Il mercato dei fiori di Pescia a Euroflora 2018

Il Mercato dei Fiori di Pescia, che proprio quest’anno festeggia il 90° anniversario della sua istituzione (1928), parteciperà dal 21 aprile al 6 maggio a Euroflora ai Parchi di Nervi a Genova.

Insieme al Mefit, che rappresenterà tutta la Toscana, ci saranno anche due importanti partner: il Comune di Pescia e la Fondazione Nazionale Carlo Collodi.

Oltre all’allestimento dello spazio espositivo all’aperto nei Giardini di Nervi (spazio D22) che si estenderà su una superficie di 171 m2, il Mercato realizzerà anche – all’interno della galleria d’arte Wolfsoniana negli spazi all’ingresso, nella sala Liberty e nella sala Antonio Rubino, con il supporto di maestri fioristi – cinque importanti composizioni di fiori e fronde recise tipiche di Pescia, che parteciperanno ai concorsi di Euroflora, così come le piante nello spazio all’aperto.

L’allestimento esterno, firmato dall’Architetto Sergio Martinelli, avrà come elemento principale una serie di curve concentriche, formate da olivi inframmezzati da piante fiorite, racchiuse da uno sfondo costituito da una serie di totem. Le immagini e alcuni arredi, come il tavolo ‘Quadripalo’ e la poltrona ‘Pluviale’ vanno a richiamare molti degli elementi architettonici dell’attuale Mercato dei Fiori, la cui costruzione avvenne a partire dal 1975 e che viene considerato uno dei principali edifici italiani in stile ‘High-Tech’, tipico di quegli anni.

Euroflora-Mercato-Fiori-di-Pescia_planimetria

In particolare, il tavolo ‘Quadripalo’ è costituito da quattro cilindri cavi collegati da un profilo ad H centrale, da cui si dipartono 4 sostegni per la lastra in vetro. La poltrona ‘Pluviale’ è un mobile outdoor con una sinuosa struttura in tubo rosso che ricorda quella dei pluviali del Mercato.

Quindi nello spazio si potranno trovare elementi caratterizzanti il territorio di Pescia, come i vivai d’olivo da trapiantare nelle varietà tipiche pesciatine leccino, frantoio, pendolino, agrumi lavorati a spalliera e ad arco, rose ad alberello e cespuglio, ecc., accanto alla produzione e al commercio di piante fiorite stagionali, per arrivare alla zona centrale in cui l’arte floreale diventa ‘mise en scène’ dei maestri fioristi.

Ma un’altra importante collaborazione andrà a caratterizzare l’area: quella con i magnifici giardini di Villa Garzoni, un gioiello del ’500, un vero e proprio monumento al gusto artistico e al ben vivere, alla sapienza nell’uso dell’acqua e nella scelta delle piante, a un’architettura del paesaggio capace di sfruttare gli apparenti svantaggi del terreno ripido per trasformarli in elementi di meraviglia e unicità.

Per Euroflora 2018 i Giardinieri del Garzoni, assieme al curatore botanico Stefano Mengoli, realizzeranno un mosaico a scudo con richiamo alla sigla del Garzoni (di circa 3 x 2 m) con fiori di Begonia x hybrida ‘Dragon Wing’, Cuphea hyssopifolia, Petunia x hybrida, Gazania nivea arancio e Arctotheca calendula.

Tutto questo a racchiudere ciò che è il Mercato dei Fiori di Pescia: la casa dei fiori, ma non solo, visto che vi si rispecchiano il lavoro, il territorio, l’architettura del territorio.

Mondi diversi che qui si intrecciano e che ci suggeriscono di promuovere ogni potenziale sviluppo; dalla promozione dell’organismo architettonico conosciuto a livello internazionale, alla nuova vocazione del mercato come polo logistico transnazionale, alla messa in vetrina di un territorio unico che ha generato questo mondo.

Insomma, per dirla con un termine ormai poco usato, promuovere un genius loci, che come tale ha valore se conosciuto nella sua totalità.

