L’attacco dei merli

E pensare che ti ho salvato dalle grinfie di un gatto che ti voleva mangiare. Gli ho tirato contro il primo oggetto che mi è capitato tra le mani: il gatto è scappato via e tu sei rimasto lì immobile nell’orto, impaurito, tra l’insalata e il rosmarino. E adesso, cosa mi combini? Cosa cerchi tra la torba di sfagno delle mie due pinguicole?

L’ho colto in flagrante, il piccolo merlo che cercava tra la terra qualcosa da mangiare.
Per fortuna nessun danno alle carnivore, solo la terra sparsa e una piccola voragine nel vaso.

Se non avessi visto il merlo indaffarato avrei potuto incolpare i miei due bambini.
«Sei stato tu, Gian Marco?»
«Sei statu tu, Filippo?»
No, è stato il merlo.
E alla natura non si comanda.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.