La citronella nell’orto / Citronella in the garden

Dopo l’origano adesso tocca alla citronella essere interrata.
Detto fatto. L’ho piantata anche lei al centro dell’orto e non potevo non farlo.
Già penso al suo profumo in estate, e mi vedo, indaffarato nell’orto, e attaccato dalle zanzare tigre. Allora allungo le mani. Citronella, chiedo il tuo aiuto! Prendo le sue foglie e le strofino tra le mani. Cerco di ungermi nelle parti più esposte. E le zanzare, a quell’intenso profumo, fuggono indispettite. Eh, magari fosse così. Probabilmente è solo un sogno, ma il solo pensiero di far fuggire quelle sanguisughe con la citronella mi consola…

Anche la citronella teme il freddo inverno. Dovrò trapiantare anche lei – o coprirla come si deve.

P.S. = ho messo a dimora anche maggiorana ed erba cipollina.

After origanum now up to citronella be buried.
I planted herself at the center of the garden.
Already thinking of her perfume in the summer, and I see myself, busy in the garden, and attacked by the tiger mosquito. Then stretch my hands. Citronella, I ask your help! I take its leaves and rub between hands. And the mosquitoes, in that intense fragrance, fleeing away. Eh, maybe it was true. It is probably only a dream…

Citronella also fears the cold winter. I have to transplant – or cover it.

citronella

10 pensieri riguardo “La citronella nell’orto / Citronella in the garden

  1. E’ l’erba luigia? Si fanno i liquori con questa pianta. Purtroppo l’ho piantata la scorsa primavera a terra, è cresciuta un metro d’altezza ma è morta in inverno. Spero sia come l’origano, stupendomi con qualche gemma ma non vedu nulla ancora. Forse se la copri con qualcosa resiste.

  2. Ciao Elisa,
    subito ti devo ringraziare della tua domanda, perché mi ha fatto venire seri dubbi sull’identità della pianta interrata nel mio orto.

    Erba luigia è uno dei nomi con il quale viene indicata la Lippia citriodora (Lippia dal botanico e medico francese Auguste Lippi; citriodora per la sua delicata fragranza al limone), che appartiene al genere delle verbenaceae.

    La citronella appartiene al genere delle Cymbopogon che comprende circa 55 specie, tra le quali la Cymbopogon citriodora.

    Dalle foto che ho trovato su internet la mia citronella assomiglia più all’erba luigia, quindi alla Lippia citriodora, ma non ci metterei la mano sul fuoco. Le foglie della citronella sono infatti nastriformi, mentre quelle della Lippia sono decidue lanceolate.

    [Aiuto! Che confusione!]

    Forse chi me l’ha venduta come citronella, ha equivocato la pianta, ma comunque devo confessarti che in questo caso non sarei per niente arrabbiato di essere stato imbrogliato.

    Continuerò le mie ricerche durante le feste pasquali, e se queste non mi porteranno una soluzione, vorrà dire che aspetterò di vedere la pianta crescere…

    Grazie e (buona pasqua) a presto.
    😉

  3. Nota [28.04.2009]
    Hai ragione Elisa. Si tratta effettivamente di Lippia citriodora.
    Vorrà dire che proverò a fare il liquore…

  4. Be’ se vi può dare speranza io ho una citronella profumatissima in giardino all’ombra che ha superato un inverno a -19!! Ha un aspetto tipo quello dell’ortica

  5. @ martina
    Si tratta della Lippia Citriodora, conosciuta con il nome comune di Erba Luigia, chiamata anche “cedrina” o “limoncina”. Vedi anche i commenti al post.
    Saluti,
    Davide

  6. Apparentemente è vero che non le scacciano le zanzare. A parte il solfato di rame (quello blu che macchia 😉 ) e alcune pastiglie che ormai distribuiscono ai meeting anti zanzare comunali o in farmacia per metterli dove ci sono pozzanghere etc, pare che questa pianta che ho e che ogni inverno va in letargo e poi rinasce non scacci le zanzare.

    Ma forse finchè le sue foglie non vengono rotte è cosi. (non scaccia niente, anzi: stamattina ho visto proprio annidata tra le sue foglie che stavo essiccando in un posto, una bella zanzara di quelle campagnole normali).

    Rompendo però le sue foglie e strofinandola forse funziona.
    Ma più che altro è una mistura credo di prodotti che lo fa.
    essiccano il piretro dalmata prodotto dalle apposite margherite, usando anche altre piante della ceppo Cymbopogon – di cui ho visto si parla – e altre piante tipo la citronella e anche altri normalissimi geranei (una bella fatica andare a prendere tutte queste foglie e fiori, che magari sono sparsi per il proprio terreno a diverse distanze.) se si schiacciano e si strofinano addosso penso che faranno l’effetto desiderato.

    Il mio sogno è fare una serra con tutte queste piante una vicino all’altra ma la cosa mi pare abbastanza difficile. Anche perchè per curare tante piante officinali e poi effettivamente usarle ci vuole immagino tanto tempo. E soldi magari, perchè se poi ne devo riseminare (come fare a ottenere i semi?) (come fare a farle sopravvivere all’inverno) .. devo comprarle ogni anno diverse delle specie (tranne rosmarino e qualcun’altra che rimangono secche?). …

    Mi piacerebbe tanto imparare, ma immagino, la distanza non aiuta.
    Ciao

  7. Le zanzare tigre sono degli ossi duri e delle vere bastarde!
    Per quanto riguarda la serra, non capisco bene il tuo discorso, ma ti dò un consiglio. Comincia con due tre piante, mica devi averne venti in un colpo solo! 😉 Vedrai che con il tempo imparerai a coltivarle e a farle crescere bene. E non avere fretta. Piante e fiori crescono e sbocciano secondo un loro ritmo. La fretta non esiste, è solo un concetto umano.
    A presto,
    Davide

  8. @ Francesco: ciao Francesco, devi fare poco o nulla. È molto resistente. Potala un po’ prima dell’inverno (adesso è il momento giusto). Se dalle tue parti fa freddo-freddo, puoi coprirla con un tessuto-non tessuto, o un telo di plastica. Io non l’ho mai fatto. D’inverno sembrava morta, poi, ai primi raggi di sole primaverile ecco nuovi germogli! Ti consiglio di provare a farti il liquore – ho scritto un post a proposito qualche giorno fa. Ne vale la pena 😉
    A presto,
    Davide

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.