro 15 (entro il 25 settembre)
Ridotto speciale Euro 12,00 (tutti i giorni a partire dalle ore 17.00)
Gratuito fino a 14 anni

Per informazioni: www.orticolario.it

Tra lago e ortensie

Domenica 26 giugno, dalle ore 10.30 (ritrovo alla Serra), l’Associazione Villa del Grumello e Orticolario presenteranno il nuovo percorso botanico delle ortensie nel Parco di Villa del Grumello a Como.

Nel corso della giornata saranno proposte diverse attività e si potrà scoprire l’ampia collezione di ortensie dei vivai Anna Peyron e Borgioli Taddei, provenienti da Orticolario 2015 e acquisite dall’Associazione Villa del Grumello nell’ambito del proprio progetto di valorizzazione del Parco secolare, che fa parte della rete di Grandi Giardini Italiani.

La messa a dimora nel Parco del Grumello è stata realizzata con la collaborazione dell’Istituto professionale agroambientale San Vincenzo di Albese con Cassano.
Saranno presenti Eva Boasso Ormezzano, ricercatrice e collezionista e Saskia Pellion di Persano dei Vivaio Anna Peyron.

Saranno previste diverse iniziative gratuite per grandi e bambini come le visite al Parco e i laboratori botanici creativi. Sarà inoltre allestito un punto vendita di ortensie nel parterre della Villa, con la possibilità di ricevere consigli dagli esperti.

Per l’occasione, il consueto punto di ristoro nella Serra del Grumello proporrà per pranzo un particolare menù a cura di Granafine in collaborazione col ristorante Cibooooh e per i più piccoli una gustosa “merenda come una volta”.

È gradita la prenotazione via email al pranzo e alla merenda.

Il parco del Grumello sarà aperto come di consueto dalle ore 10 alle ore 18.

tra lago e ortensie

IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA

ore 10,30 – SERRA
Presentazione del percorso botanico e della collezione di ortensie
saluto di Filippo Arcioni, CEO Sviluppo Como, Emilio Trabella, Paesaggista e Moritz Mantero, Presidente Orticolario
Introduzione a cura di Eva Boasso, ricercatrice e collezionista e Saskia Pellion di Persano, Vivaio Anna Peyron

ore 11-12,30 – PARCO
Percorso botanico dedicato alla collezione di ortensie del Parco del Grumello
a cura di Eva Boasso e Saskia Pellion

ore 15-16 – PARCO
Percorso botanico e visita del parco
a cura di Scuola San Vincenzo

ore 15-16 – SERRA
Laboratorio “PICCOLI BOTANICI…in erba”
Tecnica di essicazione di fiori e foglie per fare un erbario a cura di Eva Boasso
Max 20 bambini, età 6-12 anni,

ore 16-17 – PARCO
Percorso botanico dedicato alla collezione di ortensie del Parco del Grumello
a cura di Eva Boasso e Saskia Pellion

ore 16-17,30
Merenda “Come una volta” per i più piccoli
A cura di Granafine

ore 17-18 – PARCO
Percorso botanico e visita del parco
A cura di Scuola San Vincenzo

dalle ore 10.00 – SERRA
Punto di ristoro
a cura di Granafine e ristorante Ciboooooh

ore 10,30 – 17,30 – PARCO parterre VILLA
Punto vendita delle ortensie di Orticolario e libri sul tema di Eva Boasso, con i consigli dell’esperto.
A cura di Orticolario, con Scuola san Vincenzo

Il parco del Grumello sarà aperto come di consueto dalle ore 10 alle ore 18.

Per informazioni
Villa del Grumello
Web: villadelgrumello.itEmail
tel. +39 0312287620

Il contagio della bellezza

IL GIARDINO “CONCLUSO CON TATTO” VINCE IL PREMIO DELLA GIURIA POPOLARE DI ORTICOLARIO

Tra le novità dell’edizione 2015 di Orticolario si è tenuto il Premio della Giuria Popolare, assegnato attraverso il concorso “Vota il tuo giardino preferito”. Durante l’evento di ottobre, ogni visitatore ha ricevuto all’ingresso un coupon da compilare indicando il proprio Giardino Creativo preferito.

Il Giardino vincitore del Premio della Giuria Popolare, che ha ricevuto il maggior numero di voti dai visitatori, è “Concluso con tatto” di Roberto Benatti (Giardini Benatti, Cusano Milanino, MI) e di Luca Bonoldi (F.lli Bonoldi, Carate Brianza,MB).

In questo caso quindi il voto della Giuria Popolare coincide con quello della Giuria Giardini, che già aveva insignito lo stesso giardino con il Premio “La Foglia d’Oro del Lago di Como”: segno che i visitatori di Orticolario dimostrano una preparazione, un gusto e un’inclinazione per la bellezza pari a quella degli esperti del settore.

Tra tutti coloro che hanno votato il loro Giardino preferito è stato estratto un vincitore che si aggiudica una Cartaregalo Bennet del valore di Euro 100. La fortunata è Manuela Grossi di Olgiate Comasco (CO).

