Frutti antichi

Rassegna di piante, fiori e frutti dimenticati e prodotti di alto artigianato

Sabato 9 e domenica 10 maggio 2015, dalle ore 9 alle 18.30, il Castello di Paderna a Pontenure (PC) ospiterà la prima edizione primaverile di “Frutti Antichi”, rassegna di piante, fiori e frutti dimenticati e prodotti di alto artigianato promossa dal FAI – Fondo Ambiente Italiano e realizzata in collaborazione con il Castello di Paderna e il Comitato FAI di Piacenza.

L’esordio primaverile della manifestazione – che avrà come protagoniste le primizie dell’orto e del frutteto, piante di antiche e rare varietà che fioriscono a maggio in un’esplosione di colori e profumi – è stato pensato proprio nell’anno in cui l’edizione autunnale di “Frutti antichi” festeggia 20 anni: l’iniziativa, nata nel 1996 con l’intento di diffondere la conoscenza della “biodiversità”, la salvaguardia delle antiche varietà e il rispetto per la terra e l’ambiente, nel corso del tempo ha saputo consolidare il suo ruolo nel panorama delle mostre florovivaistiche nazionali, registrando nell’ottobre 2014 la presenza al Castello di Paderna di 180 selezionati espositori e oltre 14.000 visitatori provenienti da tutta Italia.

gs838-Frutti-Antichi-Paderna

Tra le delizie dell’orto e del frutteto che il pubblico potrà ammirare e acquistare sabato 9 e domenica 10 maggio ci saranno ravanelli, fragole, ciliegie e naturalmente gli asparagi, prodotto d’eccellenza del territorio. Grazie alla sinergia con il Consorzio dell’Asparago Piacentino, la prima edizione primaverile di “Frutti Antichi” ospiterà eccezionalmente il Festival Internazionale dell’Asparago che vedrà giungere a Pontenure le eccellenze italiane e i migliori produttori provenienti da Germania e Francia: gli asparagi non saranno solo in vendita ma saranno al centro di interessanti dibattiti e golose degustazioni.
Inoltre, accanto alle immancabili rose, sinonimo di bellezza ed eleganza e regine incontrastate del giardino di primavera, vivaisti e agricoltori esporranno anche aquilegie, ranuncoli, meli da fiore, bulbose, orchidee botaniche, piante aromatiche e ornamentali e alberi da frutto di antica varietà.
In più “Frutti Antichi” proporrà due interessanti mostre – “Piante Cibo del Mondo. 15 agronomi innovatori europei dal ’500 ad oggi”, a cura di Mimma Pallavicini, e “Paesaggi d’acqua: da monte a valle l’acqua disegna il territorio”, a cura del Consorzio di Bonifica di Piacenza – e momenti di riflessione, approfondimento e svago, il cui filo conduttore sarà l’albero, indagato nelle sue proprietà ossigenanti ed emendanti e nella sua capacità di definire il paesaggio: i visitatori potranno apprendere le corrette tecniche di potatura degli alberi in città e partecipare a incontri e dimostrazioni sul tema del verde e del giardino; architetti paesaggisti realizzeranno in loco progetti di orti e giardini tradizionali, innovativi e originali.
I bambini avranno la possibilità di partecipare a laboratori e giochi nello spazio a loro dedicato.

Ingresso a contributo minimo di 7 € (5 € per gli iscritti FAI e per i possessori della Card del ducato; gratuito per i bambini fino ai 12 anni e per chi si iscriverà al FAI in occasione della manifestazione).
In entrambe le giornate sarà possibile visitare anche il Parco della Rocca di San Giorgio Piacentino. Primo ingresso ore 10, ultimo ingresso ore 17.

I contributi raccolti saranno destinati al recupero dell’area agricola e boschiva a Punta Mesco, Bene del FAI a Levanto (SP).

Questo il programma delle iniziative proposte:
Sabato 9 maggio 2015

Ore 10,30: inaugurazione
Ore 11,30: “Qualità nutrizionali dell’Asparago”, conversazione a cura di Monica Maj, dietista ed esperta in sicurezza alimentare.
Ore 15: “L’albero nel paesaggio e attorno all’uomo”, conversazione a cura della dott.ssa Rita Baraldi Senior Scientist – Responsabile UOS Istituto di Biometeorologia-CNR Bologna. Nel corso dell’incontro verrà presentata la ricerca “Strategie verdi per la mitigazione ambientale” che mira a verificare la capacità delle piante di ridurre le emissioni di CO2 in atmosfera, realizzata dal CNR di Bologna in collaborazione con il Consorzio Plantaregina Distretto Vivaistico Cannetese.
Ore 16.30: “Compostaggio, la più grande risorsa gratuita per l’orto e il giardino”, conversazione a cura di Massimo Mercantini, giornalista de “Il Mio Giardino”.

Domenica 10 maggio 2015
Ore 10: Scuola di modellatura delle piante ornamentali e da frutto “Alberobello”, dimostrazione pratica di modellatura finalizzata a ottenere piante belle, sane e produttive. Una lezione teorico/pratica incentrata sulle regole fondamentali di gestione del frutteto e del giardino familiare. A cura del prof. Ulisse Ferrari.
Ore 11: La paesaggista Isabella Casali di Monticelli e il giardiniere Dante Bearesi conversano in giardino.
Ore 15: Scuola di modellatura delle piante ornamentali e da frutto “Alberobello”, dimostrazione pratica di modellatura finalizzata a ottenere piante belle, sane e produttive. Una lezione teorico/pratica incentrata sulle regole fondamentali di gestione del frutteto e del giardino familiare. A cura del prof. Ulisse Ferrari.
Ore 16.30: la giornalista e blogger Mimma Pallavicini presenta il suo ultimo libro “Il giardino mediterraneo”, ed. Pentagora.

Per informazioni:
Sito internet: www.fruttiantichi.netwww.fondoambiente.it

Advertisements

2 thoughts on “Frutti antichi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...