Perugia e Firenze Flower Show

Riparte la stagione 2021 dei Flower Show: le mostre mercato di piante rare e inconsuete ripartono a giugno con l’edizione di Perugia e quella di Firenze.

Il “Flower Show”, circuito nazionale di mostre-mercato di piante rare e inconsuete, torna anche quest’anno in primavera e in autunno a colorare diverse location italiane portando in ogni città che lo ospita la cultura e la conoscenza della botanica e del giardinaggio di qualità. 

Nato nel 2008 con “Perugia Flower Show”, questo format di successo, giovane e dinamico non ha mai smesso di crescere e dopo la creazione dell’edizione autunnale sempre nel capoluogo umbro si è spostato nel corso degli anni in altre città quali Ancona, Arezzo, Modica e Firenze.    

In ogni sua edizione il “Flower Show” ospita i migliori collezionisti e produttori nazionali di varietà botaniche rare e inconsuete, collezioni di piante introvabili se non in questo tipo di appuntamenti: dalle specie di rose meno conosciute alle piante perenni, ortensie,  orchidee botaniche, camelie, azalee, collezioni di agrumi, piante cactacee e succulente, esemplari secolari di bonsai, piante acquatiche, pelargoni, mediterranee, bulbi, carnivore, tillandsie, piante aromatiche e tanto altro ancora.

Non ci sono solo meraviglie botaniche, il fascino dell’esposizione è completato da una sezione dedicata all’arredamento da esterno e da internouniti all’artigianato di altissima qualità e ancora attrezzature da giardinaggio professionali ma anche eccellenze enogastronomiche e prodotti per il benessere, insomma tutto ciò che è indissolubilmente legato al mondo della natura e del vivere outdoor.  

Il Flower Show non è solo questo, punto di forza e marchio distintivo della manifestazione è l’attenzione all’aspetto culturale, alla divulgazione della cultura del verde nella città che lo ospita: incontri con i massimi esperti del settore, corsi di giardinaggio tenuti dagli stessi espositori, divertenti attività didattiche per i bambini, seminari e laboratori scientifici. La formazione del pubblico risulta in ogni edizione molto importante perché l’utenza a cui la manifestazione si rivolge è molto vasta: da chi non ha mai approfondito le tematiche del florovivaismo e della botanica, curiosi, nuovi appassionati a chi invece è più esperto e cerca in questo tipo di manifestazione l’occasione per consolidare le proprie basi e l’occasione per incontrare i nomi più rinomati del settore. 

Date e location dei prossimi Flower Show:Perugia Flower Show – 19 e 20 giugno 2021 – Giardini di Santa Giuliana;Firenze Flower Show – 26 e 27 giugno 2021 – Giardino Corsini;

SITO UFFICIALE: 
www.flowershow.it

Flower Show

Tre giorni per il giardino

Ingresso fino a esaurimento posti disponibili.

L’acquisto anticipato del biglietto online su www.tregiorniperilgiardino.it, offerto a un prezzo scontato rispetto a quello acquistabile in loco, è fortemente consigliato.

Il verde è tradizionalmente il colore della speranza; è il colore dell’ambiente, della vegetazione e dei prati e come tale è una tinta rassicurante, che invita alla calma e rigenera lo spirito. Mai come in questo periodo, concedersi un’immersione anche breve nella natura e nelle sue bellezze è importante perché può regalare preziosi momenti di benessere. Per questo da venerdì 23 a domenica 25 ottobre2020dalle ore 10 alle 18, il FAI – Fondo Ambiente Italiano ha voluto fortemente organizzare nel grande Parco del Castello di Masino a Caravino (TO) l’edizione autunnale della “Tre giorni per il giardino”, storica mostra mercato di fiori, piante e idee per il giardino, l’orto e il frutteto che si avvale dell’accurata regia dell’architetto Paolo Pejrone, fondatore e Presidente dell’Accademia Piemontese del Giardino.

Dopo l’annullamento dell’edizione primaverile a causa dell’emergenza sanitaria, il FAI torna quindi con gioia a far incontrare – nel pieno rispetto delle norme di sicurezza sanitaria – gli amanti del giardinaggio con i migliori florovivaisti italiani in una “Tre giorni” per forza di cose diversa dal solito, più ristretta e più “distanziata”, ma caratterizzata dalla stessa cura, qualità e passione di sempre. La curiosità e l’entusiasmo invece saranno di certo maggiori: dopo un anno senza vedersi, visitatori ed espositori – 90 quelli attesi a Masino – avranno molto su cui confrontarsi. Il tardo autunno è infatti il periodo ideale per lavorare in giardino e per mettere a dimora tante nuove piante che potranno aiutare nei prossimi mesi a immaginare la primavera che verrà.

Tre giorni per il giardino

Oltre a passeggiare tra gli stand e lasciarsi stupire dai sorprendenti colori di piante tardo autunnali, fiori eduli, ciclamini, crisantemi, arbusti e alberi con particolare foliage autunnalecollezioni di alberi di frutti antichi, rose, ortensie, orchidee, piante acquatiche, attrezzi ed arredi da giardino, peculiarità agricole del territorio etc., il pubblico potrà partecipare anche a un ricco programma di “chiacchierate a tema” in cui esperti coltivatori e vivaisti d’eccellenza racconteranno l’importanza del giardinaggio d’autunno, quale momento strategico e prezioso di progettazione e riorganizzazione degli spazi verdi, e cosa significhi l’arrivo di questa stagione nelle realtà dove operano. In particolare:

