Pianta adesso i bulbi estivi

Per godere della bellezza e dell’abbondanza di fiori in estate, è necessario piantare i bulbi estivi in primavera. La scelta è molto ampia e ogni bulbo ha caratteristiche che lo rendono straordinario.

Fioritura gratificante

I fiori ti mettono di buonumore e hai a disposizione un giardino oppure un balcone o una terrazza? Se la risposta è sì, i bulbi estivi sono perfetti. Grazie alle forme, alle dimensioni e ai colori più svariati, offrono uno spettacolo assai gratificante. Per godere pienamente di tanto splendore in estate, è necessario piantare i bulbi in primavera. I bulbi a fioritura estiva non sono resistenti al gelo. È dunque importante attendere con pazienza il momento giusto e piantarli quando non sussiste più il rischio di gelate.

Fiori sinonimo di allegria

Che i fiori infondano allegria è indiscutibile. Esercitano un impatto positivo immediato sull’umore, poiché suscitano la stessa reazione emotiva della gioia e della gratitudine. Davvero straordinario! Naturalmente ognuno ha i propri gusti, ma una cosa è certa: qualunque siano i bulbi estivi scelti, lo spettacolo fiorito si protrae per tutta l’estate.

Gusti personali

Scopri quali sono i bulbi estivi che soddisfano i tuoi gusti. Se ti piacciono le cose vistose e ammalianti, i gigli e le dalie sono la scelta giusta. Prediligi uno stile elegante? Opta per gladioli o calle. Se invece preferisci un’atmosfera intima, le begonie e le fresie sono particolarmente indicate. Asseconda i tuoi gusti e scegli le varietà di bulbi che ti infondono allegria.

In vaso

Non hai un giardino ma disponi di un balcone o di una terrazza? Pianta i bulbi estivi in vaso. Soprattutto le dalie a stelo corto e le begonie tuberose crescono bene in vasi e fioriere. Assicurati che sul fondo del vaso siano presenti fori per consentire la fuoriuscita dell’acqua in eccesso. I bulbi estivi prediligono il caldo e la luce. Per godere al massimo dello spettacolo offerto dai bulbi è dunque importante collocarli in una posizione soleggiata.

Per maggiori informazioni sui bulbi di fiore, visita il sito www.bulbidifiore.it.

bulbi estivi
Pubblicità

Saperi e sapori del Mediterraneo

Milano – Villa Necchi Campiglio

Sabato 12 e domenica 13 febbraio 2022

Sabato 12 e domenica 13 febbraio 2022 Villa Necchi Campiglio, Bene del FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano a Milano, ospiterà la X edizione di AgruMI, un fine settimana alla scoperta degli agrumi e dei loro aromi, colori e sapori. La ricca esposizione, allestita tra il giardino e il campo da tennis coperto della villa, permetterà ai visitatori di conoscere un patrimonio di biodiversità tipica dei paesaggi mediterranei, rimanendo nel cuore della città, e di acquistare piante, frutti, mieli, birre aromatizzate, profumi, cosmetici, raffinati decori e altri prodotti selezionati sulla base della loro qualità e particolarità: dal limone di Sorrento al chinotto di Savona; dal lime dei Caraibi al delizioso ibrido siciliano tacle, che nasce – come suggerisce il nome – dal tarocco e dalla clementina; dal dolce “Foglia Allegra”, composto da un croccante su una foglia di limone, alle marmellate di arance del Giardino della Kolymbethra, Bene del FAI nella Valle dei Templi (AG), da cui provengono frutti di varietà rare, molto apprezzate dagli appassionati del settore.

