Rimedi contro gli afidi

Basta poco, non te ne accorgi subito, ed ecco le rose invasi dagli afidi.

Poi si spostano sul melograno, o in altri luoghi dove non vorresti. E anche se rimangono sulle rose, propio lì dove ci sono i boccioli che ci regaleranno tanti bei fiori estivi…

I rimedi possono essere diversi.

Si possono togliere a mano (magari indossando un paio di guanti), si possono prevenire con estratto d’ortica, oppure, nel mio caso, che gli afidi erano proprio tanti, ho utilizzato un insetticida specifico, ma consentito in agricoltura biologica, della Naturen.

Ad essere precisi questo prodotto è un insetticida e acaricida, per piante ornamentali (non usatelo per le colture dell’orto), utile rimedio contro ragno rosso, afidi, aleurodidi, cocciniglia. La sua protezione è indicata per rosai, fiori, alberi e arbusti. Lo utilizzo da più di un anno… e funziona.

gs1232-naturen-insetticida

 

Naturen® Biopolysect AL è l’insetticida e acaricida di origine naturale specifico per proteggere le piante ornamentali efficace contro molte specie di insetti che infestano le piante da giardino e da appartamento quali afidi, mosca bianca, cocciniglie e acari. Il prodotto è a base di olio di colza, e agisce formando una pellicola che copre l’insetto impedendogli di respirare. È efficace in tutte le fasi di sviluppo degli insetti: uova, larve, adulti. Prodotto pronto all’uso, si applica spruzzando accuratamente la lamina superiore e inferiore delle foglie. Effettuare al massimo 3 trattamenti con un intervallo di 7-10 giorni.

Pubblicità

Concime naturale per rose e arbusti

Il segreto primo e indispensabile per una buona e rigogliosa fioritura, come più volte ho suggerito ai miei lettori, è la potatura.

Potare significa togliere le cose in eccesso e, insieme, rendere tutto al grado minimo dello sforzo vegetativo. Questo non vuol dire rendere una pianta di rose irriconoscibile per la foga del taglio, ma semplicemente potare quei rami che hanno già dato il fiore. Non preoccupatevi… nasceranno nuovi boccioli e saranno ancor più belli perché la pianta dirigerà le sue energie solo su questi e non sui vecchi rami e sui fiori ormai appassiti!

Ma il secondo segreto, un aiuto ulteriore che possiamo dare alle nostre piante di rose, è la concimazione. Io ho scelto il concime naturale, consentito in agricoltura biologica, della Naturen, marchio distribuito in esclusiva per l’Italia da Ital-Agro.

Utilizzabile sia su rose che su arbusti, sia all’impianto (da ottobre a marzo) sia per il mantenimento (da febbraio a luglio), il concime per rose e arbusti della Naturen è in granuli, e questo permette una concimazione dolce e graduale.

Naturen Concime rose e arbusti

Il concime si applica al terreno – aiutandosi con le mani o con qualche attrezzo da giardinaggio – e poi si può irrigare. La soluzione in granuli fornisce fino a 3 mesi di nutrimento.

concime-rose-naturen

Infine volevo sottolineare un piccolo dettaglio. La confezione, da 750 grammi, si può aprire con una forbice e poi è facilmente richiudibile grazie ad un dispositivo a pressione che permette una chiusura ermetica. Comodo e semplice da utilizzare.

Per maggiori informazioni e altri suggerimenti su tecniche di agricoltura biologica per il vostro orto e il vostro giardino vi consiglio di visitare il sito – molto ben fatto – FuodidiVerde.

rose-rosse

Il rimedio naturale contro afidi e funghi

I nemici del giardiniere sono molti, ve lo dico per esperienza. Grandine, tempesta, lumache, chiocciole, ragnetti rossi… e afidi!

Come soffro nel vedere i fiori del mio melograno attaccati dagli afidi… le formiche che li proteggono e le larve di coccinella che provano a mangiarli. Una battaglia perenne, della quale ho spesso parlato in questo blog!

Oggi voglio parlarvi di un prodotto di Naturen – prodotto distribuito da Ital-Agro in esclusiva per l’Italia – che mi ha molto soddisfatto per due ragioni. La prima è che è un prodotto naturale e consentito in agricoltura biologica. Si tratta infatti di un estratto di ortica! L’avevo preparato anch’io l’estratto di ortica, artigianalmente. Facendo il macerato, filtrandolo e infine spruzzandolo nelle parti della pianta attaccate dalla piante.

La seconda ragione è che… funziona! I rimedi antichi sono molte volte efficaci, e così, di fronte a questo prodotto che riprende la tradizione e allo stesso tempo rispetta la Natura, mi sono detto. Sì dai! Proviamolo.

Naturen Estratto di ortica

Oltre all’ortica, il prodotto (un flacone da 1 litro) contiene anche equiseto e lecitina. L’ho provato sul mio melograno (l’indicazione dice di mescolare 200 ml di soluzione in 800 ml di acqua… io sono andato un po’ ad occhio). Risultato: la maggior parte degli afidi ha abbandonato i fiori e si è diretto verso altri lidi.

Ed ecco i tanti fiori – e i boccioli – del mio melograno. Adesso li guardo con maggiore soddisfazione e e soprattutto senza l’ansia che gli afidi, ben aggrappati ai fiorellini rossi, mi mettevano. Un fiore attaccato in massa dagli afidi significa compromettere la bontà del frutto o addirittura il fiore stesso. Così ho mescolato l’estratto con l’acqua e ho nebulizzato sui fiori. Alcuni fiori, particolarmente attaccati dagli afidi, li ho puliti a mano, ma per il resto ho utilizzato l’antica ricetta ripresa da Naturen. L’estratto sembra aver fatto bene il suo lavoro e adesso i miei fiori sono finalmente salvi. Ve lo consiglio vivamente!

gs1197-boccioli-melograno

Nota: l’estratto di ortica Naturen non è ovviamente da utilizzare solo sui melograni, ma anche su altri tipi di colture come alberi da frutto, insalata, cavoli, rose, brassicacee, vite, cucurbitacee, patata, sambuco, fagiolo. Può essere utilizzato da Aprile a Settembre. Per maggiori informazioni visitate il sito www.fuoridiverde.it.

Fiori di melograno