Sito Internet: www.orticolario.it

gs962-orticolario

In 21.000 sotto la pioggia

IL CONTAGIO DELLA BELLEZZA ANCHE SOTTO LA PIOGGIA: IN 21.000 PER LA SETTIMA EDIZIONE DI ORTICOLARIO

“Siamo soddisfatti per la buona riuscita di questa edizione – commenta Moritz Mantero, presidente di Orticolario –: “il pubblico non si è lasciato intimorire dalla pioggia, quell’elemento naturale tanto prezioso per il giardino e per la vita, ma che in Italia, rispetto a molti altri paesi europei, fa ancora paura. Si è lasciato invece “contagiare” da Bellezza ed Eleganza, segni distintivi di questo evento. Il giardinaggio richiede passione, pazienza e una buona dose di coraggio: i visitatori di quest’anno hanno dimostrato di averne in quantità e, per questo, sono stati premiati! Infatti l’indice di gradimento è stato molto alto, a giudicare dai commenti spontanei raccolti tra i visitatori. “

Nonostante la forte pioggia che si è abbattuta su Cernobbio nelle tre giornate, lasciando poco spazio a sole e cielo azzurro, quasi 21.000 visitatori appassionati di verde hanno sfidato freddo e acqua battente per lasciarsi affascinare da tutte le novità e le bellezze di Orticolario 2015: i fiori, le collezioni botaniche, i giardini creativi, le installazioni artistiche, le magnifiche ortensie –protagoniste di questa edizione –, le Tavole Rotonde Contagiose, le dimostrazioni botaniche, le conferenze e i laboratori per bambini.
Un weekend, dal 2 al 4 ottobre, interamente dedicato a “Il contagio della bellezza”, titolo di questa edizione, che ha avuto come senso conduttore il tatto: un viaggio alla scoperta delle infinite esperienze sensoriali della natura. Madrina e ospite d’eccezione è stata Anna Zegna, Image Advisor del Gruppo Ermenegildo Zegna, sensibile alla bellezza ma soprattutto appassionata di natura, giardini e parchi.

Nella giornata di venerdì 2 ottobre sono stati consegnati i premi che le giurie tecnica, estetica e giardini hanno assegnato alle migliori proposte tra tutti gli espositori di questa edizione. (Vd comunicato per dettaglio)

Archiviato l’evento 2015, il Comitato Strategico già è al lavoro per l’ottava edizione, che si terrà dal 30 settembre al 2 ottobre 2016.

gs939-Moritz-Mantero

Gardens of Switzerland

Per la prima volta Gardens of Switzerland, network che intende far conoscere e valorizzare i giardini della Confederazione Elvetica, sarà presente alla settima edizione di Orticolario, manifestazione culturale e florovivaistica che si terrà dal 2 al 4 ottobre a Villa Erba a Cernobbio, sul Lago di Como.
Molti dei giardini aderenti al network si trovano a pochi chilometri dal confine svizzero. Il tema dello stand è l’ozio letterario. In questo spazio verrà trasmesso il piacere di stare in giardino, per concedersi un riposo dedicato al sapere e alla lettura di libri e guide dedicati ai giardini svizzeri.

gs923-bruno-weber-park-2_b

Gardens of Switzerland presenterà ai visitatori di Orticolario i 10 giardini e parchi che fanno parte del suo network:

Parco Museo Vincenzo Vela di Ligornetto
Il Museo Vincenzo Vela è situato su una collina che nell’Ottocento, quando lo scultore vi costruì la propria villa (1865), rappresentava il coronamento del paese di Ligornetto verso la montagna. Questa funzione di cerniera tra pianura e collina è stata recuperata dalla recente valorizzazione del giardino (2001), che ha posto l’accento sul binomio di giardino nobile e strutturato (“all’italiana”) ben visibile dal paese, e di spazio recluso e nascosto allo sguardo dalla campagna sottostante, nel boschetto a Nord-Ovest. Il parco ospita mostre di arte contemporanea.

Parco Scherrer di Morcote (Lugano)
Il parco, ricco di una vegetazione subtropicale lussureggiante e di fabbricati e opere d‘arte di vario genere provenienti da tutto il mondo, fu lasciato al comune di Morcote dalla vedova Scherrer nel 1965, con l‘esplicito desiderio di aprirlo al pubblico. Scherrer era per passione un’artista giardiniere e un romantico e così creò nel corso degli anni il suo “Giardino delle meraviglie”. Il parco viene mantenuto tutt’oggi come fu originariamente concepito della famiglia Scherrer, con l’aggiunta di ulteriori abbellimenti.

gs923-Museo-Vincenzo-Vela_Gardens-of-Switzerland

Parco Ciani di Lugano
Affacciato sulle rive del Ceresio, a pochi passi dal movimentato centro di Lugano, si estende il parco civico della città: Parco Ciani. I suoi 63000 mq di superficie costituiscono il polmone verde della città, luogo di tranquille passeggiate, dove non si può rimanere impassibili al fascino suscitato dagli imponenti alberi secolari. I vialetti del parco si snodano tra aiuole fiorite, statue e fontane, si insinuano tra i bei prati all’inglese e raggiungono piazzette celate dalla fitta vegetazione. Ogni anno il disegno delle aiuole e le essenze utilizzate vengono modificati, creando sempre una piacevole curiosità negli abitanti di Lugano e non solo.

Parco San Grato di Carona (Lugano)
Il Parco San Grato è adagiato fra il San Salvatore e il Monte Arbòstora, a circa dieci chilometri da Lugano, e si estende attorno ad una quota di 690 m s/m, con un panorama eccezionale sugli immediati dintorni e sulle vette della catena alpina. Con i suoi 62.000 metri quadrati raccoglie la collezione di azalee, rododendri e conifere più ampia per varietà e per quantità dell’intera Regione Insubrica. Le grandi macchie di azalee e rododendri sono attraversate da cinque sentieri tematici, che permettono di scoprire gli angoli più suggestivi del Parco.

