Olio Officina Festival

Giunto alla sua sesta edizione, l’Olio Officina Festival, in programma a Milano – Palazzo delle Stelline – dall’1 al 3 febbraio 2018, è un appuntamento ricco di mostre, incontri, spettacoli, e tanto altro ancora, con l’Olio come protagonista.

Io sono un albero

È il tema portante della settima edizione di Olio Officina Festival, in programma dall’1 al 3 febbraio 2018, sempre nelle sale dello storico Palazzo delle Stelline a Milano. La cartolina, e locandina, che potete ammirare, è stata realizzata dall’artista marchigiano Doriano Strologo.

Come per le precedenti edizoni, il più grande happening dedicato all’olio da olive e ai condimenti si sviluppa in tre giorni. Il primo, giovedi 1 febbraio, a partire dal pomeriggio, alle ore 17, mentre i giorni successivi, venerdi 2 e sabato 3 febbraio 2018, dal mattino alle ore 9 fino alle ore 21.

Il tema portante è, dunque, “Io sono un albero”, ma, come sempre, saranno tanti i temi affrontati nel corso della manifestazione, tra cui, un grande spazio sarà dedicato nella giornata di venerdi al packaging e all’abbigliaggio degli oli da olive, con focus molto approfonditi alla presenza di qualificati esperti  e con la premiazione dei vincitori della quinta edizione del concorso internazionale “Le Forme dell’Olio”.

oof-01

Annunci

Garden Festival d’autunno

Dal 23 settembre al 15 ottobre torna il Garden Festival d’Autunno promosso da AICG (Associazione Italiana Centri Giardinaggio).

Un’iniziativa nazionale che coinvolgerà più di 100 Centri di Giardinaggio in tutta Italia e che avrà il suo clou nei weekend del 23-24 settembre e del 14-15 ottobre, durante i quali i Garden Center proporranno le iniziative e gli eventi più importanti.

Tra gli obiettivi dell’iniziativa: presentare la magia della natura in autunno, far comprendere a curiosi e appassionati di giardinaggio come i mesi autunnali siano ideali per mettere a dimora le piante e i bulbi, per la cura e la bellezza dei propri spazi verdi – piccoli o grandi che siano -, svelare i segreti delle piante di questa stagione e far conoscere la bellezza di nuove varietà di piante, concentrando l’interesse su graminacee, frutti minori e frutti antichi, piante da bacca, erbacee perenni, far comprendere il fascino di un giardino in continuo mutamento di forme e colori, non solo durante la bella stagione.

Questa seconda edizione del Garden Festival d’Autunno sarà dedicata in particolare alla piantumazione tutta autunnale dei bulbi a fioritura primaverile, da quelli più tradizionali come tulipani – nani, a stelo lungo, a fiore doppio o multiplo -, narcisi, giacinti, crocus, allium… a quelli più originali come anemoni, muscari, freesie, iris, nerine, zantedeschia, scille, frittilarie…

GardenFestivaldAutunno

Il Garden Festival d’Autunno non si rivolge solo ai grandi ma intende coinvolgere in maniera attiva anche i bambini, i futuri appassionati di giardinaggio! Proprio a loro sarà rivolto il rinnovato laboratorio “Pianta un bulbo”.

Inoltre, dopo i risultati positivi dell’iniziativa “Margherita per AIRC” che ha consentito di finanziare un’annualità di una borsa di studio per una giovane ricercatrice, AICG ha scelto di sostenere nell’ambito del Garden Festival d’Autunno la Campagna “Nastro Rosa AIRC”: per tutto il mese di ottobre e per ogni confezione di bulbi di color rosa a fioritura primaverile, i Centri Giardinaggio aderenti devolveranno un euro a sostegno della ricerca contro il cancro al seno dell’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro.  Inoltre i Garden distribuiranno le spillette rosa della ricerca di AIRC, il cui ricavato sarà interamente devoluto all’Associazione.

Per l’elenco di tutti i Centri Giardinaggio aderenti all’iniziativa Garden Festival d’Autunno 2017 consultare il sito www.aicg.it (in continuo aggiornamento).

