Cascia tra spiritualità e natura

Escursioni sul territorio, visite guidate, esperienze enogastronomiche e degustazioni, incontri istituzionali, presentazioni e proiezioni video…

Tutto questo è l’Educational Tour del progetto “Cascia tra spiritualità e Natura” dove sono stati presentati i nuovi percorsi turistici e i prodotti materiali e immateriali collegati al progetto finanziato con fondi della misura POR-FESR 8.7.1 dalla Regione Umbria. L’evento si è svolto nelle giornate del 27 e 28 Novembre, coinvolgendo giornalisti locali e nazionali del settore turismo e cultura, comunicatori, influencer, blogger o destination manager.

La due giorni di attività ha consentito al panel degli invitati di provare gli itinerari tematici proposti e realizzati nel progetto e di vedere in anteprima l’App dedicata “Cascia tra spiritualità e natura”, disponibile prossimamente sugli store iOS e Android.

Il field trip ha consentito ai partecipanti di conoscere le bellezze del territorio di Cascia, la sua ricchezza culturale, spirituale, nella meravigliosa cornice naturalistica del territorio della Valnerina. Visite guidate agli attrattori culturali di Cascia e Roccaporena sono state condotte da esperti storici locali che hanno illustrato le caratteristiche e le vicissitudini dei monumenti casciani. Durante la due giorni inoltre è stato possibile ripercorrere le antiche vie dei sentieri benedettini della Valle del Corno e attraversare i territori di alcuni importanti siti archeologici (come il Tempio di Villa San Silvestro) e naturalistici della regione (come la riserva dei monti Pizzuto-Alvagnano e la piana di Chiavano), illustrati da guide specializzate. Il ricco programma ha previsto vere e proprie esperienze enogastronomiche in fattorie didattiche, agriturismi e ristoranti, mostrato la ricchezza dei prodotti del territorio (come il farro, la roveja o il rinomato zafferano) e l’elevato livello di ospitalità e servizi che offre il sistema turistico di Cascia, che registra ogni anno importanti afflussi turistici da ogni parte del mondo.

I giornalisti e comunicatori hanno ricevuto inoltre l’accoglienza del Sindaco, della Giunta Comunale e di giovani rappresentanti della cittadinanza, che hanno testimoniato l’impegno della città al rilancio turistico, i progetti in corso e quelli futuri, rinnovando l’invito a visitare una delle mete turistiche più accoglienti e servite in Umbria. Il progetto “Cascia tra spiritualità e natura” valorizza il territorio valnerinese e il brand Umbria con le sue bellezze regionali.

Pubblicità

Natale in jazz a Cascia

Il “Sacred Concert” per solista, coro e orchestra approda nella Valnerina grazie a un progetto di sviluppo regionale europeo che vede capofila il Comune di Cascia e la Regione Umbria

Cascia, una delle perle dell’Umbria intrise di spiritualità e natura, ospiterà un imperdibile appuntamento musicale di alto valore artistico e culturale. Martedì 7 dicembre alle 18:30 alla Sala della Pace del Santuario di Santa Rita da Cascia sarà presentato il “Sacred Concert” di Duke Ellington nella riduzione per Soprano, Coro e Nonetto. 

Ad eseguirlo, un organico artistico di eccellenza costituito dalla soprano solista Marta Raviglia, da un ensemble vocale di oltre 20 elementi afferenti dal Coro dell’Università degli Studi di Perugia e l’Ensemble Libercantus (dei Maestri Marta Alunni Pini e Vladimiro Vagnetti) e da una combo di 9 musicisti della jazz orchestra “Perugia Big Band”diretta da Massimo Morganti.

Duke Ellington è stato un songwriter, pianista, arrangiatore e bandleader statunitense ormai entrato nel mito.Un genio del XX secolo universalmente conosciuto per la sua enorme influenza nel mondo della musica jazz e non solo, che negli ultimi anni della sua vita compose anche memorabili partiture a tema sacro come questo presentata a Cascia.

I Concerti Sacri di Duke Ellington sono infatti un’opera importante e unica nel suo genere: tre concerti sacri per big band, coro e voce solistache a più riprese fra il 1966 e il 1974 furono commissionati al compositore americano da alcune chiese ed istituzioni (primo: Grace Cathedral di San Francisco commissionato dall’episcopato della California; secondo: Cattedrale di San John the Divine di New York commissionato dall’episcopato di New York; terzo: Abbazia di Westminster di Londra per il 25° anno delle Nazioni Unite comm. dal Presidente Sir Colin Crow).

Il concerto di Cascia prevede l’esecuzione dell’arrangiamento musicale di John Hoybye e Peder Pedersen, adattato dal M° Morganti per solista, coro e formazione strumentale ridotte rispetto all’originale. Un mix stilistico con un libretto intriso di spiritualità, libertà , pace che ruota attorno alla chiave centrale dello swing, con il coro e la voce solista che si alternano, si sovrappongono e dialogano con la jazz band. I brani si fondono con ritmo ed eleganza, dando vita ad un programma musicale strepitoso ma sopratutto coinvolgente per tutti.

A Ellington l’associazione culturale Perugia Big Band aveva già dedicato un progetto di turismo itinerante sviluppato con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia e il patrocinio dell’Assemblea legislativa della Regione Umbria, presentato a Monte Castello di Vibio, Compignano di Marsciano, Panicale, Perugia, Gubbio e Norcia.

L’evento è promosso dal Comune di Cascia grazie alla disponibilità della Comunità Agostiniana di Cascia che con la consueta generosità e collaborazione ha messo a disposizione la Sala della Pace di proprietà del Monastero di Santa Rita. La realizzazione è stata possibile grazia al fondo di cofinanziamento dell’offerta turistica e POR FESR 2014-2020 Azione 8.7.1. Progetto “CASCIA TRA SPIRITUALITA E NATURA”.

L’ingresso al concerto di Cascia è libero con prenotazione obbligatoria e green pass, posti disponibili: 320.

Dato che i posti sono limitati, è consigliabile affrettarsi a prenotare. A tale scopo è attivo il numero 075 3721618 e l’email: prenotazioneconcertocascia@gmail.com

Tutti gli aggiornamenti sul sito internet della PBB https://perugiabigband.com/ e del Comune di Cascia, www.comune.cascia.pg.it

Natale in jazz a Cascia