Le ultime melagrane

Ne è venuta fuori una terrina. Tanti chicchi rossi e dolci, poi spremuti con l’antiquato ma sempre efficace schiacciapatate. Una delizia. E poiché ci avanzava un po’ di alcool a 95°… ma sì, abbiamo detto, facciamo anche il liquore di melagrana. E così è stato – appena pronto vi saprò dire della sua bontà.

Quando la melagrana è ben matura è anche molto dolce. I suoi chicchi sono di un rosso rubino intenso. Come riconoscere le melagrane pronte al punto giusto? Il colore rosso del frutto, la buccia che si crepa e lascia vedere i chicchi dentro. Capita di trovare dentro alla melagrana – già un poco aperta – qualche formica golosa.

2 thoughts on “Le ultime melagrane

  1. belli come rubini e buoni! Io li mangio così: un chicco dopo l’altro, come un uccellino.
    Ma quando li schiacci, il semino resta nello schiaccia patatate? Ma chiedo solo, non che dia fastidio, quel semino bianco che si intravede, immerso nel rosso, e ti fa l’occhiolino…

  2. @ Maddalena: sì, i semini rimangono nello schiacciapatate, e li tolgo con un cucchiaino, rifaccio il pieno, spremo una volta, rimescolo con il cucchiaino, spremo di nuovo. A questo punto li tolgo e ripeto l’operazione.
    Il succo è buonissimo, ma mi piace mangiarli anche a chicchi. Evviva le melagrane. 😉
    A presto,
    Davide

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...