  • Venerdì 23 ottobre alle ore 11.30 si svolgerà l’incontro “Il giardino d’autunno per i giardinieri del FAI” che vedrà Federico de Fazio descrivere i lavori svolti nel Parco del Castello di Masino; alle ore 15 l’appuntamento sarà con Paolo Pejrone che racconterà i lavori autunnali nel suo bosco-giardino a Revello, mentre alle ore 16.30 ci sarà spazio per Raziel che proporrà un focus su tuberi, bulbi e rizomi.
  • Sabato 24 ottobre si inizierà alle ore 11.30 con l’Erbaio della Gorra che parlerà di graminacee e ultime fioriture, per proseguire alle ore 15 con Anna Peyron e le sue rose, clematidi e ortensie, mentre alle ore 16.30 è in programma l’incontro con Carlo Salvi del Pero a tema peonie, hoste & C.
  • Domenica 25 ottobre alle ore 11.30 approfondimento sulle piante acquatiche con Eta Beta, a seguire alle ore 12Marco Gramaglia spiegherà al pubblico i lavori nelle sue serre e nei suoi orti, alle ore 15 l’incontro “Il giardino d’autunno per i giardinieri del FAI” che vedrà Federico de Fazio descrivere i lavori svolti nel Parco del Castello di Masino; infine alle ore 16.30 Maurizio Feletig condurrà i visitatori alla scoperta delle bacche.

In conformità alle normative per il contenimento del contagio, l’accesso alla manifestazione sarà consentito solo fino a esaurimento posti disponibili. Gli ingressi saranno contingentati e scaglionati in diverse fasce orarie e per prevenire la formazione di code e assembramenti in corrispondenza delle biglietterie è vivamente consigliato l’acquisto anticipato del biglietto online sul sito www.tregiorniperilgiardino.it, offerto a un prezzo scontato rispetto a quello acquistabile in loco e che garantisce accesso prioritario.

Tre giorni per il giardino

Perugia Flower Show

Un fine settimana “total green” con la nuova edizione della mostra mercato di piante rare e inconsuete, con la possibilità di partecipare a tanti corsi gratuiti18/20 Settembre 2020, Giardini del Frontone 

Diventato ormai un appuntamento florovivaistico irrinunciabile, la mostra mercato permetterà ai visitatori più esperti e ai nuovi appassionati di scoprire in anteprima nazionale le novità del settore e di incontrare i migliori collezionisti e produttori di rarità botaniche. L’edizione di settembre con i suoi caldi colori autunnali sarà interamente dedicata alle varietà più affascinanti che raggiungono il loro massimo splendore nel periodo che va da settembre a gennaio per permettere a chiunque di avere un giardino o semplicemente un balcone fiorito tutto l’anno, non solo in primavera.      

All’interno del giardino i visitatori avranno l’opportunità di incontrare 60 espositori tra i migliori del panorama florovivaistico nazionale con le loro collezioni incantevoli: arbusti insoliti, alberi da frutto di ogni varietà da quelli del benessere fino a quelli in specie antiche e ritrovate, graminacee ornamentali che proprio in questo periodo dell’anno colpiscono per i meravigliosi colori che regalano.

Non mancheranno per gli amanti delle acidofile le migliori varietà di camelie, alcune già pronte per la loro fioritura autunnale-invernale, collezioni di aceri giapponesi e tantissime varietà inconsuete di Hydrangea. Da non dimenticare naturalmente i bulbi  nel pieno della loro bellezza, le rose antiche e moderne, le salvie ornamentali, ma anche agrumi, piante carnivore, e  piante acquatiche.      

Sarà possibile ammirare e acquistare varietà di piante aromatiche introvabili come basilici, timi, mente, origani, erbe spontanee, salvie fino a quelle ornamentali, e  anche coloratissime collezioni di peperoncini provenienti da tutto il mondo! Protagoniste indiscusse saranno le piante perenni a fioritura autunnale, splendide per i loro colori e molto utilizzate dai pollici verdi più esperti per il movimento che donano sia al giardino che semplicemente al terrazzo: collezioni di Aster, di Anemoni giapponesi, di Lobelie e di Hibiscus solo per citarne alcuni.      

Perugia Flower Show

Ma non è finita qui, a fare da contorno a queste rarità botaniche ci sarà una sezione dedicata all’artigianato di alta qualità, alle attrezzature da giardinaggio professionali, arredamento da esterno e da interno, tessuti da giardino, ma anche eccellenze enogastronomiche, prodotti per il benessere, e un meraviglioso approfondimento sull’arte.      

Come per le altre edizioni, Perugia Flower Show offrirà anche tutta una serie di eventi collaterali gratuiti tenuti dagli stessi espositori come seminari e corsi di giardinaggio, divertenti attività didattiche per bambini, insieme a laboratori scientifici e culturali,  grazie alle importanti collaborazioni con le istituzioni locali come la Regione Umbria e Il Dipartimento di Scienze Agrarie che negli anni sono diventati il punto di forza e il marchio distintivo della manifestazione. Saranno tutti gratuiti, e tutti gestiti nel massimo rispetto delle normative nazionali anti-Covid 19.

L’iscrizione online nel form dedicato del sito ufficiale www.perugiaflowershow.com.

Perugia Flower Show

Un soffio di primavera

I profumi dei primi boccioli della bella stagione daranno il benvenuto ai visitatori che si recheranno a Villa Necchi Campiglio, Bene del FAI – Fondo Ambiente Italiano a Milano, in occasione di Un soffio di primavera, sabato 7 e domenica 8 marzo 2020 dalle 10 alle 18: la mostra mercato tanto amata dagli appassionati di verde, giunta alla nona edizione e dedicata quest’anno agli arbusti fioriti, dall’hamamelis all’edgeworthiae, dalla magnolia soulangeana al prunus avium, dal viburnum al chimonanthus praecox, fino alla camelia japonica.