Interessanti incontri arricchiranno la manifestazione. Sabato alle ore 16.30 si parlerà di Orange Fiber, dall’idea all’industrializzazione. La storia dei tessuti ottenuti dalla lavorazione degli scarti di agrumi, un progetto che unisce sostenibilità, innovazione e made in Italy insieme a Enrica Arena, CEO & co-founder dell’azienda. Orange Fiber, nata a Catania nel 2014, è la prima impresa al mondo a produrre tessuti sostenibili di alta qualità a partire dai sottoprodotti dell’industria di trasformazione degli agrumi, scarti che rappresentano il 60% del peso del frutto e che, se non fossero trasformati in fibra tessile, verrebbero smaltiti con significativi costi economici e ambientali. Domenica alle ore 12protagonista dell’appuntamento sarà il Giardino della Kolymbethra, in occasione del ventennale della sua apertura al pubblico: Giuseppe Barbera, professore di Colture Arboree dell’Università di Palermo, Giuseppe Lo Pilato, referente della gestione agronomica del Bene, il giardiniere Vincenzo Traversa e Maria Ala, forestale paesaggista, racconteranno come il FAI ha contribuito alla rinascita e alla valorizzazione di quest’area agricola, che conserva antichi esemplari di agrumi e rare specie mediterranee e che è incastonata in un sito archeologico patrimonio dell’umanità, la Valle dei Templi, tra il Tempio di Castore e Polluce e il Tempio di Vulcano.

Durante il fine settimana il pubblico potrà ammirare una collezione straordinaria di piante di agrumi raccolte negli anni da Davide Chiaravalli, che presenterà una rassegna tra le più complete delle diverse varietà esistenti. Il florovivaista, inoltre, metterà a disposizione dei visitatori la sua esperienza e li accompagnerà in “percorsi ragionati” tra gli stand – sabato alle ore 15 e domenica alle 14 – offrendo “consigli per gli acquisti” e illustrando curiosità sui prodotti. Infine, nel corso dei due giorni si svolgeranno percorsi olfattivi sensoriali, a cura della consulente d’arredo olfattivo Francesca Giuffrida, e degustazioni di caffè aromatizzato al limone, ideate da Salvatore Iaccarino, ex custode della Baia di Ieranto, Bene del FAI a Massa Lubrense (NA). Per gli amanti della cucina e dei dessert, sabato alle ore 13.30 e domenica alle 10.30 sono in programma laboratori di pasticceria e canditura di agrumi, a cura di Passion Cocoa.

Con il Patrocinio del Comune di Milano.

Il calendario “Eventi nei Beni del FAI 2022” è reso possibile grazie al fondamentale sostegno di Ferrarelle, partner degli eventi istituzionali e acqua ufficiale del FAI; al significativo contributo di Nespresso, azienda che dal 2020 sostiene la Fondazione, e di Pirelli che conferma per il decimo anno consecutivo la sua storica vicinanza al FAI.

Villa Necchi Campiglio è museo riconosciuto da Regione Lombardia.

* * * *

AgruMI a Villa Necchi Campiglio, Milano

Giorni e orari: sabato 12 febbraio, dalle ore 12 alle 18; domenica 13 febbraio, dalle ore 10 alle 18

Biglietteria: Intero: 7€; manifestazione e visita alla villa: 15€ 

Ridotto 6-18 anni: 4€; manifestazione e visita alla villa: 7€

Studenti 19-25 anni: 4€; manifestazione e visita alla villa: 10€ 

Iscritti FAI: 4€ 

Informazioni e dettagli su programma ed espositori su www.faiagrumi.it

FAIagrumi

Seminati

Il progetto mira a rendere la BIODIVERSITA’ concreta, misurabile e a riportarla ad una dimensione tangibile per tutti, attraverso i sensi: gusto, vista, tatto, olfatto ed udito. Si svolgerà a Roma, dove gli orti urbani sono una grande realtà, coinvolgendo ortisti e non solo in iniziative volte alla sensibilizzazione sull’agrobiodiversità perché possano, con le loro azioni, essere soggetti attivi, partecipi alla sostenibilità urbana con piccoli gesti che fanno una grande differenza.

