Hortus

Una (qualche?) definizione

L’orto è “[…] un piccolo appezzamento di terreno, per lo più cinto da mura o da siepe, in cui si coltivano erbaggi commestibili e talora anche piante da frutto” (Il Grande Dizionario Garzanti della Lingua Italiana, UTET, Torino 1993). Il mio orto non è circondato né da siepe né da mura, ma delimitato una ringhiera, da un camminamento, da una fila di Iris.

Nonostante ciò la definizione del Dizionario può andarmi lo stesso bene, anzi, con quel suo “per lo più cinto da mura o da siepe”, mi ricorda quella che è l’origine occidentale degli orti, ovvero il medievale “hortus conclusus”, coltivato inizialmente all’interno dei monasteri per lo più con piante medicinali.

Ma il Garzanti va oltre questa definizione e accenna anche allo “zappare, coltivare il proprio orto”, cioè “occuparsi soltanto dei propri problemi, disinteressandosi di quelli altrui”, e ancora il Garzanti ci parla degli “orti esperidi”: “[…] nella mitologia greca, giardino favoloso situato nelle estreme regioni occidentali, in cui cresceva un albero che dava pomi d’oro”.

“[…] The garden is a small plot of land, mostly surrounded by a wall or hedge, which plants cultivating edible and sometimes even fruit plants “(The Great Dictionary of Italian Language Garzanti, UTET, Torino 1993). My garden is not surrounded by or walled or hedge, but a railing bordered by a walkway, a row of Iris.

The dictionary definition, with his “for the most part surrounded by a wall or hedge”, reminds me of what is the origin of western gardens, the medieval hortus conclusus cultivated initially within the monasteries with most medicinal plants.

In the English languages the definition of garden is: “a piece of ground, often near a house, used for growing flowers, fruit, or vegetables” (Oxford American Dictionaries, a free application in my Mac Mini). I’ve find another name, hortus siccus: “an arranged collection of dried plants; a herbarium”.

But the Garzanti goes beyond this definition and also alludes to the “hoe, cultivate your garden”, that is “only care of their own problems, ignore those of others”, and yet the Garzanti speaks of the gardens Esperidi:” [.. .] In Greek mythology, fabulous garden located in the extreme western regions, which grew a tree that gave Pomi gold. “

7 thoughts on “Hortus

  1. Devo precisare che Hortus si scrive con l’h, altrimenti indica il sorgere del sole (ab ortu solis, hortus conclusus).

    Molto gradevole e fresca la raffigurazione del tuo orto.

  2. ciao dado che sei un esperto di piante e fiori e internet, devo fare un regalo quindi un fiore ad una amichetta, che sito di e-commerce di fiori conosci o proponi? qualcuno di voi ha mai inviato fiori dal web?

  3. @ ulmike
    poco esperto sono io di vendita fiore nel web, quei pochi fiori che colgo li prendo in giardino, ma basta digitare “vendita fiori” nei motori di ricerca per essere sommersi da migliaia di risultati.
    😉

  4. @ nicola: il mirtillo è una pianta del sottobosco, che cresce anche ad alte quote, anche se esistono molte varietà che vivono nei paesi tropicali. Non so quale sia il tuo clima, o se dove l’hai piantato ci sia sempre sole (dalla mattina alla sera), ma sii fiducioso e se proprio lo vedi sofferente per il caldo annaffialo spesso, usa della pacciamatura attorno al fusto o ripiantalo in una posizione meno soleggiata.
    Auguri e tanti buoni frutti,
    Davide

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...