Non solo: in esposizione si troveranno anche piante annuali e perenni da fiore quali ellebori, bergenie, primule, viole e ciclamini; arbusti per giardino e terrazzo; piante aromatiche per le insalate di primavera; piante da orto freddo; piante rustiche da ingresso e da cortile quali aspidistre, liriopi, convallarie e felci; cactacee e bulbose in fioritura tra fine inverno e inizio primavera come galanthus e crocus. La “due giorni” vedrà impegnati circa 30 vivaisti e produttori, accuratamente selezionati e provenienti anche dall’estero. Tra questi, il Podere Restelli di Olgiate Olona (VA), azienda orticola e di floricoltura nata nel 1885 dalla passione di due fratelli aristocratici milanesi e conosciuta per la produzione di piante rare, arbusti perenni e fiori selvatici; il Vivaio Giardino Tara, piccola azienda sulle rive del lago di Bolsena (VT) le cui collezioni in produzione sono magnolie, hydrangea, punica granatum, styraxe calycanthus; e ancora, nel fine settimana della Festa della Donna non mancherà Pépinières Cavatore, vivaio del sud della Francia specializzato in mimose delle quali conserva e coltiva oltre 180 varietà provenienti da Australia, Sudafrica e America Latina.

Oltre alle numerose specie floreali, ci saranno arredi per la cura dell’orto; sementi; libri dedicati al verde e illustrazioni botaniche; e poi, gioielli realizzati con foglie e fili d’erba. Tra le novità, grembiuli, borse e accessori per la casa e il giardino realizzati dal laboratorio artigianale Viamartinella e orecchini, braccialetti e ciondoli creati da Federica Lovrecic con l’erba capim dourado tipica del Brasile, il sughero del Portogallo e i semi dell’Amazzonia.

soffio-primavera-2

Arricchiranno la mostra mercato interessanti incontri. Tra gli appuntamenti da non perdere: sabato 7 marzo alle ore 15 Anna Peyron racconterà in anteprima le curiosità del suo libro di prossima uscita Il romanzo della rosa (add editore) con storie di uomini, donne e artisti accomunati dalla passione per la “regina del giardino”; alle 16 Maria Mannone, laureata in Fisica teorica e Ph. D. in Composition, parlerà di Alberi e sinfonie: quando la matematica crea ponti e dà suono alle forme e spiegherà la corrispondenza tra una foglia e una melodia, tra strutture vegetali e partiture musicali attraverso la matematica, la geometria e la dinamica del movimento. Per illustrare tale legame la studiosa, servendosi di una tastiera, “tradurrà in note” lo sviluppo dell’antico platano di Villa Necchi; ancora, domenica 8 marzoalle 11 Beatrice Consonni, vivaista di lunga data, offrirà una panoramica sapiente degli arbusti a fioritura invernale nella straordinaria varietà delle loro cortecce, dall’acer griseum alla betula alba spider alley, dal cornus sanguinea al prunus serrula; alle 12.30 Umberto Castiello, professore ordinario di Psicobiologia e Psicologia fisiologica nel Dipartimento di Psicologia generale dell’Università di Padova, parlerà del suo saggio La mente delle piante – Introduzione alla psicologia vegetale (Il Mulino), uno sguardo inedito sull’attività cognitiva delle piante alla luce della loro capacità di ricordare, muoversi, decidere, orientarsi, interagire e comportarsi in modo opportunista, generoso o truffaldino.

soffio-primavera

Infine, in concomitanza con Un soffio di primavera Lilla Tabasso, biologa e designer milanese, presenterà la mostra Fragile melanconia con alcune sorprendenti composizioni in vetro che illustrano le fioriture come espressione della bellezza del mondo naturale e come metafora di caducità e fragilità esistenziale. Si ringrazia per l’iniziativa la Galleria di vetro contemporaneo di Caterina Tognon. Progetto realizzato grazie al contributo di Andrea Zegna.

Con il Patrocinio del Comune di Milano.

Il calendario “Eventi nei Beni del FAI 2020” è reso possibile grazie al fondamentale sostegno di Ferrarelle, partner degli eventi istituzionali e acqua ufficiale del FAI, e al prezioso contributo di PIRELLI che conferma per l’ottavo anno consecutivo la sua storica vicinanza alla Fondazione.Grazie a Golia Herbs che rinnova nel 2020 il suo sostegno agli eventi verdi.

Villa Necchi Campiglio è museo riconosciuto da Regione Lombardia.

Giorni e orari: sabato 7 e domenica 8 marzo 2020 dalle 10 alle 18

Biglietti: manifestazione: intero 7 €; iscritti FAI, ridotto 6-18 anni e studenti fino a 25 anni 4 €

Villa e manifestazione: intero 18 €; iscritti FAI 4 €; ridotto 6-18 anni 6 €; studenti fino a 25 anni 8 €

Per informazioni: Villa Necchi Campiglio, via Mozart 14, Milano; tel. 02.76340121; fainecchi@fondoambiente.it

www.fondoambiente.it – www.villanecchicampiglio.it

Camelie Locarno 23esima edizione

Camelie, mimose, magnolie, rododendri, azalee… Da nessuna parte in Svizzera la primavera è più fiorita che a Locarno. E da nessuna parte è anche più precoce, perché le prime fioriture si hanno già a partire da fine febbraio, quando altrove la natura è ancora immersa nei rigori dell’inverno.

Fra i fiori che per primi anticipano la bella stagione in riva al Lago Maggiore, la camelia è davvero la regina. Coltivata da oltre 150 anni, è presente in ogni giardino e in centinaia di varietà. Il parco delle Camelie di Locarno ne presenta oltre mille.

Locarno ospita, non a caso, uno dei più ricchi parchi di camelie a livello internazionale e anche la più importante esposizione europea dedicata a questo fiore.