Parco Botanico Isole di Brissago (Locarno)
Le Isole di Brissago – l’isola Grande (San Pancrazio) ha un’estensione di circa 25.000 m², l’isola Piccola (Sant’Apollinare) di circa 8.000 m² – sono collocate nella parte più settentrionale delle Alpi insubriche e sono le due cime di una collina scolpita dall’erosione lungo l’antica linea spartiacque delle valli del Ticino e della Maggia. Le Isole di Brissago godono di un clima particolarmente mite, con pochi giorni di gelo all’anno, un clima a tutti gli effetti subtropicale e infatti nel giardino sono coltivate circa 1’700 specie di piante provenienti dalle principali aree a clima mediterraneo e dalle aree a clima subtropicale umido.

Parco delle Camelie di Locarno
Inaugurato nel marzo del 2005 in occasione del Congresso mondiale dell’International Camellia Society (ICS), che quell’anno si svolse proprio a Locarno, il Parco è diventato in poco tempo un’attrazione internazionale, sia per il suo alto valore paesaggistico, sia per i suoi preziosi contenuti botanici. Le numerose specie presenti, circa 950 varietà (C. sasanqua, C. hiemalis, C. vernalis, C. japonica, C. reticulata, C. ibride, Higo e varie Species), garantiscono un periodo di fioritura sull’arco di nove mesi l’anno e una continua attrattività floreale.
La Società Svizzera della Camelia, inoltre, organizza ogni anno in primavera presso il Parco la nota rassegna “Camelie Locarno”, un’esposizione di oltre 300 varietà di camelie recise.

Monte Verità di Ascona
Nel 1900 un gruppo di idealisti e utopisti vegetariani si insediò sulla collina sopra Ascona, che originariamente si chiamava Monte Monescia, e ne fece un esperimento utopico di vita a contatto con la natura. I fondatori della colonia chiamarono questo luogo Monte Verità, vi costruirono le loro abitazioni, chiamate capanne aria-luce, e vi praticarono il nudismo, gli esercizi ginnici, il lavoro negli orti e il vegetarianismo. Nel 1926 il barone tedesco Eduard Von der Heydt, banchiere e collezionista d’arte, acquistò la collina e ne fece un albergo di lusso nel quale erano esposte (e lo sono tutt’ora) opere d’arte orientale. Dopo il lascito al Cantone Ticino, nel 1989 venne realizzato un centro congressuale e culturale. Passeggiare per i sentieri del Parco permette oggi di rivivere le diverse epoche attraverso le tracce costruite, le opere d’arte e le piante di grande pregio paesaggistico e botanico.

Merian Gärten di Basilea
Situati a sud di Basilea, i Merian Gärten, uno dei più importanti giardini botanici della Svizzera, sono una meravigliosa oasi di pace che si estende su una superficie di oltre 180.000 metri quadrati. I Giardini, splendidamente mantenuti grazie al lavoro di ben 16 giardinieri, hanno all’interno un giardino botanico, i resti di un’antica fattoria e un piccolo castello, ora adibito a caffè.
Nel giardino che circonda l’orangerie storica sono coltivate antiche varietà di ortaggi, frutti di bosco e piante storiche ornamentali. Il frutteto nella parte meridionale del parco è dotato di 400 diverse varietà di frutta, tra cui anche molte diverse varietà regionali.

Enea Baummuseum di Rapperswil-Jona (See Gaster)
Venticinque anni fa, Enzo Enea, architetto paesaggista svizzero tra i più importanti collezionisti di alberi al mondo, decide di recuperare da giardini e luoghi pubblici le piante che dovevano lasciare spazio a nuovi edifici. In questo modo, Enea ha cominciato a collezionare gli esemplari che dal 2010 fanno parte del Museo dell’Albero, un giardino esteso su un terreno di 75.000 mq a Rapperswil-Jona, vicino al Lago di Zurigo.
Il museo presenta circa 50 alberi appartenenti ad oltre 25 varietà (di cui diversi esemplari ultracentenari). Nel museo sono presenti 20 sculture di artisti contemporanei come Donald Baechler, Tony Cragg, Richard Deacon, Sylvie Fleury, Richard Erdman e Marc Quinn.

Bruno Weber Park di Dietikon (Zurigo)
Realizzato negli anni 1962 – 1963, il Bruno Weber Park viene considerato come la Gesamtkunstwerk (opera d’arte totale) dell’artista svizzero Bruno Weber (1931 – 2011). Situato a Dietikon, a circa 15 minuti dal centro di Zurigo, il parco di 15.000 mq ospita dozzine di sculture e torri dell’artista svizzero, tutte realizzate con cemento e mosaici, raffiguranti mostri, draghi e personaggi fiabeschi, statue per metà uomo e metà animale. Con il proprio parco di sculture, Bruno Weber ha voluto realizzare l’immagine dell’incontro tra uomo, arte e natura. Nel Bruno Weber Park è possibile trovare centinaia di alberi, oltre a clematis, ninfee, canne di bambù, peonie, tulipani e altre varietà autoctone.

gs923-Park-Scherrer_Gardens-of-Switzerland_b

Gardens of Switzerland è un nuovo modo di far conoscere la Svizzera, i suoi paesaggi spettacolari e la flora autoctona. Oltre a creare una rete di giardini visitabili, caratterizzati anche dall’alto livello di manutenzione, il network contribuisce alla diffusione di una migliore conoscenza della storia dell’arte dei giardini e della botanica elvetica attraverso convegni, corsi e pubblicazioni dedicate.
Gardens of Switzerland è finanziato da Grandi Giardini Italiani, un’impresa culturale fondata nel 1997 che ha creato una rete di 120 giardini in Italia con oltre 8 milioni di visitatori all’anno.

