Castello Quistini, un Qr Code per offrire contenuti multimediali ai turisti

La tecnologia ci accompagna sempre di più giorno per giorno, trasformando la nostra realtà quotidiana. «Il medium è il messaggio” ci ha insegnato Marshall McLuhan.
…e Castello Quistini vuole offrirci una visita guidata tutta nuova grazie all’utilizzo delle nuove tecnologie.

Addio visite guidate. È arrivato il tempo degli smartphone, i telefonini di nuova generazione che grazie a Apple con il famoso iPhone e il sistema operativo concorrente Android dominano ormai da diversi anni il mercato degli apparecchi tecnologici sostituendo il buon vecchio “cellulare”.Stiamo parlando di tecnologia applicata al turismo per una sorta di evoluzione delle guide e audioguide, delle mappe e delle brochure illustrative solitamente in vendita tra gli scaffali dei musei, delle dimore storiche e dei giardini botanici.

Tramite una “app” scaricata gratuitamente dai market di iPhone e Android e un particolare codice a barre chiamato “QrCode” da inquadrare con la fotocamera, si avrà la possibilità di accedere a contenuti multimediali per arricchire una visita o un tour.

Tra i giardini e le sale di Castello Quistini è nato uno dei primi tour multimediali in Franciacorta. Lungo il percorso una ventina di pannelli informativi con l’immagine dello speciale codice a barre permettono, a qualunque possessore di smartphone, di inquadrare e fotografare il codice ed essere automaticamente collegati ad una pagina web contenente informazioni e dettagli relativi al punto di interesse.

“È una visita guidata 2.0 – affermano Andrea e Gianluca Mazza, ideatori e realizzatori del progetto – che vede finalmente una collaborazione tra tecnologia e turismo. La strada per un’integrazione totale è molto lunga, in futuro sarà basterà inquadrare una rosa o un’ortensia con il proprio smartphone per ricevere immediatamente informazioni e scheda della varietà botanica”

Diversamente da quanto si possa credere, la nascita dei codici QR è tutt’altro che recente: risale infatti al 1994 l’idea di implementare il famoso codice a barre in modo da sfruttarne la capacità di codificare e memorizzare le informazioni, ma è soltanto grazie agli smartphone e alle famose “app” che rivivono oggi.

A Castello Quistini natura e tecnologia corrono a braccetto ed è solo l’inizio. A breve sarà pronta una app pronta da scaricare sul market di Google gratuitamente per conoscere la storia del palazzo e dei giardini. Appuntamento quindi a Castello Quistini a Rovato, in provincia di Brescia. Apertura tutte le Domeniche e festivi dalle 10,00 alle 12,00 e dalle 15,00 alle 18,00 fino a fine Luglio.

Per informazioni consultate il sito ufficiale e la pagina di Facebook.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...