L’esposizione, che l’anno scorso aveva segnato un record di presenze (con 10mila visitatori sull’arco di cinque giorni) torna puntualmente dal 25 al 29 marzo 2020. Denominata “Camelie Locarno” l’evento è giunto alla 23esima edizione ed è oramai un classico che segna l’inizio della stagione turistica.

Organizzata dalla Società Svizzera della Camelia in collaborazione con Ascona-Locarno Turismo e la Città di Locarno, la manifestazione attira appassionati da tutta Europa e si distingue da manifestazioni affini per le sue dimensioni, l’ampia varietà di piante e fiori che vi si possono ammirare, l’estrema cura posta negli allestimenti, la profusione degli addobbi floreali.
Fulcro dell’evento è la mostra scientifica, allestita con grande gusto scenografico. La mostra presenta all’interno di una capiente tensostruttura circa 250 varietà di camelie recise, suddivise in diverse specie (japonica, reticulata, ecc), ibridi e cultivar provenienti da vari parchi e giardini della regione.

L’esposizione si tiene nel cuore stesso del Parco delle camelie di Locarno. Inaugurato in occasione del Congresso mondiale della camelia tenutosi a Locarno nel 2005, ampliato a tappe ed insignito nel 2010 del prestigioso marchio “Garden of Excellence” conferito dall’International Camellia Society, il Parco, che è aperto tutto l’anno ma naturalmente dà il meglio di sé fra marzo e metà aprile, ospita su una superficie di oltre 10’000 metri quadrati poco meno di mille diverse varietà di camelie. Due laghetti con giochi d’acqua e un romantico padiglione contano fra le principali realizzazioni di questo meraviglioso e incantato angolo di Locarno, ubicato in riva al lago, nei pressi della Lanca degli Stornazzi.

Mercato delle camelie, cioccolatini e tè locali

Per chi volesse acquistare delle piante la rassegna offre un mercato delle camelie a cura del vivaista Eisenhut, uno dei maggiori e più significativi della regione, co-gestore – fra l’altro – di un magnifico parco di camelie e magnolie ubicato a San Nazzaro, sulla sponda opposta del Verbano. Un’attrazione da scoprire assolutamente. Altre bancarelle propongono degustazioni di tè nero prodotto in Ticino da Ulrich Joss; tè, infusi e miscele della Casa del tè del Monte Verità (sulla celebre collina di Ascona da anni è attiva una piccola piantagione di Camellia sinensis abbinata a un centro dedicato alla cultura del tè); senza dimenticare i prodotti della pasticceria Marnin, e in particolare l’orami celebre cioccolatino Camelia, una delizia di cioccolato bianco miscelato al tè matcha della Camellia sinensis proveniente in parte dalla piantagione del Monte Verità.

Presenti con uno stand informativo anche Foto Garbani e l’Associazione Giardino Botanico Isole di Brissago che ospitano il Parco Botanico del Canton Ticino, una delle principali attrazioni del Locarnese per gli appassionati di parchi e giardini.

Appuntamenti musicali

Come tutti gli anni diversi momenti musicali accompagneranno i cinque giorni della rassegna.
Sala della Sopracenerina di Locarno

Venerdì 27 marzo, ore 20.30

Marcello Gatti (traversiere) e Francesco Corti (clavicembalo)

Il secondo appuntamento della rassegna Concerti delle camelie presenta musiche di J.S. Bach  https://www.concertidellecamelie.com/

Direttamente al Parco delle camelie
Mercoledì, giovedì e venerdì momenti musicali nel Parco

Sabato 28 marzo, ore 11 e ore 14
Domenica 29 marzo, ore 11 e ore 13.00
Spettacolo per bambini – Narrazione itinerante con musica, folletti, gnomi, farfalle ed elfetti con Gaby Lüthy e Francesco Mariotta.

Domenica 29 marzo, dalle 13.00 e le 16.00
Musica folk con Paolo Tomamichel (voce e chitarra) e con la Bandastralusc in compagnia di Sandra Eberle (violino,chitarra,voce), Mauro Garbani (organetto) e Peo Mazza (percussioni).

Informazioni pratiche

Dove e quando

Locarno Camelie si tiene al Parco delle Camelie di Locarno – sul lungolago, in viale Respini – da mercoledì 25 a domenica 29 marzo 2020.  La mostra rimarrà aperta nei seguenti orari: mercoledì – domenica dalle ore 9.30 alle ore 17.30.

Parking e trasporti

Il Parco delle Camelie è raggiungibile con servizio autobus FART gratuito – Fermata del bus di fronte alla stazione delle Ferrovie Federali, davanti alla biglietteria FART e in Via della Pace. Sul posto sono disponibili ampie possibilità di parcheggio.

Biglietti

L’entrata costa 10 franchi, pensionati e gruppi di almeno 10 persone 8 franchi. Ingresso gratuito per bambini e ragazzi fino a 16 anni.

Offerte speciali e collaborazioni con partner regionali
La ferrovia Vigezzina-Centovallina offre il viaggio Domodossola-Locarno con il 30% di sconto, includendo il biglietto d’entrata al parco.

In occasione di Locarno Camelie, Railaway offre condizioni particolarmente vantaggiose con riduzioni del 20% sul prezzo di entrata all’evento.

Presentando il biglietto d’ingresso si potrà beneficiare del 30 % di sconto anche sui biglietti della funicolare della Madonna del Sasso, sui biglietti della funivia Orselina-Cardada, e il 10% di riduzione sul biglietto d’entrata alla Falconeria di Locarno, che propone spettacoli con rapaci in cui è possibile osservare e fotografare da vicino, aquile, falchi, gufi, avvoltoi, marabù, ibis e cicogne.

Una riduzione di 3 franchi è prevista anche all’entrata del lido di Locarno.

Appuntamenti invernali Villa Carlotta

Dopo una stagione che si chiude, solo formalmente, con oltre 231.000 presenze (42% italiani e 58% stranieri con al vertice i francesi) Villa Carlotta è già proiettata alle aperture invernali e alla prossima stagione.

