Il girasole nano

Poco si parla del girasole nano, piccino piccino.
Il girasole grande lo prende in giro.

«Come stai di laggiù in basso» lo apostrofa scherzoso.
«Lasciami stare! – ribatte il piccolino – Io sono in vaso, e questo mi basta. A differenza di te piantato sul terreno, io mi muovo. O meglio, mi muovono. Ieri ero sul balcone, oggi sono vicino al caminetto».
«Sapessi che invidia – ribatte quello grande. Adesso non mi scocciare, ché devo guardare al sole»
E gira la sua corolla dall’altra parte.