Il lavoro muove da una App (DATAR), strumento di valutazione della diversità delle specie agricole per la resilienza dell’agrobiodiversità, per nutrire e ripristinare il pianeta. L’App nata per supportare i sistemi di produzione di piccoli produttori nei paesi in via di sviluppo, verrà adattata e applicata per acquisire nuove informazioni e migliorare la produzione negli orti urbani romani.

Il progetto, che inizierà il 12 febbraio 2022 con un Rural City Lab all’Orto Botanico di Roma, prevede nell’ambito dell’Agri-food lo svolgimento di alcuni percorsi di scienza aperta, service learning e digitalizzazione per l’avvicinamento e la sensibilizzazione dei partecipanti (associazioni di ortisti, di cittadinanza attiva e scuole) agli obiettivi di sviluppo sostenibile.

I laboratori promossi, che saranno gratuiti e vedranno l’alternanza di appuntamenti on line e in presenza a partire dalla seconda metà di febbraio, riguarderanno:
– Produrre semi e costruire e gestire una banca di semi
– Riconoscere le piante spontanee, risorse alimentari alla portata di tutti
– Compostaggio dal balcone all’orto: l’economia circolare dei rifiuti
– Gli insetti nell’orto: bugs hotel, alveari e zanzare
– Misurare la presenza della agrobiodiversità

I laboratori vedranno la partecipazione dei proponenti il progetto per comunicare alcune buone pratiche a stakeholder quali associazioni di ortisti e della cittadinanza attiva, scuole e istituzioni.

Il progetto è finanziato dall’Alleanza CIVIS, pioniera nell’iniziativa “Università europee”, ideata dalla Commissione europea come spazio collaborativo per l’insegnamento e la ricerca e in cui avvengono scambi culturali innovativi, dove si esercita un’azione responsabile dei cittadini all’interno dell’Europa e delle sue istituzioni. L’Alleanza Civis vede la partecipazione di: Aix-Marseille Université (Francia), National and Kapodistrian University of Athens (Grecia), University of Bucharest (Romania), Université Libre de Bruxelles (Belgio), Universidad Autónoma de Madrid (Spagna), Sapienza Università di Roma (Italia), Stockholm University (Svezia), Eberhard Karls Universität Tübingen (Germania) e University of Glasgow (Scozia).

Il progetto verrà inaugurato con un Rural City Lab la mattina di sabato 12 febbraio 2022, presso l’Orto Botanico di Roma in Largo Cristina di Svezia, 23A a Roma. La giornata inizierà a partire dalle ore 10 con una tavola rotonda di presentazione del progetto a cui parteciperanno: Fabio Attorre (Direttore Orto Botanico), Alma Rossi (Direttore del Parco dell’Appia Antica) e Daniela De Leo (Prorettrice al Public Engagement dell’Università La Sapienza), Paola De Santis (Alliance Bioversity International and CIAT) e Luca D’Eusebio (Zappata Romana).
Seguiranno alcune brevi introduzioni ai temi del progetto:

  • L’agrobiodiversità nel nostro sistema, (Paola De Santis, Alliance Bioversity International and CIAT)
  • Biodiversità in natura e nell’orto (Dr Nicola Tormen, World Biodiversity Association)
  • Gli orti urbani a Roma, un network in crescita (Silvia Cioli, Zappata Romana)
  • Progetto INCREASE: Condividi il fagiolo. Un esempio di Scienza partecipata: (Prof. Roberto Papa, Università Politecnica delle Marche).

Seguirà una beve visita guidata all’Orto Botanico alle 12.30.

Per partecipare all’appuntamento in presenza è necessario il Green Pass.

Gli appuntamenti sono tutti gratuiti. La partecipazione agli eventi on line è aperta a tutti previa registrazione inviando una mail a zappataromana@gmail.com.
La partecipazione agli eventi on site è aperta previa registrazione con email a zappataromana@gmail.com nei limiti dei posti disponibili.

Contatti e informazioni:
Email: zappataromana@gmail.com

seminati - rural city lab