Orticolario si terrà dal 2 al 4 ottobre a Villa Erba a Cernobbio, sul Lago di Como.
Orari: Venerdì 2 e sabato 3 ottobre 9.00 – 19.30. Domenica 4 ottobre: 9.00 – 19.00

Per informazioni:
www.gardensofswitzerland.ch

Orticolario e via MonteNapoleone… in hortus varietas

L’Associazione MonteNapoleone, in collaborazione con Orticolario, ha presentato questa mattina a Milano l’iniziativa IN HORTUS VARIETAS che si svolgerà dall’ 1 al 10 Maggio 2015.

Per dieci giorni, Via MonteNapoleone si trasformerà nel giardino più bello e ricco della città, in un alternarsi di pedane che ospiteranno diverse tipologie di orti sinergici e oggetti di design legati all’eccellenza italiana ed internazionale.

In Hortus Varietas sarà il primo di numerosi eventi che l’Associazione MonteNapoleone realizzerà per tutta la durata di EXPO 2015 e rappresenterà un momento importante di confronto sulla valorizzazione della terra attraverso la bellezza e l’esclusività. In linea con le tematiche di EXPO 2015, gli orti sinergici di In Hortus Varietas rappresentano un metodo nuovo di coltivazione che permette di restituire alla terra, in termini energetici, più di quanto si prende, promuovendo i meccanismi di autofertilità del suolo. Ogni installazione orticola sarà arricchita da uno o più oggetti di design che verranno inseriti e contestualizzati per creare una piacevole sinergia all’insegna dell’eccellenza nel campo dell’arredamento da esterni.

L’allestimento paesaggistico sarà curato da Orticolario, l’evento dedicato al giardinaggio evoluto che da sei anni regala, in 3 giorni di esposizione a Villa Erba, sul Lago di Como, affascinanti emozioni legate al mondo del giardino e alla sua cultura. “Siamo lusingati dal fatto che l’Associazione MonteNapoleone ci abbia voluto coinvolgere in questo interessante progetto “In Hortus Varietas” – commenta Moritz Mantero, Presidente di Orticolario – Credo che ci abbiano scelto perché abbiamo dimostrato di saper coniugare al meglio bellezza ed eleganza, caratteristiche che senza dubbio ci accomunano. Orticolario è, infatti, un evento che intende educare al verde e alla bellezza attraverso uno stile di comunicazione personale e curato, un po’ come i brand che hanno trovato casa in Via MonteNapoleone.

La concomitanza con l’apertura di EXPO è inoltre per noi particolarmente significativa: i suggestivi orti sinergici progettati da Vittorio Peretto (Hortensia Garden Designers – Milano) con Beatrice Lampugnani (Floricoltura Lampugnani Walter – Orsenigo, CO), lavorando con le dinamiche di fertilità naturali del suolo e rifiutando l’utilizzo di sostanze chimiche di sintesi, si accordano perfettamente con il tema “Nutrire il pianeta”. Alla realizzazione del progetto collaboreranno anche gli studenti dell’Istituto Agro-Ambientale “S. Vincenzo” di Albese con Cassano (Como)”.

gs844-Moritz-Mantero_Guglielmo-Miani_In-hortus-Varietas

La foglia d’oro del lago di Como di Orticolario

Dal 9 aprile, l’opera d’arte della Vetreria Artistica Archimede Seguso in mostra al pubblico.

”La Foglia d’oro del Lago di Como” torna a Villa Carlotta, custode ideale del premio ideato e realizzato espressamente per Orticolario da Gino Seguso, della storica Vetreria Artistica Archimede Seguso, in occasione del Concorso internazionale “Giardini creativi” rivolto a progettisti del paesaggio e dei giardini, architetti, designer, artisti e vivaisti.
Il premio è un sinuoso vaso realizzato sull’isola di Murano (Ve) sul quale “ondeggia” una grande foglia al cui interno brillano “accenni” d’oro zecchino (24K).

Foglia-oro-Lago-di-Como

La cerimonia di consegna del premio si terrà a Villa Carlotta (Tremezzina) giovedì 9 aprile alle ore 11.00
Attualmente “La Foglia d’oro del Lago di Como” è detenuta da Simone Ottonello e Archiverde, vincitori dell’edizione 2014 del Concorso con il giardino Maître Parfumeur.
I loro nomi saranno inseriti nell’Albo d’oro dopo quelli di Barbara Negretti e Archiverde, vincitori dell’edizione 2013.
Oltre ai premiati, alla cerimonia saranno presenti Moritz Mantero, co-fondatore di Orticolario insieme ad Alfredo Ratti, e Serena Bertolucci, Direttrice di Villa Carlotta, oltre a Gino Seguso, autore dell’opera.
Il premio rimarrà in esposizione e i visitatori di Villa Carlotta potranno ammirarlo fino alla prossima edizione di Orticolario che si terrà a Villa Erba (Cernobbio) dal 2 al 4 ottobre 2015.

