Saluti alle rose / Greetings roses

È inverno, è freddo, è umido… e le rose si sono ammuffite.
In La pazienza del giardiniere, Pejrone racconta di rose bellissime a Marrakesh e nelle oasi del Maghreb, dove non piove mai e le rose “[…] fioriscono tutto l’anno«fresco» per andare in letargo durante l’estate. Il contrario di quello che capita da noi…”

Con l’inverno le mie rose sono state attaccate da funghi e muffe, e potete vedere dalla foto come stanno. È venuto il momento di potarle.
Però, anche se così ammuffite, mi piacciono lo stesso. È l’estetica del brutto del post-contemporaneo? Può darsi… provo la sensazione che per loro – così ammuffite – il tempo si sia fermato – ma non è così, e quando fioriranno nuovamente le farò seccare.

It’s winter, and cold, and wet … and roses were moldy.
In The patience of the gardener, Pejrone tells of beautiful roses in Marrakesh and in the oases of the Maghreb, where it never rains “[…] and roses bloom all year ‘cool’ to go into hibernation during the summer. The opposite of what happens to us … ”

With winter my roses have been attacked by fungi and mold, and you can see from the photos as they are. It is time to prune roses.
But even if so moldy, I like a little. I get the feeling that for them – so moldy – the time has stopped – but it is not, and when it will flower again I’ll dry.