 

 

 

AICG

E’ un ente senza scopo di lucro – con sede a Verona – costituito nel 2012 per sviluppare una identità professionale e un processo virtuoso di sviluppo delle aziende che operano nel settore specializzato del giardinaggio e florovivaismo (centri di giardinaggio o Garden Center).

L’Associazione ha lo scopo di tutelare, qualificare, promuovere e sviluppare la cultura del verde all’interno dei centri giardinaggio.

Ad oggi i Centri di Giardinaggio aderenti all’AICG sono 113.

FlorMart 2017

Alla Fiera di Padova, dal 21 al 23 settembre 2017, il Salone Internazionale del Florovivaismo, dell’architettura del paesaggio e delle infrastrutture verdi. SAVE THE DATE!

flormart02

Flormart, il Salone storico del settore, cambia per dare risposte nuove ad un mercato in evoluzione. Con i suoi 7 padiglioni, l’evento in fiera a settembre è il momento centrale di un impegno che viene portato avanti tutto l’anno per promuovere e sostenere il florovivaismo italiano.

A Flormart 2017 si parlerà di biodiversità, di appalti pubblici, di nuove idee per lo sviluppo del settore, di sostenibilità e di nuove opportunità di business.

A Flormart i leader del mercato propongono la vetrina della biodiversità italiana. Nel quartiere fieristico di Padova, le aziende leader del settore realizzeranno GIARDINO ITALIA, un’area verde dedicata alla biodiversità italiana, esposizione permanente della produzione di qualità del nostro Paese.

flormart01

Flormart 2017 dà spazio ai mercati emergenti per costruire nuove relazioni. Sono tornati a Flormart i buyer e le aziende estere. il focus sarà sui mercati commerciali e di produzione emergenti.

Austria, Belgio, Bulgaria, Croazia, Etiopia; Francia, Germania, Grecia, India, Polonia, Rep. Ceca, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Romania, Ucraina, Ungheria.

Le giovani generazioni portano a Flormart nuova forza progettuale per il verde. Non solo tecnologie all’avanguardia, ma anche nuove progettualità per innovativi modelli di business saranno al centro dell’evento dedicato ai giovani agronomi, forestali e paesaggisti, per dare futuro al settore.

I nuovi progetti di sviluppo urbano a Flormart hanno un cuore. Sul tema convergeranno un Forum Internazionale e i molti eventi dedicati ad architetti e professionisti del verde.

Vai al sito per maggiori informazioni.

Murabilia 2017

Inizio settembre sulle mura di Lucca: festa internazionale di piante, fiori e frutti

Prima manifestazione alla ripresa autunnale delle mostre nazionali del giardinaggio di qualità, la diciassettesima edizione di Murabilia a Lucca annuncia un caleidoscopio di iniziative, molte delle quali in ossequio al tema dell’anno: “Sguardi a Oriente: Cina”. La Cina e le sue piante raccontate sulle mura di Lucca in un fine settimana speciale d’inizio settembre con un ventaglio incredibile di ospiti. Ci sarà, fresco di un viaggio cinese di scoperta delle piante alimentari dell’Estremo Oriente, programmato tra fine luglio e metà agosto, il dirompente esploratore botanico americano Joseph Simcox, per il secondo anno a Murabilia. È molto atteso non solo per la conferenza, ma anche per lo scambio dei semi di cui sarà anima, per la sua presenza energetica, per il modo con cui incarna lo spirito di un cittadino del mondo che cerca cibo per tutti e difende la biodiversità del pianeta.

Un po’ più giovani ma animati dallo stesso spirito di avventura per amore delle piante, ci saranno i francesi Marion e Cédric Basset di Pepinière des Avettes; porteranno la testimonianza dei loro viaggi in Cina, soprattutto sui versanti cinesi dell’Himalaya alla ricerca di piante ornamentali nuove e rare con cui in Borgogna alimentano il loro grande giardino e il vivaio.