Nelle diverse giornate della manifestazione, nello spazio del Mercato si terranno diversi momenti di animazione. In particolare, nei giorni festivi saranno presenti fioristi Marco Alessandroni, David Giovani e Antonio Russello, che hanno fatto parte della Squadra dei Fioristi dei Bouquet Festival di Sanremo nelle ultime edizioni, che realizzeranno diverse composizioni utilizzando le produzioni tipiche dei fiori e delle fronde del territorio pesciatino.

In alcune giornate saranno presenti maschere della Fondazione Nazionale Carlo Collodi che, vestite da Pinocchio e Fatina, giocheranno con i bambini presenti, con il celeberrimo Naso di Pinocchio. Inoltre, il 25 e 26 aprile un abile intrecciatore pesciatino di rami naturali e canne realizzerà sul posto cesti e corbelli.

Annunci

Matrimonio in primavera

La primavera, si sa, è la stagione dei matrimoni. E proprio al mondo del wedding è dedicata l’edizione primaverile di FioreColore, manifestazione dedicata al fiore a 360 gradi che si svolgerà domenica 15 e lunedì 16 aprile al Mercato dei Fiori di Pescia.

 

L’evento prenderà avvio domenica 15 aprile alle 15 con uno show-dimostrazione della floral designer Maya de Roo (ingresso libero).

Per le sue creazioni Maya utilizzerà prodotti locali e italiani di stagione quali calle, fresie, narcisi, violaciocche, bocche di leone, garofani, iris, statice, peonie, alstroemerie, ruscus e verdi, rametti di pesco e prunus, campanule, solidago, rose, mughetti e cymbidium.

Con grandissima passione Maya de Roo – olandese, di origine indonesiana e italiana d’adozione – disegna e realizza allestimenti floreali per eventi di ogni genere, crea opere d’arte durante dimostrazioni floreali e diffonde il mestiere attraverso corsi e workshop. Cura nei più piccoli dettagli e con la medesima passione sia un semplice bouquet di fiori che un allestimento complesso.

bouquet-1

Lunedì 16 aprile sarà invece una giornata dedicata alla Wedding Revolution, evento formativo di marketing strategico per il matrimonio, riservato agli operatori del settore.

La Wedding Revolution è un percorso che aiuta i professionisti e gli operatori del settore matrimoni a capire come vincere nel nuovo mercato grazie a una strategia integrata di marketing, comunicazione e vendita.

La Wedding Revolution trasforma tutti gli operatori in imprenditori: entrare nella Wedding Revolution significa intraprendere un percorso differente, specializzato nel marketing e nella comunicazione del matrimonio, per creare un nuovo mercato dove si possa vendere vera qualità.

Il costo di partecipazione è di 40 euro + iva.

Per informazioni e adesioni: ufficio@mercatodeifioridellatoscana.it – 0572/453108

Il Mercato dei Fiori di Pescia registra 620 aziende ufficialmente iscritte, suddivise tra produttori (250), commercianti (300), trasportatori (14) e attività correlate (56).

Per quanto riguarda i produttori, il 98% circa arriva dalla Toscana, circa il 70,5% dalla provincia di Pistoia e quasi il 25% da quella di Lucca. Le aziende che hanno la sede nel comune di Pescia costituiscono circa il 53% del totale.

Con il recente cambio di gestione e il passaggio al Comune di Pescia, il MEFIT di Pescia (Mercato Fiori Piante Toscana, ora Azienda Speciale del Comune di Pescia) ha avviato un percorso di rinnovamento e valorizzazione.

Fiorecolore-primavera

Flower Show 2018

Il viaggio più green d’Italia riparte con i Flower Show 2018!

Il “Flower Show”, circuito nazionale di mostre-mercato di piante rare e inconsuete, torna anche quest’anno in primavera a colorare diverse location italiane portando in ogni città che lo ospita la cultura e la conoscenza della botanica e del giardinaggio di qualità.

