Pensieri in una notte d’estate

Caldo… silenzio… notte.
Ma prima, questa sera, mi sono fatto una pastasciutta e l’ho condita con pomodorini, erba cipollina, un po’ di rucola, maggiorana. Tutto tagliato sottile e poi mescolato in un pentolino con un po’ di burro. Condito con un goccio d’olio e una nevicata di formaggio grana. Questo è il bello dell’orto. Non solo questo, ma anche e soprattutto questo. Scendere le scale, prendere qualche spezia e qualche verdura e portarla a tavola.

Questi sono i piccoli pensieri (e i piccoli piaceri) di un ortolano neofita di città (ONC)…

prodotti dell'orto

2 thoughts on “Pensieri in una notte d’estate

  1. è proprio così, ci vuole poco per potersi trattare bene. anche noi adesso senza orto ma comunque con un terrazzo dove cresce poco, ma “di tutto”! ciao p

  2. Ciao Patrizia,
    grazie del commento e delle tue parole. “Potersi trattare bene”. Mi piace. E in effetti basta anche poco a volte per potersi trattare bene.
    A presto,
    davide

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...