E ancora, per celebrare quanto la natura cinese ha fornito alla passione dei collezionisti vegetali e alla bellezza dei giardini, a Murabilia è previsto il ricordo di un appassionato e coltissimo ricercatore di peonie, Gianlupo Osti, che contribuì negli anni Settanta a scoprire nelle provincie cinesi di Henan e Anhui una nuova specie di peonia, poi chiamata in suo onore Paeonia ostii. Il maestro giardiniere televisivo Carlo Pagani esibirà una intera collezione di ortaggi cinesi che sta coltivando appositamente in vaso. In omaggio alla Cina si parlerà poi di riso e di miglioramento genetico di questo cereale nel Nord Ovest italiano, ma regine della manifestazione saranno le rose cinesi, le camelie, le ortensie, le orchidee del genere Pleione, con esperti e nuovi libri in tema. 

Forte della propria vocazione internazionale, Murabilia richiama espositori, amici e visitatori di tutto il mondo. Per questa diciassettesima edizione è confermata l’ormai consueta presenza inglese tra gli espositori e in giuria, con autorevoli membri della RHS (Royal Horticultural Society). I collezionisti di piante rare e speciali attendono gli ospiti e i vivaisti tedeschi, francesi e belgi, sono invece una novità dell’anno alcuni espositori sloveni, croati e svizzeri. Inglese e membro dell’associazione inglese degli artisti e di quella americana (ma attualmente residente in Italia dove insegna acquerello), è anche l’artista Mary Ann Scott, una sensibilissima interprete della natura e delle piante che in occasione di Murabilia, per la consueta mostra di illustrazione botanica Botalia, esporrà le sue opere nelle serre dell’Orto Botanico di Lucca con il titolo: “Living Art. Incontri nel giardino di Mary Ann”. E verrà naturalmente valorizzato il lavoro di ricerca e il collezionismo italiano. Molte delle 1500 varietà di pomodori della mostra nazionale del pomodoro che si svolgerà in agosto in Lunigiana troverà ospitalità a Murabilia, con in più piante di pomodoro in vaso a foglie variegate, arricciate, frastagliate, glauche che non mancheranno di aggiungere qualcosa di bizzarro e decorativo al già nutrito campionario di forme e colori dei pomodori. Un’associazione di viticoltori toscani (tra i quali figura Oliviero Toscani) sta lavorando ad una grande e scenografica mostra ampelografica di uve da vino coltivate in Toscana e abbinerà, al piacere degli occhi, quello del gusto, offrendo di ogni vitigno il suo vino migliore. Per la prima volta a Murabilia arriveranno i frutti antichi della Sardegna per la mostra pomologica, grazie all’interessamento del resposabile scientifico del CNR –ISPA UOS di Sassari, e alle coltivazioni del frutteto catalogo sperimentale del CNR nel Campidano oristanese.

Murabilia 2017

Una speciale sezione di Murabilia, dedicata al mondo del paesaggismo, è rappresentata dalla seconda edizione di Mura creative, frutto della collaborazione fra Opera delle Mura, Ordine degli Architetti di Lucca e in adesione con AIAPP, l’Associazione Italiana Architetti Paesaggisti, Sezione Toscana, Marche e Umbria. Nove giardini temporanei (di cui 6 in concorso) verranno allestiti sugli spalti tra baluardo San Regolo e baluardo La Libertà sul tema del giardino cinese. Architetti, paesaggisti e agronomi selezionati per concorso nei mesi scorsi sono attualmente al lavoro per fornire le planimetrie dettagliate dei giardini che realizzeranno all’ombra delle mura lucchesi e di Murabilia.

Infine, per i visitatori sensibili non solo al fascino delle piante ornamentali, ma anche al mondo della decorazione e della moda, sono in programma una sfilata di abiti di fiori e dimostrazioni di composizione di fiori recisi. Chiunque potrà ottenere il suo bouquet personalizzato in cambio di un’offerta il cui ricavato, ça va sans dire, è destinato all’acquisto di piante rare per l’orto botanico di Lucca e libri per la sua biblioteca specializzata.

