I racconti delle 20.00 del giardiniere ortolano

Il giardiniere ortolano si è già chiesto cosa poter fare in questi mesi invernali. Anche oggi piove, l’orto è lì tra l’addormentato e l’abbandonato, con l’erba che cresce un po’ ovunque, gli ultimi fiori che appassiscono, la salvia che anche lei sembra stanca e ha tutte le foglie agonizzanti.

Anche il giardino non se la passa bene. È cresciuta tanta malerba, soprattutto tarassaco, e il muschio comincia a sentirsi molto a suo agio in queste giornate umide e senza sole. L’ortolano giardiniere pensa che sia ormai da fine agosto che il muschio si sente a proprio agio…

L’ortolano giardiniere non ha nemmeno la voglia di togliere quelle erbacce, anche perché continua a piovere, e se non piove le giornate sono di un grigio fin troppo uniforme e monotono. Così lascia l’erba crescere, e gli piace guardarla tra i vetri bagnati, dove le goccioline di pioggia scivolano e sembrano rincorrersi.

erbacce

Advertisements

3 thoughts on “I racconti delle 20.00 del giardiniere ortolano

  1. Come capisco!!
    Anche qui al così detto sud uguale.
    In più nell’orto abbiamo L’ERNIA DEL CAVOLO
    non ridete per favore è una cosa seria
    capisco che faccia veramente ridere –
    Liliana
    .

  2. Ciao Liliana, scusami, capisco la gravità della situazione, ma non ho potuto fare a meno di farmi una risata. Ma un altro nome non lo potevano trovare! Ehddai! 😉
    A presto,
    Davide

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...