Un giardino sospeso

LOST IN TIME AND PLACE / Un giardino sospeso 

Fuorisalone 2017 – Casa Formentini, Milano

Incontri per il pubblico il 5-6 e 7 aprile

Un giardino sospeso

“Lost in time and place”: un oggetto senza tempo è l’installazione che Roberto Benatti, garden designer e titolare di Giardini Benatti (www.giardinibenatti.net), realizzerà nel cortile di Casa Formentini, uno dei più importanti complessi storico artistici del quartiere Brera a Milano, nell’ambito del Fuori Salone 2017.

L’installazione, che sarà visibile al pubblico dal 4 al 9 aprile, dalle 10 alle 21.30, nasce da un incontro fortunato e inaspettato: Benatti era alla ricerca di uno spazio in cui portare qualcosa di suo e si è imbattuto in questo luogo magico, casa Formentini,  che aveva bisogno di concludere il suo percorso di restauro e recupero.

100_33_b

E’ nato così “Lost in time and place”, dove il visitatore potrà sperimentare l’incontro con un giardino sospeso. Non un giardino pensile, ma un giardino sospeso sopra il visitatore, che potrà godere della seduta e dell’incanto di una poesia, in un incontro tra botanica ed architettura.

Alla sera le lampade da me disegnate – prosegue Roberto Benatti –  sembreranno spargere polvere di fata sulle foglie, sul ferro e sulla pietra trasformando una poesia in una magia, mentre gli onirici “Gazzot” di Betti (pezzi unici, passerotti di grandi dimensioni realizzati a mano con una particolare malta cementizia) appollaiati nel loro nido fra le frasche faranno compagnia alle “rane volanti”, alle “chimere” e alle “zanzare” del maestro Giovanni Tamburelli, artista e poeta che realizza le sue opere in ferro”.

Ad arricchire lo spazio ci sarà anche una mostra con le fotografie di Dario Fusaro.

Giovanni-Tamburelli-pesce
Foto di Dario Fusaro

Eventi collaterali

Mercoledì 5 aprile, ore 18: incontro La figura del fotografo di giardini” con Dario Fusaro, uno dei più importanti fotografi di giardini in Italia.

Giovedì 6 aprile, ore 18: incontro Foreste e granai” con Maurizio Corrado, architetto, saggista, scrittore, si occupa di architettura ecologica e sostenibile dagli anni Novanta, ed è uno dei maggiori esperti italiani dell’integrazione fra architettura, design e piante.

Venerdì 7 aprile, ore 18: incontro Verde pensile e orti in città” con Luca Collina, perito agrario ed esperto di verde pensile e substrati minerali, collabora con varie riviste di settore e ha scritto il libro “Il substrato e il terreno” (Edizioni Simone, 2011).

 

Il cielo è di tutti

Un concerto per il diritto all’educazione e alla salute dell’infanzia nel mondo

Serata promossa dall’Associazione Francesco Realmonte Onlus e dalla Fondazione Dr. Ambrosoli Memorial Hospital

Sabato 11 marzo ore 20.30 presso l’Auditorium di Milano Fondazione Cariplo

Sabato 11 marzo alle ore 20.30 si terrà il concerto “Il cielo è di tutti” con l’ Orchestra dei Popoli Vittorio Baldoni presso l’Auditorium Fondazione Cariplo in Largo Mahler a Milano.

Promossa dall’Associazione Francesco Realmonte Onlus e dalla Fondazione Dr. Ambrosoli Memorial Hospital in collaborazione con l’Università Cattolica, l’iniziativa è dedicata alla salvaguardia dei diritti primari dell’infanzia in contesti di guerra e sottosviluppo, dei minori vittime della guerra in Siria e dei bambini ugandesi ricoverati presso il Dr. Ambrosoli Memorial Hospital  di Kalongo, verso i quali le due organizzazioni sono impegnate già da anni.

