Mattinata in fiera: brevepersonaleresoconto

Il padiglione 11 della Fiera di Padova pieno di verde. Questa mattina sono andato a visitare Verde casa in compagnia di Marino. Piante da frutto, da interno, da orto, erbe aromatiche, bulbi direttamente dall’Olanda, piante grasse, carnivore, esotiche, arredamenti per il giardino, prodotti biologici… tanto tanto verde.
Giudizio: positivo. Qualche ora a girovagare, vedere, annusare, toccare, fiori foglie fusti.
Qualcosa da segnalare?
Sì. Lo spazio espositivo Olandese, dove ho comperato bulbi di tulipano e allium. Ricordi dell’Olanda a sentire il profumo dei bulbi. Come mi piacevano i cassetti di legno contenenti bulbi di tutti i tipi. Ecco la foto.

Micronatura in vaso. Ampolle di vetro, chiuse da tappo, dove vivono ricreando di continuo tutti gli elementi necessari alla vita, piante di diverso tipo. Tra botanca e arredamento, un connubio autonomo e un equilibrio biologico.

Ferro battuto che diventata: uccellini, oche, gazzette, fiori. Molto artistico. Un’ottima idea per arredare il giardino.

Vi parlerò in un prossimo post delle cosiddette “piante dell’aria”, appartenenti alla famiglia delle Bromeliaceae, perché me ne sono comperata una.
E poi?
Tanti e tanti espositori – dai parchi naturali dei Colli Euganei, al centro ricerche storico-ambientale Il Basilisco, al Gruppo Micologico di Monselice, con cui ho avuto modo di scambiare quattro chiacchiere.

Poco prima di mezzogiorno sono uscito. Le forme fitomorfe della vegetazione hanno lasciato posto alle forme meccanomorfe, ortogonali, razionali, degli edifici fuori della Fiera. Guardando questi edifici mi sono venute alla mente certe tendenze d’arredamento di giardini, dove il garden designer si dimostra perfetto architetto che invece di abbellire le costruzioni con lo spontaneo movimento e forma delle piante vuole mettere piante e giardini nella forma di razionali e ripetitivi alternarsi di elementi verticali e orizzontali.
De gustibus non est disputandum.

Ah, dimenticavo. Tra le cose da dimenticare: il tappeto erboso artificiale, verde tutto l’anno, si può mettere in casa!, attorno alla piscina, nelle aiuole pubbliche. Mah… De gustibus… ect.

Devo organizzarmi (2)

Schizzi e progetti per le colture dell’orto. Niente disegni vettoriali. China, pennino, foglio di carta A3. Rotazione delle colture per non impoverire troppo il terreno. Vediamo cosa ho coltivato l’anno scorso… non trovo gli appunti! Vado a memoria. Sono pronto. Intingo il pennino nella china nera… e via.

fate clic sull’immagine per ingrandirla