Colori di tendenza per i bulbi da fiore

Quali colori abbelliranno il tuo giardino l’anno prossimo? Lasciati ispirare dai bulbi nei colori più in voga, secondo le tendenze per il giardino del 2020. Piantare adesso significa godere di uno spettacolo meraviglioso già all’inizio della primavera.

Ventaglio di colori

I bulbi da fiore che all’inizio dell’anno annunciano la primavera offrono uno spettacolo meraviglioso. Colori stupendi e profumi deliziosi rallegrano il giardino e, di conseguenza, anche chi lo frequenta. I bulbi a fioritura primaverile più amati sono tulipani, crochi, giacinti e narcisi. I bulbi da fiore sono disponibili in tutte le tinte dell’arcobaleno, pertanto soddisfano pienamente le tre gamme di colori che caratterizzano le tendenze per il giardino del 2020. Per ottenere un effetto strepitoso in primavera con le tonalità più in voga, scegli i bulbi nella gamma di colori che preferisci e piantali in autunno.

Ritrovamento dell’equilibrio

Hai spesso i nervi a fior di pelle per tutto quello che accade intorno a te? Per tutto quello che si può o si deve fare? Questo succede perché siamo sempre “collegati”. Veniamo sovraccaricati di informazioni e non ci è concesso sbagliare. Per ritrovare noi stessi nel mondo caotico in cui viviamo dobbiamo staccare la spina. Alcuni fiori, come i tulipani, i narcisi e i giacinti, fungono letteralmente da cuscino tra il mondo esterno, esigente e frenetico, e il nostro bisogno di tranquillità. I fiori dalle delicate tinte pastello ci aiutano a rilassarci e a ricaricarci. Inoltre gli insetti che si posano su questi fiori esercitano un effetto calmante.

colori-bulbi-01
Foto centrale: Tulipa ‘Christmas Dream’ – Foto a destra: Tulipa ´Apricot Beauty´

 

Apertura mentale

Ti senti in trappola? Come se vivessi in un ambiente dalla mentalità ristretta e limitata? Desideri, come molti altri, uscire dal mondo digitale e allargare i tuoi orizzonti. Cerchi maggiore apertura e diversità, per amalgamare i confini tra generazioni, generi e provenienze. La tendenza per il giardino che trae spunto da queste sensazioni presenta un misto di influssi derivanti da culture diverse. Le bordure ricche di fiori di campo variopinti creano un’atmosfera allegra e disinvolta. Puoi scegliere tra varie combinazioni di bulbi dalle tinte sobrie o dai colori accesi e naturali.

colori-bulbi-02
Foto centrale: Fritillaria imperialis ‘Rubra’ – Foto a destra: Tulipa ‘Cummins’

 

Desiderio di autenticità

Il mondo attuale esige che tutto sia perfetto. La società è talmente ossessionata dalla ricerca della perfezione che gli individui non si distinguono quasi più gli uni dagli altri. Questo provoca un fortissimo desiderio di autenticità, che si traduce nel bisogno di imperfezione e libertà. Questa tendenza per il giardino presenta infatti uno stile anticonformista, come se le piante nelle bordure si fossero inselvatichite. Invece l’abbinamento di bulbi dai colori intensi con le tonalità grigio cemento, beige naturale e nero industriale è frutto di una scelta ponderata che simboleggia il distacco dalle leggi e dalle regole non scritte.

Per maggiori informazioni sui bulbi da fiore, visita il sito www.bulbidifiore.it.

colori-bulbi-03
Foto centrale: Allium ´Ambassador´- Foto a destra: Hyacinthus ´Fondant´
Pubblicità

Gli effetti benefici di un giardino sobrio

L’accumulo eccessivo di oggetti e l’attenzione nei confronti dell’ambiente cambiano la nostra etica. Questa presa di responsabilità si traduce in uno stile di vita più sobrio e più semplice. Desideri ritrovare la quiete in giardino? Inizia ad eliminare le cose inutili, creando ordine e spazio. Con i bulbi da fiore del colore giusto, potrai rimpiazzare lo stress con energia nuova.