Nato nel 2008 con “Perugia Flower Show”, questo format di successo, giovane e dinamico non ha mai smesso di crescere e dopo la creazione dell’edizione autunnale sempre nel capoluogo umbro si è spostato nel corso degli anni in altre città quali Ancona e Arezzo.

In ogni sua edizione il “Flower Show” ospita i migliori collezionisti e produttori nazionali di varietà botaniche rare e inconsuete, collezioni di piante introvabili se non in questo tipo di appuntamenti: dalle specie di rose meno conosciute alle piante perenni, ortensie, orchidee botaniche, camelie, azalee, collezioni di agrumi, piante cactacee e succulente, esemplari secolari di bonsai, piante acquatiche, pelargoni, mediterranee, bulbi, carnivore, tillandsie, piante aromatiche e tanto altro ancora.

Non ci sono solo meraviglie botaniche, il fascino dell’esposizione è completato da una sezione dedicata dall’arredamento da esterno e da interno, uniti all’artigianato di altissima qualità e ancora attrezzature da giardinaggio professionali ma anche eccellenze enogastronomiche e prodotti per il benessere, insomma tutto ciò che è indissolubilmente legato al mondo della natura e del vivere outdoor.

Il Flower Show non è solo questo, punto di forza e marchio distintivo della manifestazione è l’attenzione all’aspetto culturale, alla divulgazione della cultura del verde nella città che lo ospita: incontri con i massimi esperti del settore, corsi di giardinaggio tenuti dagli stessi espositori, divertenti attività didattiche per i bambini, seminari e laboratori scientifici. La formazione del pubblico risulta in ogni edizione molto importante perché l’utenza a cui la manifestazione si rivolge è molto vasta: da chi non ha mai approfondito le tematiche del florovivaismo e della botanica, curiosi, nuovi appassionati a chi invece è più esperto e cerca in questo tipo di manifestazione l’occasione per consolidare le proprie basi e l’occasione per incontrare i nomi più rinomati del settore.

Il viaggio più green d’Italia parte dalle Marche con “Ancona Flower Show” che si terrà nella consueta Mole Vanvitelliana di Ancona dal 24 al 25 Marzo 2018 per poi approdare in Toscana e precisamente ad Arezzo con “Arezzo Flower Show” all’interno dell’incantevole Villa Severi dal 21 al 22 Aprile 2018. Appuntamento poi a Perugia, dove i meravigliosi Giardini del Frontone tornano anche quest’anno ad accogliere la magia di “Perugia Flower Show” dal 4 al 6 Maggio 2018.

Calendario pieno per tutti gli amanti del verde, vi aspettiamo per imparare insieme a creare il proprio “flower show” nel vostro giardino o più semplicemente nel vostro terrazzo!

SITO UFFICIALE: www.flowershow.it

Siti ufficiali di ogni edizione: www.anconaflowershow.com

www.arezzoflowershow.com / www.perugiaflowershow.com

Flower Show 2018

Olio Officina Festival

Giunto alla sua sesta edizione, l’Olio Officina Festival, in programma a Milano – Palazzo delle Stelline – dall’1 al 3 febbraio 2018, è un appuntamento ricco di mostre, incontri, spettacoli, e tanto altro ancora, con l’Olio come protagonista.

Io sono un albero

È il tema portante della settima edizione di Olio Officina Festival, in programma dall’1 al 3 febbraio 2018, sempre nelle sale dello storico Palazzo delle Stelline a Milano. La cartolina, e locandina, che potete ammirare, è stata realizzata dall’artista marchigiano Doriano Strologo.

Come per le precedenti edizoni, il più grande happening dedicato all’olio da olive e ai condimenti si sviluppa in tre giorni. Il primo, giovedi 1 febbraio, a partire dal pomeriggio, alle ore 17, mentre i giorni successivi, venerdi 2 e sabato 3 febbraio 2018, dal mattino alle ore 9 fino alle ore 21.