Murabilia – Mura in fiore 2017– 1, 2. 3 settembre 2017Segreteria c/o Opera delle MuraCastello Porta San Donato Nuova – 55100 Lucca

Tel. 366 4228615 lunedì dalle ore 10.30 alle ore 12.30; martedì e giovedì dalle ore 9 alle ore 12

Tel. 0583 583086 – Fax 0583 56738

Info manifestazione

Ingresso: Intero € 7,00; ridotto € 3,00 (over 65, minori tra 8 e 14 anni e diversamente abile con accompagnatore, Carta verde 2017 della rivista Vita in Campagna); gratuito minori di 8 anni.

Abbonamento per 2 giorni € 10,00; abbonamento per 3 giorni € 16,00; acquisto cumulativo di 20 ingressi € 120,00 + due biglietti omaggio.

I cani possono entrare se accompagnati al guinzaglio.

La vendita biglietti termina un’ora prima della chiusura.

Trasporto piante: servizio gratuito di noleggio carriole.

Ninfeamus

Il 30 aprile e il primo maggio porte aperte a Villa Visconti Borromeo Litta di Lainate (MI) per un’edizione tutta nuova di Ninfeamus, l’annuale appuntamento dedicato alla promozione della cultura della natura e del paesaggio, organizzata da Paola Ferrario, conservatore del Museo Il Ninfeo di Lainate, con la collaborazione del Comune di Lainate e dell’Associazione ‘Amici di Villa Litta’.

Ninfeamus

Ninfeamus ospita ‘Il Mercato delle meraviglie’

La prima novità di questa edizione sarà la presenza di ‘Wunder Mrkt – Il Mercato delle Meraviglie’, che  prenderà posto nel magnifico scenario del Parco Storico di Villa Litta. Conosciuto e apprezzato dal pubblico milanese, il Wunder Mrkt è un mercato della creatività nelle forme più varie, dall’arte al design, dalle creazioni artigianali agli oggetti ricercati. Ma ci sarà spazio anche per il vintage, musica e isole tematiche per il Food&drink. Durante la manifestazione gli espositori proporranno anche laboratori artistici e degustazioni (vedi programma allegato).

 

Collaborazioni con Rete degli Orti Botanici della Lombardia e l’Accademia di Belle Arti di Brera

L’attenzione al verde e alla natura si ritroverà nella doppia sezione dedicata alle mostre, frutto di due grandi collaborazioni che segnano le altre novità di quest’anno. Grazie agli accordi tra il Museo Il Ninfeo e la Rete degli Orti Botanici della Lombardia le sale di Villa Litta accoglieranno l’esposizione ‘Seduzione-Repulsione: quello che le piante non dicono’, una mostra itinerante in 10 + 1 aree tematiche per raccontare in modo semplice – attraverso immagini, esperienze sensoriali e approfondimenti scientifici – come le piante si ‘organizzano’ per riprodursi e sopravvivere. Il progetto, realizzato in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Farmaceutiche dell’Università degli Studi di Milano e con il contributo di Fondazione Cariplo, Regione Lombardia Agricoltura e MIUR, arriva a Lainate dopo aver fatto tappa negli Orti botanici di Brera, di Bergamo di Bormio. La mostra, che durante Ninfeamus sarà accompagnata anche da un laboratorio pratico, resterà aperta fino al 18 maggio (su prenotazione per le scuole all’indirizzo mail cultura@comune.lainate.mi.it) quando si celebrerà il Fascination of Plants Day2017 – la Giornata Internazionale del Fascino delle Piante: in tutto il mondo si organizzano eventi pubblici per parlare della ricerca sulle piante e sull’importanza che hanno per la nostra vita.

Anche la seconda mostra prende forma da una nuova collaborazione/patrocinio, quella con l’Accademia di Belle Arti di Brera, ed é l’installazione ‘Fiori Tessuti’: una raccolta delle opere realizzate dagli studenti del corso di Teoria e Pratica della Terapeutica Artistica dell’Accademia, guidati dalla prof.ssa Laura Tonani, durante il laboratorio pratico sugli arazzi floreali in carta tessuta. L’esperienza vissuta in classe sarà ricostruita per il pubblico lunedì 1 maggio: lavorando con i filati e la carta velina, i visitatori potranno creare insieme un sorprendente ‘giardino tessuto’.

