Cena al lume di candela con chiocciola

di Maddalena Barattini

Le trovo ovunque. Grosse come uova o piccole piccole, che appena le vedo.
Qui le potete ammirare in giardino, la mattina, dopo una romantica cena a lume di candela.
Le trovo ovviamente attorno a quel che resta della lattuga, la loro preferita è l’insalata ricciolina.

Conosco ormai i loro gusti.
Adorano le piantine di Delphinum, non ne ho mai visto uno fiorire, foglia a foglia, sono stati tutti divorati, l’anno scorso, e quest’anno anche.
Se ne stanno al fresco ai piedi del fico, o sui rami del cotogno, in alto, che non arrivo a prenderle. Nella legnaia, dove ci sono le foglie secche, l’erba tagliata, ma anche tra le rose, tra le margherite, e le foglie dei settembrini.
A testa in giù, stanno appese alle foglie dei lamponi.
Amano la vite, si rintanano attorno ai pali dei filari, nella terra, non ci arrivo con le dita, ma vi vedo!!

Ne trovo addormentate sotto le rape rosse, anche se non assaggiano le foglie, chissà perchè. Le trovo in cucina, ci arrivano penso con l’insalata. Le ho trovate in un colino.Tra le tazze di thè. Pensavo di tenerle lontane, cantando improbabili canzoni religiose. Ma forse l’umidità le ha fatte ritornare.

Se mi dessero un soldino per ogni lumaca raccolta, mi pagherei uno psichiatra!
Questa sera proprio tante… da crisi isterica…

chiocciole