Il tema portante è, dunque, “Io sono un albero”, ma, come sempre, saranno tanti i temi affrontati nel corso della manifestazione, tra cui, un grande spazio sarà dedicato nella giornata di venerdi al packaging e all’abbigliaggio degli oli da olive, con focus molto approfonditi alla presenza di qualificati esperti  e con la premiazione dei vincitori della quinta edizione del concorso internazionale “Le Forme dell’Olio”.

oof-01

Garden Festival d’autunno

Dal 23 settembre al 15 ottobre torna il Garden Festival d’Autunno promosso da AICG (Associazione Italiana Centri Giardinaggio).

Un’iniziativa nazionale che coinvolgerà più di 100 Centri di Giardinaggio in tutta Italia e che avrà il suo clou nei weekend del 23-24 settembre e del 14-15 ottobre, durante i quali i Garden Center proporranno le iniziative e gli eventi più importanti.

Tra gli obiettivi dell’iniziativa: presentare la magia della natura in autunno, far comprendere a curiosi e appassionati di giardinaggio come i mesi autunnali siano ideali per mettere a dimora le piante e i bulbi, per la cura e la bellezza dei propri spazi verdi – piccoli o grandi che siano -, svelare i segreti delle piante di questa stagione e far conoscere la bellezza di nuove varietà di piante, concentrando l’interesse su graminacee, frutti minori e frutti antichi, piante da bacca, erbacee perenni, far comprendere il fascino di un giardino in continuo mutamento di forme e colori, non solo durante la bella stagione.

Questa seconda edizione del Garden Festival d’Autunno sarà dedicata in particolare alla piantumazione tutta autunnale dei bulbi a fioritura primaverile, da quelli più tradizionali come tulipani – nani, a stelo lungo, a fiore doppio o multiplo -, narcisi, giacinti, crocus, allium… a quelli più originali come anemoni, muscari, freesie, iris, nerine, zantedeschia, scille, frittilarie…

GardenFestivaldAutunno

Il Garden Festival d’Autunno non si rivolge solo ai grandi ma intende coinvolgere in maniera attiva anche i bambini, i futuri appassionati di giardinaggio! Proprio a loro sarà rivolto il rinnovato laboratorio “Pianta un bulbo”.

Inoltre, dopo i risultati positivi dell’iniziativa “Margherita per AIRC” che ha consentito di finanziare un’annualità di una borsa di studio per una giovane ricercatrice, AICG ha scelto di sostenere nell’ambito del Garden Festival d’Autunno la Campagna “Nastro Rosa AIRC”: per tutto il mese di ottobre e per ogni confezione di bulbi di color rosa a fioritura primaverile, i Centri Giardinaggio aderenti devolveranno un euro a sostegno della ricerca contro il cancro al seno dell’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro.  Inoltre i Garden distribuiranno le spillette rosa della ricerca di AIRC, il cui ricavato sarà interamente devoluto all’Associazione.

Per l’elenco di tutti i Centri Giardinaggio aderenti all’iniziativa Garden Festival d’Autunno 2017 consultare il sito www.aicg.it (in continuo aggiornamento).

 

 

 

AICG

E’ un ente senza scopo di lucro – con sede a Verona – costituito nel 2012 per sviluppare una identità professionale e un processo virtuoso di sviluppo delle aziende che operano nel settore specializzato del giardinaggio e florovivaismo (centri di giardinaggio o Garden Center).

L’Associazione ha lo scopo di tutelare, qualificare, promuovere e sviluppare la cultura del verde all’interno dei centri giardinaggio.

Ad oggi i Centri di Giardinaggio aderenti all’AICG sono 113.

FlorMart 2017

Alla Fiera di Padova, dal 21 al 23 settembre 2017, il Salone Internazionale del Florovivaismo, dell’architettura del paesaggio e delle infrastrutture verdi. SAVE THE DATE!

flormart02

Flormart, il Salone storico del settore, cambia per dare risposte nuove ad un mercato in evoluzione. Con i suoi 7 padiglioni, l’evento in fiera a settembre è il momento centrale di un impegno che viene portato avanti tutto l’anno per promuovere e sostenere il florovivaismo italiano.

