Requiem per la palma?

La palma cresce ovunque nel mio giardino. Resiste alla neve, alle gelate invernali, al gran caldo di questa estate ritardataria. I re magi potrebbero venire qui a Vicenza, le palme ci sono, facciamo presto ad improvvisare una mangiatoia.

Ma ho deciso che la palma la taglierò. Mi dispiace un poco: per le sue bellissime foglie, enormi ventagli, ma la taglio. Non sarà una gran perdita visto che – come vi ho detto – nel mio giardino e nell’orto crescono spontanee sempre nuove piante grazie all’opera dei merli che portano i semi un po’ ovunque. Anche questa palma è cresciuta spontaneamente, proprio in mezzo al giardino, che tanta precisione non sarei riuscito ad ottenerla se l’avessi piantata io.
Comincio a tagliare le sue grandi foglie… poi si vedrà.