Maggiori informazioni: www.orticolario.it

Maitre-parfumeur

Anteprima del libro di A. Croci e G. Serra

Sarà presentato in anteprima nazionale a Orticolario, sabato 4 ottobre alle 15.30 A Villa Erba, presso lo Spazio Gardenia in Ala Cernobbio, il libro di Arturo Croci e Giovanni Serra “Floricoltura italiana. Storie, uomini, aziende” (Mursia, 2014), un libro unico nel suo genere – di cui Orticolario ha sostenuto con entusiasmo la pubblicazione – che per la prima volta racconta la storia della floricoltura italiana, attraverso le donne, gli uomini e i fatti che l’hanno fatta grande.
La floricoltura, o arte di coltivare fiori, ha origini antichissime, che risalgono addirittura al Neolitico.
In Italia la floricoltura commerciale nacque nella seconda metà dell’Ottocento – qualche anno prima della stessa Italia – nel Granducato di Toscana, nel Regno di Sardegna e in Liguria, che per molti decenni mantenne la quasi totalità della produzione nazionale.
Arturo Croci e Giovanni Serra ripercorrono in questo volume, per la prima volta, la storia della floricoltura italiana dalle origini ai nostri giorni tracciandone le tappe fondamentali e fornendo un ritratto di tutti gli uomini che hanno fatto conoscere la produzione floreale italiana nel mondo. Senza tralasciare i riferimenti alle riviste, ai libri, ai premi, agli eventi e alle manifestazioni che negli ultimi decenni hanno segnato il mondo della floricoltura nel nostro Paese e che danno l’idea di un settore ancora vivo e in espansione.
Introduce l’incontro Moritz Mantero, presidente di Orticolario.

Arturo Croci
Vive e lavora a Calco (LC) ed è cittadino benemerito di Marsala. Diplomato presso la Scuola di Orto-Floro-Frutticoltura e Giardinaggio di Minoprio, dopo gli studi in filosofia fonda la rivista Flortecnica, che dirige per trent’anni. È inoltre autore di numerose pubblicazioni tecniche. Fa parte del Comitato di Orticolario fin dalla sua prima edizione.

Giovanni Serra
Vive a Ghezzano (PI). È ordinario di Floricoltura alla Scuola Superiore di Sant’Anna di Pisa, è accademico ordinario dei Georgofili ed è stato membro delle più importanti associazioni e società scientifiche, nazionali e internazionali.

ORTICOLARIO 2014
Visioni olfattive

Orari di apertura al pubblico
Venerdì 3 ottobre: 9.00 – 19.30
Sabato 4 ottobre: 9.00 – 19.30
Domenica 5 ottobre: 9.00 – 19.00

Ingresso
Alle casse: Euro 15,00
Online: Euro 12,50
Gratuito fino a 14 anni

Battello-navetta tra Como e Villa Erba incluso nel biglietto, grazie a Banca Albertini Syz Milano (in servizio sabato 4 e domenica 5 ottobre).

Orticolario. Per un giardino evoluto – VI Ed.

SECONDO CONCORSO INTERNAZIONALE “GIARDINI CREATIVI”

Orticolario, in collaborazione con AIAPP, bandisce il secondo concorso internazionale per la realizzazione di giardini creativi nel parco di Villa Erba a Cernobbio, sede della manifestazione.

gs568_orticolario1

Dal 15 novembre 2013 al 31 gennaio 2014, progettisti del paesaggio e dei giardini, architetti, designer, artisti e vivaisti potranno presentare domanda di ammissione per partecipare al concorso e realizzare i loro progetti in occasione della sesta edizione di Orticolario, “per un giardinaggio evoluto”.
Essi dovranno rappresentare spazi originali, giardini vivibili e fruibili nei quali prevedere anche sedute “meditative”; stimolare un modo diverso, artistico e professionale di guardare ai giardini e agli spazi verdi, con una particolare attenzione al “Genius loci” di Villa Erba.

I progetti presentati nella prima fase saranno sottoposti ad un esame preliminare da parte del Comitato Scientifico di Orticolario con lo scopo di valutare i bozzetti pervenuti e selezionare quelli ammessi alla seconda fase. I progetti ammessi accederanno poi alla consegna degli elaborati, e verranno giudicati da un’apposita commissione tecnica ed estetica sulla base di alcuni criteri, come la qualità della creazione e della progettazione, l’innovazione dell’idea e la sua riproducibilità, l’attrattività, la fattibilità della realizzazione e la particolarità delle essenze arboree e dei materiali utilizzati. I progetti selezionati saranno in tutto nove e potranno occupare una superficie fino a 200 metri quadrati ciascuno.

Prima dell’apertura al pubblico dell’edizione 2014, le realizzazioni verranno giudicate dalla Giuria Giardini che assegnerà alla migliore di esse il premio “La foglia d’oro del Lago di Como”. Ideato e realizzato in esclusiva per Orticolario da Gino Seguso della Vetreria Artistica Archimede Seguso, il premio è un sinuoso vaso creato sull’isola di Murano (Venezia) sul quale “ondeggia” una grande foglia al cui interno brillano “accenni” d’oro zecchino (24K). Il Premio è unico, e sarà custodito dal vincitore per un periodo limitato, per essere successivamente esposto nella splendida Villa Carlotta a Tremezzo sul Lago di Como fino all’edizione successiva.