 

Le iniziative per i più piccoli

I bambini sono sempre ospiti speciali a Ninfeamus. Proprio per questo nel programma 2017 ci sono quattro appuntamenti da non perdere: domenica 30 aprile si può scegliere tra il laboratorio teatrale ‘Una maschera fiorisce’ a cura dell’Associazione Antares e il laboratorio ‘Creare, giocare e riciclare’ a cura della Croce Rossa – comitato di Lainate; lunedì 1 maggio gli appassionati di danza si potranno cimentare nel laboratorio ‘La città dei fiori‘, mentre gli aspiranti artisti potranno assistere assieme a genitori e nonni a un’esibizione di Body painting (le due iniziative sono a cura dell’Associazione Antares).

 

Le visite guidata a Ninfeo, Parco e Serre delle Orchidee

Nella due giorni dedicata alla natura ci sarà spazio anche per le visite guidate al Ninfeo di Villa Litta con i suoi irriverenti giochi d’acqua organizzate dall’associazione Amici di Villa Litta; la visita botanica al Parco storico con l’esperto Emilio Trabella (solo lunedì 1 maggio); e le visite alle restaurate Serre delle Orchidee per ammirare l’installazione di orchidee curata dall’esperto Alessandro Valenza. Le Orchidee si potranno visitare per tutta la durata della stagione 2017 di Villa Litta, che partirà proprio in occasione di Ninfeamus per concludersi a fine ottobre.

 

Ninfeamus
La serra delle orchidee

Tre giorni per il giardino

I migliori espositori per la prima e più completa mostra e mercato italiana di florovivaismo di qualità

Castello e Parco di Masino – Caravino (Torino)

da venerdì 28 aprile a lunedì 1 maggio 2017

Da venerdì 28 aprile a lunedì 1 maggio 2017 torna nel parco secolare del Castello di Masino a Caravino (TO) l’appuntamento con laTre giorni per il giardino, mostra e mercato di florovivaismo da ventisei anni sinonimo di qualità ed eccellenza, organizzata dal FAI – Fondo Ambiente Italiano sotto l’attenta regia dell’architetto Paolo Pejrone, fondatore e Presidente dell’Accademia Piemontese del Giardino.

La manifestazione, ideata da Marella Agnelli e Paolo Pejrone nel 1992, è oggi uno dei più importanti e completi appuntamenti florovivaistici internazionali e nelle ultime edizioni ha registrato una media di 25.000 visitatori.

Tre giorni per il giardino

Immersi tra colori e profumi primaverili, esperti e appassionati di verde potranno scoprire e acquistare le collezioni e le novità di oltre 160 vivaisti italiani e stranieri accuratamente selezionati, presenti a Masino con il meglio delle loro produzioni, tra cui anche nuove e rare meraviglie per il giardino e l’orto: alberi e arbusti per giardini e terrazzi; piante da frutto e da orto; piante da bacca; piante aromatiche ed erbe medicinali; piante annuali, biennali e perenni da fiore; piante decorative per la foglia; piante acquatiche; piante cactacee e succulente; piante alpine e da roccia; frutti antichi e sementi rare. Tra gli stand saranno in vendita anche cesteria, vasi decorati e sculture; abbigliamento e attrezzi per la cura del verde, serre, tessuti, lampade e arredi per esterno… Infine sarà possibile acquistare frutta, verdura e profumi dell’orto di primavera e altri prodotti biologici.