Il ricavato del concerto “Il cielo è di tutti” sarà destinato a due progetti specifici:

–       l’associazione F. Realmonte finanzierà la formazione di operatori che lavorano con i bambini e adolescenti siriani nei campi profughi in Libano e in Kurdistan, utilizzando la metodologia creata dal RiRes dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano

–       la Fondazione Dr. Ambrosoli finanzierà le cure pediatriche dei bambini ricoverati per l’emergenza malaria al Dr. Ambrosoli Memorial Hospital Ambrosoli.

 

L’idea del concerto nasce dalle due organizzazioni entrambe impegnate in prima linea per la tutela dell’infanzia disagiata: l’Associazione Realmonte impegnata nella formazione sulle tematiche della resilienza nei paesi vulnerabili; la Fondazione Ambrosoli che garantisce l’accessibilità dei servizi sanitari e di assistenza medica qualificata alla popolazione del nord Uganda, soprattutto bambini che vivono in una delle aree più povere della terra.

Per la realizzazione di questo concerto, un vero e proprio progetto di solidarietà condivisa, le due organizzazioni hanno scelto l’Orchestra dei Popoli Vittorio Baldoni, essa stessa simbolo di solidarietà. L’ Orchestra è infatti una comunità artistica composta da ragazzi di diversa età, culture e nazionalità, provenienti da situazioni di disagio sociale e accomunati dal talento per la musica, insieme a studenti e professionisti dei Conservatori e delle scuole a indirizzo musicale di Milano e della Lombardia.

Condurrà la serata Emanuele Belotti.

Il concerto è sostenuto dalla Fondazione Child Priority, in ricordo di Franca Sozzani, dal Gruppo Azimut e da DriveNow che offrirà, per questa speciale occasione, a tutti gli spettatori la possibilità di registrarsi gratuitamente al servizio di car sharing frutto della joint venture tra BMW e SIXT SE.

 

I biglietti (€30/20 più prevendita) sono acquistabili:

  • Presso Biglietteria centrale dell’Auditorium di Milano Fondazione Cariplo in Largo Gustav Mahler (vedi mappa).

Orari: da martedì a domenica dalle ore 10.00 alle ore 19.00)

Telefono: 02.83389.401/402/403 fax 02.83389.300
Mail: info@auditoriumdimilano.org

  • On line sulla pagina Vivaticket, selezionando Auditorium di Milano Fondazione Cariplo, data sabato 11 marzo

Orchestra dei Popoli

Margherita per AIRC

Un fiore per la ricerca – dal 3 marzo al 25 aprile

AICG per AIRC con la margherita solidale italiana 100% per sostenere la ricerca sul cancro

Dal 3 marzo al 25 aprile torna la «MARGHERITA per AIRC».

Per il quarto anno consecutivo AICG (Associazione Italiana Centri Giardinaggio) e i suoi associati, che da sempre sono sensibili alle tematiche sociali e alle iniziative benefiche, rinnovano il supporto ad AIRC (Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro) a sostegno della ricerca oncologica.

E lo fanno ancora una volta scegliendo la margherita, fiore della purezza per eccellenza e prodotto made in Italy al 100%.

RISULTATI 2016

Lo scorso anno la “MARGHERITA per AIRC” è stata presente in 44 centri di giardinaggio AICG, per un totale di 59 punti vendita; ne sono stati venduti 18 mila esemplari, grazie ai quali sono stati raccolti 30.000 euroFondi che hanno consentito di finanziare una borsa di studio di un anno che è stata assegnata alla dottoressa Olga Tanaskovic (Istituto Europeo di Oncologia), impegnata in un progetto di ricerca sui meccanismi biologici alla base della leucemia.

MADE IN ITALY

La «MARGHERITA per AIRC», interamente italiana – proviene dalla Riviera Ligure, in particolare dalla piana di Albenga, dove ogni anno ne vengono prodotti circa 10 milioni di vasi –  e garantita da FDAI – Filiera Agricola Italiana Spa, sarà contrassegnata da un’etichetta firmata FDAI e AICG.

Si conferma quindi la grande attenzione di AICG per la produzione italiana e il made in Italy.