Il premio “La foglia d’oro del Lago di Como” dell’edizione 2013 è stato assegnato a Barbara Negretti e Archiverde con “Tutti giù per terra!”, giardino che ha reso il Parco di Villa Erba ancora più sorprendente insieme agli altri 5 selezionati: “Fil Rouge” di VERDEarchitettura. Brandinelli – Refaldi architetti paesaggisti; “Orto è Benessere. L’orto giardino terapeutico sociale, con tutti per tutti” di Carla Testori (foto più sotto). Studio Verde e Paesaggio (che ha ricevuto la menzione speciale “Colpo di cuore”); “Desco al fresco” di Anna Piussi; “Capriccio italiano” di Vittorio Peretto (ultima foto qui sotto). Hortensia (a cui è stato assegnato il premio speciale “Giardino d’artista”); “Una Dalia di Velluto blu” di Sandra Migliavacca. Il Giardino Ritrovato.

gs568_Orto_Benessere

L’iscrizione al concorso è gratuita e deve essere inviata in forma scritta entro e non oltre il 31 gennaio 2014 a info@orticolario.it.

Il Bando completo e tutte le informazioni relative sono disponibili sul sito web di Orticolario a questo link: http://www.orticolario.it/index.php?pag=165

Orticolario 2014 si terrà a Villa Erba a Cernobbio, sul Lago di Como, dal 3 al 5 ottobre. Il senso conduttore della nuova edizione sarà l’olfatto.
Il fiore protagonista sarà invece l’Aster, la “stella” del giardino.

Fin dalla sua prima edizione Orticolario ha dedicato una speciale attenzione alla solidarietà. Anche nella sesta edizione i contributi raccolti nel corso della manifestazione saranno destinati a finalità benefiche a favore di specifiche associazioni del territorio che si occupano di persone disagiate: http://www.orticolario.it/index.php?pag=28

Informazioni
Mail info@orticolario.it
Sito Internet: www.orticolario.it
Tel. +39.031.3347503

gs568_capriccio_italiano

Peccati di gola in giardino…

Al giardino, al verde e a tutte le esperienze e le emozioni ad essi collegate è dedicato Orticolario, dal 4 al 6 ottobre a Villa Erba, sul lago di Como.

Orticolario

Il gusto sarà il senso conduttore di questa quinta edizione, e tutti i visitatori saranno istigati a commettere – incessantemente e senza rimorso – “Peccati di gola in giardino”.
Una particolare attenzione sarà dedicata ai bambini: per loro Orticolario ha organizzato – nelle giornate di sabato 5 e domenica 6 ottobre – un programma ricchissimo di laboratori e attività divertenti, educative ma soprattutto…golose!

I laboratori ludico-didattici di questa edizione saranno infatti tutti tematici e incentrati sul gusto, ma con l’obiettivo di far comprendere ai bambini come buona parte del cibo che mangiamo – e che al supermercato troviamo raffinato o inscatolato – proviene dalla natura.
E ad insegnarglielo in maniera giocosa ci saranno dei veri e propri esperti, come Ferri dal 1905 che illustrerà la vita della fogliolina del the fino all’infusione, o Valrhona che spiegherà come dall’albero del cacao si arriva alla tavoletta di cioccolato, o Caffè Milani che li accompagnerà dal seme al frutto del caffè, dalla tostatura alla macinatura del chicco, o ancora Miele Gallo che illustrerà il processo della smielatura non senza aver spiegato anche la vita e la danza delle api.
Slow Food curerà invece due laboratori: “Per fare il seme ci vuole il frutto” e “Per fare un frutto ci vuole un fiore”.
Per i bambini dai 4 anni sono inoltre in programma laboratori pratici, come quelli per preparare il sale “profumato”, per coltivare lo zafferano e per macinare i cereali, condotti da Nadia Nicoletti, mentre Vanessa Vaio accompagnerà i bambini dai 7 agli 11 anni alla ricerca di erbacce eduli e dell’antica tradizione dei contadini senza terra, in una passeggiata per futuri botanici.

Ma le proposte studiate per i più piccoli non finiscono qui.

Dario Tognocchi organizzerà una caccia al tesoro a squadre nel parco e uno spettacolo di burattini per intrattenere grandi e piccini. In compagnia di Paola Rovelli invece i bambini dai 5 agli 11 anni potranno scoprire come preparare la pasta e come realizzare un biscotto artistico ispirato alle bellezze della natura.

Stimoli per abbinare gusto, natura e arte arriveranno dai laboratori condotti da Enrica Ghidelli, che porterà i bambini alla ricerca di foglie che poi verranno utilizzate per creare immagini di animali, frutta o verdura, e da quelli proposti dalla Scuola Steineriana: “Composizione pittorica con i colori delle spezie”, e “Modelliamo fiori e frutti con la cera d’api profumata”.

Da non perdere, infine, il laboratorio condotto da Michele Vitaloni, l’artista ospite di questa edizione di Orticolario, che accompagnerà i bambini nella “giungla” creata nel Padiglione Centrale alla scoperta degli animali in via d’estinzione riprodotti dalle sue sculture iperrealiste.
Orti Botanici di Lombardia proporrà invece “Piccole case per piccole creature”.

Anche quest’anno il Nido Cocoon, con le sue animatrici professionali, accoglierà i bambini a partire dai 2 anni, consentendo ai loro genitori di visitare Orticolario e i suoi oltre 200 espositori con calma e senza preoccupazioni!