A Flormart 2017 si parlerà di biodiversità, di appalti pubblici, di nuove idee per lo sviluppo del settore, di sostenibilità e di nuove opportunità di business.

A Flormart i leader del mercato propongono la vetrina della biodiversità italiana. Nel quartiere fieristico di Padova, le aziende leader del settore realizzeranno GIARDINO ITALIA, un’area verde dedicata alla biodiversità italiana, esposizione permanente della produzione di qualità del nostro Paese.

flormart01

Flormart 2017 dà spazio ai mercati emergenti per costruire nuove relazioni. Sono tornati a Flormart i buyer e le aziende estere. il focus sarà sui mercati commerciali e di produzione emergenti.

Austria, Belgio, Bulgaria, Croazia, Etiopia; Francia, Germania, Grecia, India, Polonia, Rep. Ceca, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Romania, Ucraina, Ungheria.

Le giovani generazioni portano a Flormart nuova forza progettuale per il verde. Non solo tecnologie all’avanguardia, ma anche nuove progettualità per innovativi modelli di business saranno al centro dell’evento dedicato ai giovani agronomi, forestali e paesaggisti, per dare futuro al settore.

I nuovi progetti di sviluppo urbano a Flormart hanno un cuore. Sul tema convergeranno un Forum Internazionale e i molti eventi dedicati ad architetti e professionisti del verde.

Vai al sito per maggiori informazioni.

Murabilia 2017

Inizio settembre sulle mura di Lucca: festa internazionale di piante, fiori e frutti

Prima manifestazione alla ripresa autunnale delle mostre nazionali del giardinaggio di qualità, la diciassettesima edizione di Murabilia a Lucca annuncia un caleidoscopio di iniziative, molte delle quali in ossequio al tema dell’anno: “Sguardi a Oriente: Cina”. La Cina e le sue piante raccontate sulle mura di Lucca in un fine settimana speciale d’inizio settembre con un ventaglio incredibile di ospiti. Ci sarà, fresco di un viaggio cinese di scoperta delle piante alimentari dell’Estremo Oriente, programmato tra fine luglio e metà agosto, il dirompente esploratore botanico americano Joseph Simcox, per il secondo anno a Murabilia. È molto atteso non solo per la conferenza, ma anche per lo scambio dei semi di cui sarà anima, per la sua presenza energetica, per il modo con cui incarna lo spirito di un cittadino del mondo che cerca cibo per tutti e difende la biodiversità del pianeta.

Un po’ più giovani ma animati dallo stesso spirito di avventura per amore delle piante, ci saranno i francesi Marion e Cédric Basset di Pepinière des Avettes; porteranno la testimonianza dei loro viaggi in Cina, soprattutto sui versanti cinesi dell’Himalaya alla ricerca di piante ornamentali nuove e rare con cui in Borgogna alimentano il loro grande giardino e il vivaio.

E ancora, per celebrare quanto la natura cinese ha fornito alla passione dei collezionisti vegetali e alla bellezza dei giardini, a Murabilia è previsto il ricordo di un appassionato e coltissimo ricercatore di peonie, Gianlupo Osti, che contribuì negli anni Settanta a scoprire nelle provincie cinesi di Henan e Anhui una nuova specie di peonia, poi chiamata in suo onore Paeonia ostii. Il maestro giardiniere televisivo Carlo Pagani esibirà una intera collezione di ortaggi cinesi che sta coltivando appositamente in vaso. In omaggio alla Cina si parlerà poi di riso e di miglioramento genetico di questo cereale nel Nord Ovest italiano, ma regine della manifestazione saranno le rose cinesi, le camelie, le ortensie, le orchidee del genere Pleione, con esperti e nuovi libri in tema. 