Basta cianfrusaglie

Il termine sfrondare non è valido solo per le piante. Anche noi dobbiamo imparare a “sfrondarci”, poiché l’accumulo eccessivo di oggetti non ci rende felici, anzi mina il nostro benessere. Eliminando tutto ciò che è inutile liberiamo spazio nella mente. Inoltre evitando di riempire la casa di chincaglierie siamo più rispettosi dell’ambiente. Assumiti le tue responsabilità e scegli un allestimento semplice e sostenibile per il tuo giardino. Un’atmosfera sobria regala chiarezza e armonia. Riciclando oggetti e materiali potrai ottenere risultati meravigliosi. Inoltre il riutilizzo delle cose offre una sensazione migliore rispetto all’acquisto di oggetti nuovi.

giardino-01
A sinistra: Leucojum aestivum ‘Gravetye Giant’ A centro: Narcissus ‘Paperwhite’ A destra: Tulipa ‘White Baby’ e Narcissus ‘White Tete’, ‘Paperwhite’

 

L’importanza del verde

Sapevi che il verde svolge un ruolo sempre più importante? Talmente importante che in futuro potrebbe diventare persino uno dei principali fornitori di energia. Esistono già alberi luminescenti che sostituiscono i lampioni a elevato consumo di energia elettrica. Non è fantastico? La tecnologia si evolve così rapidamente che non c’è da stupirsi se a breve saremo testimoni di nuove scoperte e invenzioni nel settore dell’energia verde. Anche il ruolo del verde in qualità di produttore di ossigeno assume sempre maggiore importanza. Aumentano gli spazi pubblici in cui il verde è fortemente presente. I bulbi da fiore sono una parte importante del verde e ti sorprendono all’inizio di ogni primavera.

giardino-02
Tulipa ‘White Baby’

Segui il tuo gusto

Un giardino sobrio privo di cianfrusaglie ha un effetto molto rilassante. Scegli la semplicità per creare un ambiente ordinato e armonioso. Elimina tutti gli oggetti che non hanno una funzione pratica, o regalali a qualcuno che possa servirsene. Riutilizza sacchetti, vasi e fioriere e chiediti se sia davvero arrivato il momento di sostituire la panchina del giardino. Oltre al fresco verde delle piante, il blu e il nero sono colori che regalano al giardino un aspetto sobrio e rilassante. I bulbi dai fiori bianchi, quali narcisi, giacinti e campanellini, offrono un tocco di armonia e di garbo in più. Distribuiscili in modo equilibrato per godere al massimo della loro bellezza.

giardino-03
Narcissus ‘Pure White’

Un giardino sospeso

LOST IN TIME AND PLACE / Un giardino sospeso 

Fuorisalone 2017 – Casa Formentini, Milano

Incontri per il pubblico il 5-6 e 7 aprile

Un giardino sospeso

“Lost in time and place”: un oggetto senza tempo è l’installazione che Roberto Benatti, garden designer e titolare di Giardini Benatti (www.giardinibenatti.net), realizzerà nel cortile di Casa Formentini, uno dei più importanti complessi storico artistici del quartiere Brera a Milano, nell’ambito del Fuori Salone 2017.

L’installazione, che sarà visibile al pubblico dal 4 al 9 aprile, dalle 10 alle 21.30, nasce da un incontro fortunato e inaspettato: Benatti era alla ricerca di uno spazio in cui portare qualcosa di suo e si è imbattuto in questo luogo magico, casa Formentini,  che aveva bisogno di concludere il suo percorso di restauro e recupero.

100_33_b

E’ nato così “Lost in time and place”, dove il visitatore potrà sperimentare l’incontro con un giardino sospeso. Non un giardino pensile, ma un giardino sospeso sopra il visitatore, che potrà godere della seduta e dell’incanto di una poesia, in un incontro tra botanica ed architettura.

Alla sera le lampade da me disegnate – prosegue Roberto Benatti –  sembreranno spargere polvere di fata sulle foglie, sul ferro e sulla pietra trasformando una poesia in una magia, mentre gli onirici “Gazzot” di Betti (pezzi unici, passerotti di grandi dimensioni realizzati a mano con una particolare malta cementizia) appollaiati nel loro nido fra le frasche faranno compagnia alle “rane volanti”, alle “chimere” e alle “zanzare” del maestro Giovanni Tamburelli, artista e poeta che realizza le sue opere in ferro”.

Ad arricchire lo spazio ci sarà anche una mostra con le fotografie di Dario Fusaro.

Giovanni-Tamburelli-pesce
Foto di Dario Fusaro

Eventi collaterali

Mercoledì 5 aprile, ore 18: incontro La figura del fotografo di giardini” con Dario Fusaro, uno dei più importanti fotografi di giardini in Italia.

Giovedì 6 aprile, ore 18: incontro Foreste e granai” con Maurizio Corrado, architetto, saggista, scrittore, si occupa di architettura ecologica e sostenibile dagli anni Novanta, ed è uno dei maggiori esperti italiani dell’integrazione fra architettura, design e piante.

Venerdì 7 aprile, ore 18: incontro Verde pensile e orti in città” con Luca Collina, perito agrario ed esperto di verde pensile e substrati minerali, collabora con varie riviste di settore e ha scritto il libro “Il substrato e il terreno” (Edizioni Simone, 2011).