Lo sfondo scrivania di Marzo

Marzo. Voglia di primavera e, se non lo avete ancora fatto, di semina in serra – ma anche il vostro davanzale può andare bene per lo scopo.

Ecco lo sfondo scrivania di marzo, dedicato – appunto – alla semina di verdure e fiori per l’orto e il giardino.
Sembrano un po’ vuoti e poveri così, e a sottolinearlo ho utilizzato il bianco e nero. Ma la bellezza dei semi, se volete anche simbolica, è contenuta al loro interno. Quando germoglieranno e cresceranno, vi regaleranno un’emozionante sinfonia cromatica.

Download:
1920 x 1024 pixel
1440 x 900 pixel
1280 x 1024 pixel

Pubblicità

Sfondo scrivania di febbraio / February’s wallpaper

La primulaPrimula polyantha – è la protagonista dello sfondo scrivania e calendario di febbraio 2012.
In questa stagione è un fiore sempre presente in serre e vivai, e viene comperato anche per dare colore al grigio inverno.
È un fiore che accompagna l’arrivo della primavera. Troppo presto per la primula?
No, affatto. Visto che qui al nord l’inverno non si è fatto sentire… che arrivi la primavera!

Ora vi racconto una leggenda.

C’era una volta un bosco dove vivevano tanti animali, e tutti aspettavano con impazienza l’arrivo della primavera e dei primi raggi del sole che scaldassero un poco. L’inverno era stato freddo e lungo, e sembrava anzi non volersene andare.
Gli animali del bosco erano così impazienti che tutti insieme dissero all’inverno: «Insomma, vattene adesso, lascia il posto alla primavera!»
Ma l’inverno, che era molto permaloso si arrabbiò e promise che non se ne sarebbe andato. Chiamò a sé i suoi due fidi alleati, il Gelo e la Tempesta e gli disse: «Nascondetevi dietro a quel cespuglio, e quando arriverà la Primavera la spingerete dentro quella grotta.»
Quando finalmente arrivò la Primavera, la Tempesta la spinse con i suoi venti dentro alla grotta e il Gelo la immobilizzò con una barriera di ghiaccio.
Alcuni animali avevano assistito alla scena, e impotenti e preoccupati decisero di chiedere consiglio al Sole.
«Io so come aiutarvi» disse l’astro. Mandò i suoi raggi caldi vicino ad un ruscello e lì spuntarono delle primule.
«Prendete le primule e portatele nella grotta dove è rinchiusa la Primavera – disse il Sole agli animali della foresta. Le primule sono fiori magici che hanno il potere di sciogliere il ghiaccio».

Gli animali fecero come gli aveva detto il Sole e la Primavera fu liberata. Tutti gli animali della foresta festeggiarono.
Al sentir quelle grida di felicità l’inverno si indispettì ancor di più e se ne andò al Polo Nord, seguito dai suoi fidi amici Tempesta e Gelo.

Lo sfondo scrivania di Febbraio è scaricabile nei seguenti formati:
1920 x 1024
1440 x 900
1280 x 1024

The primrose – Primula polyantha – is the protagonist of the wallpaper and calendar of February 2012.
This season is always present in a flower greenhouses, and is also bought to give color to the gray winter.
It is a flower that accompanies the arrival of spring. Too early for the primrose?
Not at all. As the winter here in the north of Italy has not been felt … Spring arrives!
Download:
1920 x 1024
1440 x 900
1280 x 1024

Calendario dei Fiori 2012

Anche quest’anno potete scaricare il Calendario 2012.
In versione digitale (1,2 MB) o nell’impaginato (8,7 MB), pronto per essere stampato, ritagliato, appeso al muro o nel posto che ritenete più adatto.

Quest’anno il tema sono i fiori: del giardino ma anche dell’orto (rucola) e delle campagne (bardana). Il formato 9×19 cm permette di usarlo anche come segnalibro.

Spero sia di vostro gradimento.

Lo sfondo scrivania di Dicembre

Per questo mese ho voluto ispirarmi al significato profondo del Natale, evidenziato anche da un libro di Lévy-Strauss che ho alcune volte citato – mi riferisco a Babbo Natale giustiziato.
Il Natale, quello pagano, legato ai miti della terra, è il momento in cui la Natura muore… per ritornare a vivere.

Moriva la vegetazione e con lei moriva il tempo. Declinava la luce e estendeva i suoi confini il regno delle ombre. Era l’inverno, era dunque l’inferno. Era il tempo del ritorno dei morti, dei revenants, come dicono i francesi. Un ritorno tanto atteso quanto temuto. Atteso, perché è il mondo sotterraneo e senza luce, dove sono costretti i morti, che consente il germinare delle sementi; è il loro ritornare a vivere che rifonda la vita. (dall’Introduzione di Antonino Buttitta, in Lévy-Strauss, Babbo Natale giustiziato, Sellerio, Palermo 1995)

Ecco la mia scelta dei bulbi di iris (in verità c’è anche un bulbo di tulipano), che ho da poco sotterrati… torneranno a rivivere a giugno.
Ma per adesso rimangono nel mondo sotterraneo.
E la ghianda? Simpatia personale…

Scaricabile nei formati:
1990 x 1028 pixel;
1440 x 900 pixel;
1280 x 1024 pixel.