TESTIMONIAL

La Margherita solidale avrà quest’anno il supporto di un’altra Margherita:  la campionessa mondiale di scherma Margherita Granbassi, da anni al fianco dell’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro nella doppia veste di ambasciatrice e volontaria.

COME E DOVE

Saranno quest’anno più di 60 i centri giardinaggio associati ad AICG (l’elenco completo è sul sito www.aicg.it) dove si potranno acquistare le piante di MARGHERITA solidale al prezzo di 4.50 euro: per ogni margherita venduta, 1.50 euro sarà devoluto ad AIRC per sostenere  il finanziamento di una borsa di studio annuale per un giovane ricercatore.

Per informazioni:

AICG Associazione Italiana Centri Giardinaggio

www.aicg.it – segreteria@aicg.it – tel. 0458241903 

margherite per AIRC

AIRC: Dal 1965 con coraggio, contro il cancro

Da oltre cinquant’anni l’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro sostiene progetti scientifici innovativi grazie a una raccolta fondi trasparente e costante, diffonde l’informazione scientifica, promuove la cultura della prevenzione nelle case, nelle piazze e nelle scuole. Oggi conta su 4 milioni e mezzo di sostenitori, 20mila volontari e 17 comitati regionali che garantiscono a circa 5.000 ricercatori – 63% donne e 52% ‘under 40’ – le risorse necessarie per portare nel più breve tempo possibile i risultati dal laboratorio al paziente. Dalla fondazione a oggi AIRC ha distribuito oltre 1 miliardo e duecento milioni di euro per il finanziamento della ricerca oncologica (dati attualizzati e aggiornati al 1 gennaio 2017).  Informazioni e approfondimenti su airc.it

 

AICG

E’ un ente senza scopo di lucro – con sede a Verona – costituito nel 2012 per sviluppare una identità professionale e un processo virtuoso di sviluppo delle aziende che operano nel settore specializzato del giardinaggio e florovivaismo (centri di giardinaggio o Garden Center).

L’Associazione ha lo scopo di tutelare, qualificare, promuovere e sviluppare la cultura del verde all’interno dei centri giardinaggio.

Ad oggi i Centri di Giardinaggio aderenti ad AICG sono 109.

Un milanese alla corte degli Zar

10 MARZO, A VILLA LITTA DI LAINATE PER CONOSCERE
‘IL CONTE GIULIO RENATO LITTA, UN MILANESE ALLA CORTE DEGLI ZAR’

Villa Litta

Prosegue il ciclo di incontri voluto dall’Associazione Amici di Villa Litta
per far rivivere la storia e le scelte artistiche
di una delle famiglie più illustri dell’aristocrazia milanese.

 

Venerdì 10 marzo, alle ore 20.45 presso la Sala della Musica di Villa Visconti Borromeo Litta di Lainate (Mi), nuovo appuntamento con ‘Villa Litta nei documenti inediti di Casa Litta’, il percorso a tappe per raccontare, attraverso la storia e le scelte artistiche, una delle più illustri famiglie dell’aristocrazia milanese proprietaria della ‘villa di delizie’ lainatese nell’arco di due secoli, tra Settecento e Ottocento.

Dopo aver presentato alcune scelte collezionistiche dei fratelli Antonio e Giulio Litta Visconti Arese, e il periodo storico tra 1700 e 1866, che vide i componenti della famiglia Litta protagonisti nei maggiori avvenimenti politici, nella serata del 10 marzo Giorgio Picozzi  illustrerà le vicende biografiche che videro un giovanissimo cavaliere di Malta assurgere ai massimi vertici militari e civili presso la Corte degli Zar di Russia. Partendo dalla autobiografia di Giulio Renato Litta, integrata dalla corrispondenza inedita alla famiglia, verranno inoltre raccontate le vicende private che lo portarono a imparentarsi con la famiglia imperiale a seguito del matrimonio con l’ultima discendente dell’Imperatrice Caterina I di Russia, moglie di  Pietro il Grande.

