Insect house 2.0 – Laboratorio per bambini

Siamo lieti di invitarvi Domenica 3 aprile alle attività di primavera all’aria aperta per grandi e piccini dell’Hortus Urbis, l’orto antico romano nel Parco dell’Appia Antica.

Alle ore 11 – INSECT HOUSE 2.0 | Laboratorio per bambini, a cura di Hortus Urbis e Di Natura

Una casa per gli insetti dalle utili api alle vespe, dal terribile calabrone ai fastidiosi moscerini, dal misterioso dittero alle bellissime farfalle. Per questi e altri insetti realizzeremo una casa dove vivere felici raccogliendo nell’orto e nel parco tutti gli elementi che possano rendere accogliente la nuova dimora dei nostri amici insetti: bambù, rami, foglie, e paglia. Gli ospiti del nostro rifugio ci ripagheranno per l’ospitalità perché saranno utili alleati nell’orto nutrendosi di parassiti e impollinando le nostre piante.

Sarà divertente tornare ad osservarla una volta che si popola!

– Bimbi da 4 anni
– Registrazione 15 minuti prima dell’inizio del laboratorio
– Durata: circa 90 minuti
– Prenotazioni entro le ore 18 di venerdì 1 Aprile con una email a hortus.zappataromana@gmail.com
– Quota di partecipazione:
8 euro a bambino con pagamento anticipato on line (6 euro con la Carta amici del Parco)
10 euro a bambino con pagamento sul posto (8 euro con la Carta amici del Parco)
In caso di pioggia le attività saranno spostate ad altra data, coloro che hanno pagato anticipatamente possono partecipare ad altro laboratorio nei 6 mesi successivi effettuando la prenotazione per tempo.

Vedi la locandina e i dettagli del programma completo: www.hortusurbis.it

Si ricorda che l’area è dotata di zona pic nic per coloro che volessero trattenersi anche per il pranzo.

insect-house

Annunci

Sai fare un terrario?

Se vi piace arredare la casa e il “fai da te”, un terrario può essere un ottimo passatempo creativo.
Guarda alcune realizzazioni e prendi qualche spunto a questo indirizzo!
Buon lavoro 😉

Costruire un terrario

Giardini d’agrumi: programma definitivo

Ecco il programma definitivo della bellissima manifestazione – dedicata alla riscoperta e valorizzazione degli agrumi e delle limonaie di Gargnano – che si terrà sabato 2 e domenica 3 aprile

Sabato 2 aprile
– ore 10.00: presso il Chiostro di S. Francesco, inaugurazione manifestazione e mostra
– dalle ore 11.00 fino alle ore 18.00: percorso alla scoperta degli antichi Giardini d’Agrumi lungo via Crocefisso e via San Giacomo e visite alla Limonaia “La Malora”
– dalle ore 10.00 fino alle ore 18.00: mercato di prodotti locali, piante e libri
– dalle ore 21.00 e ore 23.00: Giardini d’Agrumi in notturna. Apertura straordinaria della mostra presso il chiostro di S. Francesco con accompagnamento musicale
Inoltre alle ore 17.00: esclusiva visita guidata al giardino gonzaghesco di Villa Lucia a Maderno

Domenica 3 aprile
– dalle ore 9.30 alle ore 18.00:
– mostra presso il chiostro di San Francesco
– percorso alla scoperta degli antichi Giardini d’Agrumi lungo via Crocefisso e via San Giacomo e visite alla Limonaia “La Malora”
– mercato di prodotti locali, piante e libri
– dalle ore 10.00 alle ore 17.00: Gli agrumi: come, quando e cosa fare. L’esperto risponde presso la limonaia di Villa Giulia
– ore 11.00 e ore 16.00: Giardini d’Agrumi in musica presso la Cappella del Crocefisso e la Chiesa di San GIacomo
Sabato 2 e domenica 3 aprile, in occasione di Giardini d’Agrumi, sarà inoltre eccezionalmente possibile visitare la limonaia del Pra’ de la Fam a Tignale dalle ore 10.00 alle ore 17.00 con ingresso gratuito.

la manifestazione si terrà anche in caso di pioggia
tutti gli eventi in programma sono a ingresso libero
per informazioni:

www.terresapori.it
www.facebook.com/terresaporialtogarda/

Giardino Agrumi

Corso di riconoscimento delle erbe spontanee con Marilena Pinti a Castello Quistini

omenica 3 Aprile l’Officina botanica di Castello Quistini organizza un breve corso per conoscere e riconoscere le principali infestanti presenti in natura per imparare ad utilizzarle come erbe officinali e in cucina.

