I giardini di villa della Pergola in Agosto

…ninfee, fiori di loto e macchia mediterranea per momenti di serenità e vero relax nel parco.

I mesi estivi sono il periodo migliore per visitare i giardini di Villa della Pergola ad Alassio (realizzati alla fine del XIX secolo rappresentano uno dei rari esempi di giardino inglese in Italia e, grazie all’attento restauro curato dall’architetto paesaggista Paolo Pejrone, uniscono sapientemente la tipica vegetazione mediterranea con piante rare della flora esotica), che offrono un’occasione unica per passeggiare immersi tra i colori della macchia mediterranea e della vegetazione tropicale al massimo del loro splendore.

Villa della Pergola

Ad agosto si possono ammirare le ultime fioriture dei fiori di loto (prima metà del mese), considerati fiori sacri nel Buddhismo e nell’Induismo e simbolo dell’illuminazione e delle rigenerazione spirituale: queste piante vivono infatti nelle zone stagnanti, con le radici ben salde ed ancorate alla paludi, eppure, nonostante questo, riescono a mantenersi pulite, facendo sbocciare fiori bellissimi.
Nel giardino di Villa della Pergola, i Loti sono coltivati nelle vasche recuperate dalle antiche cisterne che servivano per la raccolta dell’acqua piovana destinata all’irrigazione del parco, sapientemente restaurate nel 2006 e rese di nuovo operative come tutta la rete idrica del giardino.

Molto suggestive anche le fioriture nelle fontane e nei laghetti rocciosi delle ninfee, piante acquatiche galleggianti tra le più note, il cui diametro può arrivare fino a 120-140 centimetri. Le Ninfee, nella mitologia greca, erano considerate il simbolo dell’amore non corrisposto, ma anche dell’amore platonico.

Al suo massimo splendore nel mese di agosto è la macchia mediterranea che adorna e avvolge i giardini.

Villa-della-Pergola_02

In Agosto e settembre, poi, i giardini di Villa della Pergola vengono arricchiti dalle fioriture delle lantane, i cui fiori tendono a cambiare colore nell’arco della fioritura, degli oleandri, arbusti sempreverdi dalla fioritura rigogliosa, delle buccinatorie, piante rampicanti dai fiori a forma di trombetta, delle bignonie, piante rampicanti vigorose e rigogliose che possono raggiungere anche i 10 metri d’altezza, dei solanum a fiore viola, dei coloratissimi ibischi di origine africana e americana, delle plumbago azzurre.

Le visite guidate si tengono tutti i sabati e le domeniche – fino a fine ottobre – con visite guidate su prenotazione (9.30, 11.30, 15.00 e 17.00).
Per prenotare: +39 0182/646130 o info@giardinidivilladellapergola.com).

Il biglietto d’ingresso è acquistabile sul posto ed è comprensivo di accompagnamento guidato.
Singolo: 12 euro
Soci FAI: 10 euro
Ragazzi da 6 a 14 anni: 6 euro, gratuito per i bambini fino ai 6 anni accompagnati da un adulto.
Scolaresche (visita parco): 6 euro.
Agibilità: i Giardini sono visitabili in gran parte anche da persone disabili. Solo alcune zone non sono accessibili a causa della morfologia del terreno e per la presenza di brevi scale in pietra.
Gli animali non possono entrare.

A Villa della Pergola è possibile poi fermarsi al nuovo ristorante, Nove, diretto dallo chef Giorgio Servetto. Qualità della materia prima, ricerca di prodotti del territorio e importanza della stagionalità sono le caratteristiche che contraddistinguono il ristorante. Vengono utilizzati prodotti a Km Zero: agrumi, erbe aromatiche e fiori eduli infatti provengono direttamente dai giardini e dall’orto di Villa della Pergola. La cucina di Giorgio Servetto è fatta di sapori che ricordano la sua infanzia, legata a una forte tradizione di cucina ligure con influenze piemontesi e francesi, rivisitata in chiave moderna.