L’incontro, ad ingresso libero, sarà anche l’occasione per ammirare una preziosa esposizione di documenti inediti di particolare interesse tra i quali: rescritti degli imperatori Paolo INicola I e della Imperatrice Maria; miniature di Elisabeth Vigée Le Brun; vedute del palazzo Litta di Pietroburgo; disegni firmati dagli architetti italiani che hanno costruito la città nel corso del Settecento.

L’ultimo appuntamento di questo avvincente percorso, voluto dall’Associazione Amici di Villa Litta, è il 7 aprile con ‘La villeggiatura di Lainate nei documenti di Casa Litta‘.

Villa Litta: serra delle orchidee

Flower Show 2017

Il “Flower Show”, circuito nazionale di mostre-mercato di piante rare e inconsuete, torna anche quest’anno in primavera a colorare diverse location italiane portando in ogni città che lo ospita la cultura e la conoscenza della botanica e del giardinaggio di qualità.

Nato nel 2008 con “Perugia Flower Show”, questo format di successo, giovane e dinamico non ha mai smesso di crescere e dopo la creazione dell’edizione autunnale sempre nel capoluogo umbro si è spostato nel corso degli anni in altre città quali Ancona e Arezzo.

Flower Show

In ogni sua edizione il “Flower Show” ospita i migliori collezionisti e produttori nazionali di varietà botaniche rare e inconsuete, collezioni di piante introvabili se non in questo tipo di appuntamenti: dalle specie di rose meno conosciute alle piante perenni, ortensie, orchidee botaniche, camelie, azalee, collezioni di agrumi, piante cactacee e succulente, esemplari secolari di bonsai, piante acquatiche, pelargoni, mediterranee, bulbi, carnivore, tillandsie, piante aromatiche e tanto altro ancora.

Non ci sono solo meraviglie botaniche, il fascino dell’esposizione è completato da una sezione dedicata dall’arredamento da esterno e da interno, uniti all’artigianato di altissima qualità e ancora attrezzature da giardinaggio professionali ma anche eccellenze enogastronomiche e prodotti per il benessere, insomma tutto ciò che è indissolubilmente legato al mondo della natura e del vivere outdoor.

Flower Show

Il Flower Show non è solo questo, punto di forza e marchio distintivo della manifestazione è l’attenzione all’aspetto culturale, alla divulgazione della cultura del verde nella città che lo ospita: incontri con i massimi esperti del settore, corsi di giardinaggio tenuti dagli stessi espositori, divertenti attività didattiche per i bambini, seminari e laboratori scientifici. La formazione del pubblico risulta in ogni edizione molto importante perché l’utenza a cui la manifestazione si rivolge è molto vasta: da chi non ha mai approfondito le tematiche del florovivaismo e della botanica, curiosi, nuovi appassionati a chi invece è più esperto e cerca in questo tipo di manifestazione l’occasione per consolidare le proprie basi e l’occasione per incontrare i nomi più rinomati del settore.

Il viaggio più green d’Italia parte dalle Marche con “Ancona Flower Show” che si terrà nella consueta splendida cornice della Mole Vanvitelliana di Ancona dall’1 al 2 Aprile 2017 per poi approdare il fine settimana successivo in Toscana e precisamente ad Arezzo con “Arezzo Flower Show” all’interno dell’incantevole Villa Severi dall’8 al 9 Aprile 2017. Appuntamento poi il mese successivo a Perugia, dove i meravigliosi Giardini del Frontone tornano anche quest’anno ad accogliere la magia di “Perugia Flower Show” dal 12 al 14 Maggio 2017.

Calendario pieno per tutti gli amanti del verde, vi aspettiamo per imparare insieme a creare il proprio “flower show” nel vostro giardino o più semplicemente nel vostro terrazzo!

SITO UFFICIALE: www.flowershow.it

Siti ufficiali di ogni edizione: www.anconaflowershow.com

www.arezzoflowershow.com / www.perugiaflowershow.com

Flower Show

Risvegli in verde

La primavera è sempre più vicina, e nell’orto le prime avvisaglie del risveglio si vedono. Ecco l’erba cipollina rinascere. Le foglie secche e avvizzite si fanno da parte e lasciano spazio a quelle nuove, di un verde intenso e pieno di speranza.

