Il letargo delle pinguicole

Da una talea per foglia della pinguicola sono nate tutte queste piccole pinguicole, che adesso sono in riposo vegetativo. Nate dal meristema della foglia, in seguito io le ho separate – per sbaglio, se devo essere sincero: ho spostato la tenda, questa ha sfiorato la talea e tutte le piccole piantine sono cadute per terra. Accidenti! Che guaio! Subito a raccoglierle e a risistemarle nel vasetto di torba di sfagno.

Ho osservato che le pinguicole – non solo queste piccoline, ma anche quelle più grandi – hanno una radice quasi inesistente. Se gli dò l’acqua con l’annaffiatoio invece che con lo spruzzo, corro il rischio di far galleggiare le piantine, che navigano nel vasetto in balia del flusso d’acqua. È vero, questa pianta prende le sostanze nutritive dagli insetti che cattura e non dal terreno, ma a vedere una radice sottile come un filo da sarta mi sono stupito.

2 pensieri riguardo “Il letargo delle pinguicole

  1. …ma tu hai proprio la passione per le carnivore!!??? queste sono una autentica novità… Per la mia Verdina, sono un pò in trepidazione… sono ingiallite diverse manine…però al centro ne vedo di nuove..speriamo bene!! un salutone…carnivoro!!!! 😀

  2. Ciao Ombretta, sono sicuro che la tua piccola Verdina a primavera si riempirà di boccucce spalancate! Sì, mi piacciono le carnivore. Quelle nella foto sono ancora piccole piccole, misureranno come diametro sì e no 5 millimetri. Chissà che anche loro si sveglino a primavera! 😉
    A presto,
    Davide

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.