Giugno, il mese dei frutti: cavolo cappuccio

Giugno è al termine, e mi stavo dimenticando del cavolo cappuccio.
In velocità scrivo questo post.

Un cavolo cappuccio l’ho già mangiato. Buono e tenero.
Questo nella foto lo raccolgo a breve. È un po’ mangiucchiato dei bruchi: significa che i miei prodotti sono biologici, e che piacciono anche ai bruchi.

h475_cavolo_cappuccio

Pubblicità

Atletica nell’orto / Athletics in the garden

Le cucurbitacee sono le campionesse delle specialità di corsa: 100 metri, ostacoli, maratona.
Hanno già cominciato ad allenarsi. Dove saranno arrivate a fine estate?

The cucurbitacee are the champions of the specialties of the race: 100m, hurdles, marathon.
They have already started to train. Where will arrive in late summer?

h463_zucca_che_corre

Grandi foglie

Sono gigantesche le foglie delle zucchine – e anche quelle delle zucche -, proteggono il frutto dal sole cocente. Di sera sono esauste, chinate a terra, si riposano per il giorno seguente.
Quest’anno è cresciuta spontaneamente una zucca vicino ai ravanelli. Forse è una pianta dalle zucche commestibili o forse dalle zucche ornamentali. Sarà caduto accidentalmente un seme, non lo so. La natura è anche alea. Forse.

Sta di fatto che sopra le foglie di questa zucca cade il polline del ligustro, mosso dal vento e dallo sciame di api, farfalle e coleotteri (presto una foto di tutto questo svolazzare) che vanno ad appoggiarsi sui fiori. E sul verde cupo delle foglie il giallo dorato del polline ben si addice. Una zucca dorata.

Quando piove le foglie delle zucchine sono come un grande ombrello. Sulla superficie verde le gocce si rincorrono, per gioco. Mi sembra di ritornare bambino, quando guardavo la pioggia formare rivoli e pozzanghere e ascoltavo il ticchettare delle gocce come se fosse una musica sublime.

h472_foglia

Borragine (Borrago officinalis)

Quest’anno ho piantato nell’orto alcune piante di pelosissima borragine, “generatrice di buon sangue” (Alberto Magno). Emolliente, depurativa, diuretica, rinfrescante, utile contro tosse e catarro, ricca di sali di potassio e buona mellifera. È una pianta di un verde scuro, pelosissima, un po’ goffa, se volete, ma un giorno…
Spuntano i suoi turchini fiori stellati… bellissimi, quasi ricamati, sembran opera di un piccolo elfo che di notte si è messo a fare origami viventi.

h466_borraagine

Il primo raccolto di ravanelli / The first harvest of radishes

Non sono tanti, questo no. Ma sufficenti per accompagnarsi con l’insalata e qualche foglia di rucola – tra parentesi, buonissima. Poi ci grattuggio sopra una o due zucchine. Questo il primo vero raccolto del mio orticello.

Are not many, this no. But enough to go with the salad and a few arugula leaves – by the way, very good. Then I grated over one or two zucchini. This is the first true harvest of my garden.

h458_ravanelli

Farfalla

Ferma lì che ti fotografo!
E lei, invece, vola via.
Fermati un istante, per favore!
Ed è già su un altro fiore.
Stai così e non ti muovere!
D’improvviso è sulle fragole.

Ma poi trova la lavanda fiorita e ci vola intorno.
Io aspetto che si appoggi…
Ecco, volevo solo una foto.

h452_farfalla

Peperone giallo (Capsicum annum)

I fagiolini sono morti, seccati dal sole della scorsa settimana, e ho pensato bene di piantare sei piante di peperone giallo.

Chissà che mi faccia tante scatole – “Capsicum” deriverebbe da “capsa”, che significa scatola, perché ai latini il frutto ricordava una scatola con dentro i semi.

Il peperone ha una bella forma, plastica, che mi piace toccare con le mani e un bellissimo e intenso colore giallo.
È il primo anno che pianto peperoni… staremo a vedere.

h455_peperone

I ravanelli maturi (Raphanus sativo)

Chi semina raccoglie, dice il proverbio.
Ovviamente ci sono delle variabili perché ciò avvenga.

Nel caso dei ravanelli queste variabili sono:
• i volatili non devono mangiarsi i semi, che devono essere in qualche modo nascosti con qualche millimetro di terriccio;
• i semi devono essere ben diradati, perché una semina troppo fitta impedisce la maturazione del ravanello. Si può diradare in seguito quando le piante son germogliate lasciando solo quelle più vigorose;
• il terreno deve essere tenero e ricco di sostanza organica;
• il terreno deve essere ben annaffiato, altrimenti il gusto del ravanello sarà amaro.

Chi semina (bene) raccoglie.
E il mio secondo tentativo è andato a buon fine e mi ha già regalato qualche ravanello da mettere insieme all’insalata.

h453_ravanello

Giugno, il mese dei frutti

Se maggio è il mese dei fiori, giugno è il mese dei primi frutti, che crescono e sorridono al sole caldo e si dondolano al soffiare del vento, una volta gentile, una volta arrabbiato – perché stuzzicato dalle nuvole nere che da lui si fanno trascinare a zonzo nel cielo.

E gli gridano “Dai forza! Portaci di qua, portaci di là!”. E poi piove, forte forte forte forte, e in collina può anche grandinare e rovinare le piante ancora deboli, o staccarne i frutti ancora piccoli e verdi. Ma, nonostante i temporali, e anche in ragione di questi e di tutta l’acqua amica, la natura cresce a ritmi vertiginosi, e la zucca già “tasta il terreno”, per decidere quale sia la migliore via di fuga, e io non riesco a fermarla, perchè non la vedo muoversi, ma lei va più veloce anche del mio stesso pensiero, e al mattino ha già fatto tanta strada, ha invaso altri spazi, e io mi chiedo quando cresce, quando si muove. Di notte? Quando io dormo?

Non riesco a capire e allora mi fermo e la guardo, e lei sta ferma lì, sembra non muoversi e invece si muove, a mia insaputa, mi imbroglia in qualche maniera.

E allora la lascio andare e lascio andare anche le mie parole e adesso termino anche questo post.

Stop.

h456_zucchine

Fiori di lavanda / Lavander’s flowers

Non siamo più a maggio, il mese dei fiori, ma mi concedo un altro fiore, profumatissimo.
Quest’anno la lavanda sta producendo tanti fiori. Dopo la fioritura li taglierò e li lascerò seccare a testa in giù. Diventeranno tanti sacchettini profumati da mettere tra i vestiti, gli asciugamani, e anche nell’automobile.

Li preferisco a quei deodoranti che non so mai cosa ci sia dentro…

May, the month of flowers, is finished, but I give you another flower, fragrant.
This year, the lavender is producing many flowers. After flowering cut them and leave them to dry upside down. Become many scented bags to put in the clothes, towels, and also in the car.

h454_lavanda