Tenuta in vaso tutto l’inverno, sotto la protezione del Ligustrum, ha resistito a pioggia, vento, neve e freddo.

Erba cipollina

Ortogiardino 2017 – Pordenone

Ortogiardino 2017: ritorna la manifestazione leader a livello nazionale per l’ortoflorovivaismo e per l’architettura del paesaggio.

Tutto pronto per la 38^ edizione di Ortogiardino, Salone della floricoltura, orticoltura, vivaismo in programma alla Fiera di Pordenone dal 4 al 12 marzo 2017; forte di un pubblico di visitatori che ormai da molti anni sfiora le 70.000 presenze da tutto il Nordest, questa manifestazione si presenta come il più importante appuntamento in Italia nel settore dell’ortoflorovivaismo sia per gli appassionati del verde domestico sia per gli operatori professionali. Importante la quota di visitatori stranieri (12% del totale) che soprattutto nei weekend arrivano a Pordenone da Slovenia, Croazia e Austria. 25.000 mq di aree coperte si trasformano durante i nove giorni di manifestazione in una spettacolare festa della natura dove grandi allestimenti a giardino si alternano a circa 300 stand commerciali con tutto quello che serve per rinnovare terrazzi e aree verdi. Uno stimolo irresistibile a visitare Ortogiardino dove vivai, floricoltori, rivenditori di bulbi e sementi, concimi, attrezzature per il giardinaggio, mobili per esterni, sono pronti a soddisfare il desiderio di shopping verde dei visitatori.

Da cinque anni la Fiera di Pordenone ha avviato un processo di trasformazione di Ortogiardino per accrescere l’appeal dell’evento anche nei confronti di operatori professionali e soprattutto architetti paesaggisti, vivaisti, agronomi e progettisti del verde pubblico. Artefice di questa mutazione è il Festival dei Giardini, evento nell’evento, che grazie ad un format unico nel panorama fieristico italiano, stimola il lavoro sinergico di architetti paesaggisti sul fronte progettuale e vivaisti in fase realizzativa raccogliendo in un unico progetto tutte le figure professionali legate alla realizzazione di un giardino. L’evento mette a confronto le migliori idee nella progettazione di giardini su un tema che varia ad ogni edizione: il tema del Festival dei Giardini 2017, condotto dalla nuova direttrice artistica arch. Giovanna Bellotto, è [me-ta-mòr-fo-si] – Libertà d’immaginazione. Una Commissione composta da agronomi, progettisti, rappresentanti di AIAPP, Associazione italiana di professionisti attivi nel campo della paesaggistica che ha dato il suo patrocinio al Festival, e giornalisti di settore ha selezionato i 12 progetti migliori che sono stati realizzati e visitabili all’interno di Ortogiardino.

Ortogiardino 2017

Il successo di Ortogiardino si deve anche al ricco programma di eventi collaterali che fanno da contorno ai giardini e allo shopping verde dei visitatori. Il Giardino delle Meraviglie propone un’originale mostra di arredi e decori per giardini e terrazzi realizzati da artigiani e piccole aziende. Vengono lanciate da qui le tendenze della prossima primavera estate: i colori, gli stili, gli accessori a cavallo tra moda e design. Tema dell’edizione 2017 è ORIENTE IN GIARDINO, un invito ad arredare il terrazzo o un angolo relax della propria casa con i colori e le atmosfere delle città orientali. Regina incontrastata di Ortogiardino è l’orchidea, protagonista della storica mostra mercato a lei dedicata “Pordenone orchidea”. Allestimenti spettacolari, incontri culturali ed enogastronomici fanno da cornice all’esposizione di diverse e raffinate specie internazionali all’interno di un suggestivo ecosistema con oltre 150 diverse tipologie di orchidee.

Ortogiardino, Fiera di Pordenone dal 4 al 12 marzo 2017

Orari: dal lunedì al venerdì dalle 14.30 alle 19.30. Sabato e Domenica dalle 9.30 alle 19.30

www.ortogiardinopordenone.it

Ortogiardino 2017