Forte della propria vocazione internazionale, Murabilia richiama espositori, amici e visitatori di tutto il mondo. Per questa diciassettesima edizione è confermata l’ormai consueta presenza inglese tra gli espositori e in giuria, con autorevoli membri della RHS (Royal Horticultural Society). I collezionisti di piante rare e speciali attendono gli ospiti e i vivaisti tedeschi, francesi e belgi, sono invece una novità dell’anno alcuni espositori sloveni, croati e svizzeri. Inglese e membro dell’associazione inglese degli artisti e di quella americana (ma attualmente residente in Italia dove insegna acquerello), è anche l’artista Mary Ann Scott, una sensibilissima interprete della natura e delle piante che in occasione di Murabilia, per la consueta mostra di illustrazione botanica Botalia, esporrà le sue opere nelle serre dell’Orto Botanico di Lucca con il titolo: “Living Art. Incontri nel giardino di Mary Ann”. E verrà naturalmente valorizzato il lavoro di ricerca e il collezionismo italiano. Molte delle 1500 varietà di pomodori della mostra nazionale del pomodoro che si svolgerà in agosto in Lunigiana troverà ospitalità a Murabilia, con in più piante di pomodoro in vaso a foglie variegate, arricciate, frastagliate, glauche che non mancheranno di aggiungere qualcosa di bizzarro e decorativo al già nutrito campionario di forme e colori dei pomodori. Un’associazione di viticoltori toscani (tra i quali figura Oliviero Toscani) sta lavorando ad una grande e scenografica mostra ampelografica di uve da vino coltivate in Toscana e abbinerà, al piacere degli occhi, quello del gusto, offrendo di ogni vitigno il suo vino migliore. Per la prima volta a Murabilia arriveranno i frutti antichi della Sardegna per la mostra pomologica, grazie all’interessamento del resposabile scientifico del CNR –ISPA UOS di Sassari, e alle coltivazioni del frutteto catalogo sperimentale del CNR nel Campidano oristanese.

Murabilia 2017

Una speciale sezione di Murabilia, dedicata al mondo del paesaggismo, è rappresentata dalla seconda edizione di Mura creative, frutto della collaborazione fra Opera delle Mura, Ordine degli Architetti di Lucca e in adesione con AIAPP, l’Associazione Italiana Architetti Paesaggisti, Sezione Toscana, Marche e Umbria. Nove giardini temporanei (di cui 6 in concorso) verranno allestiti sugli spalti tra baluardo San Regolo e baluardo La Libertà sul tema del giardino cinese. Architetti, paesaggisti e agronomi selezionati per concorso nei mesi scorsi sono attualmente al lavoro per fornire le planimetrie dettagliate dei giardini che realizzeranno all’ombra delle mura lucchesi e di Murabilia.

Infine, per i visitatori sensibili non solo al fascino delle piante ornamentali, ma anche al mondo della decorazione e della moda, sono in programma una sfilata di abiti di fiori e dimostrazioni di composizione di fiori recisi. Chiunque potrà ottenere il suo bouquet personalizzato in cambio di un’offerta il cui ricavato, ça va sans dire, è destinato all’acquisto di piante rare per l’orto botanico di Lucca e libri per la sua biblioteca specializzata.

Murabilia – Mura in fiore 2017– 1, 2. 3 settembre 2017Segreteria c/o Opera delle MuraCastello Porta San Donato Nuova – 55100 Lucca

Tel. 366 4228615 lunedì dalle ore 10.30 alle ore 12.30; martedì e giovedì dalle ore 9 alle ore 12

Tel. 0583 583086 – Fax 0583 56738

Info manifestazione

Ingresso: Intero € 7,00; ridotto € 3,00 (over 65, minori tra 8 e 14 anni e diversamente abile con accompagnatore, Carta verde 2017 della rivista Vita in Campagna); gratuito minori di 8 anni.

Abbonamento per 2 giorni € 10,00; abbonamento per 3 giorni € 16,00; acquisto cumulativo di 20 ingressi € 120,00 + due biglietti omaggio.

I cani possono entrare se accompagnati al guinzaglio.

La vendita biglietti termina un’ora prima della chiusura.

Trasporto piante: servizio gratuito di noleggio carriole.