Nel corso della manifestazione verranno organizzati interessanti conferenze e presentazioni di libri sul tema dei giardini e della cura del verde – dalle curiosità sulla pratica dell’orticoltura ai metodi di potatura, dalle rose cinesi alle piante vagabonde e ai loro stratagemmi per “viaggiare” ed espandersi – oltre ai laboratori per bambini Con le mani nella terra, tenuti dall’esperta di didattica orticola Nadia Nicoletti. Il pubblico, inoltre, potrà partecipare alle passeggiate botaniche, visite guidate agli stand degli espositori nelle quali verranno illustrati, ad esempio, gli utilizzi delle erbe aromatiche nei giardini, i segreti delle specie adatte alla coltivazione in vaso e le caratteristiche delle piante acquatiche, che possono vivere anche in piccoli spazi e offrire spettacolari fioriture, e degli esemplari da ombra per i giardini “cresciuti” e “invecchiati” dove si trovano zone non soleggiate, spesso difficili da curare. E, ancora, in programma dimostrazioni di tree climbing sugli alberi del parco del castello.

La visita alla manifestazione sarà resa ancora più piacevole dalla fioritura del “Giardino delle Nuvole” – composto da circa 7.000 piante di candide Spireae Van Houttey donate al FAI da Fondazione Zegna e messe a dimora dieci anni fa su progetto di Paolo Pejrone – e dalla visita al settecentesco labirinto di carpini, situato alla fine dell’antico viale di accesso al castello.

Si rinnova anche quest’anno il gemellaggio tra la “Tre giorni per il giardino” e grandi giardini italiani. Per il 2017 sono stati scelti i famosi giardini delle Isole Borromee sul Lago Maggiore. Il giardino dell’Isola Bella è un paradiso dove si alternano statue e decori architettonici a geometrie e preziosità botaniche, mentre quello dell’Isola Madre è un giardino botanico unico per le essenze vegetali rare e originarie di ogni parte del mondo che conserva. In occasione dell’evento al Castello di Masino, sabato 29, domenica 30 aprile e lunedì 1 maggio i visitatori che si presenteranno all’ingresso dell’Isola Bella e dell’Isola Madre mostrando il biglietto della “Tre giorni” avranno diritto a un biglietto ridotto: pagheranno quindi € 8,50 invece che € 16 per la visita all’Isola Bella; € 6,50 invece che € 13 per la visita all’Isola Madre; € 10 invece che € 21 per la visita a entrambe le isole nello stesso giorno. Allo stesso modo tutti coloro che nei tre giorni mostreranno all’ingresso del bene del FAI il biglietto delle Isole Borromee potranno accedere con una tariffa speciale di € 5 invece che € 10.

Opportunità esclusiva per gli iscritti FAI e i soci dell’Accademia Piemontese del Giardino:

Venerdì 28 aprile dalle ore 11 alle 14 gli iscritti e chi si iscriverà al FAI (possibilità di iscriversi in loco) e i soci dell’Accademia Piemontese del Giardino avranno la possibilità straordinaria di visitare la “Tre giorni per il giardino” con ingresso gratuito e prima dell’apertura al pubblico ufficiale. Un’opportunità unica per vedere gli ultimi preparativi e gli allestimenti finali degli espositori presenti a Masino e di fare acquisti in anteprima.

Con il Patrocinio di Regione Piemonte, Città metropolitana di Torino, Comune di Caravino e Comune di Ivrea.

Il calendario “Eventi nei beni del FAI 2017”, è reso possibile grazie al significativo sostegno di Ferrarelle, partner degli eventi istituzionali e acqua ufficiale del FAI, e al prezioso contributo di PIRELLI che conferma per il quinto anno consecutivo la sua storica vicinanza alla Fondazione.  

Orario:

venerdì 28 dalle ore 14 alle 19, sabato 29 e domenica 30 aprile e lunedì 1 maggio dalle ore 10 alle 19 (ultimo ingresso ore 17.30).

Ingresso alla manifestazione:

Intero: € 10; Ridotto (bambini 4-14 anni): 5; Iscritti FAI e Soci dell’Accademia Piemontese del Giardino: € 4; Residenti a Caravino e Cossano Canavese: gratuito.

Ingresso cumulativo manifestazione + visita al Castello:

Intero: € 15,00; Ridotto (bambini 4-14 anni): € 7,00; Iscritti FAI: € 4,00; Residenti: gratuito.

Parcheggi:

Ampi parcheggi gratuiti nelle vicinanze della mostra. Parcheggio interno € 5

Aree di ristoro:

Area attrezzata per ristorazione, adiacente alla mostra, con piatti caldi, menu tipici della tradizione canavesana.