Buon dicembre.

Il calendario 2012

Accidenti! Devo fare il calendario per il 2012! E cosa mi invento quest’anno? È già l’8 novembre, e domani sarà il 9 e dopodomani il 10. Potrei continuare così fino al 31 dicembre. So contare.

Insomma, come lo faccio questo calendario 2012? E soprattutto, lo faccio? Sì, lo faccio, anche solo per mio diletto.

Freud diceva che l’uomo – e io aggiungo anche la donna – trae piacere dai suoi stessi processi psichici. Figuriamoci a fare un calendario. Un piacere immenso!

Lo sfondo scrivania di Novembre / Wallpaper for November

C’è del fascino anche nella nebbia, in un paesaggio che si nasconde nella Natura, tra delle gocce di acqua sospese nell’aria. Le forme che affiorano, come in un sogno, diventano emozioni, pensieri, speranze…

Questo mese scaricabile in nuovi formati: 1920×1028 pixel, 1440×900 pixel e il classico 1280×1024 pixel.
Buon mese di novembre.

There is some charm even in the fog, in a landscape that hides in nature between the drops of water suspended in the air. The forms that emerge, as in a dream, become emotions, thoughts, hopes …
This month in new downloadable formats: 1920×1028 pixel, 1440×900 pixel and the classic 1280×1024 pixel.
Merry month of November.

Tre zucche tre / Three pumpkins three

Quante zucche ha raccolto TroppoBarba? Troppe. 😉
Io solo tre, e due sono ornamentali.
Ma tanto basta, una me la mangio, le altre due… possono essere il soggetto per lo sfondo scrivania di Ottobre.
Colorato, come saranno i colori dell’autunno. Un foulard di seta arancione è la base dove i frutti si appoggiano – l’arancione è – credo – il mio colore preferito, in realtà mi piacciono tutti, ognuno ha il suo fascino.
Spero che vi piaccia… e buon ottobre! 😉
Scaricabile nei formati 1600 x 1200 pixel e 1280 x 1024 pixel.

I picked up only three, and two are ornamental.
But enough. A me eat, the other two … may be the subject for the wallpaper of October.
Coloured, as will the fall colors. A silk scarf orange is the base where the fruits are supported – the orange is – I think – my favorite color, in fact I like all colors, each one has its own charm.
I hope you like … and good October! 😉
Download formats 1600 x 1200 pixels and 1280 x 1024 pixels.

Sfondo scrivania (in ritardo) di settembre

Ogni trasloco è faticoso, anche se virtuale. Così lo sfondo scrivania di settembre è arrivato con qualche giorno di ritardo.
Spero lo gradirete lo stesso, e vogliate lasciarmi qualche breve riga di commento.
Qui mi interessava focalizzare l’attenzione sul colore di queste zinnie un po’ appassite. Facile metafora dell’estate che sta ormai tramontando ma senza nessun riferimento – controriformato – della caducità dell’essere umano e delle età della vita. Perché i fiori appassiti, ma ancor di più quelli secchi hanno un loro fascino: conservano i colori, sbiaditi, ma sempre presenti. Ecco la scelta di uno sfondo informale, monocromatico, che fa risaltare i rossi, gli arancioni, i verdi. Non dunque un’immagine malinconica, ma felice, perché la Natura non conosce dicotomie (vita versus morte), ma un continuo divenire, un costante mutamento che è felicità perché esiste nel qui e ora.
Certo noi umani siamo in grado con i nostri congegni fotografici di fermare l’attimo, ma a mio parere ciò serve per rendersi conto della bellezza del mutamento, dello scorrere incessante della vita, anche nelle forme che noi chiamiamo “morte” – tra parentesi non mi è mai piaciuta l’espressione “natura morta”, preferisco l’inglese “still-life”.
Detto questo – ché non vorrei annoiarvi troppo – spero che questo sfondo possa accompagnare felicemente il tempo che trascorrete con il computer. Tutto qui.
Potete scaricare questo sfondo-scrivania nei due formati 1600 x 1200 pixel oppure 1280 x 1024 pixel.

Dicembre: sfondo scrivania / December: wallpaper

[Dedicato a Maddalena]
Rieccomi a proporvi uno sfondo per la scrivania di dicembre – con calendario.
Ci ho pensato. Dicembre… ah sì, Natale, le feste, tutte le luci, i canti…
Ma orto e giardino sono più festosi a primavera, non certo in inverno… che sembrano morti.

Dunque vi propongo il mio albero di Natale: due pigne addobbate dei loro semi rossi. Una pigna marrone, al termine del suo sviluppo, che contiene in sé il seme della sua rinascita.
Perché, in fondo, cos’è Natale? Una festa che ha origini nel mondo pagano, dove la Natura che muore e risorge veniva celebrata attraverso riti e feste, con rituali – come lo scambio dei doni – molto simili ai nostri. In seguito la festa del Natale è stata Cristianizzata, e Gesù diventa il tramite tra vita e morte, cioè il principio della rigenerazione, perché è attraverso la sua morte che l’umanità può aspirare ad una Nuova vita.