VilladellaPergola3b

Per informazioni e prenotazioni:
Villa della Pergola, via Privata Montagu 9, 17021 Alassio (Savona)
Tel. +39.0182.646130 – +39.0182.646140
www.giardinidivilladellapergola.comwww.villadellapergola.com

Le fioriture di luglio a Villa della Pergola

gs700_villadellapergola_ph_Fusaro

Sbocceranno a luglio i fiori di Loto, piante acquatiche con romantici fiori dai grandi petali che porteranno a Villa della Pergola ad Alassio, sulla Riviera ligure di Ponente, un’atmosfera orientale.
Già nell’Ottocento i laghetti di Villa della Pergola ospitavano queste piante di rara bellezza, simbolo di purezza e spiritualità. Oggi i fiori di Loto vengono coltivati nelle vasche recuperate dalle antiche cisterne che servivano per la raccolta dell’acqua piovana destinata all’irrigazione del parco, sapientemente restaurate nel 2006 e rese di nuovo operative come tutta la rete idrica del giardino.

Nel mese di luglio, inoltre, fioriranno gli Agapanthus tardivi, i cui fiori si dispongono a formare pennellate ricche di colore simili alle onde del mare, e continueranno le fioriture delle Ortensie Annabelle (Hydrangea arborescens ‘Annabelle’), arbusti vigorosi dai grandi fiori bianchi, delle Ortensie Quercifoglie, caratterizzate da foglie simili a quelle della quercia americana e con infiorescenze di forma conica; delle Lantane, i cui fiori tendono a cambiare colore nell’arco della fioritura; degli Oleandri, arbusti sempreverdi dalla fioritura rigogliosa; delle Buccinatorie (Distictis buccinatoria), piante rampicanti dai colori cangianti; e, infine, del Plumbago.

I Giardini di Villa della Pergola possono essere visitati tutti i sabati e le domeniche con visite guidate su prenotazione (tel. +39 0182/646130 – info@giardinidivilladellapergola.com) con inizio alle 9.30 alle 11.30 alle 15.00 e alle 17.00.

IL FASCINO ANTICO DEI FIORI DI LOTO
Il fior di Loto è una pianta acquatica perenne originaria dell’Asia, dell’Australia e della zona tropicale dell’America del Nord. Dalle due specie principali, Nelumbo nucifera, orientale, e Nelumbo lutea, americana, derivano moltissime varietà.
La sua eleganza nasce dalle foglie, grandi, tonde, disposte a formare un ampio imbuto all’interno del quale si raccolgono grosse gocce di acqua che scivolano sulla lamina idrorepellente. I fiori, sorretti da steli eretti che possono raggiungere un metro di altezza, si innalzano con eleganza dal pelo dell’acqua; hanno un profumo gradevole e inconsueto e tonalità che vanno dal rosa chiaro al rosso, dal bianco al giallo, dal rosa-albicocca al giallo-aranciato.
In Oriente, il Loto è simbolo di purezza e di spiritualità in tutte le religioni ed è il fiore sacro di Induismo e Buddismo. Nella dottrina induista Brahma, Creatore e Dio padre dell’universo, è raffigurato nascente da un fiore di loto che spunta dall’ombelico della divinità Vishnu; nel Buddismo, invece, i diversi colori dei fiori di Loto individuano i differenti stati spirituali di Buddha.
Per i romani il fiore di Loto indicava l’unione, mentre per gli egizi la salvezza: è infatti proprio con un bocciolo di Loto che si indica la nascita di Ra, il Re Sole. Il Loto fa anche parte della cultura tibetana, rappresentando uno degli otto simboli di buon auspicio.
Nei paesi asiatici, queste piante sono anche coltivate a scopo alimentare, infatti tutta la pianta viene consumata: i semi vengono arrostiti, i rizomi sono utilizzati come condimento, con le giovani foglie si fanno zuppe e minestre e i petali sono utilizzati per le tisane.

gs700_Loti_VilladellaPergola

Biglietti
Il biglietto d’ingresso è acquistabile sul posto e comprensivo di accompagnamento guidato.
Singolo: 12 euro, Soci FAI: 10 euro
Gratuito per i bambini fino ai 6 anni accompagnati da un adulto. Scolaresche: 6 euro
È possibile, solo su prenotazione e per i gruppi, un biglietto d’ingresso comprensivo di aperitivo a buffet con prodotti liguri al costo di 20 euro a persona.
Per tutti i visitatori è inoltre possibile accedere al bar e al ristorante di Villa della Pergola Historical Suites Relais.

Per informazioni e prenotazioni
Giardini di Villa della Pergola, via Privata Montagu 9, 17021 Alassio (Savona)
Tel. +39.0182.646130 – info@giardinidivilladellapergola.cominfo@villadellapergola.com www.giardinidivilladellapergola.comwww.villadellapergola.com

gs700_Loti_VilladellaPergola3