Ampia Area Bar FAI in manifestazione

Caffè Masino sulle terrazze panoramiche del Castello

– “Ristorante del Castello” presso il Salone Marchesa Vittoria, con menu stagionale (prenotazioni 335.5204114).

Per informazioni: FAI – Castello di Masino tel. 0125.778100; faimasino@fondoambiente.it

www.castellodimasino.it

Tre giorni per il giardino

Agrumi

Grande Fiera degli Agrumi

Palazzina Appiani

viale Byron, presso Arena Civica, Parco Sempione, Milano

Sabato 1 e domenica 2 aprile 2017

Cantati dai poeti ed esaltati dall’arte, prediletti dagli chef e dai creatori di essenze, dissetanti ed energetici, ricchi di proprietà nutritive, gli agrumi hanno da sempre un posto d’onore sulle tavole degli italiani, emblema delle nostre campagne assolate e della tradizione agricola mediterranea.

Per celebrare questi affascinanti frutti, torna sabato 1dalle ore 12 alle 22 – e domenica 2 aprile 2017dalle ore 10 alle 18 – la sesta edizione di AgruMi, organizzata dal FAI – Fondo Ambiente Italiano negli spazi della Palazzina Appiani, originaria tribuna reale affacciata sull’Arena voluta da Napoleone nel 1806, bene affidato alla Fondazione dal Comune di Milano dal 2014: un viaggio tra storie, segreti e sapori degli agrumi, alla scoperta delle tante varietà, delle tradizioni, delle culture e dei paesaggi che ciascun frutto evoca, fino alle caratteristiche nutrizionali e terapeutiche, agli usi in cucina e molto altro.

Rispetto alle passate edizioni quest’anno la manifestazione si arricchisce, tanto da divenire “Grande Fiera degli Agrumi”. Al centro dell’evento, per entrambi i giorni – sabato fino alle ore 19 – una mostra e mercato con espositori di piante e frutti siciliani e campani, mieli, oli agrumati, bibite, liquori, dolci e marmellate: tutto a base di agrumi!

Per consentire al pubblico di conoscere i frutti ancora prima di comprarli e apprezzarne così appieno il valore e le caratteristiche botaniche, oltre che il sapore, le tante varietà provenienti da ogni parte d’Italia saranno esposte in una grande tavola pomologica, a cura del vivaista Davide Chiaravalli, che per l’occasione porterà in loco la sua intera collezione di piante d’agrumi – straordinaria per numero e varietà di esemplari – raccolta e selezionata nel tempo.

Una “due giorni” – realizzata con la consulenza scientifica di Giuseppe Barbera, docente di Colture Arboree all’Università di Palermo – che non mancherà di illustrare storie e attualità dell’agrumicoltura in Italia, a partire da paesaggi e produzioni di agrumi curati e gestiti dal FAI: in Sicilia, nel Giardino della Kolymbethra (Valle dei Templi, Agrigento) e nel micro Giardino Pantesco di Pantelleria, e in Campania, nella Baia di Ieranto a Massa Lubrense (Napoli). Inoltre è previsto un fitto programma di incontri di approfondimento che toccheranno vari temi – dalla storia all’arte, dal cinema alla cucina – e che culminerà, domenica 2 aprile alle ore 16 – con una conferenza dell’artista siciliano Emilio Isgrò, autore dell’opera Il Seme dell’Altissimo, una scultura in marmo delle Alpi Apuane che rappresenta un seme d’arancia ingrandito 1.500.000.000 di volte, alto 7 metri, simbolo della Sicilia e del Mediterraneo. L’opera è stata donata dall’artista al Comune di Milano e sarà allestita a breve nei giardini della Triennale, dopo essere stata esposta al pubblico in occasione di Expo; l’artista ne racconterà la creazione, i significati e le suggestioni, soffermandosi sulla sua memoria della terra siciliana e sull’inedito legame tra arte e produzione agroalimentare.

