Boom di orti a Roma

Una Good News, come dicono a Report 🙂

Boom di orti a Roma per una città più verde e solidale
Gli orti e giardini condivisi di Roma sono aumentati del 50 % in un anno, passando da 100 a 150. In quasi ogni quartiere della città i cittadini, davanti all’incuria dello spazio pubblico e del verde urbano, si sono rimboccati le maniche ed hanno recuperato le aree abbandonate per restituirle all’uso pubblico.

Sono i dati dell’aggiornamento 2013 della mappa on line di Zappata Romana, visitata ogni anno da oltre 30 mila persone, nella versione in italiano ed in inglese, per trovare informazioni, linee guida e manuali su come fare. La mappa riporta per ogni esperienza la localizzazione, un breve testo, una fotografia e, quando possibile, i contatti.

Il messaggio alla base del lavoro di Zappata Romana “si può fare” sembra essere stato accolto dai romani che, davanti all’inerzia della Pubblica Amministrazione, hanno deciso di “fare” qualcosa per se stessi e per il resto della comunità, non solo orti e giardini ma anche campi di calcio, palestre, basket, aree cani o, semplicemente, la manutenzione del verde.

A Roma come Londra, Barcellona e Berlino, nonostante l’assenza (per usare un eufemismo) di un ruolo propulsivo capitolino, lo spazio pubblico e le aree verdi sono il campo di sperimentazione di nuovi modelli di spazio pubblico a contatto con la natura per aumentare il capitale sociale della città restituendo aree abbandonate a tutta la cittadinanza in forma di spazi di relazioni.

“Daje” e “Daje” prima o poi si capirà l’occasione che gli orti e giardini condivisi possono rappresentare per la città.

Zappata Romana

Advertisements

4 thoughts on “Boom di orti a Roma

  1. Davide, noi romani abbiamo tantissimi difetti….siamo “caciaroni”, esuberanti e, spesso, sbruffoni ma sappiamo anche essere generosi e come in questo caso, pieni di iniziativa.
    A presto
    Silvana

  2. @ Silvana. Ti dò perfettamente ragione e davvero mi complimento per queste iniziative “tutte romane”! Roma la conosco un po’, perché ci abita mia zia e ci sono stato spesso: città stupenda e gente simpatica… anche quella antipatica! Aneddoto: mi ero perso a Roma, saranno state le dieci di sera, e non sapevo come ritornare da mia zia. Allora fermo un autobus e chiedo. Il conducente mi guarda stizzito, mi dice “a li mortacci tua” chiude la porta e se ne va. Per fortuna poco dopo trovo una ragazza che mi indica che autobus prendere… e ritorno a casa senza problemi!
    A presto,
    Davide

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...