L’istituzione si propone di aderire al processo di destagionalizzazione del turismo sul Lago di Como intrapreso da diversi circuiti che agiscono per la promozione del territorio, come segnala la Direttrice Maria Angela Previtera: “Il nostro territorio ha bisogno di avere maggior consapevolezza circa le proprie ricchezze e le possibilità che esse rappresentano per il futuro del mercato turistico-culturale del nostro lago”. Dopo una stagione più che soddisfacente per Villa Carlotta, ma anche per altre istituzioni culturali e per molti operatori del turismo, la Direttrice dichiara che: “È fondamentale continuare a creare sinergie e fare rete come già accade all’interno del Distretto Turistico del Centro Lago, oppure in occasione dei Pic (Piani Integrati della Cultura) o ancora con il progetto Lake Como Light”.

Infatti anche Villa Carlotta aderisce al progetto Lake Como Light ideato dal Consorzio Como Turistica che prevede un’illuminazione di buona parte dei punti di interesse storico-culturali del Lario, creando lo sfondo ideale per la rassegna di eventi che partirà a fine novembre.

In attesa del Natale quindi Villa Carlotta prevede l’apertura del 6-7-8 dicembre, in occasione della festività dell’Immacolata, organizzando laboratori per adulti e bambini. Composizione di centri tavola per il 25 dicembre, degustazione e creazione di tisane natalizie, eco decori per tutta la casa realizzati con materiali di riciclo provenienti dal giardino e molto altro. Per i più piccoli si è pensato a laboratori di manualità e attività di story telling sul tema del Natale. Il tutto creerà un’atmosfera di condivisione e vicinanza tipica di quel periodo dell’anno.

Resterà aperta anche l’esposizione fotografica “Natura al liceo” ideata dagli studenti del Liceo Alessandro Volta di Como, dedicata alla riscoperta delle collezioni nascoste dello stesso grazie ad un progetto condotto da Chiara Elisa Spallino e Andrea Fumagalli, dove diventano protagonisti alcuni esemplari conservati nel museo.

Appuntamento quindi al 6-7-8 dicembre dalle ore 10.00 alle ore 17.00 (info e prenotazioni www.villacarlotta.it 0344 40405).

Resta aperta la possibilità per gruppi di almeno 15 persone di poter effettuare una visita in giardino per tutto il periodo invernale (info e prenotazioni segreteria@villacarlotta.it)

Villa Carlotta in inverno

Programma

Aspettando il Natale a Villa Carlotta

Venerdì 6 dicembre

Ore 14.30 ECO-DECORI PER PICCOLI ARTISTI

Biglietti d’auguri, decorazioni per l’albero di Natale, piccoli oggetti da mettere in casa creati con materiali provenienti dal giardino di Villa Carlotta. Scalderemo il nostro inverno nel periodo delle feste con la bellezza degli oggetti naturali, utilizzando tutto ciò che nel parco ormai non serve più.

Laboratorio per bambini 3-11 anni. I bambini da 3 a 5 anni dovranno essere affiancati dai genitori durante il laboratorio

 

Sabato 7 dicembre

Ore 10.30 VISITA AL GIARDINO D’INVERNO

Il giardino non perde il suo fascino anche in inverno. Scoprire e conoscere i dettagli della natura sotto un’altra veste è un viaggio esplorativo che ci porterà a comprendere la necessità dei tempi di riposo del giardino e del grande lavoro di chi, ogni giorno con passione, si prende cura di alberi, piante e fiori. Il nostro percorso terminerà con la visita alle serre costruite negli anni Settanta del Novecento, dove vengono ricoverate le essenze botaniche in quattro ambienti diversi: serra calda, serrone, serra fredda, serra delle piante grasse.

 

Ore 14.00 CREA IL TUO CENTRO TAVOLA

Manca poco a Natale e di sicuro avrete iniziato a pensare al pranzo del 25 dicembre e alle decorazioni, tra le quali non può mancare un centrotavola creato su misura. I giardinieri di villa metteranno a vostra disposizione esperienza e abilità manuale per insegnarvi a comporre un pezzo unico di arte floreale.

Laboratorio per adulti.

(nel caso di numerose richieste entro il 25 novembre, si potrebbe attivare un secondo laboratorio domenica 8 dicembre alle ore 14.00)

 

Ore 10.30 NATALE DA RACCONTARE

A chi piacciono i racconti di Natale? Chi invece ama le storie di avventure incredibili? A Natale piace a tutti sedersi di fronte al fuoco, scaldarsi dolcemente e sentirsi raccontare una storia emozionante, romantica o avventurosa. A Villa Carlotta andiamo alla ricerca di spunti per raccontare storie bellissime. In un dado si possono nascondere mille storie sempre diverse, venite a scoprire come a Villa Carlotta!

Laboratorio per bambini 6-11 anni

 

Ore 15.00 UNA TAZZA DI TISANA NATALIZIA

Sorseggiare una buona tisana è un ottimo modo per scaldarsi e godersi un momento di puro piacere e relax, soprattutto durante le feste natalizie! Natale infatti è il periodo perfetto in cui sorseggiare tè, infusi e tisane per combattere il freddo e il gelo e creare un momento di compagnia e allegria. Che differenze ci sono tra i diversi tipi di infusi? Quali sono le piante che scaldano il cuore? Con l’aiuto di un’esperta potrete sperimentare la creazione di una miscela perfetta per i vostri gusti ed esigenze.

