Due locuste… anzi tre!

Nascosti tra i rami e le foglie del Ligustrum, a potatura e pulizia terminata, sento un rumore di zampette che si sfregano. Chi sarà mai? Individuo la direzione del suono, porto lo sguardo al cielo ed ecco scoperti gli insetti. Due locuste che si accoppiano. Una terza che guarda! Ma come! Anche nel mondo degli insetti esiste il voyerismo?

Annunci

6 pensieri riguardo “Due locuste… anzi tre!

  1. Il mondo animale può fare paurissima.
    Mi è entrata una biscia in camera, era lunghissima un metro, la lingua biforcuta.
    Ho chiuso la porta e ho chiamato Elia, il mio vicino, che l’ha presa con una scopa e una vanga quadrata! Tu ci avresti fatto un grande reportage fotografico.
    Dormo dai bambini.

  2. @ maddalena: accipicchia! Una biscia in casa. Ma era velenosa? Perché se non lo era il problema non si pone – o comunque è un problema minimo. Magari non fa piacere avere una biscia come animale domestico… ma non è pericoloso come sembrerebbe. Senti questa storia. Vado al parco cittadino in bicicletta con i miei bambini. Vedo una bambina vicino al cancello d’entrata con qualcosa in grembo. Cosa sarà? Incuriosito mi avvicino con i bambini, e sai cosa aveva quella bimba con sè? Un serpente. Proprio così. Bello, grande, lungo. I miei due bambini l’anno accarezzato. Era innocuo – perché, mi spiega il padre della bambina col serpente, gli danno da mangiare. Molte biscie mangiano animali dannosi come i topi. Detto questo spero che non ti entri più in casa. Una volta che ti sei accertata della sua pericolosità – non dovrebbe essere velenosa, dalle mie parti le vipere sono pericolose, ma vivono in montagna, e a meno che non le calpesti involontariamente, non hanno intenzioni offensive verso uomini e donne. Vai nel tuo orto-giardino senza paura, usa un bastone per assicurarti che non ci siano bisce nascoste tra rami secchi. A presto, Davide

  3. Bella storia, ma era un serpente domestico, fa meno paura.
    Il mio sarà entrato dalla finestra, molto vicino a casa nostra scorre un torrente.
    Elia il vicino che mi ha salvata, dice che non è una vipera, ma una biscia.
    Per tranquillizzarmi: “Meno male che se ne è accorta Signora! se no di notte le entrava in bocca!”. E va be’.
    Mia madre invece ha interrogato Bertino il vicino di dietro, quello che ha un orto che levati, e faceva la guardia forestale.
    Lui sostiene che non sono velenose ma mordono.
    La mia bambina Licia questa sera mi ha detto: “Se era il capo? Se vogliono fare una vendetta?”
    Insomma siamo in pieno psicodramma.
    Dormo con i bambini e i gatti.

  4. @ maddalena: fai sogni tranquilli Maddalena, ché le biscie non entrano in bocca – perché dovrebbero? Sono sicuro che si è trattato di un caso isolato e comunque è giusto che ti preoccupi… ma non preoccuparti troppo 😉
    Buona notte e a presto,
    Davide

  5. @ zappatore a Tokyo: sì è vero, amore e – aggiungo – misericordia. Bastano queste due cose per migliorarci e migliorare il mondo.
    A presto,
    Davide

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...