Orticolario dedica fin dalla sua nascita una speciale attenzione alla solidarietà, destinando i contributi raccolti anche nei laboratori dei bambini a favore di associazioni del territorio che si occupano di persone disagiate.

Il programma completo dei laboratori ludico-didattici e della attività rivolte ai bambini – con l’indicazione per informazioni e prenotazioni – sarà online dai primi di settembre su www.orticolario.it.

Orari di apertura al pubblico
Venerdì 4 ottobre: 12.00 – 20.00
Sabato 5 ottobre: 9.30 – 20.00
Domenica 6 ottobre: 9.30 – 19.00
Nelle giornate di sabato 5 e domenica 6 ottobre saranno attivi i battelli-navetta gratuiti tra Piazza Cavour e il pontile del parco di Villa Erba, nonchè un servizio navetta tra i parcheggi disponibili a Cernobbio e Villa Erba.

Ingresso
Alle casse: Euro 14,00
Online: Euro 12,00
Ragazzi e bambini fino a 14 anni: ingresso gratuito

Informazioni
Mail info@orticolario.it
Sito Internet www.orticolario.it

Orticolario

Festival Internazionale del Cortometraggio Botanico

Orticolario ha lanciato la seconda edizione del Festival internazionale del cortometraggio botanico, dal tema ““Il senso di Dahlia”: fino al 23 agosto professionisti e amatori del video e della botanica, nonché videoartisti, potranno inviare cortometraggi della durata massima di 8 minuti che con un approccio emozionale, sperimentale, scientifico, storico o filosofico – documentino ed esprimano al meglio la vasta simbologia legata a questo fiore.

Il Festival è aperto a opere provenienti da tutto il mondo che, una volta selezionate, saranno presentate nel corso della quinta edizione di Orticolario, dal 4 al 6 ottobre a Villa Erba, sul Lago di Como.

Al vincitore del Festival – decretato da una Giuria composta da esperti del settore cinematografico, audio-visivo e botanico – verrà assegnato un premio del valore di euro 3.000. Verranno inoltre assegnate menzioni speciali qualora altre opere, oltre a quella vincitrice, risultassero di particolare interesse.

Obbligatoria per la partecipazione dell’opera al Festival sarà l’effettiva documentazione di una o più varietà di Dahlie all’interno dell’opera video come elemento protagonista.

Il Festival è organizzato in collaborazione con OLO Creative Farm e Aperitivocorto.

Per scaricare il Regolamento:
www.orticolario.it/lib/File/Regolamento_Festival_Orticolario_2013_IT.pdf

Per scaricare la scheda di iscrizione:
www.orticolario.it/lib/File/Scheda_iscrizione_Festival_Orticolario_2013_IT.pdf

Per tutte le altre informazioni:
www.orticolario.it

gs363_Orticolario

Per un giardino evoluto. Emozioni sonore

“Orticolario è un contenitore di eventi che porterà a rivedere tante sicurezze del passato nel concetto di spazio giardino” (Moritz Mantero).

La quarta edizione di Orticolario, manifestazione dedicata al giardinaggio evoluto, si terrà dal 5 al 7 ottobre 2012 a Villa Erba (Lago di Como).
La nuova edizione si propone di stimolare il pubblico attraverso i percorsi più suggestivi, in un intreccio di sensi che andrà a privilegiare l’ascolto. Il tema proposto sarà, infatti, “Emozioni sonore”: un viaggio attraverso i suoni e i rumori del giardino, alla ricerca di sensazioni che originano dalla natura e dalla località tanto amata da Luchino Visconti.

Cuore dell’evento saranno come sempre piante e fiori, con proposte originali e ricercate portate da tutta Italia e dall’estero da oltre 200 espositori selezionati.

All’Orchidea, una delle specie più numerose in natura (sono oltre 30.000) e più ampiamente diffuse a livello geografico e climatico, sarà dedicata questa quarta edizione di Orticolario.

“Nel proprio spazio giardino, un’orchidea spontanea” (Moritz Mantero).

Un omaggio a questo fiore così evoluto e raffinato, ritenuto la massima espressione dell’evoluzione nel mondo vegetale, sarà l’allestimento, ideato e progettato da Alessandro Valenza, esperto e produttore di orchidee, nel Padiglione Centrale di Villa Erba.
Utilizzando il concetto di “sezione aurea” e tutti i numeri che ne scaturiscono, l’installazione conterrà le forme e le proporzioni riscontrabili in noi e in tutto ciò che nella natura ci circonda, dal fiore a cui è dedicata, l’orchidea, al passaggio stesso del tempo.
Quattro spirali auree incluse in un cerchio abbracceranno e racchiuderanno in sé quattro stagioni, quattro climi, quattro età della vita e quattro colori.
All’interno troveranno posto oltre 600 piante di 100 differenti specie botaniche di orchidea, messe a disposizione da produttori, associazioni e privati. Tra di esse, l’orchidea Vanda, una delle più richieste dagli appassionati, la Phalaenopsis, sia classica che proposta in nuovi ibridi, l’Oncidium, caratterizzato da piccoli fiori gialli, l’Angraecum con le sue corolle bianche e cerose  e il Paphiopedilum dalle forme sinuose e coinvolgenti.
“Evoluta e raffinata, imita o inganna, ma con delicatezza prospera in ogni stagione e zona climatica, muta in migliaia di differenti forme senza perdere la sua identità, si rinnova ogni anno scandendo il passaggio inesorabile del tempo. Parallelismo perfetto con l’umano. Osservando a fondo ogni fiore a voi sconosciuto potrebbe capitarvi di ritrovar voi stessi” (Alessandro Valenza).

