Camomilla

Dopo tanto… tanto tempo e tante prove, ecco la camomilla.
Non ricordo di averla seminata, ma è cresciuta in un vaso rettangolare.
Così va l’orto. A volte è misterioso e poco razionale, o probabilmente sono io a non comprendere bene i suoi meccanismi.
Sorrido però nel vedere la camomilla.
Mi sono abbassato e l’ho annusato, per essere certo che fosse camomilla.
E camomilla è! 😉

camomilla

Annunci

Un fiore di camomilla / A chamomile’s flower

Un fiore, uno. Un po’ poco, ma già qualcosa. Per salire una montagna bisogna fare sempre il primo passo. Mi consolo come posso.
E comunque, spero ci sia il tempo perché la camomilla cresca ancora e faccia qualche altro fiore. L’anno scorso la camomilla non c’era nel mio orto, e quest’anno c’è… l’anno prossimo farà più fiori.

A flower, only one. It’s already something. To climb a mountain you must always make the first step.
Anyway, I hope there is time because the chamomile grow again and make some other flower. Last year there wasn’t the chamomile in my garden, … next year will make more flowers.

h491_camomilla

Terzo tentativo

I primi due non sono andati a buon fine, ma il terzo sembra di sì. La camomilla (Matricaria chamomilla), le sue radici, sembrano aver stretto amicizia con il terreno, e pian piano sta crescendo.

Ci tenevo a riportare questa pianta nel mio orto. È un ricordo d’infanzia,oltre ad essere un’ottima bevanda rilassante, un blando sedativo, un cicatrizzante della pelle e delle mucose…

Attenzione però: “I fiori di camomilla perdono la loro efficacia se non sono consumati entro l’anno di raccolta” (LANZARA, P., Guida alle piante medicinali, Mondadori, 1978, pag. 212).

h470_camomilla

Risvegli / Awakenings

Come il gatto sornione che guarda l’uccellino frugare nel terreno alla ricerca di semi da mangiare, io mi appresto ad uscire dal letargo invernale. Risvegliarmi anticipando, di poco, la primavera per fare quei piccoli lavori che il mio orto mi chiede.
Mi stiracchio ben bene e lascio le sementi che ho comperato appoggiate su uno scaffale della serra. Camomilla e borragine.
La camomilla ci tengo ad averla nell’orto, per un ricordo di famiglia. Mia nonna la coltivava, e ricordo quando a fine estate la raccoglieva. Io ero bambino, mi piaceva tenere sulla mano quelle palline gialle, così leggere, con quel profumo che a volte era un odore, e non sapevo decidermi se mi piaceva o no.

La camomilla la trovavo dappertutto, nelle gite domenicali ricordo di averla vista molte volte. Cresceva spontanea, mi chiedevo perché mia nonna la tenesse nell’orto visto che si trovava così facilmente. Poi, un giorno, quando sono cresciuto, quasi d’improvviso, non l’ho più vista: Da nessuna parte. Allora la camomilla me la sono andata a comperare, già pronta nelle bustine, o in erboristeria, sfusa, in sacchetti di carta.

Adesso è tempo che cresca anche nel mio orto, come una volta. La semino, poi la metto in vaso, poi forse nell’orto. Ma voglio provare ancora la sensazione gradevole di tutte quelle piccole palline sul palmo della mia mano.

Like the cat that looks the bird rummage in the ground looking for seeds to eat, I was about to leave the winter. Wake up in anticipation of just the spring for those small jobs that my garden asked me.
I leave the seeds that I bought resting on a shelf of the greenhouse. Chamomile and borage.
Camomile I want to have in the garden, in memory of my family. My grandmother grew to, and I remember when at the end of the summer collecting it. I was a child, I liked keep on hand that yellow balls, with that perfume that sometimes had a smell, and I did not know whether I liked it or not.

The chamomile was everywhere, in memory of Sunday outings have seen many times. Grew spontaneously, I wondered why my grandmother took the chamomile in the garden since it was so easy. Then, one day, when I grew up, almost suddenly, not the view I have: from nowhere. So camomile I went to buy and is available now in sachets or herbal, loose, in bags of paper.

Now it’s time to grow in my garden, as it once was. The seed, then put in the pot, then maybe in the garden. But still I want to try the feeling of pleasing all those little balls on the palm of my hand.

nuvole