Colori (e sapori) d’autunno: arancione / Autumn Colors (and flavors): orange

I cachi. Non mi piace mangiarli. Però mi piace vederli sopra agli alberi.
Sulla campagna desolata e malinconica una nota di giallo o di arancio. L’albero di cachi, lì solitario, fa esplodere le sue note di colori, e i merli ci volano attorno, e se non c’è nient’altro di buono si mangiano anche il caco.

I cachi: che quando cadono a terra fanno splash! e si trasformano in poltiglia giallo-arancia che stai sempre attento a non calpestarla. Oppure la marmellata di cachi. Mai potuta mangiare, forse mai assaggiata. Però quanto è bello l’albero di caco con i suoi cachi. Sembra un pasticcio di parole, ma è un quadro vibrante di colori intensi. Evviva i cachi, anche se non li mangio.

The kaki. I do not like to eat them. But I like to see them above the trees.
The gloomy and desolate countryside and suddenly a hint of yellow or orange. The persimmon tree, solitary there, blowing up his notes of color, and blackbirds flying around us, and if there is anything good to eat … the birds eat kaki.

When the kaki fall to the ground …splash! and become yellow-orange pulp that you are always careful not to trample on it. Or persimmon jam. Never been able to eat, maybe ever tasted. But how beautiful persimmon tree with his khakis. It looks like a mess of words, but it is a vibrant picture of vibrant colors. Long live the persimmons, but not eat them.