Ad Orticolario saranno presenti importanti vivaisti specializzati in orchidee, come la Floricoltura Riboni Alfredo, che proporrà specie botaniche di alta qualità del genere Paphiopelidum, molto rare e per questo protette. La sua particolarità? A differenza delle altre orchidee, questa è impossibile da clonare: ciò fa sì che ogni esemplare sia diverso dall’altro e che gli appassionati facciano di tutto per collezionarle.

Ryanne Orchidée porterà invece, dalla Francia, i Bulbophyllum, caratterizzati da fiori davvero particolari, dalle forme stravaganti e grottesche, a volte addirittura mostruose.
Il tedesco Röelke si rivolge in particolare a chi vuole iniziare a coltivare orchidee: arriverà a Orticolario con delle beute contenenti 4 o 5 piantine di orchidee. Lo starting kit per un coltivatore di orchidee che si rispetti!
Infine, H2Orchids, oltre a proporre specie botaniche e ibridi rari e inusuali, avrà anche una selezione di orchidee in miniatura.

Le novità di quest’anno non riguarderanno comunque solo le orchidee.
Dallo zafferano, prodotto dal vivaista Egisto Brandi di S. Quirico d’Orcia (SI), alle bacche di Goji e i mirtilli siberiani dell’Azienda Agricola La Chicca di Tresivio (SO), alle “bustine curiose” di Patrizio Innocenti di Italsementi di Rassina (AR), Orticolario stupirà i visitatori con nuove proposte e originali suggestioni.
Da non perdere il rampicante Lygedium Japonicum di Garden Studio di Bologna o gli aceri giapponesi di Giancarlo Stucchi di Agrate Brianza (MB), oltre alle piante insolite e rare dell’Associazione Vivaio di Castel San Pietro, nel Canton Ticino, un vivaio recuperato da giovani che ora danno lavoro ad immigrati e rifugiati.

Come sempre, Orticolario proporrà agli appassionati suggerimenti e soluzioni per rinnovare l’assortimento botanico nel proprio “spazio giardino”. Il periodo pre-autunnale è infatti il più indicato per ampliare o modificare le scelte botaniche, in modo da poterne godere i risultati nella primavera seguente.

Nella sua ricerca per l’evoluzione del giardinaggio, Orticolario è sempre attento a stimolare la proposta di novità botaniche. Quest’anno saranno due i battesimi botanici che si terranno a Villa Erba durante la manifestazione.
Il primo sarà quello dell’Iris “Villa Erba” ibridato dal francese Iris Cayeux: un omaggio alla dimora lariana tanto amata da Luchino Visconti. Si tratta di un Iris con i petali blu chiaro e con il sepalo bianco azzurrognolo (a barba rossa).

Iris Cayeux, azienda famigliare, ibridatori di Iris da quattro generazioni, propone la più vasta collezione europea di questa specie botanica in centinaia di varietà, di cui moltissime di propria creazione. Nell’edizione 2011 di Orticolario ha ricevuto una menzione speciale dalla Giuria tecnica, mentre ha vinto la Medaglia d’argento al Chelsea Flower Show 2012, a cui ha partecipato per l’ottava volta.

Il secondo battesimo botanico sarà quello della Rosa “Vivienne Westwood”, creazione di Rose Barni di Pistoia.

Espositore ad Orticolario fin dalla prima edizione, Rose Barni aveva presentato l’anno scorso una rosa dedicata ad Ottavio Missoni, marito di Rosita, ospite d’onore di quella edizione. Quest’anno, l’ibridatore pistoiese ha voluto dedicare la sua ultima creazione alla madrina dell’edizione 2012: Vivienne Westwood, creatrice di moda inglese con la passione per la natura e un debole per le rose.

La quarta edizione di Orticolario aprirà alle ore 12 di venerdì 5 ottobre e sarà rimarrà al pubblico fino alle 22 nelle sere di venerdì 5 e sabato 6 ottobre.

Nelle giornate di sabato 6 e domenica 7 ottobre saranno attivi i battelli-navetta gratuiti tra Piazza Cavour e il pontile del parco di Villa Erba.

Una importante novità da segnalare ai visitatori di Orticolario è la possibilità di acquistare online il biglietto di ingresso: si eviteranno lunghe code alle con un risparmio sul costo del biglietto (10 euro invece di 14 alle casse). Il servizio di acquisto online sarà disponibile e attivo dalla seconda settimana di agosto.

Orticolario ha finalità benefiche: gli utili realizzati verranno infatti destinati alla realizzazione di progetti di alcune associazioni del territorio.

Orticolario. Per un giardinaggio evoluto. Emozioni sonore
5-7 ottobre 2012 – Villa Erba Cernobbio (Como)

Orari di apertura al pubblico:
venerdì 5 ottobre: 12.00-22.00
sabato 6 ottobre: 9.30-22.00
domenica 7 ottobre: 9.30 – 19.00

Biglietto d’ingresso
Alle casse: Euro 14,00
On line: Euro 10,00 (servizio attivo a partire dalla seconda settimana di agosto)