Periodo di semina. Primo step

Il freddo intenso è terminato, almeno qui nel nord Italia.
Procedo quindi con le prime semine in semenzaio protetto. E anche se ho una piccola serra, preferisco il davanzale.

Ottima temperatura, perché protetto dai doppi vetri, e illuminato in maniera naturale. Il plus è che quando mi sveglio e alzo le persiane della camera, vedo di primo mattino i germogli spuntare e crescere. Dulcis in fundo, quest’anno ho messo un piccolo termometro, a fini esclusivamente statistici.

Una curiosità o un’accortezza: noterete dalla foto che nelle vaschette di plastica, sopra la terra e i semi, ci sono dei fogli di carta. A quale scopo? Ebbene, bagnando la terra può accadere che questa si rimescoli e lasci affiorare i semi. Ponendo sopra la terra un pezzettino di carta (quella di un quotidiano può andare bene) i semi mantengono la loro posizione. La carta poi si degraderà da sola e i germogli cresceranno senza problemi.

Cosa ho seminato?
Sul davanzale della cucina
• lattuga cappuccia
• basilico
• agerato blue mink
• salvia splendida nana
• tagete nano
Sul davanzale della camera da letto
• ravanelli
• zinnia lilliput
• calendula
• papavero della California
• fiori misti per attirare le farfalle
• helianthus
• glicine

… buone semine a tutti – se non avete una serra il davanzale è più che sufficiente. 😉

Riferimenti:
nano di giardino
verde al quarto piano

prime semine