 

Domenica 8 dicembre

Ore 10.30 VISITA AL GIARDINO D’INVERNO

Il giardino non perde il suo fascino anche in inverno. Scoprire e conoscere i dettagli della natura sotto un’altra veste è un viaggio esplorativo che ci porterà a comprendere la necessità dei tempi di riposo del giardino e del grande lavoro di chi, ogni giorno con passione, si prende cura di alberi, piante e fiori. Il nostro percorso terminerà con la visita alle serre costruite negli anni Settanta del Novecento, dove vengono ricoverate le essenze botaniche in quattro ambienti diversi: serra calda, serrone, serra fredda, serra delle piante grasse.

Laboratorio per adulti.

 

 

Ore 10.30 NATALE DA RACCONTARE

A chi piacciono i racconti di Natale? Chi invece ama le storie di avventure incredibili? A Natale piace a tutti sedersi di fronte al fuoco, scaldarsi dolcemente e sentirsi raccontare una storia emozionante, romantica o avventurosa. A Villa Carlotta andiamo alla ricerca di spunti per raccontare storie bellissime. In un dado si possono nascondere mille storie sempre diverse, venite a scoprire come a Villa Carlotta!

Laboratorio per bambini 3-5 anni

 

Ore 14.00 NATURA AL LICEO

Un progetto del liceo classico e scientifico Alessandro Volta di Como che mira a riscoprire le collezioni di un museo nascosto, quello del liceo appunto. Una mostra fotografica con oggetto alcuni esemplari conservati nel museo, è stata allestita all’uliveto di Villa Carlotta e permette di creare una panoramica del lavoro realizzato dagli studenti, grazie all’aiuto di Chiara Elisa Spallino esperta in comunicazione e Andrea Fumagalli, fotografo e videomaker del progetto. Il tutto realizzato grazie al supporto scientifico dell’ornitologo Giovanni Soldato. Venite a scoprire le collezioni nascoste dal racconto degli studenti!

 

Ore 14.00 UNA TAZZA DI TISANA NATALIZIA

Sorseggiare una buona tisana è un ottimo modo per scaldarsi e godersi un momento di puro piacere e relax, soprattutto durante le feste natalizie! Natale infatti è il periodo perfetto in cui sorseggiare tè, infusi e tisane per combattere il freddo e il gelo e creare un momento di compagnia e allegria. Che differenze ci sono tra i diversi tipi di infusi? Quali sono le piante che scaldano il cuore? Con l’aiuto di un’esperta potrete sperimentare la creazione di una miscela perfetta per i vostri gusti ed esigenze.

 

Ore 15.30 NATURA IN CASA A NATALE

Quante volte avete pensato: “Vorrei che la mia casa fosse immersa in un’atmosfera natalizia”? Ecco il laboratorio giusto per voi! Un’idea sostenibile per produrre oggetti originali con quello che il parco di Villa Carlotta ci dona. Una breve visita nel parco per scoprire forme, gradazioni di colori e texture da trasportare in un workshop pratico dove la creatività farà da padrona.

Consigliati guanti e forbici da potatore

 

 

Prezzi per gli eventi

Adulto (residente Tremezzina e Griante): 5 euro

Adulto (non residente): 10 euro

 

Bambini (residente Tremezzina e Griante): 5 euro

Bambini (non residente): 10 euro

Accompagnatore (residente Tremezzina e Griante): gratis

Accompagnatore (non residente): 5 euro

 

Ingresso senza adesione agli eventi

Come da listino prezzi 2019

 

 

Prenotazione: www.villacarlotta.it

Informazioni: 0344 40405 | eventi@villacarlotta.it

villa-carlotta-02

Il Parco di Natale

La magia del Natale torna anche quest’anno nel favoloso e fiabesco Parco della Città della Domenica, sabato 30 novembre e durante tutti i weekend dall’1 al 22 Dicembre comprese le giornate del 23 e 26 Dicembre 2019, con un evento interamente dedicato ai bambini, alle famiglie e a tutti coloro che vogliono immergersi in una location che si trasformerà nuovamente e magicamente in un vero e proprio villaggio natalizio.

Dopo il successo della prima edizione, dove moltissime famiglie hanno potuto godere di un’atmosfera natalizia unica e avvolgente e dove i bambini hanno incontrato Babbo Natale e partecipato alle attività ludiche degli Elfi, a dicembre si tornerà a vivere la magia di un luogo unico.
Spettacoli per bambini, la possibilità di conoscere Babbo Natale, l’ufficio postale dove poter lasciare i propri desideri e tantissime attività ludico-didattiche per grandi e piccini così da poter trascorrere un’intera giornata immersi in un luogo magico di per se ma in uno dei periodi dell’anno che ci fa sognare anche da grandi.
La novità di quest’anno sarà un’area, la Piazza dei Golosi, dedicata interamente ai migliori Street food provenienti da tutto il territorio nazionale, ognuno con le proprie specialità e prodotti tipici, completamente dedicati al Natale.
Ci sarà quindi la possibilità di vivere un evento nell’evento, e godersi la magia di un viaggio natalizio anche dal punto di vista enogastronomico.
Nelle immediate vicinanze sarà protagonista anche la stazione degli Elfi, dove i bambini potranno scrivere la letterina che poi consegneranno personalmente a Babbo Natale, pronto ad accoglierli nel suo villaggio e nel salotto dove sarà possibile anche incontrarlo. Quest’ultimo potrà essere raggiunto direttamente con il trenino in partenza ogni 30 minuti dalla stazione degli Elfi oppure a piedi seguendo il percorso illuminato e addobbato dove poter passeggiare in mezzo alla natura e incontrare tantissimi animali. Appena arrivati, gli Elfi saranno pronti ad accogliere gli ospiti durante tutte le tappe, passando attraverso il bosco, alla ricerca di Babbo Natale, per farli completamente entrare all’interno di una favola.
Anche quest’anno il Natale all’interno del parco della Città della Domenica sarà più magico che mai: un’occasione unica per entrare nel villaggio di Babbo Natale e toccare con mano la magia che questo periodo dell’anno ci regala da sempre.
Per maggiori info:
parco-natale

Qui c’è campo! Assaggi d’autunno

Prodotti a km zero, degustazioni di olio e di vino, caccia al tartufo nero del Lago di Como, local food stellato con lo chef Davide Caranchini, fino al… pesciolino da passeggio

Assaggi d’autunno – in occasione della Festa del Borgo – è il secondo appuntamento di Qui c’è campo, il progetto nato per rendere Cernobbio il centro di riferimento di un’agricoltura moderna che stimoli la nascita e lo sviluppo di nuove attività e la creazione di una filiera agricola.

