Omaggio alla natura

Gli effetti del cambiamento climatico ci fanno capire quanto la natura sia importante nella nostra vita. La consapevolezza che se salviamo il pianeta salviamo anche noi stessi crea un senso di urgenza. L’epoca in cui viviamo suscita angoscia, ma allo stesso tempo infonde energia. Questo si riflette nel giardino che tende ad assumere un aspetto selvatico.

Atmosfera naturale

Alla natura viene concessa maggiore libertà e il giardino assume un aspetto selvatico. La biodiversità viene migliorata grazie all’uso di numerose piante appartenenti a specie diverse. Le mattonelle e altri tipi di pavimentazione lasciano posto al verde. Tutt’al più sarà presente un vialetto che si snoda tra la vegetazione.

Piccolo spazio esterno

Un giardino piccolo o un balcone non è più una scusa per rinunciare al verde, ma è anzi uno stimolo per circondarsi di natura. In ogni spazio esterno, per quanto esiguo, è possibile creare un vivace ambiente naturale con una vegetazione ricca e variegata. A tale scopo, è possibile utilizzare vasi attaccati alla ringhiera o posizionati in verticale contro il muro, preferibilmente gli uni vicini agli altri. La natura è ovunque.

Simbiosi organica

Prevalgono i colori naturali ed equilibrati, nei toni del verde e del marrone, inframmezzati da note di bianco, viola delicato e rosso tenue, senza alterare l’aspetto naturale. I fiori e le piante vengono utilizzati in modo fantasioso e spontaneo. Le piante non stanno più rigidamente nei vasi, ma formano un tutt’uno armonico con diversi elementi della natura.

Composizione poetica in giardino

I bulbi di fiore valorizzano l’aspetto selvatico del giardino. Tulipani, narcisi, muscari e giacinti arricchiscono il verde. Particolarmente indicate sono le varietà botaniche, come i tulipani, i narcisi e i giacinti selvatici. Puoi utilizzarli per creare una composizione poetica naturale in cui i bulbi di fiore si fondono armoniosamente con le piante circostanti.

Per maggiori informazioni sui bulbi di fiore, visita il sito www.bulbidifiore.it.

Pubblicità

Ottimizza lo spazio esterno del giardino

La crescente urbanizzazione riduce la quantità di superficie disponibile per l’abitazione e il giardino, pertanto lo spazio esterno diventa sempre più importante. Oltre a svolgere il suo ruolo tradizionale, ora il giardino è anche un luogo in cui poter lavorare e praticare sport. Nasce dunque l’esigenza di creare una spaziosità ottimale.

Verso l’alto

Gli spazi interni ed esterni si intersecano ancora di più rispetto agli anni passati. L’uso del giardino si rinnova in maniera tale da sfruttare al massimo lo spazio esterno, sia in orizzontale che in verticale. La funzione tradizionale del giardino è comunque molto apprezzata. La novità consiste nell’uso sempre più frequente di tutti gli elementi, orizzontali e verticali, presenti nel giardino e intorno alla casa, come terrazze, tetti verdi, capanni e verande.

Chiaro e arioso

Per aumentare l’effetto di spaziosità, è fondamentale scegliere una vegetazione “trasparente”. Un forte contrasto cromatico consente di accentuare la sensazione di tridimensionalità. Alcuni colori contrastanti sono viola acceso, rosso aranciato, giallo tenue, azzurro e lilla pastello. Sono da preferire le piante fiorite distribuite in modo libero e arioso in diversi punti del giardino, mentre è opportuno evitare le bordure molto dense e fitte.

Narcissus – Tulipa ‘Red Princess’ – Narcissus ‘Gold Medal’, ‘Josina’

Spazio

I bulbi di fiore hanno il potere di esaltare la sensazione di spaziosità. Scegli varietà che si accostano in modo armonico con le altre piante, come ad esempio aglio ornamentale, tulipani, giacinti, narcisi e giacinti a grappolo. Riserva loro un ampio spazio nelle bordure, colloca uno o più bulbi dello stesso tipo tra le mattonelle o lasciali crescere liberamente in grandi fioriere verticali contro il muro.

Per maggiori informazioni sui bulbi di fiore, visita il sito www.bulbidifiore.it.

Tulipa ‘Jan van Nes’, ‘Roman Empire’ – Tulipa ‘Sensual Touch’, Hyacinthus

Un nuovo ponte…

UNA NUOVA PORTA DEL PARCO DELL’APPIA ANTICA, UNA NUOVA AREA A PARCO E TANTO ALTRO

Si avvia il processo partecipato per stabilire cosa fare nell’area di via Cilicia, ancora chiusa al pubblico in attesa della sua sistemazione, dove è stato recentemente realizzato un nuovo ponte pedonale sulla ferrovia. 

Il Parco Regionale dell’Appia Antica sta organizzando un processo partecipato, con il supporto di Zappata Romana, per la riqualificazione di una nuova porta di accesso al Parco. La sistemazione dello spazio, da parte del Parco dell’Appia Antica, avverrà a valle degli incontri partecipativi con i cittadini interessati e le associazioni del territorio.

Sabato 26 novembre (domani) si potrà visitare l’area.

Gli amici della APS Antica via Latina effettueranno una passeggiata/visita guidata che partirà da Porta Latina alle 10,30 sabato 26 novembre. La passeggiata toccherà Porta Latina, via Latina, Piazza Galeria e si concluderà con la visita all’area del nuovo accesso al Parco da via Cilicia. Qui vi racconteremo brevemente del nuovo ingresso e del processo partecipato che inizierà a breve.

siete invitati a manifestare idee e avanzare proposte per rendere il nuovo accesso al Parco un luogo del quartiere e una vera “porta” di accesso alle aree naturalistiche di pregio della Caffarella a partire dagli incontri partecipativi che si terranno nel tardo pomeriggio del 7 e del 14 dicembre (seguirà dettagliata comunicazione).

VI ASPETTIAMO!

Per partecipare alla passeggiata e alla visita della nuova area di via Cilicia:

  • Inviate un email anticavialatina.aps@gmail.com per partecipare. La visita guidata è gratuita, salvo il costo di 1,50 euro per l’auricolare per seguire meglio la visita guidata. L’appuntamento è a Porta Latina alle 10,30 di sabato 26 novembre 2022.

Per partecipare alla sola visita della nuova area di via Cilicia:

  • Chi desidera partecipare solo alla visita sull’area potrà venire direttamente a via Cilicia (ingresso accanto al civico 17) alle ore 11.30 di sabato 26 novembre 2022, dovrà cortesemente inviare un email a zappataromana@gmail.com