Non insisto. Chi fosse interessato alle strutture mitiche, ai rapporti simbolici tra vivi e morti, o ancora al rapporto tra Natura e cultura può leggersi il breve ma intenso saggio (solo 77 pagine compresa l’introduzione di Antonino Buttitta) Babbo Natale giustiziato, di Claude Lévy-Strauss, Sellerio Editore. Chi invece non fosse interessato può comunque scaricarsi il mio sfondo scrivania di Dicembre…

Lo potete scaricare nei formati:
1600 x 1200 pixel e 1280 x 1024 pixel.

A presto,
Davide

Here’s the background for the desktop of your computer – with calendar.
I thought about it. December … Ah yes, Christmas, holidays, all the lights, the songs …
But vegetable garden are the most festive in the spring, not inwinter … that seem dead.

So I propose you my Christmas tree: two pine cones decorated with their red suits. A brown cone at the end of its development, which contains the seeds of its rebirth.

To download it click here:
1600 x 1200 pixel version – 1280 x 1024 pixel version
Regards,
Davide

Scaricatevi il calendario-sfondo scrivania di ottobre / Download the calendar-wallpaper

Qualche girno fa ho regalato ad un mio collega quattro melagrani – quattro come i passi nell’orto. Ho scelto i più grossi e i migliori perché un dono deve essere generoso e disinteressato. Il mio collega mi ha ringraziato, ma sua mamma ne è stata addirittura sorpresa e felice, perché mi ha detto che una volta se ne trovavano più di adesso e li si mangiava come frutti di stagione – mentre oggi ti mangi meloni, ananas e banane anche a Natale – vabbè… i tempi cambiano.

A voi mie lettori (quattro?) non posso regalare melagrane vere, quindi ho pensato comunque di farvi un regalo… più tecnologicamente evoluto, se volete – e non me ne voglia Marino se lui melagrane quest’anno non ne ha colte abbastanza, o forse niente affatto.
Cos’è dunque questo piccolo dono?

Uno sfondo scrivania che è anche un piccolo calendario, e spero sia di vostro gusto.

Dovevo trovare un soggetto da fotografare e la mia scelta è caduta sulle melagrane, che in questo periodo si colgono e si mangiano. Ed è anche uno dei frutti da me preferiti. Per il suo colore, per la sua forma, per i tanti chicchi rossi e saporiti che nasconde sotto la buccia – e non da ultimo per il suo significato simbolico.

Potete scaricarlo nei formati 1280×1024 e 1600×1200 pixel.
😉

A gift to readers for the month of October. A wallpaper that is also a small calendar, and I hope you taste.

I had to find a subject to photograph and my choice fell on pomegranates, which in this period will capture and eat. It is also one of my favorite fruits. For its color, its shape, for the many savory red beans.

You can download it in sizes: 1280×1024 and 1600×1200 pixels.

Calendario 2010 / Calendar 2010

Come è mia tradizione ho preparato per il 2010 un calendario da scaricare e stampare liberamente (leggi gratis). Ma quest’anno ho voluto pensarlo e crearlo in maniera diversa rispetto alle versioni precedenti. Per il 2010 il calendario è anche un segnalibro, un caro compagno per le nostre letture – quanto caro me lo direte voi. Quindi, anche se è ancora un po’ presto per gli auguri, buon anno nuovo e soprattutto buone letture.

Potete scaricare la versione ad alta risoluzione (7,4 MB) o quella in formato e-book (1,6 MB).

Sono quattro fogli in formato A4, tre dei quali sono da ritagliare per ottenere i dodici segnalibri, uno per ogni mese dell’anno. Il quarto è una sorta di copertina e presentazione che potete usare per avvolgere i dodici segnalibri e, se vi garba, fare un regalo all’amata – o all’amato. Come volete. Spero che il nuovo calendario vi piaccia e vi sia utile.
Saluti.

Download here the English version (1,5 MB) of Calendar/Bookmark 2010.

Calendario 2009/Calendar 2009

Anche quest’anno ho preparato un calendario da tavolo che potete scaricarvi, stamparvi, ritagliarvi e comporre con l’ausilio di una custodia vuota di un CD-ROM – le classiche jewel box. Rimando al post dell’anno scorso su come montare il calendario.

Potete scaricare la versione elettronica, da vedere a video (988 Kbyte) (la versione da stampare non è più disponibile).

Spero vi piaccia.

Infine, in uno slancio internazionalista, ho anche preparato la versione inglese del calendario.

I prepared the english version of calendar 2009.
I hope you like it.
You can download the electronic version (972 Kbyte).

This is a desk calendar. You can use a CD or DVD case (jewel box) for mount the calendar (it is quite easy).
Finally, I must apologize if you will find some mistake – wrong words or festivity that I forgotten.
Regards.

calendar