Pollice verde? No, indice rosso

Ahi ahi ahi! Tagliando gli iris mi son ferito l’indice sinistro. Altri due/tre millimetri e si staccava un pezzo di pelle – addio impronte digitali!

La metto sul ridere? Ma sì, niente di tanto grave, solo tanto sangue. Corro al lavatoio, metto il dito sotto l’acqua fredda che diventa subito rossa. Adesso devo andare di sopra e mettermi un cerotto. Però così conciato lascio una scia di sangue. Allora prendo un recipiente di plastica che di solito uso per dar da bere alle zucche, lo riempio d’acqua e ci metto dentro il dito. Ma con il dito in giù esce troppo sangue. Allora metto il dito in su e sotto metto il recipiente per la raccolta sangue. Salgo le scale apro la porta e corro in bagno. Un po’ di disinfettante, due cerotti e via, per il momento può bastare – poi in farmacia a comperare un cicatrizzante, è d’uopo.

Ora la mia domanda è la seguente: può un aspirante giardiniere/orticoltore permettersi queste leggerezze? O è forse un atto sintomatico, uno di quegli esempi che Freud avrebbe potuto inserire nella sua Psicopatologia della vita quotidiana?
Certo che anch’io, tagliare gli iris con questo caldo, alle quattro del pomeriggio… e la cosa ironica (ironica?) è che avevo finito, ma mi son detto: tagliamoli meglio, come quando il barbiere/parruchiera ti dà gli ultimi tocchi di forbice per sistemare gli ultimi capelli che ancora spuntano fuori.
Adesso mi sfogo scrivendo questo post con nove dita. Poi mi rilasso. Avrei voglia di leggere qualcosa di Ippolito Pizzetti. Non so come mai, ma il suo nome mi suggerisce calma, tranquillità ed equilibrio – no, lui non era calmo quando scriveva. Quello che aveva da dire lo diceva: è sempre bella la critica, quando è costruttiva.

Una foto del mio dito non ve la mostro. Troppo patetico. Anzi, adesso come faccio a scattare in manuale? Nessun problema, credo ci riuscirò. Riesco ancora a rollarmi le sigarette.
Basta. Stop. Fine.

Adesso me ne sto un pò con il dito in alto. Come se volessi rilanciare il prezzo ad un’asta di Sotheby’s.
😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.