CIA Veneto a Congresso

Al centro i temi della crisi, la salvaguardia della filiera agroalimentare, il credito, la tutela del reddito degli agricoltori. In vista di Expo 2015, Cia presenta la sua proposta di un «sistema veneto» permanente e sollecita a un approccio globale.

Oltre cento delegati a congresso per la sesta assemblea elettiva di CIA Veneto, in programma lunedì 10 febbraio alla Corte Benedettina di Legnaro, a Padova.

L’appuntamento – che chiude il percorso congressuale e ha come slogan “Più agricoltura per nutrire il mondo. Più reddito per gli agricoltori” – si articola in due parti. La prima è dedicata agli adempimenti assembleari, che porteranno all’approvazione del nuovo statuto e all’elezione del nuovo presidente e degli organi direttivi. Dalle 10.30 l’assemblea si apre al pubblico: interverranno Giuseppe Nezzo, commissario di Veneto Agricoltura; Flavio Furlani, presidente di CIA Veneto; Franco Manzato, assessore all’Agricoltura della Regione Veneto; Marino Finozzi, assessore al Turismo della Regione Veneto, Paolo De Castro, presidente della Commissione Agricoltura del Parlamento europeo; a concludere Secondo Scanavino, vicepresidente di CIA nazionale.

Tra gli ospiti, esponenti delle organizzazioni di categoria regionali e delle altre associazioni di rappresentanza del mondo agricolo del Veneto. Hanno ad oggi confermato la propria presenza: Giampaolo Pedron, direttore Confindustria Veneto, Marco Michieli, presidente Regionale Federalberghi-Confcommercio, Giorgio Piazza, presidente di Coldiretti, Giangiacomo Bonaldi, presidente di Confagricoltura, Antonio Melato, presidente di Confcooperative, Davide Mantovanelli, responsabile settore agricoltura di Legacoop, Renzo Aldigheri, presidente Copagri, Clodovaldo Ruffato, presidente del Consiglio regionale.

Temi al centro: la crisi e la mancanza di strategia da parte della politica, la necessità di salvaguardare la filiera agroalimentare, la tutela del reddito degli agricoltori, l’accesso al credito, l’urgenza di saper cogliere come territorio le prossime opportunità. L’assemblea sarà, infatti, anche l’occasione per presentare la proposta di CIA Veneto in vista di Expo 2015: la costruzione di un «sistema veneto» permanente – da promuovere non solo durante ma oltre Expo – che valorizzi i diversi settori (agroalimentare, agriturismo e turismo enogastronomico, cultura, artigianato, industria) come un unicum d’eccellenza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...