Non tutte le “erbacce” sono da buttare, alcune erbe dette “infestanti” si possono utilizzare come altre erbe spontanee in cucina per preparare piatti gustosi e insoliti, per salutari tisane o per bagni benefici, l’importante è saperle riconoscere. Domenica 3 Aprile dalle 14,30 alle 17,30 si terrà un corso sul riconoscimento delle piante e erbe spontanee, alcuni loro utilizzi in cucina e i diversi utilizzi fitoterapici.

riconoscimento_erbe_spontanee001

In natura esiste ad esempio il “Centocchio”, noto anche come “Paerina”, erbacea diffusa praticamente ovunque nel nostro paese e definita come erba infestante, può essere utilizzata contro il prurito e l’eczema e viene indicata anche per disturbi come la bronchite. Un altro esempio di infestante è il “Topinambur”, il cui tubero può essere utilizzato nelle insalate o aggiunto ai minestroni e possono essere utilizzate liberamente dai diabetici in quanto non contengono glucosio.

Senza trascurare le più conosciute come l’ “Ortica”, utilizzabile come infuso o decotto, ha grandi proprietà diuretiche e depurative, oltre essere ricca di proteine, vitamine, enzimi, e sali minerali. In cucina si può usare come verdura cotta, in minestre, risotti e cruda nelle insalate miste.

riconoscimento_erbe_spontanee002

Il corso, teorico e pratico, vi permetterà di conoscere e riconoscere tra i giardini di Castello Quistini le principali varietà di infestanti presenti comunemente in tutti i giardini e prati.

Chi è Marilena Pinti? Marilena Pinti, naturopata ed esperta di erbe spontanee, da 24 anni gestisce una azienda agricola a Sarezzo. È specializzata sulle proprietà delle erbe selvatiche, sui lori utilizzi in cucina o nella cura della persona. Conduce una fattoria didattica con particolare attenzione all’habitat naturale del luogo. Ha studiato naturopatia secondo il metodo Costacurta/Lezaeta presso l’ACNIN di Conegliano Veneto. Ha conseguito il diploma di Operatore in Ambito Erboristico della Regione Veneto presso La Biolca di Battaglia Terme. Tiene corsi sul riconoscimento e utilizzo delle erbe spontanee ed è autrice della pubblicazione dell’Ecomuseo di Valle Trompia: “Le nostre erbe spontanee”.

La quota di iscrizione è di 30,00 euro

Per informazioni e iscrizioni fate clic qui.

riconoscimento_erbe_spontanee006

Manifestazione Giardini d’Agrumi

Il 2 e il 3 aprile 2016 l’Associazione di Promozione Sociale Terre & Sapori d’Alto Garda organizza la II edizione di Giardini d’Agrumi, una manifestazione dedicata alla riscoperta e
valorizzazione degli agrumi e delle limonaie di Gargnano.

Considerata la tradizione storica circa la coltivazione di agrumi che, lungo la Riviera dell’alto Garda bresciano, necessitava di strutture di copertura per difendere le piante dai rigori invernali attraverso le monumentali limonaie, la nostra Associazione vuole dare nuovo risalto a questa antica pratica per farla meglio conoscere, invitando i residenti ad aprire al pubblico i propri giardini d’agrumi.

Seguendo i percorsi storici delle vie Crocefisso e San Giacomo, il visitatore potrà accedere a luoghi dove venivano e vengono tutt’oggi coltivati gli agrumi, talvolta ancora seguendo le tecniche tradizionali – grazie ad una quindicina di proprietari che renderanno visitabili i propri siti – ed apprezzare il paesaggio delle limonaie.

Nello splendido scenario dell’antico chiostro di San Francesco verrà inoltre allestita una mostra delle varietà di agrumi coltivate sull’alto Garda anche di particolari e antiche varietà e degli attrezzi un tempo utilizzati per l’agrumicoltura gardesana. Alcuni pannelli illustreranno il paesaggio e i caratteri costruttivi delle limonaie gardesane.
Un mercato dedicato ai prodotti locali e tradizionali completerà l’iniziativa.

Per informazioni:
www.terresapori.it
www.facebook.com/terresaporialtogarda

Giardino Agrumi