A perdita d’occhio

30 e 31 luglio 2022

Inaugurazione del parco diffuso d’arte contemporanea 

Tra Loc. Scianica e Loc. Ruc di  Sellero e Novelle di Sellero (BS)

Dal 2019 in media Valle un gruppo di artisti, in occasione del festival “A perdita d’occhio”, ha lavorato all’interazione con il territorio, spazi e comunità, passato e futuro. Le installazioni realizzate spesso si sono rivelate semi o del tutto permanenti. In questa occasione tracceremo una mappa per riscoprirle, insieme alla loro storia. Esperienze uniche e sorprendenti che hanno reinventato il senso dei luoghi, per chi abbia la voglia di guardare ed ascoltare.

Con opere di Mauro Cossu, Mme Duplok, Francesca Conchieri; Alessio Larocchi, Yari Miele, Domenico Pievani, Armando Riva, Paola Zorzi. Nel percorso è possibile, su appuntamento visitare l’opera di Enrico Baj nella sala consigliare del Municipio di Sellero.

Sabato 30 luglio – Sellero Ore 11:30/12:30  

Presentazione del parco diffuso d’arte contemporanea presso Centro 3T, Via Scianica 6. Sellero, (BS)*

Dalle ore 16:00 alle 20:00 visite guidate ai siti interessati dagli interventi.

Domenica 31 luglio – Saviore dell’Adamello Ore 17:30/ 19:00 

FRANGENTI TEMPORALI Performance di musica contemporanea di Mauro Cossu. presso il lavatoio centrale di Saviore dell’Adamello.

Scenografia di Francesca Conchieri e Mauro Cossu

“A perdita d’occhio” è un progetto a cura di Francesca Conchieri e Mauro Cossu, promosso da Associazione Post Industriale Ruralità con il patrocinio del comune di Sellero. L’evento di Domenica 31 luglio è realizzato su invito della Rete di villaggio di Saviore dell’Adamello.

* Alle 12:30 del 30 luglio possibilità di buffet a offerta libera su prenotazione.

Per info www.postindustriale.it

Giglio, bellezza naturale… senza vanità

Se esiste un fiore versatile, è proprio il giglio. Comunque lo si voglia usare, crea sempre un effetto sorprendente senza superbia.

Atmosfera

I gigli presentano fiori a forma di calice e sono disponibili in un ampio ventaglio di colori, combinazioni di colori e dimensioni. Alcune varietà emanano un profumo delizioso, altre sfoggiano il polline sugli stami. Esistono persino splendidi gigli inodori e privi di polline, e non mancano le varianti a fiore doppio. A prescindere dalle loro peculiarità, tutti i gigli fanno un figurone in qualsiasi posto vengano collocati.


Modestia

Sebbene i gigli siano molto appariscenti, questo fiore racchiude un significato esattamente opposto. Infatti il giglio simboleggia il candore, nel senso di mancanza di consapevolezza. Un esempio di modestia assoluta. Un’autentica bellezza naturale che attira inconsciamente tutta l’attenzione su di sé. E offre uno spettacolo meraviglioso!


Cura

Se acquisti i gigli vorrai naturalmente goderne il più a lungo possibile. Elimina le foglie più basse che altrimenti rimarrebbero immerse nell’acqua. Rimuovi parte dello stelo praticando un taglio il più possibile obliquo con un coltello affilato. Sistema i gigli in un vaso pulito contenente acqua tiepida e nutrimento per fiori recisi. Cambia l’acqua regolarmente, in modo che rimanga sempre fresca e trasparente.

Per maggiori informazioni sui bulbi di fiore, visita il sito www.ilsysays.com.

Lilium
A sinistra: Roselily ‘Samantha’ – A destra: Lilium ‘Orange Cocotte’, ‘Regent Park’, Calla ‘Rosette’
Lilium
A sinistra: Lilium ‘Orange Cocotte’, ‘Regent Park’, Calla ‘Rosette’ – A destra: Lilium ‘Zelmira’