Proprietà

Ieri una signora mi ha chiesto:
«Hai animali a casa?»
«Sì – ho risposto – ho un gatto…»
«E lo tieni dentro a casa o in garage?»
«Fuori casa»
«Ha una cuccia?»
«No. Sta fuori. Poi viene sui gradini dell’entrata e si mette a dormire sopra lo zerbino o sopra ad una poltrona di vimini»
«Ma è tuo il gatto, vero?» mi ha poi chiesto, un poco confusa dalle mie risposte.
«No, non è mio. Però viene spesso a trovarmi al mattino, alla sera tardi e qualche volta di pomeriggio. Io gli dò una tazza di latte e lui la beve, ringrazia e fa le fusa. Quindi ho un gatto.»
«Ah… e non hai altri animali?»
«Sì, ho un riccio, rondini, passeri e merli d’estate, pettirossi d’inverno, e pensandoci anche un corvo che gracchia sopra le antenne della Tv delle case accanto alla mia. Poi ho anche molte lucertole»
«E dove tieni tutti gli uccelli, in gabbia?»
«No, se ne stanno fuori, sugli alberi. Poi fanno una cappatina nell’orto a beccare i vermi. Perché dovrei tenerli in gabbia? Vuoi mettere a vederli liberi a volare nel cielo, a cinguettare nascosti tra i rami del Ligustrum? E anche il riccio lo tengo fuori. Qualche rara volta, di notte, lo incontro.»
«Ma scusa, sono tuoi questi animali?»
«Non sono miei, ma ci sono, dunque un poco mi appartengono»

La morale di questa brevissima storia è che non capisco più il concetto di proprietà applicato agli animali. È mio e lo devo tenere in casa, oppure rinchiuso in una gabbia. Ma dov’è la bellezza di questa cosa? E la mia casa, non è che sta diventando la mia gabbia? Il mondo dovrebbe essere la mia casa. Questa inutile divisione tra esterno ed interno va pian piano abolita, o limitata.

È sicuramente un retaggio della cristianità controriformata: il corpo opposto allo spirito. Certo non sarei felice se estranei circolassero a casa mia come fosse la loro, ma ribadisco che il piccolo mondo che mi circonda – il quartiere, il centro, la città, la campagna – anche questo deve essere un po’ casa mia – e casa nostra.

Manca un po’ questo senso di appartenenza. Sarà lo spirito del capitalismo ad aver esteso la proprietà privata anche agli animali? Se non c’è questo senso di appartenenza dove va a finire il rispetto verso l’Altro?

Mah… considerazioni in una giornata di ottobre…

Pubblicità

19 pensieri riguardo “Proprietà

  1. Capisco cosa vuoi dire, ma mi è venuta in mente un altra storia.
    un vigile vede un signore che sta scaricando un cane sull’autostrada e gli chede “E’ suo?” … l’altro risponde “No, mi ha solo chiesto un passaggio.”

  2. “Mi sono moltiplicato per sentire,
    per sentirmi, ho dovuto sentire tutto,
    sono straripato, non ho fatto altro che traboccarmi”

    Ferdinando Pessoa

    “Io mi alzo sempre in forma e mi sformo attraverso gli altri”

    Alda Merini

  3. i cani, senza di noi, diventerebbero randagi, sono come bambini, è vero, non sono nostri, ma dobbiamo prendercene cura!! comunque, ti do ragione, riguardo a tutti gli animali che vivono con quello che la natura gli da, uccellini, ricci, talpe,(vere amiche, nemiche di TROPPOBARBA,) e, ora, anche di Mediaset, (nemiche).Maria

  4. io condivido al 100% la provocazione (che a me non pare tale ma un discorso perfetto).

    abito in centro ed ho cane e gatto. mollarli non posso ma mi regolo uguale anch’io (nel limite del possibile).

    vorrei avere una macaca mulatta come animale da compagnia. vorrei rubarla all’università di Parma.