I temi su cui ci si focalizzerà nella due giorni di settembre sono: i prodotti a chilometro zero, l’agricoltura biologica e sostenibile; il paesaggio montano e collinare, il lago, la città dalla forte vocazione turistica.

Assaggi d’autunno – organizzato dal Comune di Cernobbio con la collaborazione di Fondazione Minoprio, Slow Food condotta di Como, Coldiretti Como Lecco, Società Ortofloricola Comense e altre associazioni del territorio – sarà quindi una iniziativa mirata in particolare alla cultura del cibo locale e dei suoi produttori.

IL PROGRAMMA

Sabato 21 settembre
Con la collaborazione di Slow Food condotta di Como – verrà proposto il “Knowledge caffè” che prevede di arredare spazi definiti con tavoli e sedie, per trasformarli in ambienti culturali partecipati sui temi dell’enogastronomia locale. In ogni spazio (in totale saranno 5 spazi) si terrà un incontro sulla cultura del cibo con produttori, trasformatori di cibo, cuochi, scrittori, giornalisti a cui sarà associata una degustazione “partecipata” con il pubblico.

La prima tappa del “Knowledge caffè”, “Olio: gusti, virtù e valori” organizzata con l’associazione Olivicoltori del Basso Lario,  inizierà alle 11 al Centro Civico di Piazza S. Stefano – Polo culturale per il verde del Comune di Cernobbio. E’ importantissimo saper riconoscere un olio di qualità sia per non cadere nelle contraffazioni e imitazioni che purtroppo costellano il settore, sia per esaltare il gusto dei piatti a cui lo si abbina, infine, per essere consapevoli delle straordinarie virtù “farmaceutiche” dell’olio extravergine di qualità. Protagonista dell’incontro sarà Maurizio Saggion, Sommelier dell’olio che condurrà una degustazione di olio (saranno degustate tre tipologie di olio extra vergine d’oliva) e parlerà di alcune storie dal suo libro “Il Raccolto dei racconti – Storie di olivi, olive e olio extravergine d’oliva”  (Cinquesensi editore). (Massimo 30 partecipanti, prenotazione obbligatoria su www.comune.cernobbio.co.it).

cof

Alle 12.30, sempre presso il Centro Civico di Piazza S. Stefano, “In cucina con i prodotti lariani” con l’Agrichef Giulia Di Scanno che preparerà un menu con prodotti lariani di Campagna Amica, spiegandolo ai partecipanti e rispondendo alle loro curiosità. Seguirà la degustazione dei piatti preparati. A cura di Coldiretti Como Lecco (Massimo 30 partecipanti, prenotazione obbligatoria su www.comune.cernobbio.co.it).

 

La seconda tappa del Knowledge caffè”, in collaborazione con la Società Ortofloricola Comense, si terrà dalle 15 alle 17 nello spazio del Galoppatoio di Villa Erba e sarà una “Caccia al tartufo del Lago di Como”organizzata con l’Associazione Tartufai Lariani che faranno dimostrazioni di ricerca del ‘tartufo nero’ del Lago di Como, con i loro cani di razza Lagotto romagnolo mostreranno come si scoprono e raccolgono questi preziosi tuberi. Si assaggerà anche il tartufo nero, degustato con crostini di pane accompagnati da una speciale crema di tartufo nero e da un bicchiere di vino.

 

La terza tappa del Knowledge caffè” sarà alle 17 in via Cinque Giornate 59 a Le Specialità Lariane Gourmetcon una degustazione tra innovazione e tradizione del “Pesciolino da passeggio”, insieme a un boccone di trota affumicata a freddo, alle polpettine di pesce e verdura e il tutto accompagnato da RosèLario di Cantine Angelinetta (Domaso). Il Pesciolino da passeggio è una novità oltre che una provocazione: viene infatti utilizzata la lisca di pesce di lago (Agone e Lavarello) come fosse una “chips”, una patatina: assolutamente da provare.

Le Specialità Lariane è un’azienda a conduzione familiare, nata sulle sponde del Lago di Como nel 1985 e specializzata nella trasformazione del pesce di lago (Massimo 18 partecipanti, prenotazione obbligatoria su www.comune.cernobbio.co.it. A pagamento).

 

La quarta tappa del Knowledge caffè” sarà alle 18 nel Centro storico di Cernobbio, dove si parlerà di Local Food con il giovane e talentuoso chef Davide Caranchini del ristorante Materia di Cernobbio, che nel 2018 ha conquistato una stella Michelin. Caranchini realizzerà e presenterà per l’occasione “Trota sott’aceto, rafano e bacche di cipresso”, una ricetta di sua creazione cucinata con erbe e aromi del territorio. Interviene Lucia Papponi. (Massimo 20 partecipanti, prenotazione obbligatoria su www.comune.cernobbio.co.it).

cucina

Quinta e ultima tappa del Knowledge caffè” alle 19.30 a Villa Bernasconi  con “Vini in Villa”, in occasione dell’apertura straordinaria di Villa Bernasconi per le Giornate europee del patrimonio 2019. Guidati dal Sommelier Matteo Longhi si degusteranno due vini del territorio in un percorso emozionale che la moderna enologia locale può offrirci attraversando il Lago fino alle Colline della Brianza (Massimo 20 partecipanti, prenotazione obbligatoria su www.comune.cernobbio.co.it. A pagamento).