L’esplorazione del mondo degli agrumi proseguirà anche attraverso un ricco e fitto programma di piccoli eventi, tutti a tema: degustazioni guidate di sapori ed essenze, proiezioni di documentari storici e film, lezioni di cucina, e poi aperitivi, brunch e colazioni, da godere sulle gradinate che si estendono fino all’Arena Civica, dove per i bambini saranno organizzati laboratori didattici e giochi all’aria aperta.

Tra le iniziative più interessanti in programma nei due giorni, segnaliamo:

Sabato 1 aprile: alle ore 12.30 laboratorio di cucina di dolci e torte a base di agrumi a cura di Pasticceria Galdina; alle ore 14 – con replica alle ore 18degustazione guidata di sapori ed essenze di agrumi a cura di Rudolf Von Freyberg; alle ore 14.30 – con replica alle ore 18.30percorso olfattivo sensoriale (solo su prenotazione scrivendo all’indirizzo fainecchi@fondoambiente.it) a cura di Francesca Giuffrida; alle ore 16 approfondimento sugli agrumi nella storia a cura di Giuseppe Barbera; alle ore 15 lo chef Matteo Pisciotta (Ristorante Luce di Varese) parlerà di agrumi in cucina; dalle ore 18.30 alle 20 sarà invece proposto un aperitivo in loggia con cocktail (a pagamento) durante il quale si potranno gustare le creazioni a base di agrumi del Bar Manager del Cafè Trussardi Tommaso Cecca e saranno mostrati speciali filmati di repertorio messi a disposizione dagli Archivi dell’Istituto Luce; infine alle ore 20 proiezione del film Il giardino dei limoni, del regista israeliano Eran Riklis (2008), vincitore di importanti premi europei.

Domenica 2 aprile: alle ore 10.30 – con replica alle ore 14.30percorso olfattivo sensoriale (solo su prenotazione scrivendo a fainecchi@fondoambiente.it) a cura di Francesca Giuffrida; alle ore 12 conferenza sull’agrumicoltura sorrentina a cura di Antonino De Angelis, Presidente Centro Studi e Ricerche F.M Crawford, e Mariano Valentino Vinaccia, Presidente Cooperativa Solagri; dopo il tipico brunch domenicale nel Bistrot della Palazzina (solo su prenotazione scrivendo a bistrotappiani@memevents.it), alle ore 14 sarà possibile partecipare a un laboratorio di cucina, a cura di Francesca Stella, per scoprire i segreti per la perfetta marmellata di arance; alle ore 15 approfondimento sugli agrumi nell’arte affidato alla giornalista e storica dell’arte Francesca Bonazzoli e alle ore 16 l’appuntamento sarà con l’artista Emilio Isgrò che parlerà della sua opera Il Seme dell’Altissimo.

Durante la manifestazione i volontari del FAI accompagneranno i visitatori alla scoperta della Palazzina Appiani e racconteranno la sua storia e quella dell’Arena e del Parco Sempione, zone molte familiari ai cittadini ma poco note come monumenti di riferimento nel contesto cittadino.

Con il Patrocinio del Comune di Milano.

Il calendario “Eventi nei beni del FAI 2017”, è reso possibile grazie al significativo sostegno di Ferrarelle, partner degli eventi istituzionali e acqua ufficiale del FAI, e al prezioso contributo di PIRELLI che conferma per il quinto anno consecutivo la sua storica vicinanza alla Fondazione.

L’evento è stato realizzato in collaborazione con l’Associazione Gusto di campagna.

AgruMi” è un evento Expo in città.

Orario di apertura al pubblico:

Sabato 1, dalle ore 12 alle 22 (mostra e mercato fino alle ore 19), e domenica 2 aprile 2017, dalle ore 10 alle 18 (ultimo ingresso ore 17.30).

Biglietti di ingresso:

Intero: 6.50 €; Ridotto (bambini 4-14 anni) e Iscritti FAI: 4 €

Per informazioni: tel. 02.76340121; http://www.palazzinaappiani.it

Photo Courtesy: Maurizio Maniscalco. © Tutti i diritti riservati.

Agrumi
Foto di Maurizio Maniscalco