La libellula

Nella campagna di San Biagio di Callalta, in provincia di Treviso, la mia attenzione viene catturata da una libellula appoggiata ad un ramo. Che poi vola via.
So che è abitudine della libellula ritornare a breve sullo stesso ramo. Faccio in tempo a prendere la macchina fotografica. L’obiettivo macro è già montato. E la libellula è ritornata sul ramo. Mi avvicino all’insetto. Metto a fuoco in manuale e scatto.

Le libellule sono dei bellissimi insetti volanti, forti e maestosi. Gli esemplari più grandi arrivano a volare fino a raggiungere i 40/60 km orari. E volano in tutte le direzioni: in alto, in basso, a destra, a sinistra. Sono i più veloci tra gli insetti che volano. E possono addirittura rimanere ferme in volo, sospese in aria.
Solo nel cartone animato Minuscule vengono sbeffeggiate da una coccinella che le batte in velocità.

E poi hanno dei colori stupendi. Ne ho viste di rosse, arancioni e blu, un bellissimo blu lapislazzuli. Per la cronaca, il numero delle specie esistenti si aggira intorno alle 5.000.

Però a guardarle da vicino, con un rapporto 1:1, devo confessare che… un po’ mi fanno paura. Mi viene in mente il film La mosca, remake dell’altro bellissimo Lo strano esperimento del dottor K.
Insomma, trovarmi di fronte una libellula, in rapporto uno a uno… aiuto! Fuggirei via senza pensarci due volte, anzi, seza proprio pensarci.

Ma… un momento. Calma e sangue freddo. Mi faranno impressione ma anche le libellule hanno il loro fascino.
Vedete il grande occhio della libellula nella foto? È composto da 5.000 piccoli occhi (ommatidi), così da vedere allo stesso tempo in ogni direzione.
E vedete le setole sulle zampe? Quelle setole, quando la libellula è in volo, possono catturare altri insetti, di cui la libellula si ciba. E quel torace possente e muscoloso? Per muovere le ali così velocemente – ma anche in modo indipendente o in coppia – abbiamo bisogno di una certa possanza fisica.
È la libellula ora che mi racconta.
Ah, capisco – rispondo io.
Ma perché andate così veloci? Che fretta c’è? Non siete slow?
Assolutamente no! Mentre le nostre ninfe, una volta che le uova si sono schiuse, vivono per molti anni sott’acqua, da adulte noi libellule viviamo poco, e abbiamo fretta di trovare cibo e un altro/a partner.

Ecco, già mi ricredo, e quel primo piano della libellula mi fa meno paura.

Ciliegina sulla torta?
Le libellule non sono nocive per gli esseri umani.

Quindi ti saluto libellula. Non voglio farti perdere dell’altro tuo prezioso tempo.

E lei vola via…

Pubblicità

5 pensieri riguardo “La libellula

  1. Vedendo la foto prima di leggere, pensavo che stesse portando il rametto da qualche parte. E dove? Mi dicevo. Forse che le libellule si fanno il nido come i passerotti? Invece si era appoggiata un attimo solo per fare l’intervista.

  2. Eh sì Maddalena, ci tengono molto a far sapere di essere gli insetti più veloci del pianeta… e si danno anche molte arie!
    😉
    A presto,
    Davide

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.