I cavoli romaneschi e le forme simboliche

Questo titolo del post a ricordare – con un po’ di goliardia – il più famoso libro del Panofsky La prospettiva come forma simbolica. Tra il cavolo e la prospettiva ne corre di strada, e anche se volessi fare qualche improbabile paragone questo non darebbe ragione della bellezza intrinseca delle forme del cavolo – ma neanche delle geniali intuizioni del Panofsky. Insomma, tra il cavolo qui sotto fotografato e il Panowsky non c’è nesso nè causa, ma lascio a voi trovare una simbologia per la forma del cavolo, se ne avete voglia.

Dei significati del cavolo ne ho già parlato, questa è la volta di parlare della sua forma.
Forse una delle più belle per la sua simmetria e la sua costruzione è quella di questo tipo di cavolo: il romanesco. Sono sicuro che già lo avete visto, anche in contesti diversi, non attinenti con la sua funzione. Ed è qui che si riallaccia la simbologia. E la fantasia.

Perché questo cavolo potrebbe essere un pianeta misterioso, avvistato non molto tempo fa da uno sconosciuto astronomo. O potrebbe essere la corazza di un animale preistorico, parente degli anchilosauri, scoperta per caso da un pastore siberiano nella tundra (s)ghiacciata. Ma potrebbe anche essere il gioiello perfetto, perduto nella notte dei tempi, di cui sono piene le favole. Divertitevi voi a scoprire a cosa potrebbe somigliare e che simbologia potrebbere celare. Questo è il gioco per le serate invernali – ché alla TV non fanno certo di meglio…

Sempre a proposito del cavolo romanesco, guardatevi la foto in questo post nel blog L’orto di Michelle.

Pubblicità

6 pensieri riguardo “I cavoli romaneschi e le forme simboliche

  1. …non esiste niente di più esemplificativo del cavolo, alla domanda, cos’è un FRATTALE ??? lo si vede…il frattale è la ripetizione all’infinito di una identica geometria.. di sicuro Benoit Mandelbrot (lo scopritore dei frattali)avrebbe detto meglio… ma credo di aver reso l’idea, se poi la si associa alla tua immagine..!!! è stupendo! oltre..che buono!!!!

  2. ammetterò di non aver mai assaggiato il cavolo romanesco, ma da buona frattali-junkie ogni volta mi incanto per ore a fissarli…
    ti auguro uno splendido 2010 🙂
    (per la cronaca, ‘gennaio’ è già finito come segnalibro nella moleskine)

  3. @ EMILIO @ ombretta @ elena
    Avete proprio ragione, non ci avevo proprio pensato ai frattali. Grazie ombretta per il tuo commento colto… tu di frattali (artistici) te ne intendi! Grazie anche ad Elena, ho visto che sono diventato “amico” in twitter (e che hai già messo gennaio come segnalibro: non perdi tempo! 😉 Perdonami ma devo ancora capire bene come funziona twitter… appena trovo il tempo.
    @ M
    Prego, e grazie a te per le continue suggestioni/ispirazioni/segnalazioni che trovo nel tuo sito.
    A presto,
    Davide

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.