Dalle 21 in poi, nei ristoranti  di Cernobbio che aderiranno al progetto, sarà possibile gustare il menu “Qui c’è campo” coi prodotti lariani di Campagna Amica.

 

Domenica 22 settembre

Riva di Cernobbio, Piazza Risorgimento

Per tutta la giornata si svolgerà l’edizione straordinaria dell’AgriMercato di Campagna Amica a cura di Coldiretti Como Lecco, con laboratori a cura da Coldiretti Giovani Impresa e Donne Impresa, incontri per i più piccoli e una ‘caccia al tesoro’ dedicata al tema dell’orto, del giardino e delle loro specialità.

 

Il programma nel dettaglio e tutti gli aggiornamenti si troveranno sul sito www.comune.cernobbio.co.it

QUI_C'E'_CAMPO_sett_19

Perugia Flower Show

Perugia Flower Show, mostra mercato di piante rare ed inconsuete, anche quest’anno torna con il suo appuntamento autunnale il 21 e 22 Settembre 2019 nella splendida cornice dei Giardini del Frontone, in Borgo XX Giugno a Perugia.

Diventato ormai un appuntamento florovivaistico irrinunciabile, la mostra mercato permetterà ai visitatori più esperti e ai nuovi appassionati di scoprire in anteprima nazionale le novità del settore e di incontrare i migliori collezionisti e produttori di rarità botaniche. L’edizione di settembre con i suoi caldi colori autunnali sarà interamente dedicata alle varietà più affascinanti che raggiungono il loro massimo splendore nel periodo che va da settembre a gennaio per permettere a chiunque di avere un giardino o semplicemente un balcone fiorito tutto l’anno, non solo in primavera.

All’interno del giardino i visitatori avranno l’opportunità di incontrare 60 espositori tra i migliori del panorama florovivaistico nazionale con le loro collezioni incantevoli: arbusti insoliti, alberi da frutto di ogni varietà da quelli del benessere fino a quelli in specie antiche e ritrovate, graminacee ornamentali che proprio in questo periodo dell’anno colpiscono per i meravigliosi colori che regalano. Non mancheranno per gli amanti delle acidofile le migliori varietà di camelie, alcune già pronte per la loro fioritura autunnale-invernale, collezioni di aceri giapponesi e tantissime varietà incosuete di Hydrangea. Da non dimenticare naturalmente i bulbi in collezione nel pieno della loro bellezza, le rose antiche e moderne, i pelargoni botanici, ma anche orchidee, tillandsie e piante acquatiche.

Sarà possibile ammirare e acquistare varietà di piante aromatiche introvabili come basilici, timi, mente, origani, erbe spontanee, salvie fino a quelle ornamentali, orticole insolite e zucche ma anche coloratissime collezioni di peperoncini provenienti da tutto il mondo! Protagoniste indiscusse saranno le piante perenni a fioritura autunnale, splendide per i loro colori e molto utilizzate dai pollici verdi più esperti per il movimento che donano sia al giardino che semplicemente al terrazzo: collezioni di Aster, di Anemoni giapponesi, di Lobelie e di Hibiscus solo per citarne alcuni.

Ma non è finita qui, a fare da contorno a queste rarità botaniche ci sarà una sezione dedicata all’artigianato di alta qualità, alle attrezzature da giardinaggio professionali, arredamento da esterno e da interno, tessuti da giardino, ma anche eccellenze enogastronomiche e prodotti per il benessere.

Come per l’edizione primaverile, Perugia Flower Show “Winter Edition” offrirà anche tutta una serie di eventi collaterali tenuti dagli stessi espositori come seminari e corsi di giardinaggio, divertenti attività didattiche per bambini, insieme a laboratori scientifici e culturali, che negli anni sono diventati il punto di forza e il marchio distintivo della manifestazione. Saranno tutti gratuiti, previa iscrizione online nel form dedicato del sito ufficiale www.perugiaflowershow.com.

perugia-flower-show

Cusago in fiore

Sabato 13 e domenica 14 aprile si terrà “Cusago in fiore”, la manifestazione florovivaistica dedicata agli appassionati del verde e della natura, organizzata da Proloco Cusago in collaborazione con l’Amministrazione comunale.

Anche per la XIII edizione la Piazza del trecentesco Castello Visconteo e i prati adiacenti si coloreranno delle proposte verdi e fiorite dei numerosi vivaisti in arrivo da ogni regione d’Italia.

Essenze classiche e varietà inconsuete attendono gli appassionati del verde, che potranno visitare anche stand di complementi e decorazioni per il gardening.

Non mancherà una sezione riservata ai prodotti della terra e, nella giornata di domenica, l’ormai affermato binomio con la mostra mercato dell’antiquariato e del cibo biologico.

Ci sarà spazio anche per incontri con i vivaisti sulla cultura delle piante, in cui il pubblico interessato potrà apprendere tecniche nuove.

Sabato pomeriggio dalle 16 alle 18 si terrà una dimostrazione e un workshop di IKEBANA OHARA, Milano Garden Club, a cura di Anna Massari; domenica mattina, alle ore 10.30, il M° giardiniere Carlo Pagani ci parlerà di: “l’utilizzo delle rose nel giardino”.

Non mancheranno divertenti attività per i più piccoli, come la lettura ad alta voce delle “Fiabe di Rosella” e anche avrà spazio la pittura, con la mostra “Acquarelli… In fiore”, a cura di Silvia Nara.

La manifestazione è ad ingresso libero e si terrà anche in caso di maltempo.

cusago-in-fiore02