Utilizzo delle piante nell’antichità

a cura di Dott.ssa Annamaria Ciarallo

Lunedì 3 dicembre Ore 10.30 | Via Appia Antica 42, Roma

Organizzata da:
Inea (Istituto Nazionale di Economia Agraria) • Parco dell’Appia Antica • Zappata romana

Con il lavoro certosino del Laboratorio Ricerche Applicate della Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei è nato l’Orto Botanico degli Scavi di Pompei, un giardino unico al mondo che raccoglie molte varietà di piante antiche recuperate.
L’Orto Botanico, che si estende su una superficie di 800 mq, ospita alberi da frutta, piante medicinali e sacre, ortaggi, piante palustri e tessili. Lo spaccato “verde” di questa antica città della provincia dell’impero consente una ampia ricostruzione delle varietà floreali, degli usi e dei costumi del mondo dell’antica Roma. Molti dei saperi antichi legati all’utilizzo delle piante sono con il trascorrere dei secoli andati perduti.

Annamaria Ciarallo, biologo ambientale, è stata funzionaria del Ministero per i Beni Ambientali e Culturali, responsabile del Laboratorio di Ricerche Applicate della Soprintendenza Speciale ai Beni Archeologici di Napoli e Pompei. Si è occupata  della ricostruzione del paesaggio vesuviano del 79 d. C. e dello studio naturalistico dei giardini dell’antica Pompei. È autrice di numerose pubblicazioni, ricordando il recente “Gli spazi verdi dell’antica Pompei”  (Aracne, 2012) si citano anche: Flora Pompeiana” (Erma di Bretschneider), “Verde pompeiano”, “About a medical misture found in Pompeii at 79 A.D.” in “Homo Faber: studies on nature, technology and science at the time of Pompeii”, “Colture ed habitat del territorio vesuviano nel 79 a.D.” in Rivista di Studi Pompeiani, “Almanacco pompeiano”, Electa, “Il paesaggio vesuviano nel 79 d.C.” in Atti del Convegno 2002 sul Paesaggio Antico organizzato dall’ Istituto Nazionale per la Magna Graecia e, insieme a E. De Carolis, “Lungo le antiche mura” .

Advertisements

4 thoughts on “Utilizzo delle piante nell’antichità

  1. Davide, grazie per l’informazione!!!!!
    Questa mattina sono andata alla conferenza da te segnalata ed è stata interessantissima…oltre tutto, la sede del Parco dell’Appia Antica è vicinissima a casa mia.
    La Professoressa Ciarallo mi invierà l’elenco delle piante utilizzate dai romani per tingere i tessuti e la spiegazione della tecnica di fissaggio del colore. Se sei interessato all’argomento, fammelo apere.
    A presto
    Silvana

  2. Ciao Silvana, mi fa davvero piacere di sentirti dire che sei andata alla conferenza e ti è anche piaciuta. Ci sarei venuto anch’io, ma nel mio caso non è affatto vicinissima a casa mia 🙂
    Abito in una piccola città e, ogni tanto, sento nostalgia delle grandi città (in qualcuna ci ho abitato). Sì che mi interessa l’argomento – come sono spudorato! Passo nel tuo blog a cercare illuminazioni?
    Ciao e a presto,
    Davide

  3. Buongiorno a tutti.
    Sto organizzando un evento sui Romani e le loro ricette mediche e di bellezza e sto cercando di contattare la dott.ssa Ciarallo per invitarla a tenere una lezione. Mi sapreste dire come posso contattarla?
    Grazie
    Marianna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...