Procter & Gamble Green

Azienda leader nel settore del beauty & grooming, con un fatturato che si avvicina ai 27 miliardi di dollari, la P&G entra nella Green Economy aderendo all’associazione senza scopo di lucro GreenBlue che offre a circa 200 aziende il progetto Sustainable packaging coalition, volto a fornire il know-how necessario per realizzare confezioni il più possibile sostenibili dal punto di vista ecologico. Così la P&G acquisterà da Brasken la “plastica vegetale” – materiale prodotto utilizzando l’etanolo derivato dalle piantagioni di canna da zucchero brasiliane. Quindi eliminando l’utilizzo del petrolio. La bio-resina dei flaconi Pantene Pro-V Nature Fusion sono realizzati utilizzando la bio-resina – polietilene ad alta densità -, riciclabile al 100% .

La riduzione della plastica da parte di P&G è iniziato già quattro anni fa con il packaging del Gilette Fusion che riduceva la plastica del prodotto del 49% e il peso complessivo del 29%, abbattendo così le emissioni di CO2 derivate dalla produzione e dal trasporto.

Il progetto di P&G entro il 2020 è di sostituire il 25% delle materie prime per la realizzazione dei prodotti con derivati del petrolio a basso impatto ambientale, sostenibili e rinnovabili.