  5. @ TroppoBarba
    Beh sì, la carne la mangio, non molta, tre quattro volte al mese, ma la mangio. Sono convinto che più una persona cresce, più dovrebbe consumarne di meno.
    Sugli animali che vengono usati come alimento… non so se avrei il coraggio di ucciderne uno per mangiarlo – facile andare a comprare la carne dal macellaio.
    Non so se la mia risposta ti abbia soddisfatto, è un discorso piuttosto complesso…
    @ Tiziana
    Grazie per le bellissime citazioni
    @ maria
    È vero Maria, “proprietà” implica anche la responsabilità, cosa che nel mio post non ho menzionato, e sono d’accordo con te – a parte quella cosa di Mediaset che non ho capito 😉
    A presto,
    Davide

  6. @ Paolo
    Ciao Paolo, non rubare la macaca mulatta. Semmai convinci quelli dell’Università a riportarla nel suo habitat. O forse ha una cattedra?
    😉

  7. mediaset ha fatto causa a sky, per la pubblicità che fa Fiorello con la talpa Ugo, che vuol dire che con sky, si sta all,aperto, (col satellite), invece col digitale terrestre, si sta sottoterra, . Maria

  8. @Maria: esattamente. Visto che le nostre conoscenze scientifiche sono in gran parte mutuate da verifiche fatte su bestie (la bestia uomo l’han testata in maniera prevalente nel 1945 alcuni tedeschi [che a mio avviso non capivano un cazzo [non i tedeschi ma quei tedeschi la]]) è lecito pensare che la nostra “cultura” di persone mutui conoscenze del mondo percettivo da esperienze extra-umane.

    In sintesi, io guardo la tv come un topo e come una persona, da qwuesta esperienza, mi faccio una cultura.

    Capisco che faccio un p’o’ di casino e scusatemi per l’ignoranza.

    Tuttavia io sono un cretino.

  9. anche i miei tre gatti stanno dentro e fuori, e la cuccia se la fanno dove vogliono. Così quando Vittorio questa mattina mi ha detto che un gatto aveva fatto pipì sul suo letto, mi è sembrato strano. Ma avendo aggiunto che aveva fatto pipì anche sui suoi pantaloni, ho capito che se l’era fatta addosso; e il gatto era fuori, libero e innocente.
    Il Grigino è mio perchè la settimana scorsa, quando non so come si è rotto il femore, è stato operato, e io ho pagato io 450 euro.
    Il Grigino è quindi sicuramente mio, gli altri due sono anche un po’ della vicina perchè vanno sempre a mangiare anche di là.

  10. Allora io non ho solo 2 gatti (lo dice il libretto sanitario che son miei, ma va a sapere se loro sono d’accordo… :*D) ma ben altri 6, a volte 7, altre 8, per lo più 4…. da un paio di mesi a questa parte porto da mangiare a dei gatti che trovano riparo nell’orto di una coppia anziana, persone buonissime e bravissime, che tollerano l’andirivieni mio e di altre persone disposte a nutrire quei gatti “di nessuno”… 🙂

  11. @ gata da plar
    Che bellissima storia. Un po’ d’amore e di tolleranza. È questo che ci serve.
    A presto,
    Davide

  12. … non faccio testo perchè non “possiedo” animali …ma ehm… vivo in una casa grande dove 9 gatti tollerano la presenza mia e del consorte!;DD hahaha
    presto-spero-traslocheremo su al ns.tugurio fra le colline e anche là speriamo che i 9 felini ci permetteranno di vivere con loro e con in ordine sparso :lucertole,rospi,ramarri,ragni,scorpioni,topi, ghiri,scoiattoli,ricci,istrici,tassi,volpi,caprioli,cinghiali e vari uccelli fra cui: cucù,poiane,ghiandaie,picchi ecc…
    Tutti animali da noi visti e che stanno là in quel posto,
    incantato e paradisiaco per soli 7 mesi all’anno
    (gli altri 5 purtroppo passano di là i cacciatori)…
    scusa lo sproloquio…
    ciao, valverde
    p.s.Gata ed io siam amiche si vede!;DD

  13. @ valverde
    grazie per lo sproloquio (divertente e interessante), e bellissimo il “tuo” rospo Gedeone 😉
    Un saluto a te e a tutti i “tuoi” animali e insetti.
    A presto,
    Davide

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.